516. Partitore a due vie super vintage . . . SIEMENS. 

Ho appena smontato questo residuato in un condominio.


Era in una scatola tonda da 85 mm., in un appartamento al 5° piano di un palazzo di 7, l'arrivo proveniva dall'alto poi le due linee andavano in basso, una probabilmente andava da quello sotto, l'altra senz'altro in cucina, perchè c'era ancora la presa originale di un tempo, uguale alle altre rimaste ancora nel palazzo.

Non ho potuto smontarla per indagare sul perchè avesse poco segnale, causa mobile per stoviglie un po' in mezzo, ma all'interessato bastava che un po' andasse, anche perchè era un posto per 4 studentesse, ognuna con la sua presa TV Vimar Plana in camera.

Sono arrivato lì perchè al 2° piano, dov'era la chiamata, non andava molto bene . . .

Difatti, in parallelo su di un morsetto, vi era un cavo da 5 mm. che poi avrebbe alimentato le 4 prese nuove dell'appartamento ristrutturato pochi anni addietro, causando un disadattamento sulla distribuzione condominiale . . .

Questo cavo andava dentro a un partitore Offel CM 3, situato dentro a una scatola 503, e già lì faceva una delle 4 prese TV, gli altri due cavi del partitore andavano via per fare le rimanenti 3 prese, una delle quali sarà stata una -4 dB a ulteriore partizione + le 2 semplici rimaste dal conto ( ? ).

A questo punto, cosa fare per eliminare il "maccherone" del cavo abusivo collegato in parallelo sull'ingresso o su una delle due uscite ( non ricordo ) ?

Mi è toccato mettere un Mitan a 2 uscite al posto del vintage, poi un'uscita l'ho mandata via giù, l'altra l'ho dovuta portare nella 503, metterci un CAD 13 Fr, e riportare il montante in uscita dal CAD in zona Mitan, e giuntarla alla vecchia uscita "2" di prima, così il condominio era salvaguardato da pasticci "mangiasegnale".

Con i 3 prelievi del CAD ho fatto la presa e gli altri 2 cavi che partivano sempre da lì, dopo ho collaudato e una era nettamente più bassa della più forte delle tre, e forse magari era una passante da -10 dB, vallo a sapere.

Quando avevo staccato tutto, ho fatto una volata al 2° piano per vedere se stavo operando sulla colonna incriminata, e difatti era sparito il segnale . . .

Sono palazzi molto strani, basti dire che una colonna di appartamenti ha una linea montante dall'alto, che scende e fa tutte le camere da letto, in fondo gira in orizzontale poi risale in verticale e fa tutte le cucine . . . 14 prese in serie su di una linea a U, roba da matti, pensata ai tempi forse del solo "canale nazionale" / primo canale / RAI UNO di adesso.

Guardate i morsetti schiaccia calza di una volta: testa della vite alta e possente, nella foto sono tutti aperti e non fuoriesce la vite perchè la filettatura risulta più larga del foro passante del morsetto, ed è stato pressato con la vite dentro dopo che era stato messo in posizione, infilandolo nella sua sede a 90°, e poi girandolo in maniera da non poter fuoriuscire per via dell'allargamento a coda di rondine . . . l'intelligenza nel periodo del boom economico . . . dopo, nei decenni, semmmmpre peggio.

Il cilindretto in basso, era quello filettato per la vite del coperchio bombato, qui assente.


Poi c'è "Il Resto del Carlino": cosa ci fanno 2 condensatori ( PHILIPS ), per dividere il segnale in due linee ?

Quei condensatori fanno passare il segnale TV RF ( dB microvolt ), ma non fanno passare i volt della C. C. ( e allora ? ).

Appunto, se qualcuno mi spiega il perchè venivano usate queste tecniche o prassi, gliene sarei grato.

No perchè, attenua poco, ma soprattutto la separazione è nulla, sono entrato in un'uscita e dall'altra uscita c'era praticamente lo stesso segnale, cioè come un nodo a tre cavi . . . ma che senso ha . . . boh.

Dalla foto si vede, perchè lo so, che vi era pure un coperchio di metallo sul retro, e la prova è che si vedono le tre robuste linguette alzate, delle quali una troncata . . . usai in passato un miscelatore da tavoletta SIEMENS in metallo, e ricalcava questa tipologia di chiusura ( usata anche nei partitori FUBA tipo GLV 501 )

Quando son tornato al 2° piano, avevo quasi paura che il segnale fosse per giunta calato, visto il "gran" partitore a bassa perdita che c'era, poi chissà se la sua linea era quella diretta in uscita dal Mitan o era quella "allungata" con in mezzo il CAD 13 che ho obbligatoriamente delocalizzato un po' più in là.

Ricordavo un 38 dBuV sul ch. 55 di TV 2000 ( la signora anziana è religiosa ), e per fortuna ne ho misurati 43, quindi non avevo peggiorato, ma rimane il fatto che noi finimmo al 5° piano per cercare probabili manomissioni, perchè al 3° e 4° non ci aprì nessuno, perciò non sappiamo quali casini possano ancora esserci, per non parlare che si tratta di due impianti centralizzati adiacenti, ognuno per due civici ( 132 - 138 e l'altro per il 134 - 136 ), sono disposti a "rettangolo chiuso" anche i palazzi / scale fra di loro.


Il 132 è interno con l'antenna sulla torretta grigia a sinistra di quel corridoio calpestabile, poi con un cavo nel sottotetto va a servire una sottocentrale al 138, che è la torretta nera vicino ad Alessandro.

L'altra antenna è sulla torretta grigia del 134 dove c'è scritto Paradise, e serve anche la scala del 136 che ha l'altra torretta nera.

E' un mezzo casino anche visto da sopra, perchè ho il sospetto che la signora del 2° piano del 138, abbia in realtà la sua colonna con i segnali del centralino del N° 134-136.

Giorni fa ero andato al 132 ad alzare il segnale del ch. 55, e quando sono tornato in casa al 2° piano del 138, fra 55 e 56 ( che gli avevo pareggiati dai moduli ), le misure di riferimento alla presa erano rimaste le stesse con il 55 più basso del 56 come erano prima del mio "intervento-pareggio" in centrale.

Un giorno forse lo scoprirò.


Da un vecchio catalogo SIEMENS: "attenuatore" per impianti d'antenna fino a 790 MHz; attenuazione regolabile da 4,5 a 20 dB; entrata e uscita 75 ohm.

Direi che la somiglianza è alquanto alta, per scommettere che si tratta proprio di un componente SIEMENS dell'epoca, direi attorno al 1974.

Tipo S43301-K-A, vecchio codice: SAZ 764

E ne montai 2 alla fine degli anni '70, e so dove si trovano, dietro era come un comando di volume circolare con la striscia di grafite.
---------------------------------------------------------


Vai Everardo, contavo su un tuo commento, ma neanche Roberto di Videocomponenti che ha 82 anni, mi sa dare una spiegazione su quei due condensatori al posto di due resistenze, bah, per adesso "missteerooo" . . .

---------------------------------------------------------


Stefano, mi ero sbagliato sull'Offel, vi era un solo condensatore di quel tipo, poi il segnale si sdoppiava con due resistenze per le due uscite, così se c'erano tensioni parassite indesiderate, non transitavano e non si bruciavano le resistenze stesse.

Ma a parte questa mia cantonata, il suo discorso non posso afferrarlo, io arrivo solo sulle cose che scrivo ( spero ), perciò l'esemplare è per adesso unico, e purtroppo l'esperto di materiale SIEMENS che voleva che montassimo tutto di quella marca, non è più tra noi da tempo, poi non è matematico che ne sapesse dare una spiegazione esaustiva.

---------------------------------------------------------


Ubaldo mi scrive:

Buongiorno Claudio, mi sembra di averti gia scritto qualche tempo fa..Ho visto la foto del divisore/ partitore...in realta' non era fatto cosi, aveva dei resistori antinduttivi al carbone...Quello che tu hai smontato, seguiva una....moda dell'epoca...diffusa in tutta la penisola..Siccome era una lotta all'attenuazione..per motivi che noi veterani conosciamo...in tantissimi toglievano le resistenze, e saldavano condensatori al loro posto!!!!!! Chiaramente l'impedenza andava a farsi benedire ...pero' essendoci negli anni 70 due sole frequenze ,era raro che "il buco" andasse a cadere dove poteva fare danni...la separazione ne risentiva poco...perche' gia i cavi di allora "separavano" tanto avendo attenuazioni paurose!!!!! Io personalmente ne ho trovati dalla Puglia al Veneto...All'epoca facevo impianti per diverse catene di alberghi e villaggi turistici e ho girato tutta la penisola..Ti saluto buon lavoro..Dimenticavo, per le centrali a filtri in tecnologia dCSS ,prova quella della LEM ..io l'ho trovata molto performante...

Ubaldo, ho sospettato che qualcuno avesse sostituito le due resistenze, ma erano saldate così bene che non volevo crederci, però adesso il mistero sembra svelato, e si spiega l'asportazione del robusto coperchio posteriore . . . grazie per l'apporto.

Alle LEM difatti non ho mosso critiche sul funzionamento all'elevata uscita di 110 dBuV.

[ 4 commenti ] ( 90 visite )   |  permalink  |   ( 3 / 146 )

<< <Indietro | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | Altre notizie> >>