142. Ulteriori delucidazioni in merito . . .  

In questa foto si vede a sinistra il "pre" sull'antenna di C. M. verticale ( Offel 47 Record UHF ) che entra sul modulo del ch. 27 e prosegue verso sinistra per servire gli altri moduli.

Tutto a destra, si vede lo spinotto dell'antenna su M. Venda ( Offel K 47 A ch. 21 - 32 ) che entra in un' altro "pre" da 13 dB per servire il solo modulo ch. 23 del MUX A3 TVISION proveniente dai colli Euganei.

E adesso veniamo al "CLOU" della "faccenda": la preamplificazione "strana" della K 95 su M.G. - Calderaro.

Da subito, vi era sempre stato un solo "pre" per il gruppo dei moduli di M.G., e tutti i mux presenti in centrale fino al momento dello switch - off, praticamente sui decoder Teleco si vedevano . . . è stato quando è arrivato l'"esercito" di tutti gli altri, che i mux che hanno oltre 10 dB di meno in uscita dalla centrale, non venivano più fatti vedere dai 4 Teleco, e ciò mi rugava specialmente lì nel sottotetto, era come se si fosse abbassato il "front - end" del ricevitore, difatti se inserivo un passacanale passivo, sintonizzato su di un mux incriminato, lungo il cavo prima di entrare nel decoder, PAF, la qualità passava da 30 a 75 e saltava fuori tutto il gruppo di canali che conteneva quel mux.

Allora che fare ? ? ? Quasi tutti i moduli di M.G. erano già al massimo, per alzare i livelli di ancora un po' ci sarebbe voluto un 2° "pre", col rischio che s'imballasse causa segnali di Barbiano già forti in antenna, poi con i moduli a 4 celle si sarebbe corso il rischio di deturpare ulteriormente i "panettoni" dei mux adiacenti.

La soluzione adottata ultimamente è stata quella di interporre tra i due "pre", un'attenuatore variabile che al momento è "chiuso" di 5 dB, il tutto entra nel modulo del ch. 28 che del segnale ne ho, poi, "finezza tecnico - estetica", esco utilizzando il secondo "pre" ( versione a ponticello di collegamento ), con caratteristiche identiche all'altro a forma di cubetto.

Col tempo ho recuperato dei vecchi "6 celle", e grazie al 2° "pre", sono riuscito ad alzare oltre la soglia del NON funzionamento tutti quei mux che il Teleco si "beveva", perchè i vari Humax, X - Fait, Technisat invece andavano bene lo stesso con un solo "pre", anche dopo l'arrivo della "rumba" di tutti i mux digitali.

Con i 6 celle vecchi "larghi" 6 MHz, ho i "panettoni" un po' smussati agli estremi, però funzionano benissimo lo stesso . . . mi scocciava non tener d'occhio nel sottotetto TRC Modena, Telereggio, TeleRomagna e Tele Faenza, per non parlare poi del "miracolo" Retecapri.


Il "51" è da solo: preamplificazione d'autore !


Visione nel dettaglio, di cosa si fa per fornire la "telealimentazione" di 12 volt ai "pre" posti sopra ai moduli o anche in posizione remota, ad esempio da palo: basta spostare la mollettina dalla posizione di riposo, e creare il contatto.
Entrambi i tipi di "pre", erano alla nascita, provvisti di filo blu con spinottino, ma non servendosene lo si tagliava via, per evitare corto - circuiti accidentali.


Qui abbiamo: ponticello semplice, preamplificatore a ponticello, a cubo, attenuatore coassiale dritto variabile e ponticello ad attenuazione fissa da -6 dB, che insieme ai "fratelli" da -12 e -18, serviva ad ottimizzare la resa dei moduli dotati di "controllo automatico di guadagno" CAG o in inglese AGC = Automatic Gain Control.

Si inserivano nella parte superiore di quei moduli i cui canali risultavano fortissimi già in antenna, così permettevano di portare il segnale in entrata, in maniera da essere pressochè al centro del "range dinamico" ( 20 dB ) favorendo l'accensione del led verde, a conferma di un giusto segnale in ingresso.

Sopra e sotto al led verde ve ne era uno rosso, il rosso superiore si accendeva se si entrava con troppo segnale o se agivamo sul presente attenuatore troppo verso al ribasso, viceversa si accendeva quello inferiore se aprendo troppo l'attenuatore vi era poco segnale in antenna e il led pareva dirci: Ciccio, mi devi precedere da un "pre" se vuoi più "birra", se no io, non sto "lavorando" nella zona ottimale ( led verde ) dei 20 dB !


Pochi centralini come il mio, si trovano preceduti da una preselezione di gran classe . . .


[ commenta ] ( 35 visite )   |  permalink  |   ( 3 / 1522 )
141. I 9 MUX lontani che ho in centrale, deboli ma lavorabili. 


Qui vediamo in antenna, il mux TVision proveniente dai Colli Euganei ( Monte Madonna ) sulla frequenza 23 o., ricevuto grazie alla K 47 A Offel ch 21 - 32 che punta M. Venda. Panettone ok, 55,5 dB di potenza, e valori di MER e BER molto buoni.


Qui abbiamo il ch. 28 o. del mux La 9, proveniente da M. Grande e ricevuto con la K 95 D ( 21 - 69 ), 53 dB circa e dati un po' bruttarelli, a volte va, o squadretta, o non va per niente.
Alla sua sinistra si può notare il "da poco arrivato" mux ch 27 o. di SportItalia che andrebbe pure lui, l'ho provato.


Il molto debole mux ch 34 o. di Canale 11, sempre K 95 di M. G., anche lui al limite oltre il QEF, va per un pelo.


Signori, il ch 45 o. di TELE 1 dal Calderaro, stessa antenna, 46 dB, va sempre.


Mux Teleromagna ch 46 o. da M. G., 47 dB in antenna, va sempre.


Mux Telenuovo Vr - Pd, ch 51 o., ricevuto con la loga combi fissa che guarda a nord, verso il Veneto passando per Castel Maggiore. Mannaggia 'ste LOGA "SCARS - GUADAGN" . . .
I 36 dB sono in antenna, la foto a destra ne fornisce 59 perchè è la misura alla presa di prova, la quale, mi da il ber reale che fornisce l'impianto ( in antenna era a fondo scala e non attendibile ).


E qui, abbiamo l'incredibile ch 57 o. di ReteCapri da M. G. ( K 95 ), e lo strumento, giustamente non ce la fa a darmi un BER veritiero . . .


Ma poco dopo, opportunamente preamplificato insieme a tutti gli altri di M. Grande - Calderaro, da un "cubetto" da 13 dB ( più l'altro a ponticello ) prima di entrare nei moduli tutti a 6 celle . . . ecco il miracolo, BER al TOP e visione perfetta, con solo quei - di 25,4 dB di potenza ( a centro "panettone", sulla "gobba" di sinistra se ne riscontrano 10 in più, ed è per quello che ce la fa ) che si avevano in antenna, miracoli del DTT.


Siamo giunti, sempre da M. G., a Rete 8 Romagna sul ch 59 o., che quando la frequenza era di Telesanterno non mi arrivava così forte di certo, anch'esso funziona sempre, peccato che sia uguale al nostro ch. 21 locale. Il panettone a sinistra del ch. 58 non è male.


Mux TeleRavenna da M. G. sul ch. 65 o., segnale 43 dB e BER che avanza pericolosamente . . .


Alla fine della fiera, alla presa di prova, la situazione del 65, è migliorata sensibilmente, un BER al massimo e 24 di MER contro un 19 iniziale ( praticamente è successa la stessa cosa dei Teleco, è migliorata la qualità intrinseca dichiarata ), ma in centrale con gli accorgimenti del caso, non va sempre a finire così, spesso il BER rimane tale e quale, oppure peggiora pure un po', dipende dal livello di soglia in gioco.


Tutta questa sfilza di ben 22 foto, serve a far capire che, ( nonostante giustamente non compaia nessuna di queste 9 frequenze - MUX, nell'ottima lista di OTG TV dei Mux ricevibili a Bologna raccomandata da Ercolino ) quelle frequenze non sono destinate ad essere ricevute in città, ma semmai da Ferrara in su e in piena Romagna.
Alcune verranno prima o poi "asfaltate" da nuove accensioni locali, quindi, ciao 51 di Telenuovo per esempio.

A occhio e croce, si può dire che i segnali in antenna al di sotto dei 45 - 50 dB uV di potenza, si dovrebbero lasciar perdere e non darli in condominio, poi ti succedono di queste "performance", e non sai come comportarti: li dò o non li dò . . . ( riferendomi a zone critiche per Rai, Mediaset, Telecom, gli altri . . . ciao )

I miei sforzi hanno ribaltato il concetto "c'è, ma non si vede" in "si vede, ma non c'è" ( come da tabella OTG TV, che ripeto, giustamente non ne elenca la presenza, per via di segnali dall'arrivo marginale, quindi molto lontani dall'essere ricevuti costantemente a Bologna.


[ 1 commento ] ( 126 visite )   |  permalink  |   ( 3 / 1446 )
140. Venerdi 18-3-2011, visita nel "bunker" del mitico. 

Dopo la pizza, tutti nel sottotetto: ELETTT, DAVIDE BO, IO, ELIO 2 e MASTERONE che era impegnato nel servizio foto / video.


Il palo, che nella foto sembra di "11", in realtà è un "50", e all'esterno ha dentro un "42", poi un "35", poi il "28" dove in cima è "aggrappato" il rotore, che a sua volta fa girare un pezzo di tubo da acqua (credo), di circa 40 mm. agguantato dalle due lungimiranti "loga", sempre a caccia di SCOOPSSSSS...


Visione a 21" per i presenti ( e non ).


Grazie al DTT, tutta la vita.

Passano gli anni ma . . . . .
Per vedere le 14 antenne su 3 palificazioni, andare nel sito ( cliccabile qui a fianco nella colonna, il 4° dall'alto ).


[ 3 commenti ] ( 202 visite )   |  permalink  |   ( 3 / 1780 )
139. Cosa succede in ricezione, a polarità ruotata di 90° ( o - v ) . 

Solito spettro di Barbiano UHF orizzontale in via Castiglione / S. Stefano, con MUX altissimi, alti, medi, giusti ( 68 dB ), bassi, bassissimi, nulli.
L'antenna è la loga Offel III^ - IV^ - V^ orizzontele, quasi in cima al paletto del rotore.
Tutti i MUX di Barbiano verso casa mia, sono orizzontali.


Senza toccare lo strumento, ecco come si presenta lo spettro, dopo aver collegato l'altra loga ( identica alla precedente ma disposta verticalmente ) situata in cima al paletto dello stesso rotore.
Segnali, prima in O., e dopo in V.

CH 21 = 85 / 61 : - 24 dB Ottimo rapporto !
CH 22 = 81 / 62 : - 19 ... Non male.
CH 24 = 69 / 56 : - 13 ... Poteva andare meglio.
CH 26 = 63 / 53 : - 10 ... C'è Venda nell'aria.
CH 29 = 76 / 59 : - 17 ... Non ci lamentiamo.
CH 30 = 66 / 54 : - 12 ... C'è Venda nell'aria.
CH 31 = 70 / 43 : - 27 ... C'è solo lui.
CH 32 = 59 / 37 : - 22 ... C'è solo lui.
CH 33 = 63 / 51 : - 12 ... C'è C.M. vert. dietro.
CH 35 = 77 / 54 : - 23 ... Colpo di coda dell'inverno.
CH 36 = 64 / 53 : - 11 ... C'è C.M. vert. dietro.
CH 37 = 68 / 53 : - 15 DVB - H ... Baaasta.
CH 38 = 65 / 56 : - 09 DVB - H ... Quanti 38 ci sono ?
CH 39 = 62 / 44 : - 18 ... C'è solo lui.
CH 40 = 64 / 52 : - 12 ... C'è Venda nell'aria.
CH 41 = 66 / 54 : - 12 ... C'è via Bonazzi in vert. acceso a C.M.
CH 42 = 71 / 56 : - 15 ... OK.
CH 44 = 58 / 45 : - 13 ... C'è C.M. vert. dietro.
CH 47 = 69 / 51 : - 18 ... Andiaamooo.
CH 48 = 68 / 52 : - 16 ... Ma vieeniii.
CH 49 = 56 / 49 : - 7 .... C'è C.M. vert. dietro.
CH 50 = 54 / 47 : - 7 .... C'è solo lui però, che sia colpa di M. Grande?
CH 52 = 54 / 47 : - 7 .... C'è C.M. vert. dietro.
CH 53 = 57 / 48 : - 9 .... " " " " " " " " " " " " " "
CH 56 = 48 / 47 : - 1 ... Arrivandomi bassissimo in orizz. da Barbiano, mi entra in vert. da dietro ( C.M ).
CH 60 = 69 / 46 : - 23 ... Va bene così.
CH 62 = 68 / 49 : - 19 ... Ma piove ancora ?
CH 64 = 66 / 49 : - 17 ... No, ha smesso.
CH 66 = 74 / 54 : - 20 ... Averli tutti così.

Le misure sono state fatte in camera mia, dai due spinotti rosso e nero delle discese del rotore, prima del deviatore "DEV 1" Fracarro.

Fare oggigiorno prove di discriminazione fra O. e V. è un'impresa, complice l'isofrequenza che un tempo non esisteva (SFN = single frequency network = singola frequenza per lo stesso multiplex / MUX / gruppo di emittenti, in tutte le zone "all digital" del territorio nazionale ).



Il Premier per festeggiare il 150°, ha promesso uno spettro così, in casa da tutti gli Italiani !
( Specialmente nella presa più lontana: LA CAMERA DA LETTO ! ! ! Cl'é quàlla cl'an và mai. )

[ commenta ] ( 38 visite )   |  permalink  |   ( 2.9 / 1723 )
138. Mostriciattolo Audiola. 

LCD 9" solo DVB "T" a circa 120 euro.

Scusate se vado un pò OT ma penso che la cosa possa interessare gli appassionati non professionisti.
Stavo cercando un prodotto leggero, portatile ed economico che mi consentisse di fare delle "piccole prove di ricezione sul campo".
Fatta una ricerca su internet la mia scelta cade su un tv lcd 9 pollici 16/9 con tripla alimentazione, ricerca canali manuale e telecomando.
L'indomani vado in una nota catena di elettronica e lo trovo a 120 euro.
Lo provo e decido di comprarlo.
Premesso che niente può sostituire un misuratore di campo, posso dirvi che con questo "gingillo" ci si diverte molto!

Alcuni dei suoi punti di forza:

- Ricerca manuale dei canali con doppia barra qualità-potenza
- Sensibilità del tuner anche in interni con la sua antennina a calamita in dotazione (io però abito in città ed ho segnali forti)
- Tripla alimentazione: rete, batteria, accendisigari
- Leggerezza
- Durata della batteria di almeno 3 ore
- 1000 canali con LCN
- Sintonizzazione facilitata se ti sposti: spingendo 2 volte il tasto info sul canale desiderato-memorizzato appare il menù tecnico con tante informazioni tra cui la doppia barra potenza-qualità che ti consente di ritrovare subito la posizione per riagganciare il canale!
- Attacco antenna "normale" 75 ohm
- AV in e out e uscita cuffie
- Registra la tv da USB o SD con Timeshift
- Riproduce i Divx da USB o SD
- Televideo, EPG e chi più ne ha più ne metta!

Insomma un piccolo mostriciattolo!

Certo la qualità del pannello LCD non è eccezionale ma neanche scadente, ci si può accontentare, dato che serve solo per piccole emergenze o per fare "piccole esplorazioni" di ricezione.
Altro piccolo neo: non è DVBT HD, con i canali in alta definizione si sente solo l'audio, ma anche questo per me è secondario, visto che comunque le aggancia e te le segnala, come anche le tv a pagamento.
Nella confezione c'è il trasformatore per la rete 220v, l'antennina a calamita, auricolari audio stereo, cavo per accendisigari 12 volt per auto e il cavo adattatore av con i 3 rca giallo, rosso e bianco.

Per concludere, mi sento di consigliare l'acquisto di questo prodotto a chi come me si vuole divertire o avere un tv di emergenza o da viaggio.

PS. Ho appositamente omesso di scrivere sia la marca e il modello del prodotto sia il nome della nota catena di elettronica che lo vende perchè non ho nessun interesse commerciale alla vendita del suddetto.
Comunque prodotti di queste caratteristiche e prezzo attualmente non ce ne sono molti e di indizi ne ho dati sin troppi... ( By MASTERONE ).

[ 2 commenti ] ( 1204 visite )   |  permalink  |   ( 3 / 1714 )

<< <Indietro | 79 | 80 | 81 | 82 | 83 | 84 | 85 | 86 | 87 | 88 | Altre notizie> >>