478. Un collega mi ha segnalato un problema con la Johansson. 
Un collega, nei commenti del post 476, mi ha segnalato un serio problema capitatogli con almeno quattro 6700 montate nella sua città, Alessandria.

Detto così sembra un disturbo di zona, e in un certo senso lo è.

Lui si trova ad avere sul ch. 21 il mux Primantenna dal "Ronzone", e sul ch. 22 il mux uno della RAI dal Monte Penice.

I due siti trasmittenti sono sulla stessa linea di puntamento, quindi c'è un'unica antenna che li riceve insieme, però succede spesso che il mux Primantenna si spenga, e allora il CAG della centrale, non trovando niente, va su e alza molto una fettina del canale adiacente, che è il mux uno della RAI, con la conseguenza che i suoi dati peggiorano al punto che l'immagine squadretta vistosamente.

Non è un problema da poco !

Io qua, pensavo di averle provate tutte per cercare di metterla in crisi, però me ne era sfuggita una, che si è rivelata fatale e dà momentaneamente ragione al collega che è rimasto in mezzo a figuracce "pesissime".

Allora mi sono ingegnato sul come fare a riprodurre la sua stessa malcapitata situazione, visto che qua sul ch. 24 RAI non è ancora successo, o meglio, avevo visto lo spegnimento del nostro 21, ma il 22 continuava a tenere benissimo, entrambi provenienti da Barbiano.

Per simulare lo spegnimento dei nostri mux adiacenti al 24 della RAI, il 23 e il 25 li ho momentaneamente convertiti su frequenze alte, senza "cancellarli" ( per mantenere i posti in progressione numerica nella centrale ), così si sono "formati" due canali liberi, 23 e 25.

Poi ho scelto la frequenza 28, che nell'aria non c'è, e l'ho programmata in conversione, a turno sul 23 e sul 25, simulando un multiplex spento.

Con lo strumento a sinistra e il TV a destra, si è potuto ahimè vedere che il mux uno RAI ha cominciato tragicamente a squadrettare, più col 25 che col 23, ma il problema non cambia.

Ho provato anche con altre antenne in altre direzioni, e la barra rossa avanza molto meno ma il pericolo è in agguato, e a volte la visione regge, ma è proprio quando si è nella stessa direzione che la RAI crolla al mancare del mux adiacente, e dev'essere perchè si alza un tot quella fettina dello stesso mux RAI, che si vede lo va a incasinare più che da un'antenna puntata da tutt'altra parte.

O che la fettina viene interpretata come eco distruttivo, pur essendo nativa dallo stesso mux che è nell'aria, fatto sta che non va.

Allora gli ho suggerito di convertire quel 21 che si spegne spesso, su di un'altra frequenza libera, così il mux uno RAI sul 22 potrà non venire interdetto da un mux gonzo, che si spegne ogni 3 x 2.

Lui si chiama Paolo, andate a vedere il suo commento e la mia risposta nel post 476.

------------------------------------------

La centrale è come se contenesse 32 moduli a controllo automatico, che possono anche "tramutarsi" in convertitori da UHF a VHF e viceversa, e anche V - V e U - U, o solo 21 - 69, o solo 5 - 12.

Se si spegne il 21, il 22 rimane inchiodato dov'era, non fa come quelle a cluster che fanno delle variazioni in potenza a seconda dove si inizia e si finisce la programmazione all'interno del cluster ( che di mux, ne può contenere di solito 7 ).

L'uscita va ridotta all'aumentare dei mux programmati, se ne ho uno, valgono i 113 dBuV, se ne ho sei, devo scendere a 110, e così via fino a 103 con 32 mux.

Quando inizio la programmazione, se il livello di uscita si trova a 103 dBuV, tutti i mux che aggiungo, si auto regolano a 103, poi alla fine se me ne bastano 96, giro la manopola e si abbassano tutti come se fosse l'attenuatore 0 - 20 dB di un finale di potenza.

Per la cronaca, ad Alessandria il 22 ci rimette molto quando si spegne il 21, qui da me il 24 va a quadretti fitti quando si spegne il 25 e non il 23, cioè non è sempre il canale inferiore o superiore a quello utile, il danneggiante.

Quindi mi sa che la centratura sul canale, che spegnendosi crea il casino, non sia quarzatamente identica per tutte le frequenze, c'è una tolleranza che potrebbe favorire o sfavorire il mux importante che non dovrebbe essere disturbato MAI.

A sinistra o a destra del mux RAI, nei due casi, Alessandria e Bologna con due centrali diverse.

La mia Johansson frega sempre la frequenza INFERIORE, al contrario di quelle montate da Paolo ad Alessandria.

Vedo che essendo un pianeta nuovo, fate un po' fatica nell'atterraggio, eppure non ci sono i carboni ardenti.

Non esiste mica il discorso "banda quarta", l'ho eliminato dalla mente il giorno dopo lo switch - off . . . tutto in digitale, nello stesso panierone UHF ( poi lo si poteva considerare così anche prima, volendo, ma con la RAI finita in 26, 30, 40, si ragionò subito in un contesto UHF ).

-------------------------------------------


Ermanno, il problema nella mia si pone sul mux inferiore ( 24 ), se si spegne l'adiacente superiore ( 25 ) proveniente dalla stessa direzione, ho cancellato il 25 da Barbiano e ho programmato il 25 da Castelmaggiore, poi ho staccato l'antenna, è salito il rumore del CAG, ma non ha rovinato il 24 perchè non c'era lo spillo del 24 portato alle stelle, sfortuna che capita solo quando ci si trova nella stessa direzione.

Comunque grazie alle conversioni si risolve.

[ 3 commenti ] ( 65 visite )   |  permalink  |   ( 3 / 485 )
477. Cosa aspettano a trasmettere in MPEG-4 AVC H264 SD 576i ? 
Io ho i 5 Samsung in casa più il Mivar bianco da 26" che hanno tutti il tuner per gli HD in MPEG-4 AVC H264, gli ultimi acquistati sono del 2012, e non mi lamento dei pochi HD VERI trasmessi, mi lamento che nei multiplex hanno problemi di spazio, e solo pochissimi coraggiosi sono passati a trasmettere qualche emittente in MPEG-4 AVC H264 SD 576i per guadagnarne, pur sapendo di non essere visti dai primi decoder DVB-T esterni o nei TV direttamente.

Siamo già indietro come i meloni a marzo, e in casa di molti, sono ancora lì con il decoderino, il cavo SCART pieno di falsi contatti, e il vecchio TV a tubo di 20-30 anni fa, e magari sono già al terzo decoder DVB-T in MPEG-2, perchè nel frattempo si sono rotti i precedenti.

Oramai è già un anno che vendono per obbligo di legge i TV con il tuner T2 HEVC H265, perciò il momento non è più acerbo, e si spera abbiano finito le rimanenze di quelli che erano solo MPEG-4 AVC H264, e che qualcuno avrà pure approfittato di rifilare ai meno informati.

Chi possiede un flat TV ancora senza tuner HD ( e non vede RAI, Mediaset, LA7, NOVE in HD . . . ), vuol dire che ce l'ha da 8 - 10 anni, se si comincia a "segare via" un po' di emittenti trasmesse ancora in MPEG-2 SD, piano piano si adegueranno senza arrivare tutti insieme nei negozi, quando ci sarà un "salto" importante e irrinunciabile, dato per esempio da una RAI o Mediaset in T2 HEVC di "botto".

Mondo Calcio l'ha fatto a suo rischio ( MPEG-4 AVC H264 SD 576i ), e qualcuno ha telefonato in diretta all'emittente dicendo: vi vedo in sala ma in cucina no. Ma va? E' giunta l'ora che ti aggiorni "zio", se vuoi stare al passo con i tempi.

Se no, si aspetta fino a quando la situazione in casa di ognuno diventerà insostenibile, causa la mancata visione di alcuni canali di particolare interesse.

Quello sarà il momento giusto per andare a comperare il TV sostitutivo, già col tuner T2 HEVC per il prossimo futuro, implementato obbligatoriamente per legge dal 01 - 01 - 2017.

Io per adesso ho solo un decoder esterno in T2 HEVC, e spero che non sia dei primi a 8 bit, rispetto alla possibilità che venga scelta la strada di quelli a 10 bit, come ormai pare, perciò avrei già fatto un'acquisto incauto, frettoloso e azzardato, però non è un TV, e adesso aspetto un bel po', fino all'accensione delle prime emittenti in T2 HEVC, così mi regolo.

Si sono pure convertite alcune emittenti "commerciali", pur sapendo di perdere "potenziali compratori visionari lobomo-lottizzati", perciò è ora di avvicinarsi al futuro, cambiando sistema di compressione, guadagnando spazio nel multiplex, pur offrendo comunque una buona visione.

Certune hanno dopo il nome la sigla HD, e non sono neanche in MPEG-4 AVC H264 SD.

Almeno TELEROMAGNA in MPEG-4 AVC ... ha messo HQ.

Più passa il tempo e più diminuiscono le vere emittenti che si vedevano in HD VERO a 1080i, azz, un bel progresso non c'è che dire, va beh aspettiamo la "rivoluzione" senza fretta.

Poi, sarà il tempo che ci dirà quante emittenti rimarranno in MPEG-2 SD, quante in MPEG-4 AVC H264 SD 576i, quante in MPEG-4 AVC H264 HD 1080i, e quante in T2 HEVC H265.

Perchè l'obbligo è solo quello di liberare per tempo i canali dal 49 al 60 UHF, non quello di trasmettere tutti per forza in T2 H265 HEVC.

Ma intanto MUOVIAMOCI, non indietreggiamo !

-------------------------------------

Ma difatti Massimo, l'ho detto adesso ma il problema esisteva da subito.

Ti ricordi? Non più di 5 emittenti per MUX !

Trasmissioni in SD 720 x 576i che sarebbe il meglio del mediocre / scarso, poi si può solo scendere a 704, 640, 544, 480, 352, 288, di cosa stiamo parlando . . . da sempre, avere più emittenti spazzatura a discapito della qualità visiva, è stato l'andazzo !

Bel progresso, ma ricordiamoci che veder meglio del buon MPEG-4 AVC H264 1080i per me sarà difficile, perchè nei miei monitor / TV Samsung da 22" vecchi di 5 anni, si vede già da Dio quando la ripresa è al TOP, dettagli spaventosi, meglio che se fossi stato lì di persona, io non chiedo miglioramenti di sicuro, poi la qualità dei filmati dimostrativi dei centri commerciali tirata al burro, continueremo a vederla sempre e solo lì.

Meno male che abbiamo La7d HD, Rete 4 HD e tutte le altre finte HD . . . TELEPRESAPERIL . . . .

-----------------------------------------

Stefano e Fausto, rispondo per entrambi, purtroppo siamo messi così, apparecchi sempre più avanti delle sorgenti che ci propinano . . . sorgenti poi, magari, fognaccie putride a cielo aperto.

Basti pensare alla qualità audio dei Tv Grundig in bianco e nero dei primi anni '70, mai più sentito un "super sound" così, poi che la RAI viaggiava dai 50 ai 15000 Hz, audio analogico di pura qualità.

Adesso ? Meglio non parlarne ! E neanche del video . . .

Quando si va in case dove c'è un CRT per niente "spompato", e ce n'è, ci vengono le solite domande . . . ma come abbiamo fatto a finire così in basso ?

In cucina ho sempre il Mivar a tubo con schermo piatto, e mi salvo, ma quando ancora c'era il RAI UNO analogico sul ch.31 UHF, sembrava un Sony dei migliori.

Lo confrontavi in diretta col segnale digitale, che perdeva miseramente . . .

In 10 anni di visione DTT SD abbiamo peggiorato, perchè i pannelli sono migliorati, ma i circuiti di up scaling ce la fanno sempre di meno a restituirci un'immagine decente, ergo, il risultato finale è per forza peggiore che nel passato . . . la forbice si è sempre più allargata e il divario fra i confronti è aumentato.

Programmi peggiori e peggiore visione = siamo "in bolla", e canone per tutti, va mò là, peggio che "cornuti e mazziati", andiamo avanti così, evvaiiii.

[ 3 commenti ] ( 106 visite )   |  permalink  |   ( 3 / 465 )
476. C'era ancora qualcosa da dire . . .  
01 - 01 - 2018

Oggi ho giocato al rialzo, ho messo in atto una delle mie prove "tortura TIMEX" ( pubblicità anni '70 ).

Possibile che non si riesca ad "imballare" / "ghiacciare" questa PROFILER facilmente ?

La risposta è: facilmente NO.

Difatti per l'operazione denominata "mo' t'inchiodo", ho dovuto sprogrammare il ch. 40 dall'ingresso 1, e riprogrammarlo nel 4 che uso sempre come jolly.

Ho usato la mia fida OFFEL K95E 36-82, che mi dava ben 77 dBuV sul 40 della RAI, a questo punto ho aggiunto cubetto esterno in linea da 13 dB, e sono arrivato a 90, niente, tutto al top, allora ho inserito il pre interno alla centrale . . . ancora niente, allora vuoi l'artiglieria pesante !

Quando il gioco si fa duro . . . disattivo il pre interno e aggiungo ulteriore centralino TEKO da 20 dB, mod. 20/1 in serie dopo il cubo Helman, potenza ottenuta 110 dBuV, che entrano nell'ingresso 4 . . . ma chè, regge ancora, strumento dal panettone immobile e TV con errori 0 e immagine perfetta.

Adesso rimane solo da riattivare il pre interno . . . lo faccio e finalmente si blocca l'immagine, ma per forza, avrei voluto vedere anche questa, allora ho lentamente attenuato quei 77 iniziali prima delle pre e anche amplificazioni che avevo messo, e allora l'immagine è andata ricomponendosi, così ho visto dove si arrendeva, ma è giusto così, le specifiche dicono che si può entrare con massimo 109 dBuV, quindi non c'è pericolo di trovarceli in antenna come segnali DTT.

--------------------------------------------------------------

Avevo fatto anche la prova inversa, per vedere se e quando attenuavo, quale era la soglia che facesse abbassare il panettone rispetto agli adiacenti sempre controllati dal CAG, finendo appunto nelle sabbie mobili del solo RUMORE.

E siamo in zona 40 dBuV, cioè se entro con meno di 40, il controllo automatico di guadagno non inizia ad alzare il segnale fino al livello degli altri mux che entrano con ben di più, ed è giustissimo come da specifiche dichiarate.

Perciò, dai 41 dBuV ai 109 in ingresso, il controllo automatico funziona alla grande, e così ha una dinamica di 68 dB, questo spiega il perchè i mux vengono facilmente fuori tutti pari da questa "scatola magica", come nessuno era riuscito a fare fino adesso.

Quindi è la zona 40 ... 50 dBuV, quella dove è proprio consigliabile attivare il pre interno, io poi ho il mux di Retecapri che il display dà a 49 dBuV, e mi va benissimo a livello degli altri, senza il pre, quindi massime prestazioni lo stesso.

E' durissima trovare critiche vere, anche la "storia" di un trasmettitore che spegne . . . si era spento come al solito il 21 di Barbiano, e allora ? Finto panettone che arranca un po' perchè da dietro l'antenna arrivava l'altro 21 di Castelmaggiore, solito spillo di panettone di sinistra del ch. 22 che arriva dalla stessa direzione Barbiano, dati del 22 peggiorati solo nello strumento, perchè togliendo la programmazione del 21 in centrale, i dati del 22 tornavano al top, però la qualità segnalata nel TV era sempre "errori 0", e a me interessa che il TV del cliente segni ZERO, perchè è quello che alla fine conta . . . frega ben a me se il mio strumento mi rema contro di un 30 %.

Se viene a mancare un mux adiacente a un mux che proviene dalla stessa direzione, e l'antenna è sempre quella che li riceve entrambi, quali echi vuoi che saltino fuori durante il periodo di OFF, nessuno, se invece si spegne il 25 da una direzione e ci sono il 24 e 26 RAI tonicissimi programmati da un'altra direzione, non si devono alzare di tanto gli spilli del 24 e 26, perchè dove è puntata l'antenna per il 25, i RAI 24 e 26 saranno di sicuro più bassi e il CAG li interesserà come spilli emergenti molto meno, da qui, il difficile verificarsi di anomalie di ricezione dei RAI 24 e 26.

Poi, se una centrale selettiva come questa, avesse avuto questo tipo di problema ogni volta che si verificava un OFF su di una frequenza programmata adiacente ad un'altra utile, allora sì che era da prendere e fargli fare il lancio del disco!

Quando succederà, ci sarà un degrado non tale da pregiudicare la visione, fine, basta che i TV reggano sempre, e siamo a cavallo.

-------------------------------------


26 - 12 - 2017

Quest'oggi mi sono imbattuto in un'altro aspetto della "6700", e cioè i suoi preamplificatori interni ( ovviamente by-passabili / escludibili ), dei quali non si riesce a capire di quanti dB alzino il segnale ( perchè il CAG "gli corre dietro" ), e se si trattino di pre a larga banda VHF - UHF , o solo VHF o UHF a seconda con quale frequenza iniziale si è partiti nella programmazione.

Poi forse non fanno neanche più di 13-15 dB, che sarebbe anche giusto.

Nel controllare il ch. 53 di Canale Italia, proveniente da Selvapiana, l'ho mementaneamente inserito nella "revolution", e siccome vi erano dei soliti o quasi 39 dBuV., ho attivato la preamplificazione dell'ingresso utilizzato, il 4.

Nello strumento, con 39 dBuV non si vede una mazza, visualizza il messaggio "identificazione fallita", non ce la può fare, e va beh lo sappiamo, però messo dentro al TV Samsung 22" HDTV Monitor, si vede benissimo, errori a zero per un pelo, e barra segnale a 32, una miseria ma al limite.

All'uscita della centrale però l'immagine squadretta vistosamente, e il motivo è da ricercare fra il pre interno e la centrale stessa, allora come fare ?

Ho disattivato il pre di quell'ingresso, ho inserito un mio fido cubetto UHF Helman esterno, ho attivato la telealimentazione dei 12 volt previsti per questo scopo, e l'immagine ha smesso di squadrettare.

Dallo strumento ho visto che prima si stava con la barra molto oltre al QEF, dopo con l'Helman esterno, tranquillamente sotto.

E difatti il mer era passato da 17 a 20-21, quindi per me, il pre migliore faceva la differenza.

Ho provato una mezza cinesata da 15 dB, di un preamplificatore a cilindretto, a larga banda VHF - UHF, sempre messo esternamente, e il risultato finale era lo stesso o forse peggio del pre racchiuso nella centrale.

Segnali FM molto alti non ce n'erano, perchè le loga "ad albero di Natale", fanno molta resistenza ad acchiapparne.

Conclusioni: se si ha un mux molto debole, ma molto importante da far vedere, un buon pre esterno dedicato ( VHF o UHF ), si comporta meglio di quello interno, che forse è penalizzato dal circuito "elimina LTE" automatico.

Ho provato con un filtro FM Fracarro e perdo tutto, con un passa banda V^ Fracarro MP45 vedo sempre a quadretti, ho messo il pre UHF Helman e torno a vedere senza i quadretti.

Sono andato in fretta a prendere nel sottotetto il GaAsFET UHF AMPLIFIER da 17 dB e Noise 1 dB della Mitan ( EU102 ), e da la stessa resa dell'Helman 51088 perciò non mi sbagliavo.

Non c'è niente da fare, in condizioni al limite della soglia di funzionamento, vengono fuori i migliori, e io ho sempre visto i pre Helman al di sopra di ogni sospetto, senza togliere che oggigiorno ci saranno da tempo dei pre più performanti, ma vorrei testarli qui, che ci sono le condizioni ( per giunta comode ) per sincerarsene.


-----------------------------------------


17 - 12 - 2017

La famosa centrale programmabile Johansson 6700 ( ANCORA ! ), viene venduta con la regolazione del livello d'uscita settato sui 103 dBuV, e questa scelta non è casuale, difatti si trova al centro fra i 93 minimi e i 113 massimi impostabili.

Ma sopratutto, anche programmandola con tutti i 32 multiplex, della quale rappresenta il massimo selezionabile / ottenibile, con 103 dBuV è ben lontana da saturazione insorgente o insostenibile per se stessa e i televisori ( 113 dBuV ).

Detto appunto questo, come si fa a dire tassativamente che è inadatta e/o insufficiente per servire in maniera adeguata il "grosso impianto" ?

Il grosso impianto, era quello che da sempre veniva servito da un finale di potenza UHF da 40 dB, e per quello medio, bastava quasi sempre un 30, poi 25, 20 ecc.

Perciò, se una volta avendo i segnali analogici, uscivamo con dei 110 / 113 dBuV, è ovvio che adesso, per via che sono segnali numerici ( e il livello / potenza va abbassato di 10 / 12 dB rispetto all'analogico ), ne dovrebbero bastare 100 / 103 dBuV, e quindi molto meno di una volta.

Le norme un tempo dicevano:
Segnale TV analogico in presa: min. 66 dBuV / max. 82 dBuV.

Le norme di adesso dicono:
Segnale TV numerico in presa: min. 45 dBuV / max. 74 dBuV.

Il fatto è che le distribuzioni esistenti, con gli anni che son passati, sono sempre più andate in perdita, causa invecchiamento dei cavi e manomissioni a go-go lungo tutta la rete d'utenza, quindi si è stati indotti a "pompare" fin che il finale "teneva", e spesso ci sono scappati dei 110 lo stesso, che corrisponderebbero a dei 120 di quando eravamo in regime analogico, e non uscivamo di certo con quelle potenze esagerate da saturazione garantita.

In più si aggiunge il fatto che in analogico, se si aveva meno di 55 dBuV, in certi TV vedevi leggermente affiorare l'effetto neve, mentre adesso il minimo sindacale per norma che devi avere alle prese d'utenza, è di 45 dBuV.

Si aggiunga pure che con 30 dBuV "BUONI", oggi un TV va ancora da DIO, perchè comincerebbe a squadrettare per potenza di segnale insufficiente, al di sotto dei 23 dBuV, e se si esce con la Johansson a 103 dBuV, la distribuzione non perderà mica 80 dB, che una volta ne perdeva 40 e ci avevamo messo proprio un 40 per compensare tutte le perdite!

Se con 103 dBuV non va, sarà giunta l'ora di rifare la distribuzione ( cavi, partitori, derivatori e prese ), perchè sono passati 40 - 50 anni ed è arrivata alla FRUTTA, non ce la fa più, e non si può ancora insistere con l'amplificazione esagerata.

Un palazzone di 4 scale, con 9 piani, a colonne "spezzate" ( 5 e 4 ) e due appartamenti al piano con due prese ognuno ( sala e camera da letto ), ha sempre funzionato con 4 finali da 40 dB.

Adesso, ( l'esempio non è proprio calzante ) con una Johansson e un derivatore a quattro prelievi adeguato e chiuso sul montante in uscita, si andrebbe ad alimentare sempre i 4 finali da 40 dB ( uno è già lì nello stesso armadio ), con le linee orizzontali in cima di cavo nero più grosso, che c'erano prima da scala a scala.

Perciò la 6700 è perfetta, con 103 dBuV d'uscita si deve far andare di tutto, perchè se in certi punti dell'impianto non ce la si farà, sarà per colpa di "qualcosa" di sicuro altamente dispersivo nella distribuzione!

Ne ho già montate due, e misurando su una presa passante di una distribuzione orizzontale, mi ha fatto quasi paura vedere uno spettro pari come non se ne erano mai visti in giro . . . e visto così, mi fa anche da generatore di rumore UHF, perchè si vede dove cala lo spettro ( causa anomalie nella distribuzione ) dalla frequenza ch. 21 a quella del ch. 60.

Il progetto era stato fatto per una centrale IF-IF compatta e versatile al massimo, poi avranno detto: Ehi, ma se sfruttiamo lo stesso principio in ambito "digitale terrestre", arriviamo primi e non ce n'è più per nessuno . . . e difatti è andata così.

--------------------------------------------------------


Contenuto del MUX ch. 39 dalla Croazia-Ucka in T2 HEVC


TV $

101 Da Vinci Learning
102 Laudato TV
214 M1 GOLD
301 Disney Channel
302 Baby TV
303 Boomerang
304 Cartoon Network
305 Nickelodeon
306 Nick Jr.
400 SK1
401 SK2
402 SK3
403 Lov i Ribolov
404 HNTV
405 Eurosport 1
406 Eurosport 2
500 24Kitchen
501 FLN
502 TLC
600 MTV Adria
601 VH1
603 DM Sat
604 Jugoton
605 HAYAT PLUS
606 HAYAT MUSIC
701 Viasat Nature/History HD
751 Penthouse 1
752 Penthouse 2

RADIO $

650 HKR
651 GOLD FM
652 Radio Dalmacija
653 Radio Banovina

Tutti criptati a pagamento.

Tanto per farsi un'idea di cosa ci può stare.

Dato che li memorizza solo il decoder Digiquest T2 HEVC, presumo che siano proprio in H265 HEVC . . . e noi ?, Fra 5 anni . . . ah, ah, ah, a . . . ahi, ahi, ahi ......

----------------------------------------------


Grazie Stefano per il riscontro, almeno scrivo per qualcuno . . .

Sembri uno che lavora alla Fracarro . . .

A Casalecchio di Reno, quando fu costruito il complesso edilizio "La Meridiana", 25 anni fa, tutto l'impianto TV fu realizzato con le dorsali sotto terra in fibra ottica, e si vedevano tutti gli analogici di allora + un mucchio di analogici SAT convertiti sui canali "S", erano più di 32 emittenti, un raro esempio di tecnologia avanzata, messa in opera però da subito.

Si vociferò, che la ditta incaricata che eseguì l'impianto TV, venisse da Milano, ma fu da subito fatto andare bene da Billy Clay - Ermanno . . .

Io mi tolsi tanto di cappello . . . quando ne misurai l'efficienza.

Ricambio gli auguri di Buone Feste.

------------------------------------------------


Grazie Alberto, purtroppo non mi veniva l'ispirazione di scrivere qualcosa di accettabile, allora è passato più di un mese, però ho visto che eravate sempre sui blocchi, in attesa dello "sparo", e questo mi gratifica molto.

C'è carenza di grosse novità, allora se devo dire cose pur di dirle, preferisco tacere . . . mi è venuto un ulteriore pensiero sulla "6700" e allora l'ho reso pubblico.

Il mio desiderio sarebbe di montarne un totale in tantissimi posti, dove appunto c'è anche un modulare stravecchio, composto da materiale di tre o più marche, multibanda pasticciati in tempi successivi, situazioni dove il caos regna sovrano e si fa una gran fatica a capire cosa ha voluto fare chi mi ha preceduto . . .

Qui, arriveresti, e con un pezzo solo, fai TUTTO !!!

In maniera razionale, intelligentissima, e con la chiara sicurezza di un funzionamento impeccabile.

------------------------


Adesso è un momento che risulta spento il ch. 35 da Barbiano . . . e io come faccio a fare la mia solita risintonizzazione serale per l'aggiornamento tabella emittenti ?

PRONTO ! Con la Johansson qua davanti, cancello momentaneamente il 35 dall'ingresso UHF 1 e lo riprogrammo sull'ingresso UHF 3, dove ho Castelmaggiore Verticale . . . FINITO, panettone pari agli altri grazie al magico CAG, tutto perfetto, nessuno può capire che NON si tratta di quello di Barbiano, io posso "partire con la sintonia", e il gioco è fatto, solo manualità !

E' spento anche l'E6 .... "appiccio" il modulare da qui, mi si accende lassù l'altro modulo E6 da nord già miscelato alla B III^ vert. di Barbiano, viene giù per me nell'impianto condominiale, momentaneamente al posto di quello spento, e via andare !

------------------------


Per me è una cosa, che in molti fanno fatica a credere, e per assurdo, ne dovrebbe dare notizia il TG, tanto, fra le disgrazie e le tante balle che ci raccontano, una verità che una, potrebbero in questo caso "spararla" . . . garantisco io ( ah, ah ).

"Se lo dice la Clerici, credici!"

Perchè, se lo dice Bergamaschi ? Non è mica l'ultimo degli antennisti . . .

E visto il periodo, Buone Feste pure a te.

------------------------


Ciao Cris, il modulare è sempre pronto, quando cambia qualcosa veramente, vado su e aggiorno, adesso è un po' che sono fermi.

Quando hai scoperto tutto della 6700, se mi fai un bel resoconto sulle sue peculiarità, te ne sarei grato, così ci confrontiamo sui pareri.

So che c'è qualche fedelissimo come te, che aspetta il post nuovo, faccio così anch'io con altri siti, è il bello del web, altro che programmi TV sempre più tristi.

Faccio gli auguri anche a te, ciao.

------------------------

Sì Francesco, mi ero scordato, è poi quello provato nel passato, ciao.

------------------------


Ciao Cris, h 15:30, pensa adesso mi arrivano 43 dBuV contro i 39 di ieri sera, e ovviamente la qualità è a palla, inutile aggiungere altro, però sono contento che hai potuto vedere tu stesso, che con segnali infami va un pelino peggio, ma è proprio roba da miserabili, non si può additarla come scadente, bisogna avere quel pelo di qualità in più in antenna, e dopo è tutta discesa.

Piccole differenze fra i pre, si notano proprio in zona soglia, inutile stare a indagare ulteriormente, quando c'è pochissimo sulle misure, va giusto bene per fare le nostre prove, non venderle per semi-buone ai clienti, ciao.

------------------------


Ermanno, tu hai quasi ragione del tutto, oggi ero a Santa Maria in Duno, villetta a schiera, antenna tosta di 22 anni, modulare vecchio 3B, combinava solo il 25 ex Venda con modulo dedicato, antenne: 6D, yagi x il 25, 95 elementi Offel su Serramazzoni, 95 el su Barbiano, e in basso una 27 el. su Velo, messa una volta per il 41 di Telepiù.

Provato Serra, ma forse cavo rotto fuori, segnale bassissimo.

Barbiano con i 4 RAI top, un 25 alto come 24 e 26, quindi Castelmaggiore docet.

Velo ottimo.

Morale, spento modulare 3B, il cliente voleva i cartoni per il bimbo di 3 anni, messo Teleco 34 dB UHF - UHF, inserito Barbiano e Velo, regolato i più forti sui 95 dBuV, andavano tutti entro i limiti di funzionamento, i TV hanno perfino trovato il 35 e 42 da Barbiano, tutti contenti e finita lì.

O ti affidi al culo, ho metti i 4 moduli per i RAI, almeno per preservare tutto Velo UHF al meglio, o metti una Johansson 6700 e sei per forza sicuro.

Per adesso un successo, nonostante chissà quanti echi nell'aria, TV LG e Samsung.

Bisogna accontentare il cliente, che in questo caso era il nuovo proprietario da pochi giorni, e non vedeva quasi un tubo causa finale 3B da 40 dB senz'altro cioccato, uscivano max 80 dBuV . . . .



. . . . E' vero, potevano fare un CAG dalla dinamica molto più controllata, quella di adesso è ampissima e non serve, magari anche solo + o - 10 dB, poteva andare e bastare, però vorrei vederla alle prese con un caso limite di OFF, e tanti echi pronti a passare di straforo e rovinare la reputazione fin qui meritata.

Io ci credo sempre meno, perchè ci vorrebbe lo spegnimento di un 27, con nella stessa direzione un 26 RAI totalmente fuori intervallo di guardia con l'altro 26 RAI che ho scelto da altra direzione, perchè ottimo e più forte.

Dovrebbe solo fargli un po' di solletico questa situazione anomala momentanea, ma non annientarmi la visione del 26 che ho scelto nella programmazione.

Non si riesce mai nei miei Samsung a far affiorare la barra rossa degli errori sul 27 e 30, appunto programmandogli un 28 e 29 inesistenti, che sì gli fanno fare gli spilli adiacenti e lo strumento mi da C-BER peggiorato e barra del QEF minacciosamente elevata, con a volte pure oltre il "Quasi Error Free" !!!

------------------------------------------

Caro Paolo, caschi proprio a fagiolo segnalando questo problema per me apparente.

C'è più di una strada da intraprendere per aggirare il problema.

Il 21 spento ti fa andar male il 22 RAI ? Pronto, lo prendi e lo converti su di una frequenza libera . . . diciamo la 65, che è libera per forza.

A questo punto ti ritrovi col 21 libero da programmazioni, e puoi provare a metterci con una conversione, un multiplex secondario, magari da altra direzione, che sai che non spegne praticamente mai, però puoi anche lasciarlo vuoto, così sei più sicuro.

Se hai una frequenza pseudo libera più bassa, puoi metterla lì, 28, 32, 39, 45, non so cosa hai di libero.

Addirittura puoi avventurarti a fare 21 in 12 ( VHF ), poi devi mettere un cartello dicendo: fate la sintonia manuale e cambiate il "passo" da 7 a 8 MHz nel menù di sintonia, una strada limite sarebbe anche questa.

E' improbabile che tu abbia già riempito tutte e 32 le posizioni canale della centrale, e potendo muoverti in tutta libertà, una soluzione si trova.

Se limitano il CAG, 1° non riesce più a fare il miracolo di livellarli tutti, poi non è detto che il problema 21 - 22 si annulli del tutto.

Poi, io costruttore, non posso mica pensare che dei "NULLI", mi vanifichino in continuazione il buon funzionamento della mia centrale rivoluzionaria.

Mi dispiace che tu abbia fatto 4 "figuracce" non meritate, io ne vanto le caratteristiche come hai fatto tu, però qua, quando va in off una frequenza adiacente, lo spettro fa come il tuo, il canale superiore peggiora come misure, però i TV Samsung reggono bene, avrai un eco MALEFICO.

Quel mux "senza il gasolio per il generatore di corrente", traslalo dal 21 a un canale che prima e dopo, abbia al limite altri due mux "mongoli", e non mux nazionali importanti, se no rifugiati in 65 UHF.

Non superare l'uscita di 103 dBuV, perchè con 32 canali peggiorano i dati prima.

P S: da prove fatte, la mia "frega" il canale inferiore, e spegnendosi il 21, non me ne ero accorto . . .

Ciao.

[ 9 commenti ] ( 195 visite )   |  permalink  |   ( 3 / 491 )
475. Tabella delle prestazioni della Johansson 6700. 
Quella che segue è una tabella che illustra i valori misurati dal prelievo del mio 5° CAD Fracarro, per vedere dove la Johansson 6700 lavora al meglio al variare del livello d'uscita ( potenza ) con tutti i 32 multiplex selezionati, dal suo minimo di 93 dBuV al suo massimo di 113 dBuV, sulla frequenza ch. 49 di Mediaset.

---------------------------------------------------------------


dBuV-------C/N--------MER-------CBER--------VBER

93--------->27.3--------31.0-------2.0E-4------<1.0E-7- dal 1° CAD 14 / 63 dBuV / ch. 49

93--------->26.4--------29.2-------5.2E-4------<1.0E-7- dal 5° CAD 14 / 59 dBuV / ch. 49
94--------->27.7--------30.3-------4.5E-4------<1.0E-7
95--------->28.8--------30.9-------3.0E-4------<1.0E-7
96--------->29.6--------31.0-------3.3E-4------<1.0E-7
97--------->30.4--------31.4-------2.9E-4------<1.0E-7
98--------->31.0--------31.5-------2.5E-4------<1.0E-7
99--------->32.0--------31.5-------2.2E-4------<1.0E-7

100------->33.0--------32.0-------2.4E-4------<1.0E-7
101------->34.0--------32.0-------2.2E-4------<1.0E-7
102------->34.2--------32.2-------2.0E-4------<1.0E-7
103------->33.9--------31.5-------2.0E-4------<1.0E-7

104------->32.3--------30.9-------2.2E-4------<1.0E-7
105------->30.1--------29.8-------3.9E-4------<1.0E-7
106------->29.3--------28.5-------4.2E-4------<1.0E-7
107------->28.1--------27.3-------6.3E-4------<1.0E-7
108------->26.6--------25.4-------9.9E-4------<1.0E-7
109------->24.8--------23.7-------1.9E-3------<1.0E-7
110------->23.0--------21.8-------5.0E-2------<1.0E-7

111------->21.1--------20.2-------1.1E-2-------2.7E-6
112------->20.3--------18.9-------2.2E-2-------1.3E-4
113------->18.9--------18.0-------3.6E-2-------2.6E-3

A questo punto, si vede chiaramente che la zona dove rende meglio la centralina con tutti i 32 mux inseriti, è quella che va dai 100 ai 103 dBuV.

Quindi, non è vero che più basso sto e meglio va; come spesso succede, se "strozziamo" troppo l'amplificazione, peggiora il C/N e quello che ci va dietro.

A 110, la barra rossa degli errori del mio Samsung sta ancora a 0.
A 111, affiora di tanto in tanto un 1.
A 112, siamo a 8----13.
A 113, 149 ........ 191, mosaico ai blocchi di partenza, e su altri mux è già partito, tipo il ch. 41 che è meno tonico in partenza = antenna.

Io che stavo sui 96, forse mi "mangiavo" già qualcosina in fatto di qualità finale all'uscita della 6700; se per qualche motivo c'era un degrado momentaneo in antenna, avevo più probabilità di vedere un'attimo di mosaico sui TV, cosa che magari non avrei visto se l'uscita fosse stata settata a 102 dBuV.

Adesso devo far la prova con meno di 32 multiplex di programmazione all'interno della 6700, così verifichiamo se la zona "clou" si sposta dai 100 - 103. A dopo.

---------------------------------------------------


Togliendo 8 mux : i ch. 21, 27, 31, 38, 41, 56, 57, 59, e rimanendo con solo 24, le cose non sono cambiate di molto, diciamo che la zona "clou" si è un pelo ampliata, da 100 a 104, a 111 dBuV si sono raggiunti gli 1.0E-7 sul dopo Viterbi, che prima erano andati persi nella già pesante saturazione, ma si tratta di sfumature; meno mux = meno "bolgia" generale.

Togliamone ancora 8: i ch. 22, 23, 34, 37, 46, 50, 51, 60, e rimarremo con 16 mux UHF!

---------------------------------------------------

Sempre dal 5° CAD 14, con solo 16 mux selezionati: ch.24, 25, 26, 30, 33, 35, 36,
40, 42, 43, 44, 47, 48, 49, 52, 55.


dBuV-------C/N--------MER-------CBER--------VBER

93--------->29.1--------31.4-------3.4E-5------<1.0E-7- dal 1° CAD 14

93--------->25.0--------29.1-------8.8E-5------<1.0E-7- dal 5° CAD 14
94--------->26.0--------29.8-------5.2E-5------<1.0E-7
95--------->27.0--------30.6-------3.7E-5------<1.0E-7
96--------->27.8--------31.0-------2.8E-5------<1.0E-7
97--------->28.2--------31.2-------2.6E-5------<1.0E-7
98--------->28.5--------31.5-------1.9E-5------<1.0E-7
99--------->29.3--------31.8-------1.6E-5------<1.0E-7

100------->30.0--------31.7-------1.9E-5------<1.0E-7
101------->30.4--------31.9-------1.5E-5------<1.0E-7
102------->30.7--------32.2-------3.9E-5------<1.0E-7
103------->31.0--------32.2-------3.7E-5------<1.0E-7
104------->31.2--------32.0-------3.0E-5------<1.0E-7
105------->31.5--------31.8-------2.3E-5------<1.0E-7
106------->31.1--------30.9-------2.8E-5------<1.0E-7

107------->27.6--------30.6-------8.9E-5------<1.0E-7
108------->27.9--------30.2-------8.3E-5------<1.0E-7
109------->27.2--------29.5-------9.4E-5------<1.0E-7
110------->26.1--------28.0-------1.4E-4------<1.0E-7
111------->24.8--------26.8-------2.7E-4------<1.0E-7
112------->23.5--------24.6-------7.3E-4------<1.0E-7
113------->22.3--------23.3-------1.8E-3------<1.0E-7

Eccoci qua, quello che spicca è il valore di CBER alla meno 5, dovuto forse al fatto di aver tolto il ch. 50 che è adiacente al 49, poi è quello di Monte Grande, quindi altra direzione con altro potenziale 49 . . .

Quella misura riferita al 1° CAD 14, fa vedere che con solo 16 mux, la questione non cambia di molto se esco con 93 come con 106, è solo che lo strumento con meno segnale in ingresso ( 59 dBuV qui dal 5° CAD, contro 63 del 1° CAD più 8 mt. di cavo < - 2 dB >, sempre sul ch. 49 ), mi da delle misure più scadenti, che in realtà non derivano tutte dal minimo di 93 impostato sulla Johansson.

Loro dicono che con solo 6 MUX, si può uscire con 110 dBuV.

E difatti qui ce n'è 16, e con 106 dBuV di uscita, va ancora alla grandissima.

---------------------------------------------------------------


Dalbys, sei il boss engineer RF dell'Offel ?

Ti dirò che se un'emittente "spegne", affiora il rumore dato dal CAG, ma si ferma 14 dB sotto al livello degli altri MUX, appena il segnale ritorna, il CAG con calma riporta tutto a livello, però da subito vi sono 10 dB di più che su gli altri MUX, poi come detto scende piano piano al pari degli altri, una finezza degna del validissimo progetto.

Se il pre è inserito, il panettone del solo rumore è più alto rispetto a quando il pre è tenuto spento, quindi un'adiacente col pre attivato, quando il nostro mux selezionato si spegne dal trasmettitore, viene interessato un po' di più, allora se non è proprio indispensabile attivarlo, conviene tassativamente tenerlo SPENTO, questo per tanti altri motivi.

Ho fatto la prova con il ch. 28 della Croazia, che stasera arriva a palla, quindi per farlo sparire stacco l'antenna dalla centrale, poi dopo che il finto panettone ha finito di salire, simulo la riaccensione del TX inserendo con decisione il cavo d'antenna, il panettone va oltre il dovuto, poi il CAG lo livella alla perfezione.
Ma i dati dell'adiacente ch. 27 ne risentono pochissimo, direi in maniera trascurabile, quindi problemi ZERO !

Se l'assenza momentanea di un MUX avesse comportato "danni" agli adiacenti, allora questa centrale sarebbe stata più di una mezza ciofeca, invece non è così, va benissimo !

Arriva anche un bel ch. 39 ( 51 dBuV ), con 31 emittenti TV e 4 radio in DVB T2, purtroppo tutte codificate, e gli adiacenti 38 e 40 praticamente non se ne accorgono nemmeno . . .

[ 6 commenti ] ( 114 visite )   |  permalink  |   ( 2.9 / 643 )
474. 2 Centrali TV TOP a confronto: il passato e il presente. 

Spettro offerto da una stagionata centrale a 36 moduli UHF di preselezione "super select", con anche i tre gestori LTE, a 4 e 6 celle della HELMAN, che è poi la mia che è su nel sottotetto.

Anni di regolazioni, tarature, spostamenti di moduli, sostituzioni di quelli a 4 celle con quelli a 6 . . . non potevano arrivare comunque a risolvere il problema dei mux trasmessi a bassa potenza, rispetto alla stragrande maggioranza degli altri medio-alti.

Così che, si può ben vedere che i canali 32, 41, e 59, guarda caso dello stesso proprietario, si è costretti a non alzarli più di tanto, se no vanno a "rovinare" esteticamente gli estremi dei multiplex adiacenti.

Il trasmettitore del ch. 32 è tenuto basso ( ipotizzo 25 watt, perchè ho qui in antenna 59 dBuV, quindi 25=59, 50=62, 100=65, 200=68, 400=71, 71 come gli adiacenti ch. 31 e 33, che dovrebbero aggirarsi proprio attorno ai 400 Watt . . . ogni 3 dB in più la potenza raddoppia, ogni 3 dB in meno si dimezza ), perchè altrimenti disturba l'altro forte ch. 32 di Velo Veronese, che è sempre loro ( 7 Gold ), che non è in SFN perchè ha altri contenuti, e fin qui è logico.

Il ch. 41 ha gli stessi contenuti del 32, ma è tenuto acceso e ridotto anche lui, forse per tenere occupata la frequenza.

Il ch. 59 non possono tenerlo "allegro", perchè a Monte Grande di Calderaro ne hanno un'altro a potenza giusta con altri contenuti, e dal modenese un'altro ancora a potenza pari agli altri, mi pare con ulteriori diversi contenuti.

Quindi i ch. 59 in città, sono tenuti relativamente bassi per questi motivi.

Io li vedo lo stesso, ma non posso elevarli al livello degli altri, pur avendo degli ottimi moduli.



Mentre invece, e sottolineo MENTRE, questo unico impedimento dato da una centrale a moduli, viene quasi totalmente aggirato da una selettività pari circa a come se ci fossero stati dei moduli a 12 celle, ma che però non sono mai esistiti.

La Johansson Revolution ( è presente anche sotto diverso nome, e viene venduta da Fracarro, Mediasat, Offel, FTE, ed Emme Esse Domino TV organizer, solo per citarne alcuni ) riesce elettronicamente a raggiungere una selettività tale, da mitigare del tutto il problema del forte dislivello in antenna fra due segnali adiacenti, sia provenienti dalla stessa direzione, che meglio ancora, da direzioni diverse.

Nello spettro qui sopra si vede che il ch. 32 è stato portato al livello degli altri, il ch. 41 non l'ho settato perchè è uguale al 32, ed il bassissimo ch. 59, proveniente da dove arriva anche il ch. 60, è stato "portato su" senza sfigurare l'adiacente 60, che così vedendo, uno non s'immaginerebbe ci fossero stati in antenna ben 16 dB di differenza fra i due.

Solo per questa performance, la "rivoluzione compatta" batterebbe qualsiasi "MODULARE" . . . se poi ci aggiungiamo "l'automatic level adjust" in tempo reale, dato da un CAG ampissimo, le conversioni illimitate, l'indicazione sul display della potenza in dBuV sia in antenna che in uscita, la pre-amplificazione di 20 dB interna "invisibile" ed escludibile, la tele-alimentazione a 12 o 24 volt sempre pronta all'uso, i filtri LTE automatici, tempi differenti di messa in opera drammaticamente abissali . . . e aggiungo ". . ."

Impianto con centrale a moduli ??? >>>>>>>>>>>>> CIAOOOOOOOOO !!!

Programmabili di generazioni precedenti ??? >>> ARICIAOOOOOOOOO !!!

---------------------------------------------------------

Comparazione fra le misure date dal PROMAX TV EXPLORER II e le misure fornite dalla johansson 6700, utilizzando l'antenna TELECO 66 su Barbiano, splittata in due discese con un PA 2 Fracarro ( - 4 dB ), così la donna non vede tutti i "disturbi impulsivi" che si generano "armeggiando" con la manopola della "REVOLUTION".


CH.- dBuV PROMAX - Johansson 6700
21 ---------- 71 ------------------- 72
22 ---------- 74 ------------------- 74
23 ---------- 74 ------------------- 73
24 ---------- 74 ------------------- 73
25 ---------- 71 ------------------- 69
26 ---------- 74 ------------------- 71
27 ---------- 68 ------------------- 65
30 ---------- 73 ------------------- 71
31 ---------- 70 ------------------- 68
32 ---------- 58 ------------------- 55
33 ---------- 71 ------------------- 68
34 ---------- 71 ------------------- 67
35 ---------- 64 ------------------- 62
36 ---------- 66 ------------------- 64
37 ---------- 66 ------------------- 63
38 ---------- 66 ------------------- 63
40 ---------- 78 ------------------- 75
41 ---------- 61 ------------------- 60
42 ---------- 70 ------------------- 68
43 ---------- 76 ------------------- 74
44 ---------- 75 ------------------- 72
46 ---------- 72 ------------------- 69
47 ---------- 75 ------------------- 72
48 ---------- 75 ------------------- 72
49 ---------- 62 ------------------- 60
51 ---------- 67 ------------------- 65
52 ---------- 56 ------------------- 54
55 ---------- 74 ------------------- 69
59 ---------- 50 ------------------- 45
60 ---------- 61 ------------------- 57

Le differenze vanno dai 0 ai 5 dB in meno, segnalati dalla Johansson al salire della frequenza, e non posso stabilire chi sia più in fallo fra le due elettroniche, ma visto il divario di prezzo dei due oggetti, propenderei per la seconda.

La misura invece sull'uscita TEST -30 dB, combacia con l'indicazione inerente al livello d'uscita impostato: 96 dBuV sull'OUT e 66 dalla presa di TEST.

---------------------------------------------------------

Andrea, per noi "della vecchia", è stato un bel regalo di fine carriera, io son contento.

---------------------------------------------------------

Stefano, in rete ci sono due video fatti bene sulla programmazione della Johansson 6700, uno polacco e uno ungherese.

Si fa tutto con la manopolina, solo che non ha i led rossi e verdi delle Johansson vecchie, che "imbananavano" l'antennista, qui confermi pigiando ( click ), e ruoti a destra e a manca ( come nelle vecchie, dal resto ) , tutto qua.

Per cancellare un canale o una conversione che non ti serve più, basta tenere premuta la manopolina per 3 secondi e PUF, la programmazione di solo quel canale sparisce ( contemporaneamente al panettone s'intende ) . . . di una semplicità unica!

E' un modulare elettronico, migliore di una centrale modulare HELMAN a 6 celle col CAG o AGC che dir si voglia, e per me, non era neanche ipotizzabile un EXPLOIT del genere.

La manopola, come vedrai nel video è molto sensibile ad "andare" dove NON vuoi tu, ma basta non "agitarsi" e risponde bene, ma però dovrebbero in futuro migliorare il sistema, perchè in certi sottotetti "speciali", si ossidano i contatti interni della manopola e da di matto sulle funzioni che vorresti impostare, non ce la fai quasi più ( SIG 8008 - 8009 ).

La tua FR 10, dovrebbe essere quella a filtri SAW, con selettività migliorata sul canale adiacente . . .

Prima ancora c'erano le SAF a forma di parallelepipedo da fissare anche nei rack . . .

Questa arriva a 35, ma non hanno pensato di farla in pressofusione, tanto, una volta inventato un processore - integratone - CPU, non so come si chiami, il cabinet l'hanno fatto che sembra un giochino, ma il risultato è pazzesco, poi con i fori ovunque, si raffredda meglio.

Il CAG si assesta sul valore impostato per l'uscita, che va da 93 a 113 dBuV, canale per canale, intanto che la imposti / selezioni / scegli i canali, tu per esempio metti a 100 dBuV l'uscita, e lei in tempo reale li mette tutti a 100 dBuV uno dopo l'altro, poi alla fine se vuoi, ti puoi divertire con la manopola, a passare da 93 a 113, per vedere nello spettro il rumore che affiora in basso, dato dalla saturazione che aumenta.

Il range 93 --- 113 è proprio giusto, perchè con 32 mux a 113, il degrado è evidentissimo nello strumento, ma nei TV affiora ancora poco mosaico, basta scendere decisamente di livello, e tutto va per il meglio ( con 32 mux come ho io, consigliato 103 ).

L'antennista dovrebbe averne sempre più di una con se, perchè oramai si è capito che questa è la centrale universale per il 99 % dei condomini . . . va bene qua che siamo in tre condòmini, e basterebbe anche meno del minimo impostabile di 93 dBuV, con 103 ne fai di appartamenti, hai voglia . . .

Il BOSS TECH di Televes ha il CAG limitato a un livello ben preciso, più di tanto non va su per logica di progetto, ed è un'altra cosa, sempre "furba" come gli amplificatorini da interno "PICOKOM" che vanno perfettamente bene, e non potranno mai andare in saturazione.

Il peggioramento del MER è ridicolo e del tutto trascurabile, ho già fatto tante prove con segnali lontani e riuscivo sempre a non perderli, invece si riscontrava che con altre marche, dal "mobile" in pressofusione, 10 mux, insomma la tua, si perdevano d'ufficio 3 / 4 dB di MER subito, e mi sembra di averlo visto in un grosso impianto di cui un giorno vedrò la centrale di testa, e già alle prese non avevo un mux che arrivasse a 30 / 34 dB di MER come il PROMAX mi da come massimo, quando misuro dei segnali doc in antenna.

Ho ancora spinotti IEC perchè ho più di 6 cavi con femmina IEC che vanno a 3 decoder e tre TV, qui a portata di mano, poi ho un mucchio di raccordi con femmine IEC e F maschio rapidi come quelli che entrano nella Johansson.

Stavo cercando un pezzo unico che facesse da femmina IEC a F rapido maschio, così sarebbe più corto dei miei che ho ricavato avvitando due pezzi.

Ho visto quelli con innesto del cavo, ma il solo pensiero che non si possa recuperare l'attacco F per metterlo altrove, mi irrita in partenza, io avvito e svito, punto.

Ma con la 10 PRO, si fanno solo 10 MUX selettivi o cosa ?
Se no per 20 MUX ce ne vogliono due, non ho ancora capito bene, ne ho vista una in funzione ed era con pochi MUX, ma però alquanto selettiva.

La Johansson, finalmente fa un mucchio di "magate", tutte contemporaneamente, e la sua forza è lì, se poi riusciranno ad arrivare oltre i 32 MUX non lo so, però il difficile lo hanno già fatto, e aumentare fino a 50, forse è una mezza sciocchezza per loro, ma hanno fatto bene a uscire anche con solo 32, perchè l'importante era arrivare primi.

Poi 32 MUX non si davano mai, quindi onore al merito lo stesso.

------------------------------------------------------


Everardo, esiste sul mercato una centrale IF - IF grande tipo questa, che guarda caso processa 32 transponder SAT e li converte a piacere su altri 32 transponder in uscita, quindi il sistema è lo stesso.

Credo che abbia 4 ingressi SAT, così puoi scegliere anche più di un satellite, che so, 3 polarità da Hot Bird e una da Astra.

La LEM ce l'ha in listino, e anche la Johansson.

Hanno fatto prima il miracolo per il SAT, poi l'hanno replicato per il DTT.

[ 7 commenti ] ( 199 visite )   |  permalink  |   ( 3 / 623 )

<< <Indietro | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | Altre notizie> >>