545. Situazione nel sottotetto ( app. 4 ). 

Dirò solo che ci sono 23 cavi, 2 di luce giù/su, 13 TV giù: 4 derivazioni dal modulare + tante antenne splittate e la Teleco per Barbiano UHF e le 2 del rotore H / V giù dirette, 1 linea derivata TV che torna su dalle J 6700 poste in casa, 3 SAT giù, 3 FM giù perchè il verticale è splittato in due, 1 cavo elettrico nero a tre fili per comandare il rotore.



All'inizio era qualche buchetto, alla fine ho optato per la comoda "VORAGINE" con annesso straccione tappa buchi.

Fra un po' le 2 canne da 40, non basteranno più.


I cavi escono dopo 1 metro e mezzo di canna, e l'antenna che è ancora così, va per i 15 anni.



Ricetta per Slovenia e Croazia: 1 antenna R95Z Offel 21 - 60 puntata fra M.Nanos e M.Maggiore, pre Mitan da 17 dB, alimentatore 15 volt TEKO AS 09, div 2 TEKO SP 275 per il modulare e le due J 6700 giù.

Da Bologna i 2 trasmettitori stranieri, risultano come gradi "vicini".

Il palo base che si vede, è un "50" da tre metri e 2 mm. di spessore, è lì dal 1981 quando installai l'antenna nuova dal nulla, appena trasferitomi dal N° 65 al 63, a 22 anni.

Nel 2005 ho ripulito i 4 pali e rifatto l'antenna con tutte loga full e il rotore nuovo in cima.

Il palo è tenuto da 3 staffe a espansione da 10 cm., la prima in alto è più dentro del solito e fuoriesce di 7, la seconda giusta esce di 10, e quella che si vede è più in fuori di 12, e difatti sbuca il tassello di metallo Fisher, però col muro stortissimo anche ad occhio, era l'unica soluzione ( filo a piombo docet ).


Palo dritto e muro storto.



Antenna loga vert. full su Castelmaggiore/M.Venda, demiscelata VHF-UHF BEFER, il VHF è il DAB+ 12D RAI di Venda, l'UHF è preamplificato 13 dB, blocca tensione SDS 80 Fracarro, div 2 Siemens per il modulare e le due J 6700 giù.



Antenna Offel K47B, ch. 21 / 39, entra in un derivatore Kathrein da -10 dB, i -10 vanno giù in casa, il montante entra nell'attenuatore Offel poi nel solito pre Helman, per i moduli 21 / 36 di Barbiano.

Il fatto di avere un forte ch. 24 RAI e un debole ch. 35 del mux GTV, mi porta ad adottare questo accrocchio, allora se lascio solo il pre, mi tocca chiudere del tutto il 24, e non mi piace, quindi mi tocca attenuare un po', così il 24 non è tutto chiuso e del 35 ne ho ancora un po'. Senza pre il 35 non si riusciva a portarlo al livello degli altri UHF.


Amplificatore finale condominiale Offel da 30 dB, VHF-UHF-UHF. Gli attenuatori UHF sono al massimo, il VHF è un po' chiuso.



Antenna Offel K95E, ch. 36 / 82, splittata in 2 dal Siemens serie 6000, una linea va giù alle due J 6700, l'altra va nel pre a cubo, poi nei moduli dal 37 al 60 meno alcuni presi da altre direzioni.



Antenna Offel K95D verso M. Grande di Calderaro, che entra in un passa banda V^, prima di essere preamplificata 13 db dal pre più nuovo Helman.



Subito dopo splittata in 2, sempre per i moduli e per le due J 6700 da basso.

Lo splitter è satellitare ( 950-2150 ), però va benissimo anche da 470 MHz in su, perde però in VHF 10 dB anzichè 4.


Tutta la centrale a moduli con un solo alimentatore, l'altro è pronto come riserva.



Derivatore a 8 prelievi da -20 dB dell'Auriga, chiuso in uscita montante con resistenza da 75 ohm, posto nelle vicinanze del finale, ma prende il segnale di ritorno dal div 4 Auriga, situato al mio piano, quindi il segnale va giù per le scale, ma il cavo che lo alimenta ritorna su.
Quattro prelievi vanno giù per la canna del camino, un prelievo va giù per le scale e raggiunge sempre camera mia, 2 restano lì per il TV e le misure, 1 prelievo ancora libero.



Splitter a 2 Teleco usato rovesciato, per collegare il segnale al TV rapidamente, o del modulare o delle due J 6700 che ho fatto ritornare su per confronti rapidi col modulare.



I 4 moduli TEKO rimasti in attività, che da nord sono il D, il 9 per quando arriva, il DAB+ 12D di Venda, e l'E6 orizzontale di Barbiano dalla loga fissa full, che viene splittata in due più in là, per servire sempre le due J 6700 qua davanti.



Altro gruppo di moduli, in serie a quelli del gruppo lungo.



Gruppo di moduli in netta minoranza, che servono per i 3 gestori LTE 4G, moduli da M. Grande, e il 57 di retecapri. Il tutto entra in uno dei due ingressi UHF dell'Offel 30 db, nell'altro entra tutto il resto dei moduli UHF.



Ed eccoci arrivati all'armadietto situato in camera mia.


Il segnale proviene dal vano scala dove c'è il div 4 Auriga, prima entra in un MEF 39 dell'Offel per miscelare il segnale del modulatore che esce con 90 dBuV, e mi serve per vedere il SAT in tutti i TV, poi l'uscita totale entra in un primo derivatore Terra da -16 dB a 8 prelievi, l'uscita montante entra subito in un secondo derivatore "chiuso" a 75 ohm sempre da -16 dB, ma con solo 6 prelievi.

I segnali sui prelievi del secondo derivatore, sono più bassi di quasi 5 dB, e ho 9 linee che partono da lì, tutte intercambiabili, così posso sbizzarrirmi a mandare i segnali più forti dove mi pare, anche se di solito, per i cavi più lunghi, utilizzo ovviamente il primo derivatore.

-------------------------------------------------------------------------------


Nicola, per fortuna l'LTE ce l'ho quasi dietro, e risulta di poco il segnale più forte dello spettro, e non mi da assolutamente fastidio.

Col bel tempo, tutti i giorni dopo le 17, arrivano i segnali dalla Croazia, e così li osservo nei loro sali e scendi e scomparsa totale come oggi che piove.

[ 1 commento ] ( 122 visite )   |  permalink  |   ( 3 / 152 )

<< <Indietro | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | Altre notizie> >>