559. Che sia un lugubre presagio ? 

Questa antenna se ne stava lì tranquilla su di un caseggiato qua a Bologna.


Chi poteva pensare che con 8 controventi in quadrato, potesse succederle qualcosa.

E invece una sventagliata più forte delle altre, l'ha proprio centrata facendole fiaccare il palo di testa, sviluppato prudenzialmente anche poco!

Siamo in via Tevere angolo via Degli Ortolani, dove c'era una volta il laboratorio dell'antennista - rappresentante dei prodotti HELMAN Isano Cesari.


Certo che sembrano tutte antenne BOSCH . . .

Sono passato ieri sabato 10 Ottobre, e ho visto la sorpresa: l'unica antenna danneggiata in tutto il circondario.

Sarà stato il vento dei giorni scorsi, e lì avrà tirato di brutto per piegare un palo ancorato a poco più di un metro e mezzo dalla cima.

Adesso il contrasto fra le due immagini, mi porta ad alcune considerazioni, la prima foto rappresenta il lungo periodo florido delle installazioni anche di un certo livello, e di benessere economico; l'antenna sarà su da circa 35 anni.

La seconda foto fa pensare a fenomeni atmosferici sempre più impetuosi, al periodo assurdo che stiamo vivendo, e non ultimo, al fatto che siccome tutto ha un inizio e quasi sempre vi è una fine, la categoria del puro antennista TV, verrà sempre più minata dall'avanzare delle nuove e inevitabili tecnologie che la sostituiranno.

Tecnologie che porteranno col tempo, a non avere più bisogno di installare le antenne per fruire di immagini sui TV di casa.

Quindi se attorno al 1954, si può dire che nacque un mestiere che prima non esisteva, si può ragionevolmente supporre che in un futuro si spera lontanuccio, ma neanche tanto, la figura del "pianta pali buca tetto" scomparirà.

L'antennista evoluto, è già da anni che ha intrapreso altre strade complementari al discorso della sola e pura antenna . . . io non ero uno di quelli portati a fare ciò, e la sopraggiunta quanto tanto sospirata pensione mi ha salvato ( la inseguivo da quando iniziai a 17 anni ).

Però è così, il mondo della tecnologia si evolve sempre e "le cose cambiano", e sono del parere che uno che ha lavorato davvero per 35 - 40 anni debba andare in pensione, perchè come in tanti casi, fa una gran fatica a stare al passo con i tempi, e capisce che un giovane lo surclassa come quando era giovane lui rispetto agli over 60 che incontrava.

-------------------------------------------------------------------


Beh Massimo, se pensiamo che non ci sia più bisogno di antenne TV per l'RF via etere, a partire ipotesi dal 2030, vuol dire che dal '54 al 2030 saranno passati 76 anni, ed è un tempo veramente lungo a pensarci bene.

Marconi fece i suoi primi esperimenti circa 130 anni fa, attorno al 1890, che ad arrivare al 1954 fanno 64 anni.

Quindi il principio "antenna con cavo su palo alto", sarebbe già vecchio adesso con 66 anni sul groppone.

Per la comunicazione di un certo tipo, sai anche tu che ce n'è fin troppa, perciò il pericolo di rimanere isolati è più lontano oggi che un tempo.

Perciò è venuta anche l'ora di mettere in pensione un sistema di ricezione troppo vecchio, e molto critico dal lato del sicuro funzionamento.

Adesso non ci resta che aspettare il prossimo step del passaggio di tutte le emittenti all'MPEG-4, e lì si comincerà a ridere, poi vedremo se si passerà davvero al T2 HEVC 10 bit per tutte le trasmissioni, e lì me la vorrò proprio godere.

A Novembre arriva comunque prima la Croazia ( come sempre ), così appena vedrò novità sul 28 e 29 ( forse solo quando tornerà il caldo, purtroppo ), ne darò notizia.

----------------------------------------------------------------------

Gianfranco, beh sì, quel palo di testa sembra un "28", ma anche se fosse stato un "35", una folata potente con tutte quelle antenne, ci stava che si piegasse, c'è poco da fare, e ne abbiamo avuto la prova.

----------------------------------------------------------------------

Andrea, sì è vero, si è piegato immediatamente sotto al morsetto del braccio a U, come se avessero schiacciato un po' il palo nel stringerlo, mah, però è lì a 10 cm. sopra la ralla dei 4 fili, poi il primo palo continua sotto mezzo metro fino ai bulloni del secondo.



[ 3 commenti ] ( 136 visite )   |  permalink  |   ( 3 / 29 )

<Indietro | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | Altre notizie> >>