210. Filtro equalizzatore programmabile FT 410 della LEM ELETTRONICA. 
Ecco il fratello maggiore dei tre, che compongono l'offerta della Lem Elettronica, in fatto di "centraline di sola preselezione programmabili", cioè, prive di finali di potenza al loro interno.

La potenza necessaria, può venir data tranquillamente dai finali VHF-UHF presenti in condominio, ma preceduti da "modulerie" ormai obsolete, ( cotte, vecchie patozze, che ne hanno di ogni ) e perciò, convenienti da rimuovere.

Il modello intermedio, l'FT 310, ha un'ingresso uhf in meno, 3 contro i 4 dell'esemplare in prova, e 9 configurazioni possibili degli ingressi, contro i 12 del modello top.

Infine, abbiamo il piccolo, ma non meno importante FT 207, dove 2 sta a significare il numero degli ingressi uhf, e 07, il numero dei filtri a disposizione, e ha 4 configurazioni possibili . . . ideale per la zona in cui diversi mux, provengono tutti da una direzione, ma ven' è uno o due "utili" da un'altra direzione.

Il guadagno per tutti e tre i modelli è di 5 dBuV, e l'uscita è di 75 dBuV per filtro.

Alcuni mux in ingresso, provenienti dal mio impianto, e risposta del filtro con "solo" il canale ch 40 selezionato.

Solo il ch 48.

Solo il ch 64.

Due filtri impiegati per fare 40 e 48, e a destra, 40 e 64, a spettro uhf completo.

Qui ho selezionato con i soliti 2 filtri, il ch 39 e il 43, a destra spettro più espanso.

Filtro 1, ch 32, e relativo spettro.

Livello del filtro 1 attenuato di 3 dBuV, e livello del filtro 2 attenuato di 25.

Filtro 2, inizio canale 43, filtro 2, fine canale off, cioè ho selezionato solo il 43.






Tutte le 12 combinazioni degli ingressi, offerte da questo modello.

Io per iniziare, ho usato quella dei 10 filtri tutti sull'ingresso UHF 1, così ho potuto attenuare i soliti mux esagerati di Barbiano che ci sono nella mia zona, equalizzando al ribasso per vedere come si comportava, e si comportava bene, solo che non si poteva "alzare" i mux 52 e 56 che hanno solo 50 dBuV e portarli a 75, perchè l'amplificazione è giustamente solo di 5, è l'attenuazione che noi possiamo inserire, che va da 0 a -30 dBuV, in passi di 1.
Essendo un'unità di preselezione elettronica, è giusto che sia progettata così.

Contro quei mux tristissimi, in zone dove dovrebbero essere invece tonici, come la stragrande maggioranza di tutti gli altri provenienti dalla stessa postazione, non c'è centrale che tenga ( neanche a moduli - vedi il mio caso ) !

Dopo aver "riempito" i 10 filtri dell'ingresso UHF 1, con gruppi di canali vari, aventi anche varie attenuazioni, cosa succederà ai livelli impostati, se cambio la configurazione degli ingressi? Perderò tutto?

Macchè, mi sono ritrovato i 10 filtri "spalmati" sui 4 ingressi, a seconda della configurazione scelta . . . è bastato solo spostare l'entrata del cavo d'antenna per ritrovare a turno, parti dei miei 10 filtri in giro per lo spettro UHF dello strumento, agli stessi livelli che avevo impostato inizialmente.
E' un distributore di assegnazioni posti ( cluster ) : 2 a te, 3 a te, 4 a te, e 1 a te, così, per vedere nello spettro gli ultimi canali della banda V^ che avevo immesso nel filtro 10, sono entrato nell'ingresso 4.

Qualora ci fosse bisogno di 4 antenne uhf, questa LEM, è l'ideale per cercare di rendere visibili più mux possibili, senza l'ausilio di passa canali, trappole e ammenicoli vari.

Certo, non è molto selettiva ( come tutte quelle di questo tipo del resto ), però, se uno seleziona con 2 filtri un 40 e un 44 dalla stessa direzione ( Venda - Verona ), un 42 verticale da San Luca preso con un terzo filtro riesce ancora ad andare, però sugli adiacenti, penso proprio che non ci sia niente da fare, poi la provvidenza alle volte . . .

Ho fatto questo esempio, perchè mi son trovato davanti all'ennesima Fracarro SIG 8008, programmata prima dello switch-off. L'antenna l'avevo fatta io tanti anni fa: 3 pali, 70, 60, 50, 3 supporti gemelli da un metro e mezzo, 6 antenne Fuba, D, Venda, S. Luca, Barbiano, Velo, e M. Oggioli, girata in seguito su C. Debole verticale da me.

Allora ho detto: adesso ti faccio un "SEMI - CANALIZZATO" con una PROGRAMMABILE ! Sta a vedere . . . ( la configurazione impostata era 2 - 5 - 3 )

Ho preso il D e l'ho messo in B^ III,
S. Luca vert. l'ho messa nell'ingresso VHF / UHF, preceduta da un "passa UHF" ottenuto "sprecando" un mix U - V da palo Offel, perchè avevo molta FM e non volevo anche degradare il D,
Barbiano nell'UHF 1 = 1° filtro con solo il 24 Rai, il 2° filtro vuoto,
nell'UHF 2, dal 3° al 7° cluster ci ho messo la UHF di Venda e ho selezionato i singoli canali: 26, 30, 40, 44, 56, questi ultimi 2 non ancora presenti a S. Luca,
nell'UHF 3 ho usato solo il cluster 8 e vi ho selezionato solo il ch 21 che arrivava da C. Debole grazie alla sua antenna dedicata.

Adesso praticamente, tutti i multiplex nuovi che accenderanno a S. Luca, entreranno automaticamente in centrale gratis, grazie a quell'ingresso vhf - UHF di fondamentale importanza.

E' stato in questa circostanza, che ho tastato con mano la combinazione 40, 44, con in mezzo un 42 proveniente da S. Luca, da non perdere assolutamente ( mi avevano chiamato anche per questo ).

I filtri di entrambi i prodotti sono sempre 10, però quell'ingresso VHF - UHF aggiuntivo, presente nella Fracarro e non nella LEM, mi ha consentito di ragionare ancora entro i limiti di un "semi - canalizzato", al quale io sono legato per abitudini consolidate e difficili da rimuovere.

Ciò non toglie la possibilità di ottenere un risultato analogo anche con la FT 410 della LEM, ci sarà solo da scervellarsi un po' di più, visto poi che la zona, non è che offra 25 / 30 mux da considerare per forza ( non ci sono ).



Buone feste a tutti dal "mmittico" e da Elio.



[ 5 commenti ] ( 214 visite )   |  permalink  |   ( 3.1 / 1605 )
209. Primi, crescentine e affettato... 
Appena arrivati.

Tortellini alla panna per il mmittico.

Modulo Tekmedia 8 celle ch 45 per Elio.

Sportitalia ricevuto in casa col rotore, sul 45 da Monte Madonna.


Il tetto dei 400 si avvicina.

[ commenta ] ( 37 visite )   |  permalink  |   ( 3 / 1682 )
208. Riattivazione dal vivo, del Mux 46 a Barbiano. 
Oggi pomeriggio Elio ed io, siamo riusciti a fare qualcosa di nuovo, e cioè essere presenti sul luogo, durante la riattivazione del trasmettitore del mux 46, spento da alcuni giorni.

Con un giro di telefonate, Elio ha potuto dire ai tecnici ( venuti da Cesena ) che effettivamente il loro "46" era spento da un po', allora ci siamo dati appuntamento lassù in S. Liberata, così abbiamo potuto vedere almeno cosa c'era dietro una di quelle tante porte verdi.

Si erano portati nel bagagliaio, un finale identico a quello "fermo" in loco, non si sa mai.

Uno aveva un cellulare che faceva anche da televisore ( dvb - t, ovviamente ), l'altro alla fine ha tirato fuori un piccolo parallelepipedo Lafayette SMB-05, che sembrava un "baracchino" ricetrasmittente, però era un TV pure lui, con tanto di scanner a 2 file di barre colorate verticali ( potenza e qualità ) per ogni mux che incontrava durante il percorso di scansione, più dati, LCN, e chissà quant'altro . . . Elio ci ha lasciato gli occhi, e mi sembra costasse 170 euro.

Veduta interna stando sulla soglia, con il primo rack / trasmettitore di sinistra ex analogico convertito in digitale, che serve il 46 (120 Watt) e il 65 (80 Watt).


Mentre il tecnico Luigi Pambianco spiegava, io cercavo a fatica di capire qualcosa.

Controlli finali con strumento Rover sullo sfondo, dalla presa frontale del rack a - 51 dB . . . così c'era scritto.




Foto da sotto dentro al recinto. (Nel traliccio di centro sono visibili le antenne di Teleromagna, che sono poi usate anche da Ferretti)

Curiosa antenna autocostruita omnidirezionale sul loro furgone, composta da 2 dipoli simil - Fracarro orizzontali e un partitore rovesciato per miscelare i 2 cavetti neri.

------------------------------------


Teleromagna, sede di Cesena: Partenze ponti a microonde e link verso la maglia nazionale Rai



Teleromagna, sede di Cesena: Traliccio per ponti a microonde.

[ 4 commenti ] ( 304 visite )   |  permalink  |   ( 2.9 / 1654 )
207. Avventura a Castelmaggiore city. 
Mi chiamano in là, su un'antenna nuova di 3 pali fatta a maggio, una VHF 5 - 12 quattro elementi Teleco in cima, una loga verticale a metà struttura puntata verso i tralicci di Castel Maggiore ( ai quali sono già lateralmente dietro ), e un'altra loga orizzontale di poco sotto su Barbiano, e fra le due direzioni ci saranno meno di 45°.

La lamentela era "non vanno i Mediaset" . . . Ma và ? Strano, chissà perchè ?

Arriviamo su e misuriamo in uscita: 114 dB sul 30 della Rai, e vabbè, era in saturazione, solito ampli Teleco 34 dB V - U - U con Barbiano nel primo UHF e C.M. con 2 moduli 27 e 58 nel 2° UHF, portato alla fine sul 57.

Messo equalizzatore su Bar. = 107 db sul 30, saturazione rientrata, poi guardiamo i dati del 49, tutto OK, poi quelli del 36, GASP, non va, c'è la barra del BER che si trova fra il QEF e il fondo scala a destra !

Allora controlliamo in antenna, uguale, sarà la vicinanza dei tralicci di C.M., ma il 49 e tutti gli altri vanno benissimo !?!.
Proviamo anche dalla loga verticale, macchè è sempre out, e non possiamo girarla perchè è troppo in alto.

Allora dato che stavo prendendo dei nomi da chi lavora con me, per via della scelta delle loga, ho detto, adesso vai giù e prendi una R 47 DIGIT Offel, che oggi facciam proprio la prova ( il match ) una volta per tutte !

Ad antenna montata, tenuta in mano vicino al palo a varie altezze, la barra era UGUALEEEEEE, anzi forse un po' più lunga . . . et vést, tstàn, méttla mò in vertichél so Castel Mazàur va là . . . e difatti già andava meglio, ma sempre in zona QEF . . . _ Girati LENTAMENTE verso sinistra, cioè verso il mare, cercando di sfuggire il più possibile da Barbiano o da chissà che cosa.

Fortunatamente, TAC, la barra è andata giù a zero e il mer da 28 è andato a 31, il segnale non è neanche calato, 58 dB, siamo a posto.
Ma non sono a posto "loro".

Solo che da Bar, sul 36 ce n'erano 71 ( che non vanno ) da togliere dai piedi!

Dunque, subito un preamplificatore da 10 dB ( AG 501 UHF Tekmedia ) sul modulo 27 riportato in 36 come era uscito dalla fabbrica, poi, trappolino a 2 nuclei SF 4 Fracarro per abbassare il più possibile il 36 da Bar., poi la parziale attenuazione del centralino sull'ingresso di Bar. ci veniva utile, morale, 107 dB sul 36 preso in verticale con l'antenna nuova, e dati a 28 / 29 di mer a barra giù.

Arrivati in casa da "uno", c'era per fortuna un decoder "reference" . . . un Digiquest, ( puvrétt nò ), ch 49: qualità fondo scala 97, ch 36: qualità 83 "semovibili", però tutto OK, e vai con IRIS / BOING !

Morale: ci saranno anche antennisti bravi, meno bravi, incapaci, o semplicemente sfigati, ma ci sono anche ripetitoristi, che ci remano contro anche quando l'acqua non c'è, e con quelli lì, in certi casi-limite, non c'è niente da fare ! ! !

Poi pare che anche loro, non si spieghino in pieno questi fenomeni, quindi la vedo dura far quadrare tutto ( non è certo impresa facile ), speriamo che almeno non sia impossibile.

P.S. Verso Velo avevo un palazzone insormontabile.

__________________________________________________________________________________


-------------- L'antenna di Elio dalla strada. ------------------------------ Piccoli canali crescono. ---------------

---------------- Un po' altino il 21 in zona. ------- in casa mia ------------ Il 37 è invece giusto. ----------------


Zoom 10 X, da fuori porta Castiglione.

[ 6 commenti ] ( 325 visite )   |  permalink  |   ( 3 / 1303 )
206. In anteprima, la 3 tv in DVB-T ! 
Ho verificato nel pomeriggio del 28 / 11 in via Murri 110, è acceso sia a Barbiano o. che a Castel Maggiore in polarizzazione mista.

Prime immagini del MUX La 3, sul ch 37 orizz. da Velo Veronese, lcn 134, catturate grazie al rotore puntato ad hoc, stando in camera mia.

Si attendono le accensioni di Barbiano, Castel Maggiore, etc. etc.

Leggendo sul forum, mi sono dato da fare in fretta, anche perchè sono stato bloccato all'ospedale venerdì e sabato con una colica renale . . . raggi, ecografia, e pure la tac mi hanno fatto, poi nel frattempo è passata, ma dovrò tornarci per una "uro tac" di controllo.

I 46 dB deviati al TechniSat sul letto, mi davano "100" di qualità e qualche scatto a "0", però visione costante.

D'altronde, quando spegnevano da noi il 36, io vedevo canale 5 analogico da Velo, che preamplificato non era neanche male.

Aspettiamo a vedere cosa fanno i "nostri".

------------------------------------------




Avendo portato a casa nei giorni scorsi questa programmabile, ho preso coraggio e ho cercato di capire appieno il suo funzionamento.

Avendo Barbiano con tutti i livelli fra i più disparati, ho configurato la combinazione 2 - 8 - 0, cioè: ingresso UHF 1 = 2 cluster, inutilizzato, ingresso UHF 2 = 8 cluster, quello dove sono entrato, ingresso UHF 3 = 1 . . . 3 cluster, inutilizzato.

Ero in camera mia, quindi ho fatto una programmazione facile facile, giusto per testare se quello che pensavo io era possibile, e cioè livellare fra di loro i cluster contenenti i CH / MUX scelti ( programmati ) da me.

Al cluster 3 ho messo il 21 e 22 che sono altissimi, al 4 dal 24 al 30, tanto il 31 "passa" lo stesso, al 5 dal 33 al 39, al 6 dal 40 al 42, al 7 dal 44 al 48, all'8 dal 49 al 55, al 9 dal 56 al 62, e al 10 dal 63 al 69.

Ogni cluster, potevo alzarlo e abbassarlo a piacere, basandomi sul mux più forte che vi era presente all'interno, fatto questo, avevo praticamente fatto a fette Barbiano pure equalizzandolo un po'.

Poi ho sfruttato la funzione di controllo automatico di livello finale, che mi ha, cluster dopo cluster, fatto vedere come interveniva sulla potenza + e - di solo quel cluster ( 3 ) sullo strumento, poi lo toglieva, e mi ripeteva la procedura per il cluster successivo ( il 4 ), e così via fino alla fine, non male e pure divertente, sembrava che lavorassero tutti contemporaneamente ai trasmettitori !

Se uno è in una zona che ha canali utili da 2 o 3 direzioni, dovrà programmarla in maniera molto meno semplice di questa, magari sovrapponendo porzioni di banda già scelte sugli altri ingressi . . .

Già così, si poteva usufruire dei 2 cluster sempre pronti sull'ingresso UHF 1, per prendere alcuni MUX da Castelmaggiore.

Poi vi è sempre quell'ingresso VHF / UHF che serve a miscelare o centrali modulari esistenti o anche un MUX solo ( filtrato da un modulo ) che ci rimaneva fuori da tutte le combinazioni - programmazioni possibili ( caso molto raro ma . . . ).

Il guadagno su questo ingresso è di 40 dB ( attenuabili 20 ).

Tutti e tre gli ingressi UHF, invece 55 dB ( attenuabili 30 ).

Le altre 2 configurazioni dei cluster per l'UHF sono: 2 - 7 - 1 e 2 - 5 - 3.

In banda I^ - FM guadagno 35 dB, att 0 - 20.

In banda III^ guadagno 40 dB, att 0 - 20.

Livello massimo d'uscita VHF 118, UHF 123.

Il prodotto è già anni che è sul mercato, tanto che c'è già la 8009 e tanti altri modelli di altre marche.

Purtroppo se serve ricevere 2 MUX adiacenti su antenne diverse, col DTT in isofrequenza ( SFN ) che abbiamo oggi, la vedo pressochè impossibile . . . si fa già fatica a volte con i moduli di preselezione, che sono molto più selettivi di queste centrali programmabili.

Comunque è un sistema che in certe situazioni può trovare la sua giusta collocazione, se non altro per la rapidità di messa in opera rispetto a un modulare di 25 muduli ( MUX ), alimentatore, basi e finale . . . non c'è confronto, sarebbe stata la giusta evoluzione, ma dove arrivo io, riesco a dare di più col semi - canalizzato, e allora . . .

__________________________________________________________________________________


Giorni addietro sono andato all' "estero" . . . Bazzano, via circonvallazione sud, a 500 mt, dalla Bazzanese, ho fatto antenna nuova di 3 pali, mettendo una 27 el. Digit su Barbiano e una 5 / 12 su Venda in alto, e in basso una 47 el. sempre digit Offel su Serramazzoni.

Quella su Barbiano mi dava tutti i 4 MUX Rai a 71 dB più il 31 che ne avrà avuti 67, poi per il resto "il nulla", BENE, quella su Serra mi dava tutto meno i Rai, con però un 35 a 85 dB ( Suzzi, abasa cal trantazéncq ) e un 42 quasi pure, gli altri sui 70 / 75.

Sotto avevo il Teleco VHF - UHF - UHF che mi aspettava . . . cosa vuoi fare ? Canalizzare i 4 MUX Rai da una parte e tutto Serra dall'altra ?

No no, non ne vale la pena, sono entrato "alla brutta", regolato attenuatori per far quadrare tutti i MER utili, sono andato giù ( cavi nuovi ) 285 CANALI ! ! ! Più che a Bologna !

I 4 Rai erano più forti da Bar che da Venda, ma presi singolarmente girando l'antenna, andavano sempre, allora niente antenna UHF su Venda.

Il gruppo 46, 47, 48, 49, 50 in antenna, era PARI come un'uscio, neanche con i moduli si ottiene una linearità così !

Bazzano lì è messa molto bene, altrove pare di no.


[ 3 commenti ] ( 252 visite )   |  permalink  |   ( 3 / 1621 )

<< <Indietro | 65 | 66 | 67 | 68 | 69 | 70 | 71 | 72 | 73 | 74 | Altre notizie> >>