2. Una resistenza assente da anni. 
Sempre una volta, chiama una cliente abitante in un alloggio IACP case popolari, adesso ACER ( azienda case Emilia Romagna ), dove noi facciamo assistenza e manutenzione autorizzata, e mi fa notare... vede Rai uno, non si vede bello chiaro, è come sdoppiato, trascinato, guardi le scritte... vede Rai due non lo fa... e io: ohi, va proprio male, misuro in presa e si vede male, stacco il cavo che va giù a fare le altre prese e misuro gli ohm... acc. 75 precisi, vabbè signora, vado su, che l'antenna centralizzata del "quartierino" è fortunatamente proprio qui sopra, indago e torno.

Arrivo su, provo in antenna e si vede bene, provo dall'uscita della centrale, bene uguale, GOSH, e adesso dove vado ad indagare ... iiiiih, vado a destra, che la signora stà proprio da quella parte... seguo un cavo nero e incontro un derivatore a 2 prelievi per due colonne di prese, ma il montante riparte, più in là incontro un secondo derivatore a 2, ma il montante termina lì, vuoi vedere che .... tolgo il coperchio, azz, manca la resistenza di chiusura in uscita, ma da quanti anni ? ( vista la polvere )

Estraggo il portafoglio, che oltre al "frusciante" contiene sempre nel portaspiccioli, alcune resistenze, e ne metto una, poi quel tipo di derivatore, era sbagliato a prescindere, perchè era la versione non schermata dell' S 43187 KA-2, cioè quello ad attenuazioni differenziate per banda, come le prese che seguivano 10....23, dove i 23, sono i dB di attenuazione in banda prima!

Lì non c'erano, nell'impianto, conversioni in "A" o "B", se no, se ne accorgevano subito, che qualcosa non andava... ( ci sarebbe andato un meno 13 dB lineare per tutte le bande )

Arrivato giù dalla signora, Rai uno aveva cambiato "faccia", erano state bloccate le onde "stazionarie" che si formavano ( rimpallavano, causa totale assenza di "carico" resistivo ) lungo il cavo nero del sottotetto, grazie all'inserimento di una banalissima, quanto importantissima "resistenza di chiusura".

Questo per dire, quanto sia importante inserire un "carico" a 75 ohm, dove ne è prevista proprio l'obbligatorietà, e non nei prelievi inutilizzati dei derivatori in genere !

Se consegno un appartamento con 8 prese a cad Fracarro, e chi verrà ad abitarci, ne userà solo 3, ne rimarranno ben 5 libere, ( che poi dentro ai CAD Fracarro, su ogni prelievo, c'è una resistenza verso massa da 75 ohm, quindi . . . ) col cavo collegato poi, e i 3 tv, non faranno nessuna "piega" comunque.

Da questo esempio, si evince quanto siano inutili le resistenze sui prelievi, ma piuttosto obbligatorie sui montanti inutilizzati ( aperti ), preceduti da derivatori passanti, inseriti lungo lo stesso montante. ( 04 - 08 - 2009 )

[ commenta ] ( 40 visite )   |  permalink  |   ( 3 / 1816 )
1. Quella volta me la vidi brutta. 
Grazie della notizia! Sono sempre io.

Come beccare uno "scossone della Madonna" ( 220 V ) e incolpare qualcuno dell'accaduto.

C'era una volta un'antennista a caso, che volendo misurare quanti dBuV uscissero dal divisore del sottotetto, ( che serviva la colonna degli appartamenti ) svitò la boccolina Siemens dal partitore a 2 serie 6000 , toccò l'anima ( de li mortacci sua ) del cavo con la mano sinistra, tenendo il partitore di metallo con la destra, e si prese una "pacca" tale, da vedere tutti i suoi parenti, facendo contemporaneamente un balzo all'indietro.

Ripresosi dallo choc, inanellò una serie pressochè interminabile di bestemmie e ancora incazzato, scese dal sottotetto "a randa" deciso a trovare subito l'imbecille che mandava in giro una fase a 220 V, nell'impianto TV.

Suonò all'ultimo piano, presa originale intatta e tv lì, non era lui, al piano di sotto trovò una presa tv riportata da esterno, con una piattina luce ( bianca ) sospetta che le passava proprio dietro ( sotto ), dissi è quella per forza, vuoi che ce ne sia un'altra così idiota lungo la montante, prima di arrivare in fondo ?!

Smontai delicatamente il tutto e la vitina in ottone che stringeva l'anima ( come sopra ), aveva proprio "pestato" la guaina bianca che conteneva uno dei 2 fili di rame, scalzandola quel tanto, da creare un contatto permanente fase - rame - vitina - anima ..... antennista, poi rimase da chiedersi, il perchè non saltasse nulla in quell'impianto... boh,( merito dei condensatorini di blocco-isolamento tensioni indesiderate, sulle uscite, collocati all'interno dei partitori "seri" SIEMENS ) comunque prese il suo avere chi era presente nell'appartamento. Con la "fase" da una parte e il "neutro" dall'altra, il povero antennista fece da "lampadina", una "noce" a 2 mani, ragazzi, che non l'auguro a nessuno, e che come vedete, si ricorda nel tempo.

[ 4 commenti ] ( 359 visite )   |  permalink  |   ( 3 / 1556 )

<< <Indietro | 98 | 99 | 100 | 101 | 102 | 103 | 104 | 105 | 106 | 107 |