Interessante filmato di FANO TV sulle problematiche legate al passaggio al Digitale terrestre, per quel che riguarda la sopravvivenza dell'emittenza locale. 
Mi è stato inviato alcuni giorni fa, un link verso una pagina web, riguardante un bel servizio curato da Fano TV, sulle (già adesso) problematiche di ricezione (futura), al momento dello spegnimento dell'analogico per far posto alla sola ricezione in digitale terrestre.

CLICCANDO QUI


[ 5 commenti ] ( 260 visite )   |  permalink  |   ( 3 / 677 )
Veri e propri "tracolli" da parte di Mediaset, dopo il cambio di pannellatura a Barbiano. 
Cominciano ad essere un po' troppi, i casi di canali analogici Mediaset finiti "in cantina" !

1° Caso: via Castiglione 35 (dietro casa mia), Retequattro ch 64 si è abbassato di 25 dB, orrendo, ripiegato mettendo un ch 54 (oltre al ch 49).

2° Caso: via Mascagni 1 (Toscana - Foscherara), Canale 5 ch 24 calato quasi 25 dB, e si vedono 2 immagini ! ! ! Ripiegato mettendo un ch 23 e un ch 49 per poterlo vedere anche in digitale.

Adesso aspetto al varco il ch 35 di Italia 1 . . .

Pomeriggio del 1 - 11 - 2010, parcheggio alto a San Luca (a ovest di Barbiano) segnali dei tre ch 24, 35, 64, calati uniformemente di circa 15 dB (a esser buoni) dopo pannellatura nuova.

Adesso, staremo a vedere i valori che arriveranno sui nuovi canali DTT di Mediaset a dicembre (ch 36, 49, 52, 56, 58, 50 per D-Free),
più quelli di Rai e La7.
Ancora un mese, poi si slegheranno i cani . . . occio ai morsi !

----------------

Guarda Cesare, che quella gente qui non ha visto da subito il 24 e il 64, la cosa preoccupante è che da me, che abito in via Castiglione 63, il 64 è calato solo 2 dB, al N°35, che è più verso il centro leggermente spostato rispetto casa mia, guardando i tralicci di Barbiano, è finito in "buca" pazzesca !
Chi mi sa spiegare quei pannelli bianchi o rossi che vengono in fuori rispetto alla verticale a piombo di tutti gli altri ? ? ?
Lì c'è un segreto ben definito, erano in fuori anche alcuni verdi della pannellatura vecchia, che però era ben omogenea e collaudata . . .

Grazie Lorenzo, era quello che volevo sentirmi dire. Così facendo, l'hai spiegato a tutti, grazie ancora !

[ 9 commenti ] ( 383 visite )   |  permalink  |   ( 3 / 702 )
La storica presa passante, induttiva direzionale, BTicino. 

Vista frontale.


Vista posteriore, con frecce d'ingresso / uscita segnale.


Vista laterale, P sta per passante, D era la derivata.


Veduta dell'interno.


Pacchetto con le due serpentine sovrapposte, ma isolate tra loro.


Il segnale entra nel morsetto con la freccia in ingresso, percorre la serpentina superiore, e fuoriesce dal morsetto con la freccia in uscita.
La seconda serpentina, posizionata sotto a un millimetro circa, preleva il segnale per induzione, e in direzione dello stesso, ne convoglia una parte verso la presa vera e propria, con attenuazione differenziata in funzione della frequenza = sui 40 MHz molta attenuazione (27 dB), sui 200 MHz 14 dB, in UHF solo 10 dB.
L'altro capo della seconda serpentina, verso il lato dove entra il segnale, è collegato a massa per mezzo di una resistenza da 75 ohm (in questo caso stranamente bruciata), forse un televisore in dispersione di A C.


La presa a partitore a due uscite della Theletron, da meno 4 dB per parte.


Curioso splitter a due all'interno, che ricorda come principio, quello del PP 12 Fracarro.


Casa mia, spettro di Barbiano, con l'antenna loga Offel orizzontale di III^, IV^, V^, del rotore. 5 Canali analogici altissimi (22, 24, 26, 29, 34), e altri sparsi molto più bassi, come fai a fare un "larga banda" oggi ? ! ? Parti già malissimo ! ! ! Come fai a pareggiarli, se non hai un "modulare" . . . sul tavolo !


Spettro dei soli canali di Barbiano, dopo i relativi moduli dedicati.
22, 24, 26, 28, 29, 30, 31, 34, 35, 36, 38 dvb H, 41, 45, 48, 52, 53 dvb H, 56, 58, 60, 64, 65, 66, 69.
Il 60 manca perchè è concatenato nella "batteria" degli altri canali, (era all'Osservanza) ma è servito da uno spezzone di cavo che esce dall'ultimo modulo di V^ di Bar, e va dentro al 60, poi l'autodemiscelazione termina con la resistenza rossa da 75 ohm. (non mi tornavano i conti, vecchio . . . ) Il buono.


Spettro totale UHF (21 - 69) ai giorni nostri, ormai conosciutissimo ai più.
Mancano sempre il 59 e il 68, che guarda cas, son qui dove a go mis i canai dei videoregistradur, tant, i rompn' al ball al 58 e 67, can ghe gnint d'analogic, maiàl !

[ commenta ] ( 4 visite )   |  permalink  |   ( 3 / 693 )
Monte Venda: Rai due ch 25 a bassa potenza per diverse ore. 

Confronto con gli altri canali: 72 dB circa.


Ch 25 a 60 dB = - 12 dB: trasmettitore a un quarto della solita potenza.


Il ch 32 di Rai tre Veneto è invece a pieno regime.


Il 25, tornato a piena potenza, dopo diversi brevissimi spegnimenti . . . ( mi ha "fregato" circa alle 13, mentre mangiavo )

[ commenta ] ( 21 visite )   |  permalink  |   ( 3 / 181 )
Preoccupazioni . . . 


L'articolo (cliccabile), tratto dal quotidiano "L'informazione-Il domani" di Bologna, del 16/10/2010, pag.10 mette in evidenza le inevitabili problematiche, legate al passaggio dalla ricezione ANALOGICA dei segnali televisivi, a quello della ricezione DIGITALE, sempre tramite la tradizionale antenna televisiva sul tetto.

Va segnalato, che Pianoro Nuovo, trovandosi i ripetitori di Barbiano (Rai e privati) proprio davanti a vista, è sempre stata una zona, per certi versi, anche migliore di Bologna, quindi si continuerà ad essere "coperti alla grande" come in tutti questi anni trascorsi.

E' ovvio che dopo lo switch - off, bisognerà intervenire su quegl'impianti, specialmente centralizzati a moduli (i migliori), che momentaneamente, non saranno in grado di "far passare" quelle frequenze nuove (perchè NON tutte coincidenti con quelle vecchie che si avevano da anni), dove saranno finite Rai, Mediaset, La 7, e le locali. I piccoli impianti a "larga banda", saranno apparentemente, un po' più avantaggiati . . .

Man mano che ci si allontana da Barbiano (Pianoro Vecchia), la ricezione sarà più difficoltosa (COME ADESSO !), per non parlare di tutte quelle zone imboscate, di cui è ricco il territorio delimitato dal comune di Pianoro, (casi infiniti presenti in tutta Italia).

Per questi casi "limite", (a patto di non avere in direzione del satellite HOT BIRD a 13° EST, un'alberone, una costruzione molto alta, una montagna, insomma, un qualsiasi ostacolo "del menga") l'unica soluzione finalmente valida, è la ricezione tramite parabola e "decoder satellitare TIVU' SAT", aquistabile e attivabile solamente dimostrando di pagare il famoso "canone", dando il proprio codice fiscale al rivenditore.

Il costo del decoder TIVU' SAT, era l'ultima volta sotto i 110 euro, ai quali va aggiunta la spesa per l'installazione della parabola (se non la si possiede già), con costi che possono variare anche di molto, causa difficoltà intrinseche, nell'ottenere un montaggio affidabile e accurato.

Poi, per ogni televisore, ci vuole un decoder TIVU' SAT, quindi, parabola più complessa . . . e giù "grano" ! ! !

La pay tv, non è al momento contemplata, solo canali "free" (liberi / gratuiti).

Claudio Bergamaschi


- Digitale Terrestre - Zona di Bologna - Elenco Multiplex (Mux)/canali ricevibili

- Bande e canali italiani TV con relative frequenze

- Bologna: cartina con la posizione dei ripetitori

- Le postazioni radiotelevisive di Bologna

[ 2 commenti ] ( 110 visite )   |  permalink  |   ( 3 / 661 )

<< <Indietro | 54 | 55 | 56 | 57 | 58 | 59 | 60 | 61 | 62 | 63 | Altre notizie> >>