520. Un buon splitter a tre vie, OGGI. 




Dato che non ci sono sconvolgimenti di frequenze TV, prepensionamenti a breve termine del DVB-T, non mi resta che tediarvi con un div 3 dei giorni nostri.

Quando ho saputo che fino a Novembre del 2021, non ci saranno grossi cambiamenti a favore dell'MPEG-4 AVC H264, che già conosciamo da un TOT, e che non si tratta del tanto decantato DVB-T2 HEVC H265 del futuro ( spauracchio per molti ), possiamo stare tranquilli ancora per un bel po' prima di cambiare TV o anche solo i decoder.

Faranno in tempo a guastarsi sempre di più i TV vecchi a tubo e i piatti con tuner analogico e decoder MPEG-2 al seguito, e i piatti tristi turchi senza tuner HD ( MPEG-4 AVC H264 ).

Quindi al termine ultimo di Giugno 2022, quando si dovrà forse essere tutti pronti a ricevere molti nuovi segnali in DVB-T2, non si potrà dire di essere stati colti di sorpresa.

Chissà se ci sarò io piuttosto, a metà del 2022 . . .

Comunque il partitore a 3 va benissimo, e in Croazia il T2 a momenti è vecchio . . .

--------------------------------------------------------------

Difatti Cris, non ho argomenti da sparare a raffica, ho recuperato questo splitter messo dove ci andava invece un demix VHF - UHF per entrare negli ingressi di un centralino multibanda, quindi mi attenuava 6 dB per niente, e allora l'ho mostrato per interrompere il silenzio sul blog.

Più il tempo passa e più i TV si evolvono, perciò andrà a finire che le rimanenti immagini che oggi riceviamo via antenna terrestre con segnali numerici, verranno ricevute sempre più via internet, e nei grossi centri è solo una questione di tempo.

--------------------------------------------------------------

Ciao Andrea, allora pochi HEVC dici, voglio proprio vedere anch'io come andrà a finire, arriveremo talmente lunghi, che fra fallimenti vari ed abbandoni, le frequenze che rimarranno da impegnare non saranno neanche tanto poche, bah, dobbiamo aspettare per scoprirlo.

--------------------------------------------------------------

Ermanno, non sei controcorrente, lo dicevi da subito che l'evoluzione del DVB-T, avrebbe portato non pochi benefici dal lato degli echi.

Succederà quello che è successo con tutte le innovazioni digitali, basti pensare ai primi CD audio e relativi LETTORI, alla minima imperfezione s'incantavano, poi col passare degli anni sono sempre migliorati.

Col televisivo numerico siamo ancora al sistema iniziale, e giustamente in molte zone non ce la fa, troppi segnali che si incrociano in determinate circostanze di propagazione, difatti nacque quasi subito TivùSat come "salvagente".

Dobbiamo attendere lo svolgimento degli eventi, poi verificheremo sul campo.

--------------------------------------------------------------

Lombardi, ci siamo ancora, però non è che abbia chissà quali scoop, cerco di dire qualcosa per muovere l'acqua stagnante; sul lavoro non mi viene voglia di fare delle foto, ce ne sono già sul gruppo "Antennisti esperti", farei dei doppioni . . . devo trovare qualcosa di un tantino originale, se no serve a poco.

[ 5 commenti ] ( 101 visite )   |  permalink  |   ( 3 / 17 )
519. Il mio 43" Samsung è DVB-T2 HEVC H265. 
Le prime 30 emittenti criptate ( + 4 radio ) sono nel mux 39 UHF della Croazia, quelle che seguono sono le solite dei STORICI mux 28 e 29, mancano solo le 4 tv del mux 53, scarsino al momento.

Perciò il TV è ready . . . si aspetta solo il primo vero DVB-T2 HEVC H265 qua a Bologna.

Modello UE43MU6125K smart TV UHD 4K ( 43" ), preso il 26 - 9 - 2018.



[ commenta ] ( 5 visite )   |  permalink  |   ( 3.1 / 18 )
518. CAD 11 Fracarro ridotto a . . .  


Ho aperto una scatola in parete con tubazione verticale per montante TV, vi era un CAD 11 che si è ridotto in una maniera, che ogni parola non riesce a rendere l'idea.

Ero sul ponteggio a fare un preventivo, per togliere quella distribuzione esterna e farla nelle scale.

-------------------------------------------------------

Cris, entrava acqua, umidità stagnante per molto tempo = ruggine a 1000.

-------------------------------------------------------

Andrea, visto che roba?

[ 5 commenti ] ( 213 visite )   |  permalink  |   ( 2.9 / 50 )
517. Sono proprio alla frutta . . .  
29 - 03 - 2019, Notizia DAB: sul mux "EuroDab Italia" ch. 12 A vert., sono state aggiunte 4 emittenti, *RTL doc ( Informazioni ), *RTL rew - rewind ( Musica Pop ), *RTL groove ( musica varia ), SUBASIO XL ( Musica Pop ).

E tolta "*RTL guardia costiera", ora sul mux ci sono 18 stazioni.

ELENCO dettagliato al post "503" !!!



Parecchi mesi fa, decisi di mettere da parte l'alimentatore 1G452 da 12V / 1A dell'Helman, per risparmiare qualche centesimo sulla luce scale.


Misi questo alimentatorino switching cinese di recupero, per alimentare tutta la preselezione a moduli Helman e Teko nel sottotetto condominiale.

L'assorbimento dei moduli più i vari pre non arriva a 400 mA, il "cipollino" è da 1000, andavo abbastanza tranquillo, anche se sapevo che in qualità assoluta, ci avrei rimesso.

L'Helman consumava qualche watt in più, e poi d'estate si scaldava molto, allora mi lanciai in questa ( rivelatasi in seguito ) deleteria "ideonzola".

Dopo non molto, il decoder Technisat sul letto cominciò a squadrettare su alcuni mux, mentre tutti gli altri compreso i TV, non battevano ciglio.

Allora dissi: alè, anche il Technisat mi sta abbandonando ... lo aprii per vedere se c'era un condensatore facile da incolpare e sostituire, ma nada.

All'epoca vedevo con la Johansson, e siccome il mux più critico era il 36, lo convertii per un periodo in 45, e le cose pareva proprio andassero meglio.

Poi sono ritornato a servirmi del modulare anche per il Technisat, e gli squadrettamenti lentamente erano pure aumentati, tanto che vi affiancai un dec Samsung nero recuperato che invece andava bene, e lo selezionavo in AV2 proprio quando c'era qualcosa di interessante da vedere.

Ultimamente però andava sempre peggio, e io davo la colpa al Technisat sempre più alla deriva . . . il resto della casa servito dal modulare non lamentava malfunzionamenti, poi lo strumento non dava dati preoccupanti.

Fino a pochi giorni fa, quando la donna al mio rientro mi dice: guarda che i Mediaset adesso squadrettanno abbastanza spesso ( nel Samsung 32" che ha di là in camera ).

GASP, se squadretta un Samsung in casa mia, "qui gatta cicogna" !

Misuro i dati del 49 dal cavo "moduli", e vedo che la barra del QEF già affiora non poco, poi passo al 48 che contiene SPIKE ( guardo TOP GEAR ), che oramai nel Technisat non va più, e vedo che la barra va molto oltre il QEF, quindi qui c'è qualcosa che sta andando a "donnine allegre".

Vado nel sottotetto e sostituisco al volo l'Offel 30 dB V-U-U, ma non cambia una "mazza", cambio un pre a cubo volante, e non cambia una seconda "mazza".

Rimaneva solamente l'alimentatore in foto ( che era da provare per primo ) . . . lo stacco e rimetto in gioco "sicurezza Helman" . . . i valori schizzano a mer >34, c-ber alla -5, vecchi riscontri top del passato, perchè le programmabili di adesso, questi valori "state of the art" se li mangiano d'ufficio.

Morale, sono stato un TOT di mesi, più di un'anno sicuro, con un'andazzo da border line, che era evidenziato solo da un decoder "permaloso" ma rivelatore, adesso va che sembra nuovo.

A questo punto, non vorrei che tutti gli switching, anche da nuovi, andassero a compromettere il buonissimo funzionamento dato da un "lineare" con trasformatore a lamelle come l'Helman.

Non mi resta che alimentare una delle mie J 6700 con un'alimentatore non switching, e vedere se si guadagna qualcosa sui dati finali . . . che se migliorassero sarebbe da incubo.

Ho provato con i 12 volt dell'Helman, ma non è migliorato nulla.

Ma mi sa allora che era proprio solo il mio, che stava andando sempre più in malora.

-----------------------------------------------------------

Grazie Mike, il tuo commento è stato utile sotto tutti gli aspetti, anche perchè il problema di avere un'alimentazione in continua "pulita", tende di solito a sfuggire all'antennista.

A tal proposito ho rifatto la prova del 9, ricollegando il Technisat sotto ai segnali provenienti dalle mie due Johansson, e non va più un tubo, fermi immagine, spernacchiamenti vari su quasi tutti i canali, una tragedia.

A questo punto, essendo il Technisat un buon decoder, ma uno dei primi, può darsi che non abbia all'interno certi accorgimenti "inventati" dopo, e allora faccia "a pugni" quando si trova servito da segnali provenienti da centrali alimentate con degli switching.

Perchè ha un peggioramento del 90 %; con i moduli è una roccia, con le Johansson una ciofeca, e va malissimo solo lui ... o è parzialmente "andato", ma non sembrerebbe visto il comportamento impeccabile con il modulare.

Ancora una prova: segnale RAI mux uno, dall'antenna convogliato direttamente al Technisat, e qualità schizzata al massimo, se passo dalla Johansson, qualità "in cantina".

Ho pure cambiato l'alimentatore originale della J6700 con un'altro switching da 3 A diverso ma nuovo, niente, stesso tasso di errori dato dalla barra della qualità verde-gialla-rossa del Technisat . . . mi arrendo.

------------------------------------------------------------

Calma, a gò truvà l'arcàn ( che poi era un fenomeno già visto in passato ) , mi sono riportato a casa L'Avant X e il problema non si manifesta ... motivo ?

L'Avant X in presenza di adiacenti, restringe un po' la banda passante dei mux, quindi la triade 41 basso, 42 medio alto, 43 basso, fuoriesce con un 42 non compromesso come fa la J6700 ( CAG che alza 41 e 43 ), e che non viene sopportato solo dal Technisat.

Adesso nella J6700 si può impostare la funzione "selettivo" per tutti i mux, le cose migliorano molto, ma non si arriva alla performance dell'Avant X che riesce a portare la barra verde della qualità a fondo scala.


Perciò è bastato convertire il 42 altrove ( 45 ) e la qualità è andata al massimo, oppure, programmare le due coppie 41 + 42 e 43 + 44, così il 42 è rimasto alto e il 41 e 43 più bassi come lo sono circa in antenna e all'uscita del modulare Helman, così il Technisat ha restituito la qualità del 42 al massimo.

Ma nei TV, la qualità era a zero errori anche prima, è solo con quel decoder lì che le cose peggiorano drasticamente, poi la Televes Avant X va proprio meglio di suo, grazie a quell'adattamento automatico di larghezza di banda dei mux, quando si programmano canali singoli adiacenti, o all'opposto, distanziati.

-----------------------------------------------------------

Utile il link sugli alimentatori di ricarica degli smartphone, che fa capire come siamo messi . . .

-----------------------------------------------------------

Stefano, dopo un'anno e mezzo dall'uscita della Johansson, bisognava che Televes migliorasse qualche punto debole della concorrenza, e hanno ottenuto una più accurata qualità dei dati in uscita, svelatami solo da un decoder sensibilissimo a certi livelli di degrado.

-----------------------------------------------------------

Sì Cesare, gli switching buoni esistono, sono io che mi faccio infinocchiare da quelli tristi per mesi e mesi, ma se non altro illustro a riguardo i casi della vita, e se qualcuno ha dei quadretti sospetti e non sa da dove nascono, qui ha avuto la prova che anche un'anziano antennista, ci ha messo un mucchio di tempo per scoprire la causa di un malfunzionamento per giunta a casa suaaaaaaaa ......

-----------------------------------------------------------


Alessandro è vero, erano anni e anni che il 37 mancava a monte Grande, perchè da lassù avrebbe disturbato la Croazia o qualcun altro.
Se adesso arriva da Monte Grande, ci vorrebbe un'antenna puntata là, e un mix-passacanale del 37.

[ 5 commenti ] ( 179 visite )   |  permalink  |   ( 2.9 / 71 )
516. Partitore a due vie super vintage . . . SIEMENS. 

Ho appena smontato questo residuato in un condominio.


Era in una scatola tonda da 85 mm., in un appartamento al 5° piano di un palazzo di 7, l'arrivo proveniva dall'alto poi le due linee andavano in basso, una probabilmente andava da quello sotto, l'altra senz'altro in cucina, perchè c'era ancora la presa originale di un tempo, uguale alle altre rimaste ancora nel palazzo.

Non ho potuto smontarla per indagare sul perchè avesse poco segnale, causa mobile per stoviglie un po' in mezzo, ma all'interessato bastava che un po' andasse, anche perchè era un posto per 4 studentesse, ognuna con la sua presa TV Vimar Plana in camera.

Sono arrivato lì perchè al 2° piano, dov'era la chiamata, non andava molto bene . . .

Difatti, in parallelo su di un morsetto, vi era un cavo da 5 mm. che poi avrebbe alimentato le 4 prese nuove dell'appartamento ristrutturato pochi anni addietro, causando un disadattamento sulla distribuzione condominiale . . .

Questo cavo andava dentro a un partitore Offel CM 3, situato dentro a una scatola 503, e già lì faceva una delle 4 prese TV, gli altri due cavi del partitore andavano via per fare le rimanenti 3 prese, una delle quali sarà stata una -4 dB a ulteriore partizione + le 2 semplici rimaste dal conto ( ? ).

A questo punto, cosa fare per eliminare il "maccherone" del cavo abusivo collegato in parallelo sull'ingresso o su una delle due uscite ( non ricordo ) ?

Mi è toccato mettere un Mitan a 2 uscite al posto del vintage, poi un'uscita l'ho mandata via giù, l'altra l'ho dovuta portare nella 503, metterci un CAD 13 Fr, e riportare il montante in uscita dal CAD in zona Mitan, e giuntarla alla vecchia uscita "2" di prima, così il condominio era salvaguardato da pasticci "mangiasegnale".

Con i 3 prelievi del CAD ho fatto la presa e gli altri 2 cavi che partivano sempre da lì, dopo ho collaudato e una era nettamente più bassa della più forte delle tre, e forse magari era una passante da -10 dB, vallo a sapere.

Quando avevo staccato tutto, ho fatto una volata al 2° piano per vedere se stavo operando sulla colonna incriminata, e difatti era sparito il segnale . . .

Sono palazzi molto strani, basti dire che una colonna di appartamenti ha una linea montante dall'alto, che scende e fa tutte le camere da letto, in fondo gira in orizzontale poi risale in verticale e fa tutte le cucine . . . 14 prese in serie su di una linea a U, roba da matti, pensata ai tempi forse del solo "canale nazionale" / primo canale / RAI UNO di adesso.

Guardate i morsetti schiaccia calza di una volta: testa della vite alta e possente, nella foto sono tutti aperti e non fuoriesce la vite perchè la filettatura risulta più larga del foro passante del morsetto, ed è stato pressato con la vite dentro dopo che era stato messo in posizione, infilandolo nella sua sede a 90°, e poi girandolo in maniera da non poter fuoriuscire per via dell'allargamento a coda di rondine . . . l'intelligenza nel periodo del boom economico . . . dopo, nei decenni, semmmmpre peggio.

Il cilindretto in basso, era quello filettato per la vite del coperchio bombato, qui assente.


Poi c'è "Il Resto del Carlino": cosa ci fanno 2 condensatori ( PHILIPS ), per dividere il segnale in due linee ?

Quei condensatori fanno passare il segnale TV RF ( dB microvolt ), ma non fanno passare i volt della C. C. ( e allora ? ).

Appunto, se qualcuno mi spiega il perchè venivano usate queste tecniche o prassi, gliene sarei grato.

No perchè, attenua poco, ma soprattutto la separazione è nulla, sono entrato in un'uscita e dall'altra uscita c'era praticamente lo stesso segnale, cioè come un nodo a tre cavi . . . ma che senso ha . . . boh.

Dalla foto si vede, perchè lo so, che vi era pure un coperchio di metallo sul retro, e la prova è che si vedono le tre robuste linguette alzate, delle quali una troncata . . . usai in passato un miscelatore da tavoletta SIEMENS in metallo, e ricalcava questa tipologia di chiusura ( usata anche nei partitori FUBA tipo GLV 501 )

Quando son tornato al 2° piano, avevo quasi paura che il segnale fosse per giunta calato, visto il "gran" partitore a bassa perdita che c'era, poi chissà se la sua linea era quella diretta in uscita dal Mitan o era quella "allungata" con in mezzo il CAD 13 che ho obbligatoriamente delocalizzato un po' più in là.

Ricordavo un 38 dBuV sul ch. 55 di TV 2000 ( la signora anziana è religiosa ), e per fortuna ne ho misurati 43, quindi non avevo peggiorato, ma rimane il fatto che noi finimmo al 5° piano per cercare probabili manomissioni, perchè al 3° e 4° non ci aprì nessuno, perciò non sappiamo quali casini possano ancora esserci, per non parlare che si tratta di due impianti centralizzati adiacenti, ognuno per due civici ( 132 - 138 e l'altro per il 134 - 136 ), sono disposti a "rettangolo chiuso" anche i palazzi / scale fra di loro.


Il 132 è interno con l'antenna sulla torretta grigia a sinistra di quel corridoio calpestabile, poi con un cavo nel sottotetto va a servire una sottocentrale al 138, che è la torretta nera vicino ad Alessandro.

L'altra antenna è sulla torretta grigia del 134 dove c'è scritto Paradise, e serve anche la scala del 136 che ha l'altra torretta nera.

E' un mezzo casino anche visto da sopra, perchè ho il sospetto che la signora del 2° piano del 138, abbia in realtà la sua colonna con i segnali del centralino del N° 134-136.

Giorni fa ero andato al 132 ad alzare il segnale del ch. 55, e quando sono tornato in casa al 2° piano del 138, fra 55 e 56 ( che gli avevo pareggiati dai moduli ), le misure di riferimento alla presa erano rimaste le stesse con il 55 più basso del 56 come erano prima del mio "intervento-pareggio" in centrale.

Un giorno forse lo scoprirò.


Da un vecchio catalogo SIEMENS: "attenuatore" per impianti d'antenna fino a 790 MHz; attenuazione regolabile da 4,5 a 20 dB; entrata e uscita 75 ohm.

Direi che la somiglianza è alquanto alta, per scommettere che si tratta proprio di un componente SIEMENS dell'epoca, direi attorno al 1974.

Tipo S43301-K-A, vecchio codice: SAZ 764

E ne montai 2 alla fine degli anni '70, e so dove si trovano, dietro era come un comando di volume circolare con la striscia di grafite.
---------------------------------------------------------


Vai Everardo, contavo su un tuo commento, ma neanche Roberto di Videocomponenti che ha 82 anni, mi sa dare una spiegazione su quei due condensatori al posto di due resistenze, bah, per adesso "missteerooo" . . .

---------------------------------------------------------


Stefano, mi ero sbagliato sull'Offel, vi era un solo condensatore di quel tipo, poi il segnale si sdoppiava con due resistenze per le due uscite, così se c'erano tensioni parassite indesiderate, non transitavano e non si bruciavano le resistenze stesse.

Ma a parte questa mia cantonata, il suo discorso non posso afferrarlo, io arrivo solo sulle cose che scrivo ( spero ), perciò l'esemplare è per adesso unico, e purtroppo l'esperto di materiale SIEMENS che voleva che montassimo tutto di quella marca, non è più tra noi da tempo, poi non è matematico che ne sapesse dare una spiegazione esaustiva.

---------------------------------------------------------


Ubaldo mi scrive:

Buongiorno Claudio, mi sembra di averti gia scritto qualche tempo fa..Ho visto la foto del divisore/ partitore...in realta' non era fatto cosi, aveva dei resistori antinduttivi al carbone...Quello che tu hai smontato, seguiva una....moda dell'epoca...diffusa in tutta la penisola..Siccome era una lotta all'attenuazione..per motivi che noi veterani conosciamo...in tantissimi toglievano le resistenze, e saldavano condensatori al loro posto!!!!!! Chiaramente l'impedenza andava a farsi benedire ...pero' essendoci negli anni 70 due sole frequenze ,era raro che "il buco" andasse a cadere dove poteva fare danni...la separazione ne risentiva poco...perche' gia i cavi di allora "separavano" tanto avendo attenuazioni paurose!!!!! Io personalmente ne ho trovati dalla Puglia al Veneto...All'epoca facevo impianti per diverse catene di alberghi e villaggi turistici e ho girato tutta la penisola..Ti saluto buon lavoro..Dimenticavo, per le centrali a filtri in tecnologia dCSS ,prova quella della LEM ..io l'ho trovata molto performante...

Ubaldo, ho sospettato che qualcuno avesse sostituito le due resistenze, ma erano saldate così bene che non volevo crederci, però adesso il mistero sembra svelato, e si spiega l'asportazione del robusto coperchio posteriore . . . grazie per l'apporto.

Alle LEM difatti non ho mosso critiche sul funzionamento all'elevata uscita di 110 dBuV.

[ 4 commenti ] ( 88 visite )   |  permalink  |   ( 3 / 43 )

| 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | Altre notizie> >>