487. Ed ecco le migliorie apportate alla "6700". 
Possibilità di programmare coppie di ch. ADIACENTI, es. 5 + 6, oppure 21 + 22.

Menù in italiano o in inglese, prima era solo in inglese.

L'ordine dal display adesso è giusto: "INGRESSO FM" > "INGRESSO V/U 1" > > ( fino a V/U 4 ), poi le altre voci.

Nel menù avanzato, viene visualizzato il "numero seriale" che è 180800123257 ( !?! ), forse il totale è 123257.


Da ogni ingresso V/U si può programmare l'opzione "AGGIUNGI 1 CH." oppure "AGGIUNGI 2 CH., scegliendo 1 CH. si può fare anche una conversione di frequenza, scegliendo i 2 CH. adiacenti, ovviamente NO.


Mi sono subito accorto però, che quando scelgo due adiacenti qualsiasi, il cluster calcola la somma delle due potenze, e il CAG mi porta il più alto, ( quasi ) sempre più basso di circa 3 dB rispetto alla potenza di quelli programmati singolarmente, anche di quelli che siano stati convertiti ( che contano sempre per uno ).

Nella foto si vedono il 46 e il 47 che sono più bassi dei 43, 44, 48, 49, 50, 51, 52, che sono stati programmati singolarmente, e sulla sinistra anche il 42 ( 41 + 42 ).

Questo porta ad avere dei sali-scendi nello spettro, che prima con tutta la programmazione canale x canale ( monocanale ), risultava invece essere un "orizzonte marino" . . . peccato.

Ma la ragione c'è, se paragoniamo il cluster a un muratore, al quale diamo nelle mani un sacco da 50 Kg di cemento, lui ce la fa, però se gli aggiungiamo altri 50 Kg, non ce la fa più.

Allora, la diminuzione di 3 dB, che corrisponde a metà potenza, viene incontro ai livelli di saturazione intrinsechi, i quali rimangono invariati con questa riduzione di potenza da parte del cluster in uscita.

Prima avevo tutti e 32 i cluster occupati, adesso quasi, però ho 7 coppie di UHF adiacenti, quindi i CH. totali sono più di prima, ma i livelli dei "GEMELLARI" sono ridotti di 3 dB, quindi alla fine, quando metto a 113 dBuV, il tasso di saturazione che si presenta visivamente, appare essere lo stesso se non meno, e il TV Samsung "tiene", non squadretta, con barra rossa degli errori che va da 47 a 67 variabili, a 112 1 - 2, e ZERO già a 111.

INGRESSO V/U 1 ( Barbiano )

30 > 30
35 > 35
36 > 39 ( conversione causa un solo decoder, il Technisat, molto difettoso sul 36, e non solo )
43 > 43
44 > 44
21 + 22 ( escono più bassi )
23 + 24 ( escono più bassi )
25 + 26 ( escono più bassi )
33 + 34 ( escono più bassi )
41 + 42 ( escono più bassi, e il 41 rimane sempre basso come in antenna )
40 > 40
51 > 51
52 > 52
55 > 55
59 > 59
60 > 60
49 > 49
37 + 38 ( escono più bassi )
46 + 47 ( escono più bassi )
48 > 48
31 > 31
32 > 32
27 > 27

Il CH. 27 che in antenna è il più basso del gruppetto 21-----27, per colpa delle "ACCOPPIATE" che lo precedono, diventa in uscita il più alto ( sempre di quell'insieme ).

Allora ho provato a fare 27 + 28, per vedere se un po' calava, ma niente da fare perchè il cluster sente che il 28 non esiste in antenna, allora mi da piena potenza al 27 che rimane ugualmente il più alto del lotto, e pure allo stesso livello di prima.

Poi ne ho fatta un'altra per vedere come variava l'uscita del 41 affiancandolo prima al 40 poi al 42, e ci rimette di più quando è insieme al 40, perchè il divario fra i due è maggiore che fra il 41 e 42, allora nel caso dei miei livelli in arrivo, è da preferire l'accoppiata 41 - 42.

= 23 cluster solo per Barbiano

INGRESSO V/U 2 ( Monte Grande di Calderaro )

50 > 50
54 > 54 ( uguale al CH. 33 )
56 > 56

= 3 cluster

INGRESSO V/U 3 ( Castelmaggiore verticale )

57 > 57

= 1 cluster

INGRESSO V/U 4 ( Croazia - Ucka )

28 > 63 ( conversioni anti disturbo, per salvaguardare gli adiacenti nostri )
29 > 65 ( un pelo sempre più basso del mux A ch. 28 )
39 > 67 ( solo per vedere il panettone DVB-T2 )
53 > 69 ( con forte propagazione, riesce a farsi "vedere" )

Il bello dei 4 mux croati, è che hanno un'escursione della potenza in arrivo di 30 dB e oltre, allora si può osservare al meglio il controllo automatico di guadagno che cerca di tenere il segnale fermo.

Se quaggiù si superano circa i 41 dBuV di segnale in arrivo su di un mux, il CAG di questa centrale si trova già in zona lavoro, e allora considerandolo lo porta su al livello degli altri, e poi con la conversione si trascina uno "spillo - fetta" dell'adiacente inferiore o superiore, allora se vedo lo spillo più basso del panettone croato, vuol dire che sta arrivando un segnale di un certo livello per propagazione molto favorevole, se invece, come di giorno col sole, lo spillo è più alto anche del doppio del panettone croato, vuol dire che siamo in miseria di segnale in arrivo e dovrò aspettare momenti migliori, di solito la sera e se fa caldo ancora meglio.

Fin che vedo lo spillo alto, so già che sarò lontano dal ricevere della qualità, segnale troppo basso, se invece li vedrò quasi pari, saprò al volo che vedrò le immagini con anche dei buoni dati ( fin che durano ).

Perciò, dopo la pausa invernale, si è già ricominciato ad osservare queste sempre curiose ondate di segnale DX da Monte Maggiore.

= 4 cluster

Il totale è di 31 cluster impegnati sui sempre 32 disponibili, così mi riesco a districare bene per un pelo, però si possono creare altre combinazioni di programmazione quasi infinite, hai voglia.

Vediamo la storia degli oltre 50 canali, i canali dallo 05 al 69 sono 57, e a suon di coppie di adiacenti programmati, tutte le frequenze si selezionano con 29 cluster, compreso il 69 programmato da solo, ma in etere i canali utili sono dallo 05 al 60 meno il 12 che è per il DAB +, e ci si assesta a 47, e in futuro caleranno di 12 ( effettivi ancora meno ) , quindi per avere oggi un bello spettro, anche con quella non aggiornata programmata a canali singoli, ce la si fa al 99 % ( ci sono sempre 32 ch. ).

L'aggiornata, più che altro serviva a me per sbizzarrirmi meglio.

Se programmo 2 CH. adiacenti molto diseguali di potenza in antenna ( anche 18 - 20 dB ), il CAG fa riferimento a quello più potente e il divario rimane uguale ( per forza ).

Se programmo 2 CH. adiacenti di pari livello, la centrale me li porta entrambi esattamente al di sotto di 3 - 4 dB dei CH. programmati singolarmente, e nello spettro si notano bene.


Lo spettro finale dell'UHF risulta così poco bello, essendo abituato a com'ero messo prima, però ciò non toglie che se rifaccio tutta la programmazione mono canale, ritorna il bel vedere orizzontale al quale mi ero ahimè troppo bene abituato.

Adesso mi trovo con il 24 RAI più basso nel gruppo e un 27 che prevale, 21 - 22 ridotti, 23 - 24 ridotti, 25 - 26 ridotti, 33 - 34 ridotti, 37 - 38 ridotti, 41 in cantina ( tanto ho il 32 ), 41 - 42 ridotti, 46 - 47 ridotti, e in fondo a destra le conversioni dei croati, dai segnali variabilissimi in antenna come sempre.

Lo spettro è sempre migliore di una programmabile a 10 cluster vecchia maniera, perchè questa adesso, con le programmazioni doppie, mi abbassa solo 3 - 4 dB le accoppiate dai livelli in antenna mediamente pari.

Il 41 è un caso a parte, se lo seleziono da solo va su come gli altri, però spuntano le "corna" degli adiacenti 40 e 42, perciò è troppo basso e non è il caso di peggiorare la "scena".

Comunque, colpo d'orgoglio di una centralina che era già al top delle prestazioni, e come ho visto in rete, ha pure meritatamente vinto un premio.

------------------------------------------------------


Paolo, ho aspettato che ne arrivassero di nuove da Videocomponenti, ne sono arrivate 8, ne ho presa una, e per fortuna era già di quelle aggiornate, per l'aggiornamento non so se sono uscite aggiornate da Johansson o se le ha aggiornate l'Offel in sede.

------------------------------------------------------


Mah, Stefano, io so che i centralini tradizionali dell'Offel, quando dichiarano la figura di rumore, i più semplici arrivano a 4 dB in UHF.

La Johansson non ne fa cenno, ma quando io vedo che il mux A croato sul ch. 28, mi arriva da quasi 250 Km un po' più allegro del solito, ricevuto con la mia R 95 Z Offel, preamplificato nel sottotetto 17 dB col Mitan da 1 dB di figura di rumore, vecchissimo alimentatore TEKO 12 volt, partizione in due per servire i moduli HE, discesa che entra in questa centrale, poi convertito sul ch. 63, e mi esce ancora con un MER maggiore di 34 dB e un CBER visto anche alla -5 . . . può far del "rumore" fin che si vuole, ma continuo a fare sonni tranquilli lo stesso.


[ 5 commenti ] ( 107 visite )   |  permalink  |   ( 3.1 / 552 )
486. Meno 20, meno 18, meno 16, arrivo ! 
Ho voluto completare l'opera con tutto Auriga / Terra.

Ho preso un - 20 dB a otto prelievi e l'ho messo in tavoletta al posto del - 16 che avevo appena fissato, poi un bel - 18 a quattro prelievi posizionato dietro l'impianto HI - FI, infine il - 16 a otto prelievi al posto dei due ultimi CAD qui in zona PC.


Ecco l'ottimo - 18 dB che ha preso il posto del CAD 12 Fracarro.



E in dirittura d'arrivo, il gran finale, derivatore - 16 dB obbligatoriamente terminato / "chiuso" a 75 OHM, segnali dal 21 al 60 ancora un pelino più lineari rispetto a prima.

Dei 7 prelievi finali collegati, 3 vanno ai 3 decoder: X - FAIT MPEG-2 SD, --- DIGIQuest SD + HD H264 MPEG-4 AVC, --- DIGIQuest SD + HD H264 MPEG-4 AVC + T2 H265 HEVC, 3 vanno a 3 TV, 1 è sempre a disposizione dello strumento.

Con 94 dBuV d'uscita qui dalla J 6700, ne arrivano 56 all'estremità del cavo che arriva in sala, alimentato dal - 20, e che è la linea più lunga / presa più lontana ( 26 mt. ).

94, Meno 8 di linea primaria cavo, meno 6 dello splitter a tre vie al piano, meno 20 del derivatore in casa, meno 4 di linea presa laggiù in sala = 56

Con 56 dBuV i TV vanno a nozze !

Dimezziamo molte volte la potenza del segnale al TV ( - 3 dB ) : 56, 53, 50, 47, 44, 41, 38, 35, 32, 29, 26, 23 = il TV non va più, a forza di dimezzare "non viene più giù acqua dal rubinetto ", e il TV "muore di sete" = assenza di segnale.

Le norme dicono sempre che in presa ci deve essere da un minimo di 45 a un massimo di 74 dBuV . . .

Adesso raddoppiamo diverse volte ( + 3 dB ) . . .

56, 59, 62, 65, 68, 71, 74, e per fortuna che i TV reggono bene anche in presenza di potenze di gran lunga superiori ai 74 massimi consentiti . . .

--------------------------------------------------------


ALEX, ho misurato l'uscita reale e sono 94 contro i 96 indicati, quindi da 40 si scende a 38, ma il cavo è relativamente tanto, i - 20 del derivatore, chi ce li ha in casa senza un'amplificatore da appartamento ? Solo io praticamente, la centrale è qui e non nel sottotetto, la linea "montante" sale per poi ridiscendere nella scala, tutte circostanze che portano ad avere nel punto + lontano, una perdita complessiva di 38, non c'è pezza nella mia situazione, e non sto uscendo con 105 dBuV, sono sempre più a posto credi, dovresti essere qui per renderti meglio conto della distribuzione indirizzata in un senso ( camera mia = centro casa ) poi nel senso opposto, passando sopra la porta di casa, per andare a quella presa.

Qui dal - 16 sono a 61 a centro banda con zero cavo, ch. 40, una delle distribuzioni più equilibrate del "MEC".

Ho voluto modernizzarmi anche dal lato derivatori di casa, che essendo super in tutto ( MHz 2400 + schermatura ), mi davano la possibilità di verificare se c'era miglior linearità complessiva, e su questo sono stato appagato.

Lo so, che anche 38 dB "suonano" male, ma qui siamo in 3 appartamenti, e non c'è un PP 13 con una presa a testa e bona, se no l'attenuazione sarebbe stata anche di solo 6 del partitore più 8 del cavo = 14.

Per avere più prese, anche gli altri hanno i CAD in casa, perciò 14 + 14 del CAD, siamo a 28, 2 di cavo dal CAD alla presa = 30, io ho il - 20, e sono 6 in più = 36, alla fine siamo lì, 36 / 38.

Per avere tante prese, fatte a regola d'arte con dei derivatori - 20, - 18, - 16, alla fine si va su con l'attenuazione.

A 8 prelievi, non esiste la triade - 14, - 12, - 10, e allora . . .

-------------------------------------------------------


Salve Alberto, lei ha ragione, difatti le foto me le ridimensionava il povero Elio, e io non sono buono di memorizzare mentalmente oltre 12 mosse per completare quella prassi, e vedevo che qui nel PC e nello smartphone XIAOMI venivano fuori abbastanza bene senza irritanti attese, allora ho detto, ne metto poche e le lascio così.

Difatti, ho fatto post lunghi senza foto, perchè avevo qualche difficoltà, poi ho preso coraggio e ogni volta che le devo inserire, mi sembra di intraprendere percorsi diversi, perchè non ho memoria, metto la SD nel PC e mi avventuro nella prassi, che non facendola tutti i giorni, mi si cancella dalla mente facilmente.

Adesso farò 487 e 487 "foto", 2 notizie, così almeno il testo sarà disponibile subito e le foto . . . con calma.

Non ce la faccio più, mi creda.

------------------------------------------------------


Stefano, ma i CAD vanno ancora benissimo, io gli ho ancora nel sottotetto per le 5 discese singole dell'impianto a moduli qui dal PC, più 2 su nei pressi della centrale HELMAN.

Gli ho cambiati perchè avevo in camera mia 5 CAD in serie, mentre adesso ho solo 3 derivatori Auriga - Terra differenziati, e mi sono un po' modernizzato, tutto qua.

[ 5 commenti ] ( 131 visite )   |  permalink  |   ( 3 / 643 )
485. Hanno aggiornato la Johansson 6700 ! 
Come promesso ( ma io non ci credevo ), sono riusciti a superare abbondantemente il limite imposto dei 32 multiplex, selezionabili con questa riuscitissima centralina programmabile super selettiva !

Quasi tutti credo, erano propensi a pensare che sarebbero riusciti ad aumentare i cluster a disposizione, passando da 32 a 50, invece no, e a pensarci bene, avrebbero dovuto riprogettare il "cuore" della macchina . . .

Allora, è proprio il caso di dire: se Maometto non va alla montagna . . .

Difatti, hanno adottato una soluzione che non mi era passata neanche lontanamente vicino al mio malridotto cervello.

E si sono detti: se non ci conviene aumentare i 32 cluster, facciamo in maniera che l'antennista possa immetterne anche DUE di canali/multiplex - adiacenti, al posto di uno solo, com'era obbligato a fare prima . . . IDEONA !!!

Così facendo, si avrebbe un potenziale di 64 multiplex, che non esistono nemmeno, e che anzi andranno in futuro sempre più riducendosi rispetto adesso.

Se si programma una coppia di adiacenti, esempio 24 + 25 ( il display li indica proprio così ) , è ovvio che non potrà esistere la possibilità della "CONVERSIONE", cosa che però rimane sempre possibile quando si sceglie una frequenza sola, com'era prima dell'aggiornamento.

Ma cosa succederà, quando per prova programmerò il 40 RAI e il 41 adiacente che ha 20 dB di meno ?

Loro dicono che faranno una somma fra le due potenze, nell'indicazione dB del display ( ? ) . . . ma come faranno che il cluster è uno solo, poi si baseranno su quello più alto per portare il livello a quello degli altri, e il povero 41 ?

Una coppia di adiacenti ( sempre obbligatoriamente ricevuti, o dalla stessa direzione o da singola antenna che "becca" da due siti non lontanissimi fra loro ), non avrà i panettoni smussati alla fine del ch. inferiore, e all'inizio del ch. superiore, quindi in fatto di dati utili, ci potrebbero anche essere dei vantaggi.

Sarà tutto da scoprire, però intanto l'"ideona" è di sicuro da ammirare, poi dicono: se non avete un mucchio di canali da inserire, si consiglia la programmazione mono-frequenza, e potevano anche meglio dire: se non ne avete più di 32 da immettere / processare ( come Bergamaschi ) . . .

E' tutto spiegato in rete da Johansson sulla pagina della 6700, come se niente fosse, non si parla di aggiornamento avvenuto ( SW 1.2.0 ), è una cosa normale, e buona grazia che l'hanno fatto, altrimenti mi toccava aspettare il 2020 - 22, che liberavano lo spazio 49 - 60, e con i miei croati in conversione, potevo finalmente piazzarli nella zona 49 - 69, senza tutte le volte liberare alcuni dei 32 cluster già impegnati, come mi tocca fare oggi.

Anche Fracarro, EmmeEsse e Offel ( che non sta neanche a farsele fare personalizzate ), sono già ready, perciò forza, comprare, comprare, comprare !

--------------------------------------------------


Ma chè Paolo, ho periziato quelle in scansia dal fornitore, ma sono ancora "alla vecchia", adesso aspetto, prossimamente ne ho 2 da montare, appena le troverò aggiornate, farò un gioco di prestigio poi farò l'articolo con le impressioni.

Mi tocca non aver fretta, farò come quello che aspetta che il cadavere gli passi davanti sulla riva del fiume . . . è un piatto che va consumato freddo.

Se qualcuno mi tirasse dietro la SD con l'aggiornamento, potrei anche avventurarmi nella procedura, ma cosa vuoi, noi anziani . . .

[ 2 commenti ] ( 102 visite )   |  permalink  |   ( 2.9 / 641 )
484. Derivatore a otto prelievi da - 16 dB "SERIO". 

Nuovo derivatore a otto prelievi, al posto dei due seppur ottimi CAD 14 Fracarro.

Si tratta di un modello di marca "Terra" distribuito da Auriga, perdita sui prelievi di 16 dB, e di passaggio circa 4, come poi dal resto i due CAD separati.

Ho fatto alcune misure ed è perfetto, tutti veramente a - 16 dB.

L'ingresso montante è in mezzo sopra, l'uscita montante è sempre in mezzo sotto.

L'ho poi collegato a terra con un filo giallo-verde che si collega alla terra elettrica da 4 mm. dell'appartamento, che va nelle scale, poi giù in un picchetto piantato in terra con pozzetto nel corridoio delle cantine.


Splitter a due vie modello "super velox", vi entra il segnale di Barbiano UHF, e si dirama verso la cucina e la camera da letto della donna, in cucina entra in un decoder retro tv per il Mivar, in camera c'è il 32" Samsung, fenomeni non se ne riscontrano perchè, anche se non c'è separazione alcuna fra i due tuner, che si otterrebbe ovviamente collegandoli ai due posti rimasti liberi del nuovo derivatore, essendo due linee che terminano dentro a due utilizzatori, c'è una sottospecie di "carico", e il tutto regge, ma di norma non si fa mai così.

E' così per mia comodità di collegamenti, così quando armeggio con la Johansson, la donna non vedendo le immagini a mosaico, non mi stressa.


Dopo il modello da - 16 dB, si passa a quello da - 20, e mi pare non esista qualcosa che perda meno che abbia otto prelievi, e sarà meglio.

Ho provato la separazione fra due derivazioni e si sfiorano i 40 dB, chiudendo / caricando ovviamente a 75 ohm, ingresso e uscita.


[ commenta ] ( 25 visite )   |  permalink  |   ( 3 / 547 )
483. Come mi arriva il ch. 56 da tre direzioni. 

Qui in casa, abbiamo il 56 di Monte Grande di Calderaro, preamplificato + 13 dB nel sottotetto, poi diviso in due per far andare anche il modulare Helman.

Notare a sinistra il ch. 54, che è poi il mux 33 che hanno quasi tutti, e andrebbe anche lui.



Qui sono i suoi dati all'uscita del 5° CAD FR qua da me, che entrano poi nel TV Samsung.



Questo è quello che dice il TV del ch. 56, che è poi quello scelto perennemente nella Johansson.



Questo è quello di Barbiano, già splittato in due nel sottotetto, e nettamente più basso del ch. 55 nella mia vasta zona a ridosso della collina, qui dentro porta Castiglione.



I dati sempre dal CAD, dopo aver programmato quello di Barbiano al posto dell'altro.



Il TV dice che va peggio.



L'emittente in questione.


Mi salvo con le ricerche, perchè prendo da Monte Grande un 50 e 56 migliori, piuttosto che da Barbiano che ce l'ho qui vicino e vanno peggio.

E la questione è poi peggiore a porta Santo Stefano e per via Murri.

---------------------------------------------------



Quello di Castelmaggiore, via Serenari ( 55 - 56 - 57 ).



I suoi dati con un C/N migliore.



La risposta del TV, alla fine quello di CSM è il migliore.

---------------------------------------------------

Andrea, il problema saltò fuori subito con la nuova pannellatura messa da Mediaset quasi 10 anni fa a Barbiano, me ne accorsi anche con gli analogici, io vedo i tralicci, nell'altra zona si nascondono dietro collinetta e vegetazione, allora vanno ancora peggio, però alla distanza vanno benissimo, è la storia della coperta corta.

Verso Castelmaggiore ho degli ostacoli in lontananza che mi imbruttiscono i panettoni provenienti dai tre tralicci di via Serenari, però i dati sarebbero buoni, gli analogici erano pieni di riflessioni.

A Barbiano c'è un'antenna con tre cortine di pannelli, ovest - NORD - est, per il sud ce n'è una in pol. verticale, ma quella a nord, cioè verso di me, doveva cominciare a rendere molto meno già in zona tangenziale, per non fare a cazzotti con Velo Veronese, solo che io risulto troppo sotto per questo progetto, e allora le frequenze dal 49 in su sono già molto basse, rispetto al resto della città dove invece sono in linea con tutti quelli della bolgia di Barbiano.

--------------------------------------------------------

Gianfranco, gli ho ricontrollati ma siamo sempre lì, chissà come ragiona il TV, che poi un po' il C/N, qualche eco che sente e che io non posso misurare, l'importante che me lo agganci durante la ricerca il decoder Technisat, poi tutti gli altri.

La diffusione via etere è sempre stata critica in presenza di ostacoli o interferenze, poi se ci si mettono anche quelli che irradiano, che lasciano zone dove il segnale è fatiscente, cosa vogliamo pretendere . . . cliente che vai, problema che cerchi di eliminare . . . fine del nostro operato, l'importante è avere la cura per ogni malanno, e col digitale terrestre facile al "mosaico", sapevo che non si rimaneva facilmente senza chiamate.

[ 5 commenti ] ( 131 visite )   |  permalink  |   ( 3 / 654 )

<< <Indietro | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | Altre notizie> >>