452. CAIRO DUE da Castel Maggiore verso NORD. 
I derivatori in pressofusione, oramai tutti adatti per frequenze TV e SAT ( 4 - 2400 MHz ), dichiarano perdite di passaggio superiori rispetto a quelli terrestri di una volta, perchè si riferiscono al massimo reale dato proprio dalle frequenze IF SAT ( 950 - 2150 MHz ).

Quindi, a parità di prelievi e di attenuazione sugli stessi, qualcuno fa riferimento alle perdite su frequenze TV ( 40 - 860 MHz ), e dichiara meno, altri si basano su quelle SAT, che ovviamente sono più alte.

Poi magari, da prodotto a prodotto, vi sono reali differenze nelle perdite di passaggio dovute all'accuratezza di progetto.


Si vocifera: per servire CENTO e non solo.


Prima l'antenna era dall'altra parte del traliccio verso sud ( Bologna ).



Trasmettitori a Castel Maggiore visti da NORD

Ho fatto delle misure, ma da lì il 25 mi sembrava ancora spento, il 24 e 26 sovrastavano nettamente come al solito.

Zummando si scorge l'antenna




In cima, sempre l'antenna di Mediaset verso Bologna ( sud )


Tiltata verso il basso, per non arrivare in . . . Austria.



Clicca per vedere le principali postazioni radiotelevisive di Bologna

-------------------------------------------------------


Cesare, appunto perchè l'imbeccata partiva da te, mi sono mosso, se era di Elio dubitavo, ah, ah.

Poi lo sapevo già di un 25 imminente "sparato" verso nord, ma al pèr smorz . . . tè csà dìt ?

----------------------------------------------------------


Andrea, strano, io invece ho visto -10 dB in B III^, sullo splitter a due vie Inverto, 950 - 2150 MHz, ma effettivamente si riferivano specificatamente alla banda IF - SAT.

Tutti 'sti canali liberi in banda III^ io non li vedo, il 5 e 9 sono della RAI, il 7 mi sembra dell'estero insieme forse al 6, l'8 è una burla, il 10 non si sa, l'11 era in prova alla RAI, il 12 è del DAB.

Già non la consideriamo in tanti, se non venisse più utilizzata sarei contento, perchè , disturbi elettrici / impulsivi, finali VHF da re-installare, che facciamo, torniamo indietro ? Baaaasta, non ci sarà il T2 ? E allora, ce ne sarà di posto, basterà far sparire l'87 % dei programmi spazzatura, e hai voglia . . .

Le emittenti utili saranno una cinquantina, ce ne sono quasi 400 . . . sfoltire, sfoltire, X LEGGE !

Poi io vedo il futuro della TV sulla fibra ottica, le antenne riceventi e i trasmettitori potenti, dovranno cedere il passo, ci vorrà del tempo, ma dopo che ho visto SKY arrivare NON dalla parabola, mi sono preoccupato / convinto.

Se non arriverà via etere addirittura direttamente nelle case, dalle BTS telefoniche con pochissimi Watt, che hanno già riempito le nostre città da oltre 20 anni, come già avviene per gli smartphone e PC con chiavetta.

[ 6 commenti ] ( 139 visite )   |  permalink  |   ( 3.1 / 173 )
451. Tutti "matti" per LA 7. 

Ecco una delle soluzioni adottate ad Anzola Emilia


Essa si basa sul fatto che da Barbiano arrivano forti solo i 4 mux RAI, gli altri sono poca roba in confronto, e il 25 è appunto bassissimo, mentre invece da Serramazzoni ci sono un po' tutti.

Allora sono stato chiamato in un posto ( dove ero andato pochi mesi prima ), per la mancata visione di "LA 7", e rispetto al disegno, mancava il MEF 25 che ho aggiunto.

Quindi siccome da Serra un po' di 25 c'era, 55 dBuV, ho sfruttato l'uscita di banda IV^ del diplexer sulla destra che era rimasta libera, perchè prima mi serviva solo come passa-banda V^.

Il diplexer potrebbe essere anche un 21-31 di IV^ e un 33-60 per la V^, così da avere più roba da Serra, e che da Barbiano sappiamo andare male.

Vi sono un po' di sovrapposizioni per via dei due ingressi UHF, ma o così a prezzo calmierato, o se hai delle pretese, ti rovini con un canalizzato, oppure semicanalizzato a 4 moduli, 24, 26, 30, 40 a 5 celle, più tutto l'UHF di Serra, e alcune accortezze del mestiere se occorrono.

Il 24, 25, e 26 nello strumento vanno per un pelo, in casa un Samsung sul 25 mi dà qualità 100, e quindi sono tranquillo.

E' appunto adesso che i nodi vengono al pettine: LA 7 è SCOMPARSA, tutti in crisi d'astinenza, chiamate da tutti i condomini a moduli, utenti che non sanno risintonizzare il TV o il decoder ( e praticamente è come se io dovessi "fare" la lavatrice, uguale ), quindi li capisco.

Se uno si trova anche l'antenna su Velo Veronese, può provare a estrapolare il 25 da lì, perchè adesso, l'importante è avere un 25 valido dalle antenne che si ha già a disposizione, e se uno è stato previdente con orientamenti dai guadagni non risicati, può sperare in bene sul fatto di non metter mano all'antenna fuori.

Questo cambio di frequenza da parte di LA 7, era stato annunciato da una vita, ma figurati se ti chiamavano per evitare i tempi di attesa di adesso . . . peggio per loro.

Io giro con una sporta di moduli TEKO, alcuni HELMAN e FRACARRO KF, ponticelli vari, una lampadina a filo con spina e tripla incorporata, per non essere mai al buio, e dove arrivo "concretizzo", LA 7 salta fuori, e dopo giù per le scale, ce ne andiamo al grido di "E adesso, al via con le sintonie ! ! !" ( Loro ! ).

E noi via di corsa verso un altro condominio della lunga lista, perchè restare senza LA 7 per diversi giorni, per molti è peggio che rimanere diversi giorni sotto la neve . . . proprio non ci arrivano a capire che nella vita ci sono tantissime cose molto più importanti che non vedere LA 7 . . . poveretti . . . che menti inferiori . . .

Io lo dicevo che col digitale non saremmo stati tanto fermi, ma questa temo che sia l'ultima vera grande botta di lavoro di corsa, perchè si tratta pur sempre di un emittente di spessore, e per tutti noi del settore è una boccata di ossigeno, avere il telefono che scotta.

Nelle programmabili, mi sono avventurato già due volte a programmare il SOLO 25 da uno dei 10 cluster, o da Castelmaggiore, o ad Anzola da Serramazzoni, pur ovviamente avendo già impegnato la programmazione in zona 21-26 o 24-26 sempre da Barbiano, e FUNZIONANO !

Noi eravamo partiti prima dello stop, quindi adesso siamo già a più di 100 interventi di aggiunte moduli per la frequenza 506 MHz del mux di CAIRO DUE, con il vantaggio di un successo a mani basse, visto la frequenza . . . "BASSA".

Un "25" va sempre giù, basta piazzarlo bene al livello del 24 e 26, e di sorprese strane, è molto difficile trovarsene in casa dalla gente.

Devo solo fare attenzione quando sono costretto a prendere il 25 da Velo Veronese, perchè si tira dietro una fettina del 26 RAI di Monte Venda, che mi va a incasinare la ricezione del 26 RAI di Barbiano per via di una porzione di dati sovrapposti che fa da eco, specie quando Velo è preamplificato sul modulo di 10 dB.

Allora lo devo tenere un po' più basso e "limare" le tarature dei due moduli 25 - 26.

Ne abbiamo ancora parecchi da accontentare . . . ma ce la faremo . . . oh se ce la faremo.

----------------------------------------------------


Ciao Andrea, sempre tra i fedelissimi.

[ 1 commento ] ( 86 visite )   |  permalink  |   ( 2.9 / 151 )
450. Il gioco delle . . . "due carte". 
Notizia di servizio: Rientrato TOTALMENTE nei giorni scorsi, il problema del clamoroso "BUCO" di segnale di PERSIDERA nella vasta zona "SAN DONATO".
I tecnici erano tornati quasi prontamente sul trasmettitore posto a BARBIANO, e avevano sistemato un problema di "FASE" riguardante l'emissione del segnale, da parte della pannellatura nuova ( l'antenna in questione ).
Oggi 13 Gennaio, mi sono recato APPOSTA su di un impianto in via MUSOLESI 14, dove prima di NATALE, in antenna erano venuti a mancare quasi 30 dB di segnale sui canali 47, 48, 55, e ho misurato 78 dBuV su tutti i mux adiacenti dal ch 47 al 52, una precisione di pareggio con i segnali Mediaset incredibile, sembrano tutti irradiati da una stessa antenna / gestore, ma si sa che non è così.
Quindi, complimenti ai tecnici di PERSIDERA, che hanno raddrizzato il tiro in maniera precisa e molto professionale.

--------------------------------------------------------------



Banda IV^ da Barbiano e Banda V^ da Castelmaggiore + 2 interscambi ad hoc.


Quando qualcuno a tutt'oggi, rimane ancora ancorato al concetto di Banda IV^ & Banda V^ separate, poi succedono quegli incroci dove ti manca qualcosa e ti ritrovi pure cali procurati sulle frequenze di taglio del mix / diplexer, di solito 36 e 37.

Arrivo io e mi trovo l'impianto con solo il modulo del 40, il diplexer e il finale, ma sfortuna vuole che il 25 da Barbiano arrivi malaccio e con dati insufficienti, e LA 7 definitiva squadretti in casa dagli utenti.

Mi trovo in via del Giorgione, angolo via Martinelli, impianto di 4 scale, zona di Bologna ovest, di conseguenza "TRISTA" per le emissioni di EI TOWER, allora ho dovuto "arzigogolare" questa combinazione "a specchio" per quanto riguarda il 25 di CAIRO 2, come si era fatto per il 40 della RAI.

Due moduli di preselezione ( filtri attivi ) a 5 celle della TEKO / Tekmedia . . . "e ti passa la paura".

Ma se ce la fanno ( per poco ) i Mediaset sul 49 a funzionare, perchè un 25 non ce la deve fare ? Che tanto per cambiare, ho tutti i ripetitori a vista.

Non ce la fa neanche quando sono "riparato" da Velo Veronese, ma penso che in definitiva sia colpa sua per via degli echi.

Ma alza quel 25 di 3 dB, che forse va anche a Calderara di Reno, dove il problema è lo stesso ( tanto prima che superi le potenze dei 4 mux RAI . . . mo' te passa ).

Tutta quella direzione è compromessa, PERSIDERA sul 48 arriva da sempre molto meglio, ma oramai dopo il 15 - 1, per LA 7 e LA 7d, la collocazione al suo interno apparterà al passato.

Finchè c'è il Mmittico, c'è speranza . . .

-----------------------------------------------------------


Stefano, il problema era che il 25 di CAIRO 2 da Barbiano andava a quadretti, mentre di solito in altre posizioni della città VA, quindi l'ho preso da Castelmaggiore, infilandolo sulla linea dedicata alla banda IV^ di Barbiano, tramite un modulo.

Stessa cosa che era stata fatta prima da altri per il mux RAI ch 40, che da Castelmaggiore ovviamente manca.

Adesso ti ingarbuglio ancora di più la mente . . .

Se da Barbiano, ho altre frequenze in banda IV^ ( 21 - 36 ) che mi vanno male, ma che al contrario da Castelmaggiore sono perfettamente ricevibili, posso affiancare altri moduli a quello di destra del ch 25, per esempio un ch 33.

E già qui, stai dando le onde . . .

E stesso caso, se da Barbiano ho altre frequenze in banda V^ ( 37 - 60 ), che mancano o vanno male da Castelmaggiore, posso affiancare altri moduli a quello di sinistra del ch 40.

Questa combinazione consente di vedere il ch 31 in IV^, che è solo trasmesso da Barbiano, e i ch 57 e 60 in V^, che sono solo trasmessi da Castelmaggiore.

Nel disegno manca, ma vi è un attenuatore FR volante blu, sul cavo che va dall'uscita superiore del modulo del 40, all' entrata sotto al modulo del 25, questo per attenuare l'insieme dei canali di IV^ di Barbiano, perchè i RAI 24, 26, 30 sono sempre i più alti, e così facendo, anche il 25 "tristo" è calato dal "rompermi gli zebedei", riguardo all'altro ch 25 BUONO che ho selezionato da CM, con il modulo dedicato.

Di solito in quella zona, faccio tutto l'UHF da CM, poi i 4 moduli 24, 26, 30, 40, per i mux RAI, ma lì erano già "regolati" a quella soluzione, 4 scale, cavi un po' vecchi, ho preferito lasciare la configurazione esistente, con l'aggiunta "professionale" del solo 25.

Il freddo sotto zero fa brutti scherzi.

Ciao.

-------------------------------------------------------------------

Everardo, bisognerebbe sentire loro, ma BillyClay mi ha detto che è andata così, era fuori fase una "faccia" dell'antenna, e non penso si sia trattato di un collegamento dimenticato lassù, chi ci andava con questo freddo, se ne sarebbero accorti subito giù dal trasmettitore, io poi non sono del mestiere . . .

Certo che è curioso, prima un calo abissale, poi la perfezione.

CAIRO se n'è proprio andato da PERSIDERA, quando è stato installato un sistema radiante NUOVO, e che va alla stragrande, in tutto l'insieme, a BOLOGNA e dintorni, ci ha un po' rimesso . . . ma doveva migrare per ovvi motivi di indipendenza multiplex.

Ciao.

[ 7 commenti ] ( 177 visite )   |  permalink  |   ( 3 / 159 )
449. Vacanze in . . . "Croazia" 
--------------------------------------------------------------

Notizie PERSIDERA


05 - 01: Oggi hanno alzato la potenza di 2-3 dB, riscontrati anche dal mio modulare, che sono andato prontamente a ripareggiare, poi hanno regolato gli "echi" e qui a casa i dati vanno bene come sempre.
Ero in via Lyda Borelli, e ho visto una leggera ripresa di potenza, però non sufficiente a raggiungere i livelli dati dal vecchio sistema radiante in quella speciale area di zona.
Mi pare però, che anche prima i PERSIDERA non arrivassero in maniera esuberante, ma erano di sicuro molto più alti, di come me li sono ritrovati all'uscita degli impianti modulari regolati "PARI" di tutto il vasto circondario.
Adesso si spera che anche con meno segnale, gli utenti siano tornati a vedere bene le immagini che squadrettavano dei soli tre mux: 47, 48, 55.

02 - 01 - h 18: PERSIDERA ancora così, e il peggio sarà quando traslocheranno su quell'antenna anche i mux di Rete A, il ch 33 e il ch 44.

28 - 12 - h 18: ATTENZIONE !!! Comunicazione di servizio, alcuni giorni fa, hanno cambiato le antenne trasmittenti a Barbiano per i canali di PERSIDERA 47, 48, 55, favorendo finalmente la zona verso San Lazzaro che era scarsa da decenni, e pare che il sistema sia ancora da ottimizzare.

Zona Foscherara OK = via Don Guanella 9, 2 dB più forte dei Mediaset.
Da me in Castiglione 63, forse calato 1 dB.

Il problema però, è che si è creato al momento un "BUCO" di segnale nella zona "San Donato" ( e dintorni ) di oltre 25 dB, e i canali, già non funzionano in antenna, = chiamate "a balocchi".

Sono andato in 4 condomini: Piazzatta Musi, via Mondo, via Bentivogli, via Magazzari 16-18-20, e in tutti e quattro, lo spettro di Barbiano che ERA pressochè pari, presenta la quasi totale assenza dei soli canali 47, 48, 55.

Per adesso gli ho ridato 47 e 48 da Castelmaggiore, ma la situazione deve tornare circa come prima, almeno spero, se no è un casino nei larga banda su Barbiano.

--------------------------------------------------------------

E' da questo potente trasmettitore croato, che ricevo da sempre i loro canali.

La foto mi è stata gentilmente spedita da un lettore del blog.



"Albero di Natale" nel sottotetto.

Primo tentativo per . . . avere i canali CROATI nel modulare totale, nel semi-canalizzato, e sempre nella discesa dedicata al rotore orizzontale.

Il segnale del rotore orizz. entra da destra nel demix / diplexer BEFER VHF - UHF ( - 0,5 dB ).
Il segnale VHF è la banda III^ orizz. che entra nel MIX SIEMENS proprio nell'ingresso di III^, con attenuatore sul frontale al massimo.
Il segnale UHF incontra subito un pre a cubo da 13 dB alimentato a filo dalla centrale a moduli, staccabile da in casa, o dal semi-canalizzato sempre acceso ( cambiavo spesso scelta ).
Dopo il pre UHF si incontra uno splitter da - 4 dB, una linea va ai 3 moduli HRT del canalizzato: 28, 29, 53, preceduti da un'ulteriore pre telealimentato dal modulo 53.
L'altra linea va a un partitore induttivo SIEMENS a 2 vie da - 3,5 dB, un'uscita va a gli altri 4 moduli HRT del semi-canalizzato: 28, 29, 39, 53, sempre anticipati dal pre a cubo telealimentato.
L'altra uscita del partitore entra in basso nell'ingresso UHF del MIX SIEMENS, la cui uscita laterale ( in foto verso l'alto ), seminascosta dal primo splitter, parte e va giù in camera mia.
Non potevo "giocarmi" la banda III^ orizzontale rotante, preamplificando solo l'UHF che me l'avrebbe fatta scomparire.
Quindi con il segnale del rotore lì, preamplificavo 13 dB di UHF, ne perdevo 4 con lo splitter, e riamplificavo di 13 sia sui moduli del canalizzato che del semi-canalizzato.
L'altra uscita dello splitter SIEMENS, perdeva ulteriori 3,5 dB in UHF, sia sulla mia discesa che sul cavo destinato ai 4 moduli HRT del semi-canalizzato.

Sistema caotico e con delle controindicazioni: quando faccio la ricerca dei canali giornaliera per aggiornare la lista dei canali, si inseriscono i croati anche se ( con segnale forte ) disoriento di oltre 30° l'antenna, e ciò non è "igienico" per le mie esigenze.

Dato che si incontrano 2 preamplificatori, quando il rotore punta vicino agli adiacenti potenti locali, si rischia grosso di degradare i ch 27, 30, 38, 40, 52, 54, per via della selettività moderata dei moduli per l'HRT 28, 29, 39, 53.


Semplificazione INNANZITUTTO !

La notte porta consiglio . . . e difatti, sono tornato a convogliare il segnale del rotore, direttamente giù qui dal PC com'era prima, ma, volpata delle volpate, ho messo in pratica una mia vecchia idea, e cioè quella di ritornare su con una linea "di ritorno", staccabile da qui per poter avere sempre "la verità" a portata di mano.

La perdita di questa "andata e ritorno / sottotetto-casa e sottotetto di nuovo", è di 2 dB e rotti, misurati, e difatti saranno circa 13 metri di tragitto in più.

Quindi, un pre e uno splitter poi bona, via verso i 7 moduli a loro volta preamplificati per i MUX HRT, che vengono irradiati da circa 250 Km. da Bologna.


E il semi-canalizzato si è allargato anche con l'inserimento del ch 60 per il mux CANALE ITALIA 2, che per il computo delle emittenti attive in città ( dato che non l'hanno acceso a Barbiano ), in fondo mi serviva.

( In seguito ho trovato un 60 CAG, ho tolto il 60 normal, e ho ottenuto un aumento di segnale e qualità finale, perchè nella mischia di Barbiano riesce ad emergere con 14 dB più di prima, rimane il 59 debolissimo ma ce la fa ancora alla grande. )

E oggi pomeriggio, sono volato da Elio a metterglielo pure nel suo condominio, così ha "TUTTO BAR" + 57, 59, e 60 da Castelmaggiore.


Segnale che arriva e segnale che riparte ( appunto staccabile ).

In presenza di un segnale croato al limite dello squadrettamento, il miglior risultato si ottiene collegando direttamente la discesa "ROTOR ORIZZ" al cavo con femmina IEC 9,5 da un metro, che va direttamente al Samsung 21" reference qui sulla destra . . . = pochissima potenza, ma errori ridotti al minimo.

In men che non si dica, stacco e attacco per il segnale che torna nel sottotetto, Samsung collegato adesso al "MODULARE" = potenza nettamente aumentata, ma errori anch'essi di poco aumentati.

Ultima prova dal semi-canalizzato = ancora più errori con potenza intermedia.

Adesso ho fatto una prova in rapida sequenza, dal mux 28 che segnava errori 0.

Allora, rotore diretto: potenza 49, semi-canalizzato 70, modulare 93, però è sempre il tasso degli errori che conta, quando invece arriva una buona "BIRRA" di qualità, dovuta a un sostanziale aumento del segnale in arrivo, tutti i santi aiutano . . .

Il segnale, cioè la potenza che arriva da 250 Km, non sta mai ferma, adesso dopo aver subìto un calo da sotto-soglia di visione, è riemerso più forte della prova di prima, e or ora ho verificato in frettissima questa triade di livello: 57, 81, 96, sempre dalla barra azzurra del Samsung.


Qui, ieri l'altro, record del 53 nel modulare, sorpasso sugli adiacenti che sono sui 75.

Adesso che la potenza e scesa sotto i 50 dBuV ovviamente non va, e questa misura fa capire che ci troviamo di fronte ad escursioni di ben oltre i 30 dB, e quindi, perderne 2 col mio "giro" giù e su, o guadagnarne 3 con un'antennona da 50 "dollars", non ha ragione di esistere.


Anche il 28 e 29 ai massimi livelli raggiunti.



Il 28 in camera da letto, dopo 24 metri di cavo da camera mia, dal semi-canalizzato condominiale.



Il 29 andava di pari passo, era un momento al TOP della ricezione.


Qui signori, è cambiato il mondo, una volta dovevi aspettare l'estate per acchiappare un po' di 28, grazie a propagazioni super favorevoli, che vincevano sull'altro 28 proveniente dal Veneto.

Adesso, che finalmente qui da noi, i rompiballe ( 28 ), 29, 39, e 53 HANNO SPENTO, i mux croati arrivano a essere ricevuti quasi tutti i giorni, salvo nei brevi momenti "NO", e nelle ore di luce solare in giorni anch'essi "NO".

Ma se per assurdo, uno mi telefonasse chiedendomi se sono "accesi" i mux croati da MONTE MAGGIORE-UCKA, sarei probabilmente in grado di dargli una risposta utile.

Caso contrario, non penso che i nostri 29, 39, 53 che avevamo attivi in città, potessero arrivare di là, e portare alla non visione i loro mux, è impossibile.

E loro, d'altro canto, pur avendo potenza e trasmettitore a livello RAI, non erano mai riusciti a inibire i nostri 29, 39, 53, in città e dintorni . . . caso diverso sulla costa adriatica.

Il nostro vecchio ch 28 RAI DUE analogico di discreta potenza, copriva un semicerchio di pianura padana, affievolendosi prima di arrivare al mare, bah.

Comunque meglio così, se poi un domani smorzassero da noi anche il 27 e 57, allora sì che sarei a nozze !


Mi era rimasto il ch 53 che era sempre il più basso del lotto, poi cadeva sempre per primo, i 4 moduli erano tutti al massimo, ma con la bolgia di Barbiano con la quale dovevano fare i conti, se ne uscivano medio-bassi col 53 baaaaasso, e ciò non mi garbava.

Alllloora, ho tolto il cubetto da 13 dB seppur ottimo, e ho giocato di forza con il mitico "502 banda UHF" della TEKO, con alimentazione a filo di 12 volt e 20 dB di guadagno, poi ho lasciato aperto il 53 e chiuso 10 dB circa il 28, 29, e 39, sennò poi si rovinavano i relativi adiacenti e allora addio ( il 52 e 54 invece hanno retto il colpo, che fortunaccia ).

C'era da fare i conti anche con l'LTE di TIM qua fuori, che a forza di preamplificare ... ( + 13 meno 4 più 20 ), all'uscita del "502", che estratto dal modulo e poggiato per contatto "a massa", mi ha fatto vedere un picco rapido di 111 dBuV, ma il "TEKO" "tiene botta" e non si satura degradando i segnali più deboli come quelli croati.

Ancora la fortuna dalla mia, perchè quando punto verso UCKA, il traliccio di TIM ce l'ho di dietro, se no ero SPACCIATO alla GRANDE, e mi andava un filtro LTE dopo il primo "pre", per venirne fuori !

----------------------------------------------------------

Nicola, l'osservazione è giusta, ma guadagneresti qualche secondo di visione in più, e non so neanche se in fondo sarebbe vero.

Quando il segnale scende sotto una certa soglia, non c'è AGC / CAG che tenga, poi io come farei a misurare in tempo reale, i repentini cali seguiti da riprese incredibili . . . il fascino è lì.

In presenza di segnale BASSO, il CAG alza tutto quello che può, quindi figurati le fette di panettoni adiacenti come aumenterebbero di "area" . . . dannosissimo.

Però se li trovo in disuso . . . . . . faccio un mini-canalizzato a parte con ulteriore discesa con su scritto "HRT CAG" . . . . . sai che non mi è precluso alcun tentativo . . .

CIAO e grazie di essere intervenuto . . . AUGURIIII.

------------------------------------------------------

Grazie Cesare, ma proprio oggi ne ho recuperata una che avevo dismesso tempo fa, e lasciata lì per terra, a moduli bianchi SUPERSELECT 6 celle ovviamente.

Anzi se ne vuoi . . .

-------------------------------------------------------

Everardo, mi ricordo il 28 molto basso quasi in fondo a via Mezzofanti, ma tanti anni fa.
Adesso abbiamo basso il 40, fuori Mazzini incrocio via Arno Due Madonne e anche al Pontevecchio.


[ 3 commenti ] ( 106 visite )   |  permalink  |   ( 3.1 / 189 )
448. Mux ch 39 in "T2" con emittenti criptate, in arrivo dalla Croazia ( Monte Maggiore - Ucka ). 

18 / 12 / 2016 Oggi ho ottimizzato 4 moduli qui in casa al calduccio, poi li ho portati nel sottotetto, ho risplittato in due il cavo del rotore e ho servito questo quartetto CROATO, 28, 29, 39, 53, poi ho utilizzato una discesa solo per lui fin qui dal PC.

Gli avevo dapprima concatenati nel semicanalizzato condominiale, ma la qualità e il livello finale erano così bassi, che andava sempre meglio il segnale passivo "liscio" del rotore splittato dal sottotetto, confrontato proprio quaggiù.

Adesso sto verificando che il segnale fornito dai moduli, sormontati da un bel cubetto preamplificatore, VINCE rispetto a quello passivo liscio.

Ovviamente c'è più potenza, ma è quando il segnale comincia a calare, che lo squadrettamento arriva un po' dopo rispetto al rotore splittato in passivo.

E' un po' la scoperta dell'acqua calda, però volevo verificare la bontà dei moduli, visto che inserendoli nel semi-canalizzato del condominio, succedeva purtroppo il contrario, per via di echi con l'antenna di Barbiano e le irrisorie potenze in arrivo dell'armata Croata.

Chissà se con un antennone 21 - 60 - R95Z Offel puntato bene, arrivassi ad avere qualcosina in più rispetto alla loga full . . . e purtroppo quando girai la TELECO 66 el., mi sa che ci fu purtroppo meno, poi non arrivava all'altezza di quella sul rotore.

Sono curiosi segnali provenienti da molto lontano, che hanno un'escursione in antenna di 30 dB buoni anche in poco tempo, ed il bello sta proprio lì, c'è quel "vedo / non vedo più" che mi ingrifa, e a dire il vero in queste condizioni, a cosa serve avere sulla carta 3 dB di guadagno in più, dati da un'antenna UHF da 90 elementi dal costo non trascurabile . . . per vedere l'immagine completa 3 secondi in più, prima che cominci a squadrettare ?

In 20 secondi, qui va via tutto, poi ritorna, è sempre un sali e scendi . . . col pre e i moduli lassù, avrò appunto guadagnato quei 5 secondi di visione integra, rispetto alla sola discesa "rotor" passiva di prima.





La storica frequenza UHF 39 della ex Jugoslavia ( che mi pare contenesse negli anni '70 - '80 il 3° canale nazionale JRT 3 in analogico ), della quale hanno finalmente liberato il canale qua da noi, si fa ricevere spesso insieme ai ch 28, 29, 53, ( 57 se fosse libero ) e sembrerebbe ( anzi è ) sempre da Ucka - Monte Maggiore.

In questi giorni arrivava sempre con i soliti alti e bassi, un bel panettone, ma sia lo strumento ( NON HD ne T2 ) che il TV, non sintonizzavano un TUBO, e per forza, la trasmissione era in DVB T2 ( tutta però criptata ) in MPEG 4 AVC H 264, perciò non vi erano riscontri utili, il risultato era come se fosse stato un vecchio segnale DVB-H.

Elio mi ha dato l'idea di provare con il decoder di Europa 7 ( io sono già "andato" ), e difatti ho potuto vedere la lista dei canali radio e TV.

Il T2 che verrà però usato qua da noi sarà l'evoluto MPEG4 HEVC H 265, quindi anche il decoder di Europa 7 non andrà bene, come invece va bene per i canali croati del T2 "prima generazione" utilizzato in Europa ( tranne da noi che ci abbiamo messo su tanto di quel piede, che si è fatto in tempo ad inventarne uno più performante del precedente e renderlo obbligatorio nei TV in vendita nel nostro paese, a partire dal 1° gennaio 2017, salvo proroghe / deroghe ).

26 Emittenti TV e 4 Radio, tutti criptati . . . potevano lasciare un segnale TV in chiaro 'sti fenomeni.


4 Radioline, col $ pure quelle.



Dati della trasmissione, che saranno in T2 da diversi anni credo.

Quando ho sintonizzato MANUALMENTE la frequenza 39, il pacchetto CROATO me l'ha messo nella lista dei "T2" dove una volta vi era solo il mux di Europa 7, tutti gli altri HD che conosciamo sono giustamente nella lista dei "T1" di questo decoder.




Nel Gennaio 2011 venne fuori il decoder di Europa 7, e si parlava chiaramente di T2, ovviamente senza HEVC, però era sempre H 264 AVC.

I dati di Europa 7 sul ch E8 erano: 32K, 5/6, 256 QAM, G.I. 1/16, e sono i più vicini a quelli del ch 39 Croato che sono 32K, 2/3, 256 QAM, intervallo di guardia 19/256.

Quindi quello che si adotterà in Italia, non sarà il "T2" del 2011, ma il "T2" di seconda generazione supportato dal codec "HEVC" al posto dell'AVC !

--------------------------------------------------


Ciao Andrea, la sapevo anch'io la storia dei diritti d'uso esosi . . . siamo più che a posto, rimarremo sempre più indietro.

----------------------------------------------------


Gli step sono stati 4:

1 ) MPEG 2 all'inizio del DVB-T, visione SD e decoder economico ( esterno o incorporato nel TV ).

2 ) MPEG 4, più compressione per risparmiare banda con visione sempre SD 576i, scelta di alcune emittenti di adesso, e visibile nei TV e decoder free esterni con "tuner MPEG4" ( MPEG 4 AVC H 264 ).

3 ) MPEG 4 AVC H 264, per vedere i canali in HD di RAI, MEDIASET, LA 7 sulla numerazione dal 501 in poi, ma sempre in T1.

4 ) MPEG 4 HEVC H 265, il T2 ( "pseudo-definitivo" ) obbligatorio nei TV in vendita dal 1° Gennaio 2017, che comprime ancora di più del precedente, assicurando pressochè la stessa qualità d'immagine che si ottiene con il CODEC "AVC H 264" dello step 3.

In Francia per non far buttare il TV a tutti, hanno optato per il male minore.
E cioè hanno scelto lo step 3, che supporta ovviamente anche l'1 e il 2.
Così tutti quelli che non avevano più un TV a tubo, ma almeno un flat con tuner HD ( che sono direi la maggioranza ), se la sono cavata come me che ho 5 Samsung e 1 Mivar, tutti da step 3.

Io che ho il Mivar a tubo in cucina, se mi andrà ancora, potrò sostituire il decoder X-FAIT DVB-T retro-TV con uno dello step 3, che fra l'altro ho già e ha pure 2 prese SCART, il DIGIQUEST HD 3600 PLUS da 35 euro.

----------------------------------------------------


Ottimo Cesare, avevo bisogno di una rinfrescata, non ci arrivavo al fatto che si potesse dare canali HD in DVB-T1 che è in 64 QAM.

Sono passati 6 anni di astinenza dal 1° e unico T2, perciò io ciaoooooooo.

[ 9 commenti ] ( 160 visite )   |  permalink  |   ( 3 / 260 )

<< <Indietro | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | Altre notizie> >>