Altre foto delle antenne del mmittico















Rilievi a San Luca (8-2-2009)
CH 22 v. t. centro: 99 dB / 29 v. 7 gold: 102 / 34 v. è tv dvb: 90 / 39 v. can. 5: 100 / 45 o. - v. DVB-H J: 81 /
46 v. mtv: 95 /
47 v. n. rete: 97 / 50 v. retequattro: 102 / 51 v. dvb t. santerno: 81 / 53 o. v. dvb - h el. industriale j: 85 /
59 v. d - free j: 92 / 61 v. la 7: 91 / 63 v. italia 1: 97 / 67 v. la 7 dvb a m bone: 82 / FINE. ( 21 - 06 - 2009 )


E da Barbiano cosa arriva? (8-2-2009)
Orizzontal only: CAN. 5: ch 24-86 dB / MTV: 26-82 / RAI 2: 28-87 / LA 7: 30-79 / RAI 1: 31-80 /
E' TV: 34-81 nebbia fitta dtt / ITALIA 1: 35-85 / ALL MUSIC DVB: 36-66 / 41-70 dvb h j /
RAI 3 Emilia R.: 48-88 / RAI MUX B: 52-70 / NUOVA RETE: 56-79 / D - FREE: 58-75 / RETEQUATTRO: 64-88 /
7 GOLD: 66-77 / T. SANTERNO: 69-78 / Da M. Oggioli , ch 68: 7 GOLD 79 dB FINE.



12 - 04 - 2009 Rilievi a m. Donato, direzione sud - est, rispetto a Barbiano. Canali in VERTICALE: ch 24 = 99 dB / 30 = 93 /
35 = 97 / 36 DTT = 92 / 41 DVB-H = 92 / 45 DTT = 91 / 58 DTT = 83 / 64 = 93. Canali in ORIZZONTALE: ch 22 = 92 dB /
24 = 94 / 26 = 77, non trasmette dietro / 28 = 89 / 29 = 82, non trasmette dietro / 31 = 87 / 34 = 103 / 35 = 86 / 36 DTT = 81 / 41 DVB-H = 89 /
48 = 100 / 52 = 74 RAI mux B (è debole) / 53 DVB-H = 77 / 69 = 86, FINE. Verso m. Venda: RAI 2 ch 25 = 86 /
RAI 3 Veneto ch 32 = 86, averli così belli e forti a casa mia ...


12 - 04 - 2009 Rilievi dal parcheggio del ristorante "LO SPAGHETTO" verso Cà Nova, Musiano, Pianoro, pannelli Rai UHF verso Rastignano,
piuttosto che Pianoro nuovo. Rai uno = E10 v. va bene, e serve anche Pianoro vecchio,
Rai 2 - 47 v. = 76 dB / 52 v. = 69 tele centro analogico / 59 v. = 66 tele santerno analogico / Rai 3 - 60 v. = 72 dB /
62 v. = Tele Santerno DVB-T = 67. FINE. All' OSSERVANZA ci sono sempre i soliti 3 canali:
Sestarete dvb ch E10 v. e davanti ai ripetitori, sul ch 60 o. di Tele Santerno analogico, ci sono 115 dB, e sul 67 o.
di LA 7 DTT mux A m. bone, si arriva a 105 dB di potenza, questo è tutto.


14-12-1974 Prima antenna nuova, D-25 e 20 elementi 47-53 R, avevo 15 anni. Altra foto, antenna
" TOP" = 6 G di RAI UNO e UHF rotante, il massimo per l'epoca, 27-09-1981, avevo 22 anni e lavoravo da 5.
Non ero sui tetti di casa mia, le antenne furono fatte per 2 miei amici in città.

        

Spettri espansi della banda UHF del mio impianto d'antenna


canali 21 - 32

canali 31 - 42

canali 43 - 54

canali 54 - 64

canali 58 - 69


Esempio di due emittenti in isofrequenza
Un Mux digitale e un canale analogico





5 Immagini per far capire cosa succede, quando ci si trova in presenza di una frequenza (canale 61), occupata da 2 trasmettitori non lontanissimi tra loro, i quali irradiano, uno, un segnale analogico, l'altro, un segnale digitale terrestre, cioè DTT, DVB-T, (o anche DVB-H per videofonini). Il primo spettro rappresenta l'affiorare di 2 portanti (video e audio) del canale analogico RETE 8, proveniente da M. Grande, su di un MUX DTT (al momento di Mediaset A) proveniente da Barbiano, ottenuto girando il rotore su M. Grande. La seconda foto, rappresenta la misura che ne deriva: un V-BER critico, proprio con la barra sul QEF (quasi-error-free = quasi libero da errori), zona prossima a squadrettamenti dell'immagine = tenersi alla larga!!! Ottenuta lavorando "di fino" col rotore. La terza rappresenta il MUX "pari" dopo che mi sono ri-orientato in pieno su Barbiano. La quarta, la rassicurante misura ottenuta: V-BER al TOP, minore di 1.0E alla meno 7, che non so bene cosa significhi..... però so che va bene ..... Il V-BER è il BIT-ERROR-RATIO, tasso di errori digitali dopo l'algoritmo per la "correzione degli errori", inventato da Andrea Viterbi, un'italiano con dei "numeri". La barra del V-BER è scomparsa, più le cose peggiorano e più essa fa capolino a sinistra, fino ad allungarsi tutta a destra, e sono DOLORI. L'ultima foto rappresenta RETE 8 analogico, annebbiato dal segnale digitale di Barbiano, col rotore già un pelo oltre M. Grande, cercando di intravvederlo al meglio, per fare la foto (anello con cartellino del prezzo) . La loga-combi su un rotore, non avendo una grande direttività, girando, attenua dolcemente un 61 a favore dell'altro. Nelle 2 posizioni, notare i dB che variano, per tutti i parametri del segnale digitale preso in esame. (15-02-2009)




Ehi, ogni tanto lo becco anch'io, il MUX croato. 
Quando c'è uno "straccio" di segnale utile, diventano grandi antenne, anche le mie "loga-combi".



Ecco il famigerato MUX B di LA 7 (timb 1) CH E7 orizzontale da Castel Maggiore, verso Bologna,
raro Mux ricevibile in Emilia Romagna, insieme al 29 o. di Serramazzoni.
Il MMITTICO non si è fatto trovare spiazzato! ( 7 - 03 - 2009 )



Porzione di spettro con tre DTT adiacenti 51, 52, 53


Ozzano (BO) Antenna "TIPO".


Bologna, Porta Saragozza, antenna "TIPO".


Dettaglio della testata

18 - 03 - 2009 Anzola Emilia (BO) - Antenna "TIPO" fatta interamente con autocestello comandato da me... (me cojoni, se ondeggiava!!!) . Non mi é caduta neanche una vite per tutto il lavoro, strano... mi sono tirato su i pali, i traversini, e le antenne premontate, con la corda, poi una dopo l'altra, le ho orientate e strette ad arte. Comunque, un solo grido: SEMPRE LOGA. L' E5 e l' E9 entrano in un mix 5-9 con attenuatore 0-20 sull'ingresso dell' E9, il cavo che ne esce va in un mix VHF-UHF insieme alla loga di Barbiano, il tutto entra in un ampli OFFEL da 25 dB a circuiti separati v-u e attenuazioni anch'esse separate, l'uscita entra in un CAD 14 chiuso con resistenza sul montante in uscita, dal quale partono 2 cavi che vanno a 2 prese tv ovviamente senza attenuazione. Le altre 2 uscite sono libere per un futuro, e non ha nessun senso chiuderle con le resistenze... e le altre 2 LOGA direte Voi... semplice, STACCATE, sono lì per sviluppi futuri, all'occorrenza aggiungerò qualche modulino. Alla sintonia del Samsung nuovo di turno, il tuner DTT ha AGGANCIATO anche il 40 e il 49 orizzontali da Castel Maggiore, che come angolo con Barbiano, non risulta essere troppo aperto , e si vede che la loga mi ha voluto fare un regalo inaspettato. I mix vhf-uhf hanno sempre perso non più di 0,5 - 1 dB per banda, quindi la loro attenuazione è ASSOLUTAMENTE trascurabile!



7-03-2009: Paura che cada, eh?


8-05-2010: Oh, "paura che cada", ha chiamato l'antennista, e non sono io



Bologna, alla vista di questo lussuosissimo fabbricato, un'antennista famoso e affermato,
 (soprannominato "il maestro", per non fare nomi L. G.)
alla riunione di condominio disse: ragazzi, facciamo "UN CENTRALE" ?


Ecco come si presentano 2 cavi appartenenti al condominio adiacente al mio. Una volta, una condizione del genere, dava quasi solo dei svantaggi sulla ricezione dei canali analogici, nebbia o altro, oggi invece, può succedere che, così ridotti, facciano "DA ANTENNA" e consentano la ricezione di MUX digitali terrestri, altrimenti non ricevibili dal proprio apparato singolo, o condominiale che sia, con il rischio che, una volta sostituiti, il cliente se ne esca dicendo: "Ma io non vedo più una quindicina di canali DTT, fra i quali il calcio a pagamento di cui non posso farne a meno". A quel punto, sono dolori per l'antennista, che non può più ripristinare rapidamente, le condizioni di ricezione che vi erano in precedenza, e si ritroverà veramente spacciato!!! Quindi, quando si incappa in queste "situazioni", per non dire "PESCHE", occhio, occhio, OCCHIO!!!!! Io su un terrazzo solare, nel fare pulizia di un cavaccio vecchio, messo male come in foto e lungo 6 metri, attaccato AL NULLA, (non vi era più l'antenna) ho tolto tutto e tagliato il cavo prima che scendesse giù per un camino, tanto cosa vuoi che vedessero, ho pensato, farà capo a una presa dimenticata da Dio.... difatti 2 giorni dopo, driiiinnnnnnn, telefonata, vado in là, era una nostra cliente, lasciata nella nebbia totale, dal taglio proprio di quel cavo, e noi qualche mese prima avevamo visto il suo TV andare molto bene, praticamente come se avesse avuto un pannello a nord e una 6D per RAI UNO, come peraltro la cliente e noi credevamo. Fortuna ha voluto, che avevamo fatto l'antenna centrale NUOVA a moduli, e soprattutto la sua presa condominiale era lì VICINISSIMA, così mi sono salvato in corner. Ero su un palazzo alto con "quasi zero" ostacoli verso i ripetitori, comunque non in vista ottica, MORALE, se vedete di questi cavi, VALUTATE bene che non ci sia UN DECODER DTT in giro, o anche un TV collegato, perchè non avvedendosene, si finirebbe col fare la figura del "ZUCCHEROFILATAIO" involontaria, davvero in malomodo, come ho fatto io. (25 - 04 - 2009)


Il CASO della 6D STRATOS OFFEL: Sono tanti di quegl'anni che ogni volta che installo questa antenna, ho sempre la portante audio molto più BASSA del dovuto, rispetto alla portante video, spesso il rapporto tra A e V si attesta sui 20 dB, contro i 13 mediamente riscontrabili su tutti gli altri canali, sia VHF che UHF. A questo punto, ho girato il rotore su VENDA, e sono andato su in centrale per fare delle prove in rapida sequenza dalle mie 3 antenne, che mi potessero dare 3 misure attendibili sul D in questione: LOGA ROTORE = 68,8 dB con rapporto A-V 12,9 /// LOGA FISSA 2 mri sotto = 68,6 con rapp. A-V 11,8 /// 6 D STRATOS su altro palo, e più in alto del rotore = 74,1 e rapp. A-V 17,3.......Questo significa, che in particolari condizioni di ricezione, dove non si sa il perchè, CALA vistosamente solo la portante audio rispetto a quella video (pioggerellina fine da giorni), il rapporto A-V arriva anche a 25 - 30 dB, e i televisori non ce la fanno PIU', fanno un forte FRUSCIO o SCOPPIETTANO, prima di andare in muting, come i miei Panasonic. Ho 2 casi emblematici: sostituisco una 6 D FRACARRO con l'Offel, pochi giorni dopo la cliente mi richiama, spiegando l'inconveniente e che non l'aveva mai fatto, non si poteva rimediare sintonizzando un buon 31, causa telecomando sostitutivo, insomma, un casino di GRANE..... Altro caso, IMPIANTO di QUARTIERE, 1800 famiglie collegate, TREQUARTI D' ORA SENZA AUDIO SU RAI UNO!!!!!!!!!!! SOLO FRUSCIO!!!!!!!!!!!! Se avessi avuto quei 4,3 dB E ROTTI di audio in più, che si frega d'ufficio l'antenna in questione, forse non avrei avuto queste pug.....ROGNE!!!! Speriamo che l'Offel riveda il progetto, prima di immettere sul mercato una eventuale "NEW STRATOS". Con le Fracarro MONO CANALE, se montavi una 6 D, e in direzione vi era anche un E di pari potenza, entrava quasi tutta la portante video dell' E, ma era praticamente AZZERATA la sua portante audio! E così l'E con l' F (visto io) , con le Fracarro ho sempre avuto rapporti A-V attorno ai 13 dB, come deve essere... solo che con l'andar del tempo... si sfilavano gli elementi, e io, dopo 25 anni, dovevo sostituire degnamente, nell'impianto di quartiere, una K 5 , 8 elementi KATHREIN  con dipolo tipo "COAX" antineve Offel (favolosa) ... e mi è andata invece male... PORCA puttena (Lino Banfi) 17 - 05 - 2009.


E adesso parliamo di prese TV all'interno dell'appartamento... esse si dividono in PASSANTI, TERMINALI, DERIVATE, e DERIVATE PER 2 TV. Le passanti si montano concatenate l'una all'altra, e possono avere attenuazioni differenti, a seconda dell'utilizzo: meno 26 dB, 22, 20, 18, 14, 10, 7. Esse richiedono un segnale un po' robusto, quindi, un amplificatore "da appartamento" sui 25 dB, è praticamente obbligatorio (per una catena / impianto, che attenui nel punto più disagiato, circa 25 dB). L'ultima presa deve essere una passante con resistenza di chiusura in uscita, oppure una terminale (VERA), cioè, una meno 10, con solo le viti d'ingresso e resistenza di chiusura da 75 ohm al suo interno, invisibile e non misurabile perchè isolata, dal condensatore apposito (vedi norme). Le derivate, praticamente non perdono segnale e devono far capo, a un morsetto di prelievo del derivatore tipo CAD Fracarro, oppure a un PARTITORE a 2 / 3 uscite tipo PP 12 o PP 13. Il PP 14 è fortemente sconsigliato... provate a collegarci 4 spezzoni di cavo e misurare i segnali, fa buchi di frequenza ovunque, perchè si tratta di 4 linee "aperte"... molto meglio impiegare un CAD 104 (derivatore a 4 prelievi, meno 10 dB), con montante "chiuso" in uscita con resistenza 75 ohm. Invece i PP 12 e 13 non fanno questo odioso scherzo. Alcuni partitori a 4 vie, sempre da meno 8 dB, hanno invece 3 resistenze che io chiamo "di bilanciamento", una sul primo "split" a 2, e una per uno, sugli altri 2 che seguono, e NON FANNO "BUCHI" ! Le derivate per 2 TV, sono quelle che hanno all'interno, un partitore a 2, e ovviamente perdono 4 dB sia in prelievo che in passaggio... ovvio che l'altra presa collegata, dovrà essere una derivata! Ma il cavo che le alimenta dovrà provenire da tutto, TRANNE che, da un montante di un derivatore, o come conclusione di una catena di prese PASSANTI. Quindi NON si può chiudere una "catena" o "colonna o "montante" con una derivata per 2 TV mettendo una resistenza nel morsetto in uscita della stessa! Io, ai clienti, monto il 25 dB, e vado via di CAD, per quanti ne occorrono... con 2 CAD fai 8 prese... mi collego alla presa condominiale, e via, ma se il segnale del montante è abbastanza forte (80 - 85 dB) e ho una scatola da incasso a disposizione, metto il CAD o i CAD al posto della presa vecchia o derivatore che sia, e via con del cavo GROSSO a bassa attenuazione ( -16 dB in 100 m.) . 27 - 06 - 2009.


Una volta venni chiamato per terminare l'impianto tv interno, in un'appartamento in ristrutturazione. L'elettricista capitatomi, ebbe la brillante idea di inglobare la presa originale tv, in una bella e grande cassetta a muro Gewiss, portandoci anche la tensione 220 V. per un eventuale centralino di spinta, e fin qui tutto bene, però dalla scatola partiva un solo tubo corrugato del 20... mmh... infilo la sonda e sbuca nella prima presa, o meglio, scatola 503 Ticino, poi il tubo riparte e va nella seconda, poi nella terza, poi nella quarta, poi... ahò, ne aveva fatte 9, tutte in serie, il giro dell'appartamento!!! A questo punto mi chiesi, quali fossero le prese "passanti" che "perdessero" meno in UHF, sia in prelievo che in passaggio, e la scelta cadde subito sulle Ticino passanti, (quelle con le 4 viti, induttive-direzionali) meno 10 dB di attenuazione in uhf, e 1 dB all'incirca di passaggio (transito). Tanto, mica ci saranno più di 50-60 metri di cavo (-8/9 dB), 8 "passaggi, -8 dB, con il solito ampli da 25 ce la devo fare, vuoi che non arrivi con 60 dB di segnale all'ultima presa? Difatti, cavo impiegato, lo storico FMC 00399, un "espanso" "state of the art" dell'epoca, 82 dB alla prima presa, 62 all'ultima, un successone! Il progetto di quella presa Ticino, pare fosse il frutto delle "menti" della SIEMENS, grossa azienda, espertissima del settore (come tutte le tedesche di quel glorioso periodo, anni '60 '70 '80), essa attenuava 23 dB in banda prima, 14 in terza, e 10 in uhf, così compensava, in qualche modo, l'attenuazione del cavo, verso frequenza. La stessa SIEMENS, aveva a catalogo un derivatore a 2 prelievi (per servire le sottocentrali disaccoppiandole a dovere), dove la perdita di passaggio era 0,2 ..... 2 dB, quella di prelievo 8 ..... 23 dB, era la serie 6000, schermatura 85 dB, un gioiello quella serie! Attenzione a denigrare quelle prese, esse erano un concentrato di ingenierizzazione, atte a far star dentro, in un frutto Ticino, un'ottima presa, con tutti i vantaggi che ne derivavano, potendo appunto, fare una buona catena di prese passanti ben disaccoppiate tra loro. Se uno monta, qualsiasi prodotto di qualità, non idoneo allo scopo, non deve prendersela col medesimo se poi l'impianto non funziona a dovere. Dobbiamo metterci in testa, che bisogna amplificare, quando quello che segue, attenua, e attenuare, quando quello che ci precede è troppo forte, (sembra una massima alla Catalano) però è la verità. Saluti a tutti i collaboratori del DTT FORUM, che consulto assiduamente, anche perchè c'è sempre da imparare (non ditelo in giro), quello dove "regala" perle di saggezza, il mitico AG-brasc, tanto per intenderci. 19 - 07 - 2009.


Ora parliamo di "disaccoppiamento", quello più comune che ci interessa, è riferito a 2 prese tv qualsiasi, all'interno dello stesso appartamento, o comunque dello stesso impianto. Le norme prevedevano un tempo, che questo dovesse essere non inferiore a 48 dB, e cioè, se un qualsiasi disturbo RF, generato da un televisore, dalla SUA presa d'antenna retro tv, uscendo in direzione della presa a muro, quest'ultimo, NON doveva raggiungere nessuna delle altre prese, con un'attenuazione inferiore a 48 dB. Esempio: se ho un tv, che a ritroso, mi butta nell'impianto di casa, un segnale indesiderato (armonica), di 60 dB, io, in tutte le altre prese, non me lo devo trovare più alto di 12, ( 60 - 48 = 12 ) poi, ne avrò anche di meno, dato che c'è da mettere in conto l'attenuazione del cavo che intercorre tra i due punti presa. Adesso, visto i miglioramenti raggiunti dai televisori negli ultimi lustri, il disaccoppiamento minimo richiesto dalle norme è risceso credo a 22 dB. Detto ciò, come non raccontare questo episodio, accaduto veramente! Un giorno un mio amico (che si riteneva più sfigato della media) mi fa: ma come mai che quando cambio su Retequattro in soggiorno, mio padre di là in camera, non vede più RAI UNO e viceversa? Non possiamo andare avanti a gridare... CAMBIAAAAAAAA! Io che conoscevo l'impianto "di quartiere" (Pilastro), sapevo che il primo era sul D - E5 e Retequattro sull' H - E10 (doppia conversione quarzata ch 64 > FI (Frequenza Intermedia 38,9 MHz) / FI > H E10, con doppio CAG della BOSCH), e inoltre che certi tv, facevano proprio questo scherzo (oscillatore locale del gruppo RF del televisore), e lui ne aveva addirittura 2, un LOEWE e un SINUDYNE, e quando glielo spiegai, mi disse, E TE PAREVA, mimando il gesto del pollice e indice uniti, taaac, quindi bisognava disaccoppiarli "a più non posso". Mi presentai con una sportina contenente nell'ordine, una tripla luce, un centralino PHILIPS 22 dB di recupero, a un' ingresso, e un' uscita, circuiti VHF - UHF non separati, senza attenuatori, un cad 12, e un po' di cavo. Arrivo là, e il disturbo è veramente "a mille", allora tolgo il "T" passo 13 infilato nella presa Siemens, gli spinotti dai cavi, faccio un cavo dalla presa ed entro nel PHILIPS, esco e vado al cad, chiudo il montante col carico a 75 ohm, collego i 2 cavi che andavano ai tv nei 2 prelievi del cad, attacco la spina e... PAF... il disturbo è rimasto quasi uguale... GASP!... e adesso ? Adesso si vede chi già allora, era sulla strada per diventare mitico. Tiro fuori dalla sportina il "carico da 11" (Ivano Betti, opinionista non retribuito di "Banana Sport"), quello che solo un' antennista degno di tale nome, può estrarre... Derivatore Schermato a 2 prelievi da - 26 dB ad Alta Direzionalità HELMAN... ( se non risolvo con questo, mi ritiro dall'albo! ), sostituisco il cad, metto la resistenza nell' Helman, riattacco la spina e... PA - PAF, disturbo scomparso, quasi non ci credevo, un'altro exploit dei miei... 26 + 26 fa 52 + l'alta direzionalità intrinseca, chissà che disaccoppiamento avevo raggiunto, poi rispetto a prima, il segnale era lo stesso: tot dB in presa, più 22, meno 26, fa esattamente meno 4 come dal "T" iniziale, neanche a farlo apposta... son venuto via fra gli applausi. ( 25 - 07 - 2009 )


Un' altro caso, fu quello di quel cliente, che si lamentava, di una visione complessivamente piuttosto disturbata rispetto a una volta. Lui stava in mezzo a una colonna di 3 appartamenti, di fronte vi era l' altra colonna, sempre di 3 prese passanti, totale 6 per numero civico. ( il fabbricato era di 10 civici, una sottocentrale al centro e 2 ulteriori amplificatori quasi agli estremi del palazzo, e per dove stava lui, bisognava controllarne almeno 2 per trovare quello difettoso ) Arriviamo là e i disturbi si vedono, cominciamo a indagare in giro, visto che si era capito che non era colpa del suo tv. Dallo schermo dello strumento non si capiva molto... sostituiamo la sottocentrale che serviva quella porzione di stabile e andiamo a vedere, non era cambiato nulla, andiamo al centro e facciamo uguale, ancora nulla, allora torniamo a rimettere tutto come prima, perchè il problema non era dovuto agli amplificatori, a sto punto, cos'è che innesca questi disturbi pressochè mai visti nell' impianto di quartiere??? Idea, andiamo su nel pianerottolo in cima, che c'è il partitore resistivo "stellare" da meno 6 dB, che serve le 2 colonne, stacchiamo la sua e verifichiamo, effettivamente la potenza c'era, ma la qualità lasciava sempre a desiderare, allora stacco l'altra colonna per provare dal partitore, e in quel momento, ci accorgiamo che l'altra uscita, era sensibilmente migliorata in termini di qualità. A questo punto, ho schioccato le dita e ho detto: Ragazzo, Tester, che misuriamo le due colonne se sono chiuse a 75 ohm, risultato, quella del cliente, 75 , l'altra, "Corto Marcio" = zero ohm , via, tutti a suonare i campanelli degli altri 3, in cima non c'era nessuno, (speriamo che non sia lui, la pietra dello scandalo) andiamo di sotto e c'era una nonnina incolpevole, arriviamo al rialzato, e troviamo una scatola al posto della presa terminale (con resistenza) Siemens, una volta aperta conteneva un cad col montante che continuava e finiva direttamente dentro un Sony 29" crt, il quale buttava fuori tanti disturbi dal suo "gruppo", che risalendo a ritroso, incontravano solo l'attenuazione di meno 6 dB del partitore di testa-scala-colonne e poi riscendevano dall'altra parte (e anche nel cavo d'arrivo) degradando i canali dell'altra colonna dove c'era il flat tv, male in arnese. Chiudiamo il cad con la resistenza e colleghiamo il Sony a un prelievo, disturbi cessati, fine della storia... ah, per la cronaca, "stellare" significa che si può entrare da qualsiasi morsetto del partitore resistivo, tanto, il segnale incontrerà sempre 2 resistenze in serie uguali, ed erano quelli che andavano meglio per servire le colonne di prese induttive... difatti io a casa, ho quello a 3 uscite (sempre Siemens) (1 - 08 - 2009)





NL Newslinet.it


Da Eurosat - Novembre 2009/202 pag.114


Clicca qui per vedere il mio Blog