315. Il "carousel" dei CAD 13 e 14 Fracarro. 

Perdite di passaggio di 10 CAD 13 / 14 Fracarro in serie, e da un prelievo di un solo CAD 14 con montante "chiuso":

E5 = 5 ------ 17 dB
E11 = 7 ---- 16 dB
21 = 13 ---- 11 dB
24 = 14 ---- 12 dB
30 = 16 ---- 11 dB
35 = 16 ---- 11 dB
40 = 16 ---- 12 dB
45 = 17 ---- 13 dB
50 = 18 ---- 12 dB
56 = 20 ---- 12 dB
60 = 24 ---- 12 dB

Saltano agli occhi quei 20 e 24 dB sul 56 e 60.
La Fracarro dichiara da decenni, una perdita di transito di 1,6 dB in banda V^ sui modelli CAD 13 e 14, e difatti sul ch 40 sono 16 ( 1,6 x 10 passaggi = 16 dB ), e fin qui ci siamo, solo che man mano si sale di frequenza le cose cambiano.

I pezzetti di cavo, sono gli stessi usati per le prove sulle prese passanti TV Siemens, solo che la serpentina in metallo, racchiusa in un contenitore metallico che la scherma per bene, è tutta un'altra cosa che i filettini in aria.

Fra il prelievo / derivazione del primo cad e il prelievo / derivazione all'ultimo CAD, sul CH 60 vi sono 19,5 dB di differenza: 68 contro 48,5 dB, cioè circa 2 dB in meno ogni CAD che aggiungo, e questo si può imputare a quei 2 filettini nudi ( più un terzo isolato verde ) di montante, contenuti all'interno di ogni CAD 13 / 14.

Ho visto però, che andando verso il CH 69, le misure invece di peggiorare, ritornavano in quota ( ho usato il solito modulatore dell'Humax ), quindi alla fine, ho constatato che sembra proprio essere il CH 60, il tallone d'Achille di questi CAD ... pazienza, non me n'ero mai accorto, e in fondo è difficile metterne più di 6 in serie, perciò lasciamo che vada . . .

Qui in camera mia, fra il prelievo del primo CAD che mi arriva diretto qui dall'armadietto e quello del quarto e ultimo che è qua vicino, vi sono sul CH 60, 73,7 contro i 69,2 dBuV misurati adesso ( 4,5 dB di differenza ), per questo non mi sono mai scandalizzato, si vede che con 10 in serie, si arriva alla "mazzata" finale.

Su 9 piani, meglio dividere in cima su 2 colonne con un PP 12, una di 5 e una di 4 CAD ( o anche un solo montante e derivatori ad attenuazione fissa differenziata per piani ), andrà molto meglio che fare 9 CAD in serie.


Oggi 2 - 01 - 2014, rifatto la prova con cavetti super corti.


Il "buco" attorno al ch 60, era dato dalla lunghezza deleteria dei cavetti fra un CAD e l'altro, adesso la perdita di passaggio su 10 CAD misti ( 12, 13, 14 ), è di 13,5 dB sul ch 21, e di 14,5 sul ch 60, quindi i derivatori non avevano colpe, coi cavetti corti il "buco / notch", finisce col cadere sui 1300 MHz, cioè fuori dalla banda TV, e i CAD Fracarro sono stati scagionati da colpe che non avevano.

Difatti mi pareva strano, e in conclusione 10 CAD misti perdono 14 dB di passaggio cavettini inclusi, in media 1,4 dB ciascuno, perciò siamo a cavallo, e per le sole bande TV rimangono sempre i migliori !


Quando ci si vuol giocare il tutto per tutto: OFFEL 4 elementi FM "COAX", il resto è "fil di ferro" o "infime leghe" sagomate . . .


E difatti, obiettivo raggiunto, cioè il superamento dei fatidici 100 dBuV, e li ho qua in casa non sul tetto ( vabbè che sugli 87.5 - 108 MHz, il cavo non perde un tubo ).

Su vicino all'antenna ho raggiunto i 104, puntando però in pieno verso l'Osservanza e su un'altra frequenza 103.100 MHz, e alla fine mi sono dovuto accontentare di posizionarla circa a metà fra Barbiano e Osservanza, così da avere uno spettro con un po' di tutto.

Non escludo un futuro rotore . . . sempre per passione, non perchè ho poco segnale, s'intende, ma non se ne trovano più, mannaggia.

Temo però che i 110 dBuV siano irraggiungubili ... ( mi faccio costruire appositamente dall'Offel una "11 FM COAX" lunga quasi come un'autobus ... )

Così com'è orientata, sulle 3 frequenze della Rai ho:
89.5 MHz = 79.6 dBuV
91.7 MHz = 82.4 dBuV
93.9 MHz = 90.2 dBuV
( non ho provato in orizzontale, anche perchè ho sempre quel malefico campanile, proprio "a filo" con Barbiano ).


E pensare che il mio tuner d'annata Technics ST-S 505, dà come massima indicazione di segnale già al top, 54 dBuV ! ! ! ! !
Come dire: se ti dico 54, "sei già arrivato", non importa che ti indichi valori più alti anche se hai in realtà molto di più . . .
Poi all'interno, vi era un trimmerino che faceva variare questa indicazione, ricordo di averlo girato, e di aver visto un 74 . . .

Pansa té, qué avàn piò'd zàint dibì ... sòccmel !!!


Vi ricordate RAMBO ?


----------------------------------------------


Ma Angelo, è l' Offel che si raccomanda di tenerlo in alto, poi è l'antenna stessa che andrebbe posizionata oltretutto più in alto di dove si trova . . . difatti anche adesso sui 103.10 ci sono 98 dBuV come dalla 21 - 32 che è in cima ai 4 pali là x aria.

----------------------------------------------


Ah, Nicola, a trovarla la 5 FM della Fracarro, non è neanche più a listino, se no avrei preso quella.

----------------------------------------------


Andrea, eccomi a te, son partito con 2 CAD in serie, e avevo già perso 4 dB e rotti, poi ne ho aggiunto uno alla volta e perdevo sempre 2 dB e un po', dopo 5 CAD ho misurato ( sempre coi cavetti corti Wisi - MK 90 ) quello che mi usciva dal montante, e sul 60 avevo già perso 12 dB per strada ( sul 24 circa 7 ) .

Allora ho sostituito i 4 cavetti corti Wisi con 4 pezzi lunghi più del doppio, di cavo STAR cinese, ma affidabile per questa prova, e il 60 mi è calato di altri 0,6 dB, quindi il problema del 60 e paraggi risiede nei CAD.

Dato che ne avevo 11, alè, li ho collegati tutti, cavi corti, cavi lunghi, una "fagiolada" di CAD, e alla fine sul 60 ho perso 26 dB, e sul 24, 19.

E' come le sabbie mobili: più ti agiti, e più affondi, l'unica salvezza per questi CAD, sarà un domani la dipartita dei canali 51 - 60 UHF.

----------------------------------------------

Hai ragione Ermanno, una volta ne feci uno così anch'io, ed era ancor più equilibrato, ma tu alla Meridiana hai le montanti nelle scale con dei "tuboni", allora è più facile far gli impianti ancora meglio.


[ 6 commenti ] ( 182 visite )   |  permalink  |   ( 2.9 / 1842 )
314. Le ultime immagini dell'Ex Centro Trasmittente Rai ad onde medie di Budrio (Bo) voluto da Guglielmo Marconi e a lui intitolato 
Hanno attivato il mux StartUp sul 45 anche da Barbiano, mi arriva forte come il 40 della Rai, 82 dBuV dalla K 95 D.
19 - 7, h. 17.




In questa immagine si intravede la targa visibile in questo articolo sullo sfondo un' antenna trasmittente (foto del 1950)

24/07/2012: La targa evidenziava che il centro trasmittente era dedicato a Guglielmo Marconi

24/06/2013: ALBERI DI PREGIO ABBATTUTI, le ruspe hanno proceduto ad abbattere anche 37 alberi di pregio, con diametro del fusto fino a 110 cm, tra le specie di Cedrus Atlantica, Magnolia Grandiflora, Cupressus Arizonica, Taxus Baccata, Tilia Platyphyllos, Pinus Nigra e Picea Abies.

25/06/2013: Ecco l'ultima foto prima della demolizione

26/06/2013: inizia la demolizione

5/07/2013: Solo Macerie

5/07/2013: Abbattuta anche l'ultima antenna (Venivano irradiate in onde medie le frequenze 567 kHz e 1.602 kHz)

Immagine cliccabile. Articolo tratto dal quotidiano il Resto del Carlino edizione di Bologna venerdi 26 luglio 2013 pag.21


Vi segnalo un'altro mio articolo sull'ex Centro Trasmittente di Budrio: cliccate qui

Per altre info sull'Ex Centro Trasmittente Rai ad onde medie di Budrio (Bo) voluto da Guglielmo Marconi e a lui intitolato, cliccate qui:
http://www.radiomarconi.com/marconi/budrio.html
By Elio

[ 7 commenti ] ( 352 visite )   |  permalink  |   ( 3 / 1776 )
313. Siemens show e Offelina 62 - 69. 

Via Savenella 15, M. Venda K 5 - 12, Barbiano, Osservanza = Yagi 21 - 60 ( S43410-A-C ).

Le UHF in foto, si sarebbero dovute montare col braccetto laterale, tipo PV 10, ma io giravo semplicemente la culla a "U" di sostegno, e non ho mai visto degradi apprezzabili.

Qui manca mezzo elemento superiore del riflettore a due . . . vi si sarà appoggiata una POIANA della Giamaica !



Via S. Caterina, impianto civ. N° 1 - 13, sempre K 5 - 12 . . . . .


Questa 13 elementi complessivi, veniva venduta in due imballi, uno conteneva l'antenna a 11 elementi, poi se si voleva, si poteva aggiungere il riflettore a due elementi dietro ( supplementare / aggiuntivo ), così da migliorare leggermente le prestazioni ( il guadagno passava da 9 - 11 dB a 9,5 - 11,5, il rapporto A - I migliorava di 7 dB, l'angolo di apertura verticale migliorava anch'esso di 10°, mentre quello orizzontale rimaneva invariato, dati del listino alla mano ).



Qui, chissà se è una K 5 o una K 5 - 7 ( oramai direi 5 - 7 ), non mi ricordo cosa montai, ma ricordo che un giorno mi capitò proprio di montare una bellissima K 5 "solo", ne son sicuro.



In S. Caterina ci sono 5 o 6 impianti, tutti fatti da me e il mio primo datore di lavoro ( oggi ottantenne ),e anche qui 13 elementi di banda terza.


Eravamo in alcune ditte a fare queste antenne "stile Siemens" per le casa popolari, perchè tutte aquistavamo il materiale al consorzio CARIIEE del Bargellino, e là vi lavorava Zorli che "vedeva" solo materiale d'antenna Siemens, il resto sul mercato per lui era "sbagiuzza" ( e non aveva tutti i torti ).

Ci davano i disegni della distribuzione di cantiere, e noi dovevamo semplicemente metterli in pratica, un piacere.

E così cominciai subito a lavorare anche "alla grande".




Via dei tessitori, lì vicino, Barbiano, Venda K 5 o K 5 - 7 ???, Venda UHF corta ( S 43411-A-B-4 ), e pensare che le ho fatte tutte io trent'anni fa, sigh.

Eppure, mi sembra che fu proprio qui, dove mi capitò una K 5 monocanale, pure in prospettiva sembra più lunga dell'unica 5 - 7 di S. Caterina, dipolo e riflettore belli grandi, anche se dal primo elemento direttore davanti un po' storto non si direbbe, in netto contrasto poi con la piccola larga banda UHF sottostante e poco prestazionale, usata per CSM / Venda, quando CSM era solo in "orizzontale".

Se un giorno la smonterò ( e se si leggerà ancora il modello lungo la culla ) vi farò sapere.
Nell'unico vecchio listino Siemens in mio possesso, non vi è traccia di una 13 elementi per il solo K 5, ma mi gioco la macchina che fu prodotta, ricordo che mi meravigliai quando la vidi, fino a quel momento pensavo che non la facessero, visto tutti gli altri modelli: 5 - 7, 7 - 12, 5 - 8, 9 - 12, 5 - 12 . . .
E c'era pure una B^ III^ a 17 elementi ! ! ! Guadagno dichiarato: 10 - 12,5 dB, mai vista dal vivo, ma sul listino c'è la foto !
Adesso mi do da fare ...


Antenna Siemens B^ III^, Kanal 5 - 12 old style anni '70, 17 elementi mod. S 43310-A-C.




A caccia di segnali LTE . . .



Antenna e scatola dipolo.



Attacco del cavo e cartone col modello.





[ 4 commenti ] ( 150 visite )   |  permalink  |   ( 3 / 1390 )
312. Antenna VHF di Banda III^ FAGOR tipo yagi. 

Una 6 elementi 5 - 12 fatta bene, con il dipolo "anni '60", per me, ... nnnumero uno, sempre in furgone.


. . . Solo che a me, le "5 - 12" sono sempre rimaste sullo stomaco, e la penso come Billy Clay da tantissimi anni.
Come fa un'antenna sola, a coprire bene 56 MHz, tanti sono quelli che, moltiplicando gli 8 canali europei, per i 7 mega in VHF che compongono la singola frequenza, danno appunto come totale 56.
E' un compromesso troppo grande per avere delle pretese di livello prestazionale su qualsiasi canale della banda terza.

La prima "5 - 12" che vidi tanti ma tanti anni fa, fu quella della Fracarro a 7 elementi, che aveva il riflettore a 2 elementi, e il dipolo dell'allora canale "F" a scatola verde, più i 4 direttori a scalare verso il più piccolo ( H 2 ).
Io che mi son tenuto una "11 D" e una "6 G", dal 1981 al 2005, non ero certo uno a cui piacessero i compromessi.

Agli albori della RAI TV, con l'unico programma disponibile chiamato "NAZIONALE", vi erano solo i canali VHF A, B, C, D, E, F, G, H, mai avrei pensato che si potesse uscire dalla logica delle antenne MONOCANALE, mirate al raggiungimento delle massime prestazioni, nella porzione di frequenza larga 7 MHz, riservata a ognuna delle lettere riferite alla canalizzazione italiana.

Le antenne per la banda FM, devono ricevere da gli 87.5 ai 108 MHz, cioè 20.5 MHz di banda VHF, quindi è molto più accettabile ciò, arrotondando a 21 MHz, si tratterebbe di soli 3 canali da 7 mega, calcoli il dipolo a centro banda, il riflettore più lungo per forza, e da 1 a 3 elementi "direttori" davanti, e hai finito.

Difatti i grafici del guadagno sull'intera banda FM, sono quasi una retta che scende un po' all'inizio e alla fine, un leggerissimo "dosso" . . . 20.5 MHz da coprire, non sono 56 !

Ecco, che per cercare di compensare le risicate prestazioni di una 6 elementi di banda III^ ( e fanno pure la 4, che coraggio, e ne ho pure montate anch'io, che vergogna ! ), si potrebbe ricorrere a una 13 elementi, i tedeschi una volta le costruivano . . . forse ma forse, sul canale E 10, facevano come resa di segnale, una patta con una 6 H ( = E 10 ) "monocanale" della Fracarro, perchè si sa, la curva del guadagno di quelle antenne, parte bassa dall'E 5, poi sale progressivamente fino all'E 10, per poi ridiscendere sull'E 11 e l'E 12.

Io in carriera ho montato delle "K 5" a 13 elementi SIEMENS ( enormi ), delle "K 5 - 7" sempre a 13 el., e pure delle "K 5 - 12" ancora a 13 elementi, e sono ancora su in Bologna, in via Savenella e via S. Caterina, sui tetti delle case popolari dell'ACER . . . quelle erano delle 5 - 12 da levarsi il cappello, altro che l' "alluminaglia" che c'è in giro da un bel po' di tempo a questa parte !

Ricordo che in S. Caterina, quando a Castelmaggiore vi erano accesi in orizzontale l'E 10 di E' TV e l'E 11 di Tele Pace, questi due erano nettamente ricevuti più potenti del povero D di Monte Venda, che pur essendo nella direzione giusta, aveva la peggio perchè l'antenna dava il meglio di sè, proprio su quelle due frequenze "alte", penalizzando l'E 5 ( D italiano = K 5 = Kanal 5 in tedesco ).

Poi adesso col DAB, ci vorrebbe un'antenna costruita per ricevere dall'E 12 ( 7 mega ), all' E 13 ( 10 mega ), 17 MHZ sarebbero facilissimi da ricevere tutti in un colpo . . . però non l'ho ancora vista in "giro".




Vista da sotto: nè corta, nè lunga ... giusta.



Premontata in sacchetto di plastica, costa a noi antennisti, quasi 20 euro + IVA.



Ottimo morsetto per l'attacco al palo, e ferma cavo blu sulla culla.



Gommino copri "effe", con alloggiamento esagonale.



Sul loro sito, ho visto le versioni a 9 e 13 elementi, molto interessante quest'ultima con riflettore a cortina di ben 4 elementi ( la 9 ce l'ha a 3 ).


______________________________________________________________

Difatti frapenas, assomigliano molto alle Teleco . . . sarà una combinazione perchè la Teleco è a Lugo, Fagor è spagnola.
______________________________________________________________


La cella accesa LTE TIM scoperta da Elettt, vicino al ponte sul Savena da via C. Pavese.



Avevo fatto un bel lavoro, ma avevo pure perso ancora del segnale, spostandomi lateralmente a destra del campanile, così da avere otticità con Barbiano, ma purtroppo il segnale è calato a meno di 70 dBuV su gli 89.50 di Rai radio uno, allora l'ho poi messa in orizzontale . . . e finalmente ho ottenuto i tre RAI alle stelle.

Solo che dalla K 95 D in alto nella foto, ci sono ancora 2 dB in più sui 93.90 rispetto alla 4 FM COAX dell'Offel, il che mi fa inc....re come una bessstia, ma non mi do per vinto, visto che salendo i 3 segnali RAI aumentavano sempre, ma poi purtroppo è finito il paletto ... mi ripresenterò con una coppia di pali da 6 metri, più rimonterò sotto o in basso il solo dipolo vecchio in verticale, miscelandolo all'orizzontale tramite un PA 2 FR sotto i coppi.

L'AVVENTURA FM CONTINUA ! ! ! ! !




Rai radio uno.



Rai radio due.



Rai radio tre.


________________________________________________________

Raffaele, se l'Emme Esse non avesse antenne all'altezza, sarebbe stata ignorata da un pezzo, e non sarebbe sulla cresta dell'onda da decenni.

Solo che qui vicino abbiamo l'Offel, e direi che non c'è stato bisogno di cercare altre marche ( diversi antennisti prediligono ancora la Kolor 47 D ), io, da prove veloci, adesso opto per la 21 - 60, compromesso più corto, quindi leggera superiore resa sul guadagno, grazie appunto al range ridotto.

E Emme Esse, è stata fra le prime, se non la prima, a sposare questa filosofia: fabbricare e tornare rapidamente alle 21 - 60, per motivi più che ovvi !

[ 4 commenti ] ( 296 visite )   |  permalink  |   ( 3 / 1696 )
311. Filtro LTE a microcavità Televes. 
Ehi, ragaz, c'è anche la mia cella accesa LTE TIM da catalogare:
Istituto dei ciechi F. Cavazza, via Castiglione 71 Bologna.
E' lì da oltre 20 anni.




Targhetta sulla scatola, filtro a norme CEI 100 - 7/C, non si parla però di attenuazione sulla porzione di frequenza di trasmissione dell' LTE.


240 grammi di peso.



Il segnale entra nel connettore di destra, percorre una pista tortuosa in senso antiorario passando sotto ogni "bobina", prima le tre più piccole poi le tre grandi, la pista diventa a forma di dischetto quando passa esattamente sotto a ogni bobina, queste 6 "molle" sembrano "assorbire" le frequenze dei 6 gruppi da 5 MHz che hanno in totale i 3 gestori, e alla fine il segnale fuoriesce dal connettore di centro ( il terzo di sinistra è tappato ).
Almeno questa è la mia interpretazione.


I segnali all'ingresso del filtro.



Intervento del ( 1° ) filtro.


24 - 06, son tornato in possesso del filtro per verificare il degrado sul ch 60, ma non è lo stesso preso prima, è un'altro uguale, il mio l'hanno già venduto.

Appena inserito sull'antenna K 95 D, ho notato con piacere, che questo non offriva quella pendenza preoccupante che dava l'altro, ma era molto più lieve, tutto espanso sembrava quasi pari.

Adesso passo ai dati del ch 60 prima e dopo:

Potenza: da 79,5 a 76,2
CN: da 39 a 38,5
MER: da > 34 a 32,
C BER: da < 1.0 E-5 a 3.8 E-5
V BER: invariato a 1.0 E-7, perchè rimanendo quasi inalterato / perfetto, la correzione finale post Viterbi, fa pochissima fatica a dirci che tutto va bene.

Il panettone del 60, essendo in discesa, offre un dislivello di 4,5 dB da sinistra a destra.

Eh sì Vincenzo, pure avendo un gran 60 e un filtro poco invasivo, i dati sono peggiorati lo stesso, quindi chissà se uno si trova in antenna già un 60 critico, sarà senz'altro facile perderlo dopo qualsiasi filtro.


In questi giorni poi, hanno alzato la potenza di quel mux Vodafone ( quello a destra ) che avevo individuato in precedenza.

23 / 6 mattina, "TANATA" cella "accesa" VODAFONE ( 811 - 821 MHz ) !
E' quella col cilindro bianco, che si vede passando sul ponte di via Libia.
E' collocata all'interno del giardino pubblico ( dove c'era il campo da calcio SAVENA ), che da via della Torretta, arriva fino a via Mondo.



Imboccando via Libia da via Massarenti, lo strumento ( collegato con la loga FR verticale strategica in macchina ) ha repentinamente fatto vedere la lievitazione del mux Vodafone, quindi dopo è stato facile individuarlo.



Spettro relativo alla cella, misura effettuata sul marciapiede alla fine di via Ungarelli, angolo via Mondo, e totale canali radio e TV ricevuti oggi in casa ( compresi gli 8 programmi del mux 1 Rai Veneto di Monte Venda ).


_________________________________________________________

Angelo, a noi risulta da sempre l'ordine WIND - TIM - VODAFONE, e TIM che è qui fuori, quando aggiunse i 3 pannelli, spense la cella, e a me che ho la chiavetta TIM, arrivava un segnale molto basso da un'altra postazione.

__________________________________________________________

Hai ragione Vincenzo, non ci ho mai pensato, ma me lo faccio ridare poi verifico . . . è colpa della vecchiaia che avanza !

Quando ritaro moduli per i mux Rai 24, 26, 30, 40, se non tengo PARI il panettone sulla destra, il mer mi sta più basso, è vero.

Quindi, la vedo grigia con queste pendenze tipiche di Televes, non mi resta che verificare in seconda battuta, alla prossima.


[ 6 commenti ] ( 239 visite )   |  permalink  |   ( 3 / 1741 )

<< <Indietro | 44 | 45 | 46 | 47 | 48 | 49 | 50 | 51 | 52 | 53 | Altre notizie> >>