527. SPORTITALIA Super Show ! 
11 / 08: Agguantato finalmente il mux ch. 57 Croato, è in T2, contiene 28 emittenti, ha l'interattività HBBTV molto variegata.

Un po' cercavo sempre di vederlo nello strumento, che non è neanche HD, e allora addio . . . , poi oggi era pure spento il 57 di Retecapri, fa un caldo peso, quindi l'ho beccato su decoder e TV smart, il segnale era ancora più alto del solito, quindi sono riuscito a vederlo prima che verranno spente le frequenze dal 49 al 60.

06 / 08: Ho imparato adesso dal Digital Forum, che anche RTL 102.5 sul programma 36 del DTT, è INTERATTIVA, sul 536 NO.

Stessa "meneghina", premi il tasto rosso e via, qui non si fa in tempo a scoprire ( per me ) novità, che ne arrivano delle altre.

A questo punto TV SMART d'obbligo, quando si è in procinto di acquistarne uno . . .



-----------------------


Sportitalia diventa interattivo e ci regala 3 emittenti in più, 4 con Sportitalia in HD come gli altri 3, ricevibili con TV SMART che si serve del proprio modem di casa.


Appena si va sul programma 60 nel TV dove c'è Sportitalia, compare un punto rosso in basso a destra accompagnato da un messaggino di invito, poi rimane solo il punto rosso, si pigia il tasto rosso sul telecomando e viene la schermata delle 4 possibilità di visione di trasmissione tematica.


Prima offerta:Sportitalia HD


Seconda scelta: SI SOLOCALCIO


Terza scelta: SI MOTORI


Quarta scelta: SI LIVE 24


Qui una partita di calcio Audi Cup 2019 su SI SOLOCALCIO


SPORTITALIA si fa in QUATTRO, e mi sembra la prima ad offrire un servizio veramente gratuito fruibile, senza tanti casini, difatti son riuscito a vedere l'effetto io, che è tutto dire.

Ci vuole un TV SMART che sintonizzando Sportitalia sul 60, possa sfruttare il segnale wireless che esce dal modem, dopo anche staccando l'antenna, i 4 canali vanno lo stesso, se si esce col "return" e si cambia canale nel TV, si perde il treno, bisogna ricollegare l'antenna, andare sul 60 e premere il tasto rosso.

La visione HD dalla rete non è come quella che vediamo di solito su RAI, MEDIASET e co., però è molto meglio dell'ORRENDA SD che ci propina Sportitalia e tutti gli altri 300 e passa emittentucole da strapazzo.

E' una piccola magia che fa capire come l'immagine televisiva, sia oramai sempre più ad appannaggio della rete, almeno per un'anziano come me, che non aveva neanche approfondito più di tanto la "faccenda".

Almeno, non ricordo più se avevo tentato la prova di vedere se il mio TV era OK . . . e mi pareva di non aver visto sbucare il pallino rosso . . . sono inaffidabile, a brevissimo termine non mi ricordo più un tubo.

[ commenta ] ( 5 visite )   |  permalink  |   ( 2.7 / 7 )
526. Emittente curiosa sul mux 57 di RETECAPRI in H.264 HD. 

Si chiama TRY HBBTV CAPRI





Arrivo fresco di oggi 18 - 07 - 2019, senza LCN.

Anche questa ha l'interattività HBBTV.


[ 3 commenti ] ( 97 visite )   |  permalink  |   ( 2.9 / 38 )
525. Attivato a Bologna il mux DAB 12 A di EuroDab Italia. 


Attivato pare oggi, il segnale di "EuroDab Italia" sul 12 A verticale, dal colle di Barbiano.


Il segnale viene irradiato dalle antenne verticali di Banda III^, che prima servivano per l'E6 ( 184,5 MHz ) di Suzzi orientate sulla città, ora l'E6 ( mux DI.TV ) esce solo da quelle orizzontali di BAR e CSM.

Non sono installate sul traliccio RAI, ma su uno dei tre delle private.

Nella foto adesso si vedono i 3 mux, 12 A, B, e C, il B è la RAI, il C è il circuito "DAB Italia" che era già lì da molto tempo.

Sul 12 D che in foto non si vede, ci sarebbe la RAI da Monte Venda, che viene da nord rispetto casa mia, e io per questi segnali locali, sono collegato all'antenna verticale fissa full ( sotto CAG ), che è indirizzata a sud ( Barbiano ).

IL DAB+ AVANZA !


[ 1 commento ] ( 21 visite )   |  permalink  |   ( 3.1 / 43 )
524. Da una a sei prese TV. 


In un appartamento in completa ristrutturazione, siamo stati chiamati PRIMA per dare delle "dritte" al muratore, per la posa dei tubi delle future 6 prese TV e la corrente all'interno della scatola.

In sala c'era la solita presa passante Siemens su scatola tonda di 65, allora abbiamo detto di murare una scatola grandotta rompendogli il di dietro, senza così scollegare il montante che va di sotto.

Quando siamo tornati abbiamo infilato i 6 cavi da 6,8, montato la presa luce volante, l'amplificatore Picokom Televes dotato di CAG, il partitore a 6 vie Auriga, il derivatore da 10 dB CD 11 Fracarro al posto della vecchia presa passante, le 6 prese arké Vimar nere dirette, collaudato tutto, e il segnale alle prese era superiore a quello della vecchia presa esistente da quasi 50 anni.

Morale, se l'antennista viene interpellato PRIMA che qualche incompetente si improvvisi al posto suo, sicuramente i TV andranno al primo colpo, e si avrà un'impianto interno di distribuzione del segnale valido per decenni.

Ho scelto questa tipologia d'impianto, perchè qui l'appartamento si prestava a 6 tubi separati per altrettante prese, ma se l'appartamento fosse stato più grande e disposto diversamente, avrei optato per i derivatori a scalare, che esistono in tanti modelli per quel che riguarda il numero di prelievi e le rispettive attenuazioni.

Massimo si parte con dei -20 dB, poi esistono i -18, -16, -14, -12, -10 e resistenza finale in uscita . . . si vede com'è l'appartamento e si butta giù uno schema, a questo mondo ci vuole solo della competenza / esperienza, dopo il materiale buono di certo non manca.

---------------------------------------------------------------------------------



Filtro LERT per l'LTE.



Componenti all'interno dal buon risultato spettrale, dopo il 60 quasi il nulla.


-------------------------------------------------------------------------


Buon giorno, non voglio fare il rompiscatole, ma un 6 derivato dB -10dB non avrebbe avuto forse piu' separazione?,ed un maggiore bilanciamento.comunque penso che vada bene alla grande gia' cosi' visto quello da cui si e' partiti e da quello che fanno gli artisti elettricisti .

saluti, da Casal Borsetti, dove il segnale da monte grande di sera cerca un po' di fresco e se ne va a stratificarsi, in compagnia anche del 26 e del 30 dal venda.
meglio TivùSat (boh)

-----------------------------------


I derivatori a 6 - 8 prelievi perdono minimo 16 dB, e quelli di oggi, sono internamente a un prelievo singolo, seguito da un partitore a tot vie, quindi la separazione è la stessa, sempre più di 20 dB, e che ci sia un TV collegato o no, sulle altre porte non influisce per niente ( come invece facevano un tempo i Fracarro PP 4, divenuti in seguito PP 14 ).

Mettersi poi dei problemi di bilanciamento / equilibratura fra presa e presa, lascia molto il tempo che trova in un'impianto nuovissimo; ai TV, che gli arrivi 58, 60, o 62 dBuV, quando danno immagini perfette già con 25 dBuv fino a 80 e oltre, c'è ben poco da preoccuparsi.

La presa più lontana è a 10 metri dalla scatola, quindi avrà 1,8 dB in meno di quella più vicina che è a 1 metro, ci vuole cavo da 6,8 buooonooo !

[ 2 commenti ] ( 40 visite )   |  permalink  |   ( 3.2 / 48 )
523. Mini centralino da palo MITAN da 20 dB, più alimentatore Accord 12 V. 
Questa accoppiata è veramente affidabile.




Il MITAN ha i due ingressi UHF, che come al solito sono uniti dopo gli attenuatori, da uno splitter rovesciato avente le due anelline di ferrite, e questo è l'unico componente NON smd, il resto è una favola.

Sono entrato in UHF con lo spettro della Johansson, e ne sono uscito con lo stesso spettro aumentato di 20 dB, nessun avvallamento o dosso, veramente OK.

Anche in VHF stessa ottima prova.

Esiste il coperchio grigio para pioggia che si infila da sopra, e termina con un rassicurante scatto.

Il confine fra preamplificatore o centralino da palo, dipende dalle potenze dei segnali in antenna, se ho dei 50 dBuV, fungerà da preamplificatore, se ho dei 70 o più, può benissimo fare da centralino con il suo alimentatore nei paraggi e finisce lì, dopo seguirà la distribuzione del condominietto o della villetta.

Anche se non è mai un giusto principio entrarvi con due antenne UHF o una di IV^ e una di V^ da due direzioni diverse, molto spesso si è costretti almeno a tentare, magari se una è verticale e l'altra è in orizzontale, ci sono maggiori speranze di acchiappare almeno quasi tutti i mux importanti.

D'altronde non hanno ancora inventato la "Johansson da palo" tele-alimentabile da remoto con uscita CAG da 75 dBuV, come "preselezione esterna di lusso assoluto" . . . ( per poi mettere, causa cavo unico, nel sottotetto lontano, un finale di linea VHF-UHF dotato di tele-alimentazione inseribile manualmente ).



Non sapevo che l'Accord facesse alimentatori TV fatti discretamente bene . . .



Lineare con trasformatore, che era protetto con un cartoncino a L, per separarlo dal circuito stampato, e che ho asportato un'attimo per fare la foto.

-------------------------------------------------------------


Ma Ermanno, io l'ho interpretata singola per banda, una per V e l'altra per U, ho visto che andava così bene, già che è un 3 ingressi che poi diventano 2, tanto valeva tenere le amplificazioni separate e unirle prima dell'uscita.

Faceva da centralino di condominio, poi io gli ho messo un 34 dB ma per un'altro discorso ...

Adesso ti metto la foto dell'interno.





-------------------------------------------------------------


Sì Stefano, i morsetti sono alla vecchia, non c'è schermatura alcuna, però è un male da poco, per i Televes, come dice un tale: prima gli italiani . . . se non danno "rogne di RF", aggiungo io.

[ 3 commenti ] ( 93 visite )   |  permalink  |   ( 3.1 / 54 )

| 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | Altre notizie> >>