312. Antenna VHF di Banda III^ FAGOR tipo yagi. 

Una 6 elementi 5 - 12 fatta bene, con il dipolo "anni '60", per me, ... nnnumero uno, sempre in furgone.


. . . Solo che a me, le "5 - 12" sono sempre rimaste sullo stomaco, e la penso come Billy Clay da tantissimi anni.
Come fa un'antenna sola, a coprire bene 56 MHz, tanti sono quelli che, moltiplicando gli 8 canali europei, per i 7 mega in VHF che compongono la singola frequenza, danno appunto come totale 56.
E' un compromesso troppo grande per avere delle pretese di livello prestazionale su qualsiasi canale della banda terza.

La prima "5 - 12" che vidi tanti ma tanti anni fa, fu quella della Fracarro a 7 elementi, che aveva il riflettore a 2 elementi, e il dipolo dell'allora canale "F" a scatola verde, più i 4 direttori a scalare verso il più piccolo ( H 2 ).
Io che mi son tenuto una "11 D" e una "6 G", dal 1981 al 2005, non ero certo uno a cui piacessero i compromessi.

Agli albori della RAI TV, con l'unico programma disponibile chiamato "NAZIONALE", vi erano solo i canali VHF A, B, C, D, E, F, G, H, mai avrei pensato che si potesse uscire dalla logica delle antenne MONOCANALE, mirate al raggiungimento delle massime prestazioni, nella porzione di frequenza larga 7 MHz, riservata a ognuna delle lettere riferite alla canalizzazione italiana.

Le antenne per la banda FM, devono ricevere da gli 87.5 ai 108 MHz, cioè 20.5 MHz di banda VHF, quindi è molto più accettabile ciò, arrotondando a 21 MHz, si tratterebbe di soli 3 canali da 7 mega, calcoli il dipolo a centro banda, il riflettore più lungo per forza, e da 1 a 3 elementi "direttori" davanti, e hai finito.

Difatti i grafici del guadagno sull'intera banda FM, sono quasi una retta che scende un po' all'inizio e alla fine, un leggerissimo "dosso" . . . 20.5 MHz da coprire, non sono 56 !

Ecco, che per cercare di compensare le risicate prestazioni di una 6 elementi di banda III^ ( e fanno pure la 4, che coraggio, e ne ho pure montate anch'io, che vergogna ! ), si potrebbe ricorrere a una 13 elementi, i tedeschi una volta le costruivano . . . forse ma forse, sul canale E 10, facevano come resa di segnale, una patta con una 6 H ( = E 10 ) "monocanale" della Fracarro, perchè si sa, la curva del guadagno di quelle antenne, parte bassa dall'E 5, poi sale progressivamente fino all'E 10, per poi ridiscendere sull'E 11 e l'E 12.

Io in carriera ho montato delle "K 5" a 13 elementi SIEMENS ( enormi ), delle "K 5 - 7" sempre a 13 el., e pure delle "K 5 - 12" ancora a 13 elementi, e sono ancora su in Bologna, in via Savenella e via S. Caterina, sui tetti delle case popolari dell'ACER . . . quelle erano delle 5 - 12 da levarsi il cappello, altro che l' "alluminaglia" che c'è in giro da un bel po' di tempo a questa parte !

Ricordo che in S. Caterina, quando a Castelmaggiore vi erano accesi in orizzontale l'E 10 di E' TV e l'E 11 di Tele Pace, questi due erano nettamente ricevuti più potenti del povero D di Monte Venda, che pur essendo nella direzione giusta, aveva la peggio perchè l'antenna dava il meglio di sè, proprio su quelle due frequenze "alte", penalizzando l'E 5 ( D italiano = K 5 = Kanal 5 in tedesco ).

Poi adesso col DAB, ci vorrebbe un'antenna costruita per ricevere dall'E 12 ( 7 mega ), all' E 13 ( 10 mega ), 17 MHZ sarebbero facilissimi da ricevere tutti in un colpo . . . però non l'ho ancora vista in "giro".




Vista da sotto: nè corta, nè lunga ... giusta.



Premontata in sacchetto di plastica, costa a noi antennisti, quasi 20 euro + IVA.



Ottimo morsetto per l'attacco al palo, e ferma cavo blu sulla culla.



Gommino copri "effe", con alloggiamento esagonale.



Sul loro sito, ho visto le versioni a 9 e 13 elementi, molto interessante quest'ultima con riflettore a cortina di ben 4 elementi ( la 9 ce l'ha a 3 ).


______________________________________________________________

Difatti frapenas, assomigliano molto alle Teleco . . . sarà una combinazione perchè la Teleco è a Lugo, Fagor è spagnola.
______________________________________________________________


La cella accesa LTE TIM scoperta da Elettt, vicino al ponte sul Savena da via C. Pavese.



Avevo fatto un bel lavoro, ma avevo pure perso ancora del segnale, spostandomi lateralmente a destra del campanile, così da avere otticità con Barbiano, ma purtroppo il segnale è calato a meno di 70 dBuV su gli 89.50 di Rai radio uno, allora l'ho poi messa in orizzontale . . . e finalmente ho ottenuto i tre RAI alle stelle.

Solo che dalla K 95 D in alto nella foto, ci sono ancora 2 dB in più sui 93.90 rispetto alla 4 FM COAX dell'Offel, il che mi fa inc....re come una bessstia, ma non mi do per vinto, visto che salendo i 3 segnali RAI aumentavano sempre, ma poi purtroppo è finito il paletto ... mi ripresenterò con una coppia di pali da 6 metri, più rimonterò sotto o in basso il solo dipolo vecchio in verticale, miscelandolo all'orizzontale tramite un PA 2 FR sotto i coppi.

L'AVVENTURA FM CONTINUA ! ! ! ! !




Rai radio uno.



Rai radio due.



Rai radio tre.


________________________________________________________

Raffaele, se l'Emme Esse non avesse antenne all'altezza, sarebbe stata ignorata da un pezzo, e non sarebbe sulla cresta dell'onda da decenni.

Solo che qui vicino abbiamo l'Offel, e direi che non c'è stato bisogno di cercare altre marche ( diversi antennisti prediligono ancora la Kolor 47 D ), io, da prove veloci, adesso opto per la 21 - 60, compromesso più corto, quindi leggera superiore resa sul guadagno, grazie appunto al range ridotto.

E Emme Esse, è stata fra le prime, se non la prima, a sposare questa filosofia: fabbricare e tornare rapidamente alle 21 - 60, per motivi più che ovvi !

[ 4 commenti ] ( 227 visite )   |  permalink  |   ( 3 / 1267 )
311. Filtro LTE a microcavità Televes. 
Ehi, ragaz, c'è anche la mia cella accesa LTE TIM da catalogare:
Istituto dei ciechi F. Cavazza, via Castiglione 71 Bologna.
E' lì da oltre 20 anni.




Targhetta sulla scatola, filtro a norme CEI 100 - 7/C, non si parla però di attenuazione sulla porzione di frequenza di trasmissione dell' LTE.


240 grammi di peso.



Il segnale entra nel connettore di destra, percorre una pista tortuosa in senso antiorario passando sotto ogni "bobina", prima le tre più piccole poi le tre grandi, la pista diventa a forma di dischetto quando passa esattamente sotto a ogni bobina, queste 6 "molle" sembrano "assorbire" le frequenze dei 6 gruppi da 5 MHz che hanno in totale i 3 gestori, e alla fine il segnale fuoriesce dal connettore di centro ( il terzo di sinistra è tappato ).
Almeno questa è la mia interpretazione.


I segnali all'ingresso del filtro.



Intervento del ( 1° ) filtro.


24 - 06, son tornato in possesso del filtro per verificare il degrado sul ch 60, ma non è lo stesso preso prima, è un'altro uguale, il mio l'hanno già venduto.

Appena inserito sull'antenna K 95 D, ho notato con piacere, che questo non offriva quella pendenza preoccupante che dava l'altro, ma era molto più lieve, tutto espanso sembrava quasi pari.

Adesso passo ai dati del ch 60 prima e dopo:

Potenza: da 79,5 a 76,2
CN: da 39 a 38,5
MER: da > 34 a 32,
C BER: da < 1.0 E-5 a 3.8 E-5
V BER: invariato a 1.0 E-7, perchè rimanendo quasi inalterato / perfetto, la correzione finale post Viterbi, fa pochissima fatica a dirci che tutto va bene.

Il panettone del 60, essendo in discesa, offre un dislivello di 4,5 dB da sinistra a destra.

Eh sì Vincenzo, pure avendo un gran 60 e un filtro poco invasivo, i dati sono peggiorati lo stesso, quindi chissà se uno si trova in antenna già un 60 critico, sarà senz'altro facile perderlo dopo qualsiasi filtro.


In questi giorni poi, hanno alzato la potenza di quel mux Vodafone ( quello a destra ) che avevo individuato in precedenza.

23 / 6 mattina, "TANATA" cella "accesa" VODAFONE ( 811 - 821 MHz ) !
E' quella col cilindro bianco, che si vede passando sul ponte di via Libia.
E' collocata all'interno del giardino pubblico ( dove c'era il campo da calcio SAVENA ), che da via della Torretta, arriva fino a via Mondo.



Imboccando via Libia da via Massarenti, lo strumento ( collegato con la loga FR verticale strategica in macchina ) ha repentinamente fatto vedere la lievitazione del mux Vodafone, quindi dopo è stato facile individuarlo.



Spettro relativo alla cella, misura effettuata sul marciapiede alla fine di via Ungarelli, angolo via Mondo, e totale canali radio e TV ricevuti oggi in casa ( compresi gli 8 programmi del mux 1 Rai Veneto di Monte Venda ).


_________________________________________________________

Angelo, a noi risulta da sempre l'ordine WIND - TIM - VODAFONE, e TIM che è qui fuori, quando aggiunse i 3 pannelli, spense la cella, e a me che ho la chiavetta TIM, arrivava un segnale molto basso da un'altra postazione.

__________________________________________________________

Hai ragione Vincenzo, non ci ho mai pensato, ma me lo faccio ridare poi verifico . . . è colpa della vecchiaia che avanza !

Quando ritaro moduli per i mux Rai 24, 26, 30, 40, se non tengo PARI il panettone sulla destra, il mer mi sta più basso, è vero.

Quindi, la vedo grigia con queste pendenze tipiche di Televes, non mi resta che verificare in seconda battuta, alla prossima.


[ 6 commenti ] ( 221 visite )   |  permalink  |   ( 3 / 1326 )
310. Alcune notizie. 


Stasera mi sono accorto, che oggi hanno potenziato da Barbiano il ch 59 di Ferretti, adesso è bello pari come il 60 di Timb, che era già a un livello TOP di riferimento.
Dall'antennone K 95 D su Barbiano ( reference ), mi arrivano quaggiù, 80,5 dBuV sia sul 59 che sul 60 ( si vede che a Ferretti è arrivata la "pilla" ).
Prima mi sembrava fosse più basso di 12-15 dB . . .

In cantina da Elio ( Via Faenza ) squadretta di brutto, e la qualità nell'X FAIT è scesa al 30 %, dal TV Samsung il 59 non ce lo "fuma" proprio, prima andava bene !

Perciò, o hanno disattivato una pannellatura che guardava a est, dando tutta la potenza sulla città ( così i due 59 non s'inzuccano, Barbiano e M. Grande ), o hanno girato solo le loro antenne trasmittenti, ma non lo so.

Se circa 80 dBuV ( per quanto mi riguarda avendo una "95 UHF" a fine banda ), sono "la crema" della ricezione nella mia zona, perchè in tanti a ridosso della collina, dobbiamo avere mux a questi livelli ?

ch 33 : 70 dBuV. - per la cronaca, MUX RAI = ch 24 = 81 dBuV
ch 36 : 72 ----------------------------------------------- ch 26 = 77
ch 37 : 73 ----------------------------------------------- ch 30 = 77
ch 38 : 72 ----------------------------------------------- ch 40 = 82
ch 44 : 68,5 -------------------------- MUX TIMB = ch 47 = 81
ch 49 : 68 ----------------------------------------------- ch 48 = 80
ch 50 : 65,5 -------------------------------------------- ch 60 = 80,5
ch 52 : 65
ch 56 : 54,7 con C/N minore di 14 dB, MER: 18,9, CBER: 2.2E-2, VBER: 2.2E-3, e barra oltre il QEF, non va, il peggiore in assoluto.


Il 56 qui da noi, è sempre stato una "sicurezza" . . . di mancato funzionamento !



Esempio di misura in antenna, ai massimi livelli qualitativi.

Ho misurato anche il ch 60 di Timb, ed è uguale in tutto !


Poi che a me, e qua attorno, va grassa !
Vogliamo parlare di via Murri, viale Oriani, via Sarti, Foscherara, Santo Stefano, tutta quella VASTA zona lì . . . sono messi ancora ben peggio !
E' vero che non si vedono i tralicci causa terreno e forestazione, ma i 47, 48, e 60, vanno molto meglio.

Io però, li vedo tutti e 4 quasi per intero, non li vedo dalla base, ma le pannellature che stanno in alto, stando sul tetto le vedo ( poi si vedono anche giù in strada ).





Ma c'è un'altra notizia.

Ho avvistato col "rotor" qui da casa, un'altro panettone LTE, e si tratta di VODAFONE !

Mi arriva debole in direzione nord-est ( da casa mia, verso la Croazia ), ma è ovvio che è qui in città, a 3-4 Km, l'ho già "catturato" con un modulo a 4 celle, sfruttando la loga fissa verticale puntata a nord, che è poi quella preamplificata 13 dB solo per Retecapri.

Adesso aspetto l'accensione di quello di zona, che sospetto sarà in direzione "quasi Barbiano" ( purtroppo ), ma però è più lontano di TIM, che è qua fuori dalla finestra.


Contenitore in pressofusione.



Circuito interno, che fa un blocco unico con la morsettiera ( non in vista perchè dietro ), e si inserisce capovolto a pressione, nel contenitore di sopra.

Sono riuscito ad aprire un derivatore in pressofusione Offel a un prelievo solo ( una derivazione + ingresso e uscita della "montante" ), da - 8 dB . . . interessante !
Ricalcherà per sommi capi, la presa passante da - 7 dB dell'Helman.

Ho provato col tester, e vi è continuità sui montanti, il prelievo risulta invece isolato come dev'essere, poi di passaggio perde 2,5 / 3 dB a centro banda UHF, e meno agli estremi, circa 1 dB sul ch 60.

----------------------------------------------

A Vincè, te lo spiego alla mia maniera.

Il derivatore "dolce" a un prelievo da - 8 dB, trova il suo miglior impiego, quando ci si vuol creare una "linea secondaria", non ottenuta con il solito sistema del partitore a 2 uscite da - 4 dB.

Difatti, la Fracarro nomina appunto i suoi 2 derivatori "CD 11" e "CD 12", "derivatori per linee secondarie", il primo ha un prelievo da - 10 dB e una perdita di passaggio sul montante di 0,8 dB, il secondo, avendo 2 prelievi da - 10 dB, perde il doppio nel passaggio del montante, 1,6 dB.

Detto questo, è facile che il derivatore dell'Offel da - 8 dB, perda nel montante 2,5 / 3 dB ( come la presa passante da - 7 dB dell'HELMAN ).

E a questo punto, dov'è che può servire veramente un siffatto componente ?

Per dividere ad esempio in due parti il segnale in uscita dal centralino, in quei palazzi lunghi che hanno 2 porte con 2 numeri civici, o 2 scale ( A e B ), distanti fra loro 25 / 30 metri ( di cavo ), con antenna e centrale solo su una scala.

Allora, utilizzando il derivatore da - 8, per ottenere 2 uscite differenziate fra loro, si da il - 8 lì nella scala dove c'è l'antenna e la centrale, e il montante, che perde 2,5 dB più i 5,5 che perdono 25 / 30 metri di cavo, per andare a servire la scala lontana, fanno 8 dB, così le due montanti delle scale A e B partono con PARI segnale già dal sottotetto.

Io questo derivatore, lo vedo utile solo in casi simili.

Il caso dello schemino Offel, dove ti entra il cavo dal vano scala in derivazione, e in casa, per farti 3 prese, ti mette prima il derivatore da - 8 per farti la prima presa diretta, poi il montante prosegue fino a un div 2 da - 4 dB per farti le altre due sempre dirette, nella maggioranza dei casi non da adito a malfunzionamenti, ma mi chiedo sempre, dove sono i disaccoppiamenti minimi richiesti dalle norme fra presa e presa TV, e la chiusura del proprio impianto in casa a 75 ohm, poi se capita, facciamo tutti così, finchè ci va apparentemente bene lo stesso . . .

Lo si può anche trovare come terminale di linea.
Al primo piano vi sono 2 appartamenti serviti da un derivatore a 2 prelievi da - 10 o 12 dB, il montante in uscita va di sotto al piano terra ed entra in quest'Offel da - 8, si chiude il montante a 75 ohm, e i - 8 vanno a fare la presa diretta della saletta riunioni.

L'impianto è "CHIUSO", e vissero tutti felici e contenti.

Ma a questo punto, tanto valeva mettere un derivatore a 4 prelievi al primo piano e chiudere l'impianto lì.

La linea secondaria ottenuta da un CD 11 o da questo - 8 dB dell'Offel, va sempre terminata con la resistenza da 75 ohm, perchè sono stati creati sempre 2 montanti da uno solo che avevamo ! ! !

Perciò alla fine, si evince che questi componenti specifici per linee secondarie, non vanno proprio benissimo per alimentare prese TV dirette, ma bensì sono più indicati ( idonei ) per servire meglio montanti secondari, attraversati da prese passanti o derivatori in serie, sempre chiusi in fondo a 75 ohm.

[ 2 commenti ] ( 143 visite )   |  permalink  |   ( 3.2 / 1167 )
309. Dal listino SIEMENS, fine anni '70. 
In questi giorni è stata aumentata la potenza del mux sul ch 43 da Barbiano, quello chiamato Rete 8, me ne sono accorto adesso alle h. 22, perchè prima vi era il 42 alto da solo con un 41 e 43 bassi di fianco, adesso 42 e 43 sono pari, e non lo erano osservando la foto dello spettro di poche notizie fa, quindi la prova c'è.
Dai tralicci delle private, a naso, sembra che ci siano trasmettitori da 500, 1000, 1500, 2000 watt, e ogni tanto "qualcosa si muove", guarda caso sempre verso l'alto . . . la misura in antenna mi è aumentata di 10 dB.


Strumento Siemens a tubo catodico, da 16" credo, usato nel 1985 per calibrare l'impiantone, peso 12,5 chiliiiii.








Impianti centralizzati per navi.
Navi ? Ma le navi si muovono !
Mi viene in mente la Concordia che adesso è bella ferma, mah.


Taratura modulo E11 discutibile, dopo ho un po' migliorato, a destra il DAB sul 12 A.


Il primo Giugno ore 10:30, al parcheggio di San Luca non c'era un'anima, però era tutto pulito ... gli operatori ecologici erano si vede già passati di buona mattina ... una volta li vidi.


Spettro UHF di San Luca: ( E6 verticale ), poi, 22, 23, 29, 33, 35, 36, 37, 38, 39, 41, 42, 44, 47, 48, 49, 50, 52, 56, 59, 60.
Il 27 e il 51 erano probabilmente stati abbandonati come verticali a SUD, perchè sono stati avvistati forti da NORD con polarizzazione mista, sempre trasmessi da lì.


[ 2 commenti ] ( 119 visite )   |  permalink  |   ( 3 / 1274 )
308. Attivato oggi l'E11 verticale da Barbiano !! 
ATTENZIONE !
L'E11 è stato acceso per collaudare il trasmettitore, verrà spento a breve, poi non si sa in futuro che uso ne verrà fatto ( per adesso, NO prove in DVB T2 ).

_____________________________________________________


Mi sono accorto adesso alle 19,40, che abbiamo un nuovo nato, il tanto atteso "E11" verticale in banda terza VHF da Barbiano.
Il contenuto, è per adesso il nostro MUX UNO RAI, come il ch 24 UHF.
La potenza che mi arriva in casa, è come quella di Suzzi sull'E6 ( mux DI TV ) , cioè 82 dBuV, perciò siamo in linea.
Andrò su a spostare il modulo riservato all'E11, da Venda orizz. a Barbiano vert.

SINTONIZZATEVI !!!!!!!!!!!!!!!!!!

Oh, ma allora mi leggete, in 20 hanno messo 5, sarà vero ?
Modulo per l'E11 e modulo per l'E12, si fa un po' di fatica a farli andare d'accordo . . . uno alza una porzione di banda riservata a quell'altro, però cipollando ad arte ci si riesce.
Mer in casa 30,3 ( dal rotore c'è meno, 27.3 ), CBER 1.2E-4 ( dal rotore 3.3E-4 ), VBER ovviamente maggiore di 1.0E-7.
Peccato non aver visto accendersi prima Venda, ero pronto da un'anno e mezzo con il modulo acceso dell'E11.
Il problema è che adesso certi decoder, me forse tutti, scelgono l'E11 e ignorano totalmente il 24, perchè è lo stesso flusso dati !!!

____________________________________________

Beh sì Ermanno, hai ragione.

Una volta, misi a fatica il Rai Tre Emilia R., sul programma 3 del TV LG di una signora di una certa età, il giorno dopo mi ritrovai il Rai Tre Veneto sul 3 al posto del "nostro", e le chiesi se avesse per caso toccato qualcosa nel telecomando, ma mi rispose ovviamente di no.
Io che non sapevo ancora della ricerca canali in stand by notturna, faci una gran fatica a crederle e rischiai di commettere un "anzianotticidio" per così poco, quindi la morale è, che arrivati alla mia età ( di rincoglionimento ) oramai non si può essere sicuri al 100% di qualsiasi cosa ! ! !
E questo è uno dei motivi del perchè, dopo 35 anni da antennista vissuti intensamente, tu stato LADRO, mi devi scucire la pensione nella misura del mio ultimo stipendio, più aumento Istat ogni anno che passa ! ! !
Non ci sono i soldi ?
E' un problema TUO ! ! ! ... LADRO, io te li ho dati, dovevi rubare moooolto meno ( e stanare gli evasori fiscali ), adesso li stampi e me li dai ... LADRO ! ! !

Anche quando non piove, resterai sempre uno stato governato da INCAPACI, e per questo LADRIIIIIIIIIIIIII !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!


[ 7 commenti ] ( 323 visite )   |  permalink  |   ( 3.1 / 1352 )

<< <Indietro | 33 | 34 | 35 | 36 | 37 | 38 | 39 | 40 | 41 | 42 | Altre notizie> >>