204. Purtroppo, siamo messi così . . .  
Vengo adesso da via Banchieri 16, Funo di Argelato ( BO ) oltre Castel Maggiore.

La chiamata era: i Mediaset spesso squadrettano.

Arrivo là, e come centralino c'era il Fracarro multingressi da 42 dB in UHF, con I^, III^, IV^, V^, e UHF, la 90 elementi su Barbiano entrava in UHF molto attenuata, il massimo in uscita era 112 dB sul 26 RAI, e non vi erano fenomeni di saturazione, poi il D in III^.

Guardo come vanno il 36, 49, 50 in uscita, tutti e tre a cavallo del QEF, più o meno variabili, quindi brutte notizie, chissà i decoder che sentono gli echi cosa combineranno, però nello strumento la visione reggeva, ma non si poteva certo dire che andasse bene così ! Poi che non mi sono interessato di come andassero il 52 e il 56 . . .
In antenna, il discorso non cambiava.

Allora abbiamo montato una R47D Digit verso Verona, che ci dava dati migliori seppur a potenze inferiori, montato base Tekmedia, alimentatore, 3 moduli 36, 49, 50, preceduti da un preamplificatore in testa, diviso con un PA 2 l'antenna di Barbiano, entrati coi 2 cavetti in IV^ e V^, così abbiamo potuto abbassare la IV^ a piacere, poi siamo entrati in UHF coi 3 mux ottenuti dai moduli, così con un'operazione da "braccio di ferro", abbiamo superato in potenza le tre frequenze di Barbiano, di circa 20 / 25 dB, uscendo a oltre 105, e ottenendo così un BER finale appena appena al di sotto dell'ottimo, praticamente come era in antenna da Velo ( finchè dura ).

I Timb 47 e 48 andavano sempre, non c'era verso di degradarli, e sono rimasti tonici anche dopo il mio "fritto misto" pro 36, 49, 50.

A questo punto, credo di interpretare il pensiero di tutti gli antennisti del vastissimo circondario provinciale BO - FE . . . Come disse l'addetto del soccorso ACI, a Furio / Carlo Verdone: . . .

Ma và a Caghér ! ! !

Riferito a chi non ha saputo mettere in piedi, una rete SFN decente, e per questo, dopo un'anno, ancora deficitaria in vastissime aree !

Com'è che i tecnici di TIMB ( LA 7 ), con i loro 3 mux 47, 48, 60, a Bologna e dintorni, se la sono cavata molto meglio ?

E non contenti, hanno acceso in verticale i loro 3 MUX, anche sul grattacielo di Casteldedole.
Se fanno lo stesso loro quì, con i 5 mux che hanno, non si vede una cippa fino a . . . Granaglione !

As vàdd, ch'ai né di "BARBAzàn" in giro . . .

[ 6 commenti ] ( 391 visite )   |  permalink  |   ( 3 / 1325 )
203. I presenti alla "pizzata" del 10 / 11 / 11 . 
Ecco 2 bellissime foto inviateci da Fabrizio Barattini.


Modulo Helman vhf di banda terza, versione tarabile sui ch D, E, F, per i rimanenti G, H, H1 / E11, H2 / E12, penso ci fosse un'altra versione modificata - ottimizzata ( accordata ), per arrivare più in alto con la frequenza ( 230 MHz ). (immagine cliccabile)


I moduli di preselezione UHF dell'Helman, sono progettati a gruppi di canali, 1° gruppo ( range ) di taratura: 21 ... 25, 2°: 26 ... 32, 3°: 33 ... 40, 4°: 41 ... 69, segno di alto standard qualitativo, al fine di fornire un prodotto sul mercato, superiore di gran lunga alla media.
Non sognatevi di "portare" un "23" in "29", potrebbero fuoriuscirvi i nuclei di taratura dalla loro sede, ancor prima di aver visto nello spettro dello strumento, segni di vita del "27".
Stessa cosa, un "44" in "35", nell'avvitare i nuclei, finireste per farli uscire dall'altra parte a zonzo dentro al modulo. (immagine cliccabile)


Il bit rate del mux 1 sul ch E9 v. irradiato da Cà Nova, Musiano ( Rastignano ), è più alto del mux 1 ch 24 o. di Barbiano, e pare che si vedano un pelino meglio i Rai di Cà Nova, e non ho ben capito il perchè . . .
Comunque, anche il D di Monte Venda ha 23,76 . . . che sia in relazione ai 7 MHz di larghezza canale del VHF contro gli 8 dell'UHF ?


Ci siamo quasi tutti.

Elio e l'ospite d'onore: l'addentrato Magnani della Rai.


Il rappresentante per l'Emilia Romagna e Toscana, dei prodotti d'antenna "EMME ESSE" Gian Nicola Giovannini, Fabrizio Barattini, un'appassionato che ha già un lavoro, ma farebbe cambio con quello dell'antennista.


A sinistra l'antennista Marco Balboni.


Il clou, Magnani, Billy Clay, e il mmittico ( due espertissimi della materia e un "ciaparàtt" da granér ).


Davide, rappresentante della Tekmedia, il suo amico antennista, e Marco.


Davidedigit di Zola Predosa, antennista, unico fumatore presente, in crisi d'astinenza, Eletttttttttt, eee . . . pàp - parapà, Masterone allo scoperto, agli ultimi 2 va dato il merito di aver ideato i thread: "Lavori di sostituzione pannelli trasmittenti a Colle Barbiano", e "Bologna ( toto ) copertura", e che appunto grazie alle loro intuizioni, si è potuto dare alla città l'attenzione che meritava, visto anche la concentrazione di appassionati di onde hertziane più alta della media nazionale.


Per Mattiapascal:
Consolati, anche nel mio TechniSat che è uguale al tuo, l'audio del 34 non va, devono esser loro per forza, hanno un qualcosa in trasmissione che i decoder non digeriscono, mi capitò agli inizi con un'altro mux "stòppid" che poi misero a posto.
E' così, gli apparecchi migliori fanno la spia, esigono precisione !
Tsè in Italia ?
Ciao.


[ 3 commenti ] ( 209 visite )   |  permalink  |   ( 3 / 1656 )
202. Appena rientro a casa dal lavoro . . . il 65 da Bar. 
Appunto, ieri sera martedì 8, ormai alle 21 e 30, mi viene in mente di guardare dal rotore ( che è quasi sempre fermo lì ), se ci sono novità a Barbiano.
Perchè, se uno fa sempre ricerche su ricerche sul proprio "canalizzato", a parte vedere mux spenti o variati di livello in più o in meno, gli sfuggono di sicuro nuove accensioni !
Allora, scruto lo spettro 21 - 69, e sulla destra con la coda dell'occhio mi sembra di vedere più "traffico" del solito, eee . . . "GARAGULP", non c'è più lo spazio vuoto tra il 64 e il 66, c'è un panettone nuovo sul 65 di altezza pari al 62, 63, 64 . . . vediamo cos'è . . . sgrunt, niente di nuovo ( almeno per me ) MUX TELERAVENNA, ma per molti altri, potenzialmente sì.
E vabbè, sono poi salito nel sottotetto a togliere il modulo 65 da M. Grande, per metterlo nel gruppo di banda V^ di Barbiano, così adesso l'ho potuto tenere nel centralizzato allo stesso livello degli altri adiacenti.
Sarà contento Masterone.
Mi son girato verso C. M., ma non vi era traccia di 65, Elettt a Pianoro, in termini di qualità digitale, non lo riscontra tonico, ma la potenza c'è anche da lui, da me solo 26 di MER, che in antenna sono pochi.


. . . Accendo lo strumento ( sempre sotto carica ), e dò un'occhiata se qualcosa è variato dal centralizzato, poi faccio una sintonia automatica nuova dal letto col Technisat, e se ci sono novità, le messaggio a Elio, che ( se non dorme come suo solito ) le corregge subito sulla tabella.


Qualche canale in più col decoder di Europa 7, rispetto a quello uguale che ha a casa Elio.
Motivo, io ho il 23 con 8 programmi, e il 51 con 5, che lui non ha.

Direzione di puntamento per quel che riguarda il mux TSM / RAI sul 51 di San Marino.

E' più a sinistra rispetto a M. Grande, che si trova a destra dell'albero a fine foto sotto la freccia, e sono sempre sul prato di Barbiano.
Foto di destra con il mux 31, sempre più basso del 30 dai 3 ai 5 dB, perchè esce a 1,5 Kw contro i 2,5 del 30.

A casa mia nel centralizzato, il 31 è rimasto alla stessa potenza di quando era prima sul traliccio dei privati, e la ragione è perchè le antenne trasmittenti abbandonate, puntavano la mia zona, ed ero vicino.

Alla Croara ( Bologna est ), mi sa che, a giudicare dallo spettro, con una logaritmica UHF verticale si veda tutto, anche i Rai che sono forti.

[ 3 commenti ] ( 122 visite )   |  permalink  |   ( 3 / 1594 )
201. Un componente passivo del passato, unico nel suo genere ! 

Regolatore ( UHF ) di bande IV^ e V separate, su un'unico cavo ( ! ) proveniente da un'antenna UHF, o come veniva impiegato da noi, per compensare la maggior perdita di segnale in B. V^ rispetto alla IV^, prima di entrare in una sottocentrale di fabbricato, dopo una lunga tratta di cavo.


Era della Siemens ma costruito dall'italiana Helman.


Attenuazione massima degli attenuatori = 18 dB, att. di transito, minore di 2,5 dB, e l'ultima che non la so, divario ottenibile tra le bande maggiore di 13 dB, o separazione fra le 2 bande?

La banda V^ "tedesca", già allora finiva sul ch 60 ( ? ! ? ).
Che 30 anni fa . . . sapessero già qualcosa ! ? ! ( Del casino qui da noi, per via della telefonia intendo )


Ingresso superiore "femmina", e uscita inferiore "maschio".


Spettro prima di entrare nel filtro.

Spettro all'uscita del filtro con gli attenuatori aperti al massimo, e con già l'avallamento ( "buco" ) sui ch 36,37, 38, il calo oltre il ch 60, più la perdita di passaggio ( transito ).


Banda IV^ tutta "chiusa" e V^ "aperta".


Banda IV^ "aperta" e V^ tutta "chiusa".


Attenzione, lato componenti, il "giochino" è composto da un demiscelatore di IV^ e V^, 2 attenuatori ( uno per ogni banda ), e un miscelatore identico al primo, che riconduce le 2 bande su un'unico cavo ( l'uscita ).
L'attenuatore che si vede è quello sulla B. V^.

Questo "scatolotto magico", fu introdotto sul mercato una trentina di anni fa !
Possibile che non sia venuto in mente a qualche altra casa di materiale d'antenna, di costruirne uno simile in trent'anni ?

Io non ne ho mai visto uno, e proprio adesso che qui da noi, ce ne sarebbe stato un discreto bisogno.


Dal lato saldature, si vede che l'attenuatore è in linea coi circuiti di "passa basso", cioè la B. IV^, e dalla parte opposta, è invece più in là, in mezzo ai 2 "passa alto" di B. V^


Everardo, quello un po' c'è già, è l'equalizzatore 40 - 860 MHz, ma più di 5 /6 dB di tilt in UHF non mi fa, perchè fa l'ipotetica linea retta, troppo lunga e diluita da 40 fino a 860, quindi in UHF fa poco.

Scappo a casa.

[ 4 commenti ] ( 168 visite )   |  permalink  |   ( 3 / 3079 )
200. Domenica mattina, 30 - 10, sul prato di Barbiano. 
Misura d'insieme col 31 in testa e i 4 mux Rai, che in mezzo alla "ferraglia", hanno avuto la peggio.


Mi sono spostato più a sinistra e la Rai è risorta.


Puntato in pieno su TIMB, 47, 48, 60, "okkei" !


Traliccio di centro, 35 "a palla".


Verticali a sud, 47 e 48, più bassi da subito rispetto a 49 e 50, e Rai "in cantina".

Orizzontali a sud meno la RAI, e relativo spettro con 21, 22, 29, 38, 42, fra i più alti.


Sempre da lì, ma giratomi in orizzontale su Bar, i Rai dalla cantina al piano attico, e gli altri scomparsi.


Poi mi sono orientato su M. Calderaro per il 45, e ho il BER post Viterbi sempre "tristo", ma si vede.


"Panettone" con sempre un "notch" e visione di Tele 1.


Ore 11,54, "SUPER SGUB", sempre "in giù di là" ho beccato un mux "51" di RTV San Marino - RAI, ma non si trova a M. Grande, perchè giù a casa non mi arriva un tubo, sigh ! Non è escluso che arrivi da San Marino direttamente.


Incredibile. Come sarebbe un 51 così, acceso da C.M. in verticale e da Barbiano in orizzontale verso nord + verticale a sud, oppure solo orizz. a 360° ? 'Na crema !

Così, quelli che verso Barbiano hanno ostacoli insormontabili ( es. via dell'Indipendenza / chiesa di San Pietro ), sarebbero a nozze, i programmi del mux 1 con l'Emilia R., senza il fading estivo del ch D di M. Venda.


L'originale lista servizi.


Modulo di preselezione Teko a 4 celle, canale 28, serie MN 44, risalente al Febbraio 1984.

[ 1 commento ] ( 104 visite )   |  permalink  |   ( 3 / 1578 )

<< <Indietro | 67 | 68 | 69 | 70 | 71 | 72 | 73 | 74 | 75 | 76 | Altre notizie> >>