501. Ulteriore aggiornamento alla J 6700 ( ! ) 
Ho preso una centrale perchè la dovrò montare . . . ( so io poi dove ), e scorrendo il menù mi sono accorto che hanno aggiunto la voce "FILTRO" nel blocco "MENU' AVANZATO" più altre novità.

Questa voce ha tre opzioni: MER, OTTIMO e SELETTIVO, cioè LARGO, GIUSTO e MOLTO STRETTO ( BEST MER, OPTIMAL, SHARP in inglese ).

Numero seriale: 183500168326

Aggiunto il francese e lo spagnolo nel menù "LINGUA", e i cluster sono sempre 32.

In posizione OTTIMO, si ha la selettività che già conosciamo e abbiamo apprezzato fin da subito ( TX adiacenti spenti per avaria esclusi ).

Il fatto è che ognuna di queste scelte vale per tutti i cluster contemporaneamente, compreso quelli di banda III^, e alla fine sempre quella "vecchia" di centro è il miglior compromesso.

Però effettivamente, con questa selettività ultra spinta, quando si spegne un ch. / mux dal trasmettitore, gli adiacenti non verranno di certo interessati come succedeva in precedenza, e allora hanno progettato di lasciarla per tutti i cluster, così da esser sicuri di "centrare" quello momentaneamente spento.

Domenica 16 - 9. Purtroppo il problema non è stato risolto neanche con la selettività ultra spinta!

E' quando il trasmettitore riparte che il CAG ha bisogno di 20 / 25 secondi per portare a livello il mux che era sparito, me l'ero dimenticato.

In quel lasso di tempo gli adiacenti sono interdetti, non c'è niente da fare.

Ho un 51 che proprio oggi ha ripreso a funzionare a singhiozzo, e quando riparte spariscono tutte le emittenti del 50 e 52, le quali ritornano dopo il completo lavoro non fulmineo del CAG.

Comunque, dato che il 51 è il multiplex di San Marino, se mi chiamano in condominio per disservizi causati dal suo spegnimento e successiva riaccensione, sai che faccio ? Glielo smemorizzo, così lo vanno a vedere in Romagna. Altro che il CAG "disattivabile" . . .

Adesso con sempre i croati convertiti, mi diverto con i tre step di selettività, a vedere gli adiacenti residui sottilizzarsi sempre di più.




Lo spettro fa emergere la blandissima selettività, mirata ad avere un panettone pari con MER migliore rispetto alla posizione "OTTIMO", ma dalle misure fatte, quest'ultimo, con tutti gli adiacenti che ci sono nella stessa direzione, non ci guadagna, ANZI, il tutto si riduce ad un insieme di inguardabili "panettoni" ( complice un CAG che non si trova a suo agio ), paragonabili a un'accozzaglia di modulini scadentissimi a 3 celle palesemente male in arnese.

Mi sono divertito a fare il Bonolis della situazione, ih ih.




Su "OTTIMO", ogni commento è superfluo.





Su "SELETTIVO", si ha come la sensazione di avere a che fare con i vecchi moduli a 8 celle con banda passante di 6,5 MHz, come quella richiesta ai tempi dei canali analogici ( televideo escluso ), e difatti il MER viene peggiorato di circa 3 dB rispetto alla selezione "OTTIMO".

Poi tornando alla posizione "MER", il BER dopo Viterbi del mux uno 24 RAI non va giù del tutto, e rimane preoccupantemente prima o dopo il QEF anche per gli altri mux 21-----27, e non ci siamo.

Potrebbe anche essere lo strumento, ma i panettoni lassù sono veramente orrendi . . . bah.

E d'altronde, una selettività così azzeccata nelle prestazioni fin dalla sua prima uscita, come MER a livello consumer, la si poteva solo peggiorare.

---------------------------------------------------------------

Novità anche in campo VHF / banda III^.



Alla sequenza di banda III^ 5------12, è stata aggiunta la frequenza "13", che era stata parzialmente occupata in passato con alcuni "BLOCCHI" DAB+, poi dismessi perchè era una frequenza assegnata ai militari, non che già facente parte dell'inizio dei canali "fuori banda" TV "S" inferiore.

La frequenza 13 è larga 10 MHz, e può contenere 6 blocchi DAB+, A-B-C-D-E-F, e potrebbe tornare in auge per dare giustizia alle poche frequenze disponibili per irradiare la "DIGITAL RADIO".

Il povero ELIO un anno fa, quando vide questa centrale disse: _ Ma come, non hanno considerato il 13 ? E se ritornasse buono per il DAB+, qui poi mancherebbe . . .

Chissà, sarebbe contento se ci potesse vedere . . .


Dopo la frequenza 13, ruotando ancora salta fuori la scritta VHF, e qui, crema della crema, abbiamo a disposizione tutta la banda III^ 5---13 ad amplificazione totale e lineare ... bellissimo, in questa maniera posso lasciarla impostata così, e appena la RAI "accende" un "9" verticale, lo "tano" subito.

Se mi sposto di sotto, alla voce "aggiungi 1 ch. o 2 ch.", si scorrono le frequenze dal 21 al 69, allora ho scelto un 63 ed effettivamente si aggiunge alla "mischia", PERO' peggiora sotto forma di rumore la banda III^, ma di molto, quindi non si può fare . . . . . ho riprovato adesso e non mi da più il gruppo 21 - 69, ma giustamente i canali singoli 5---13 e VHF, con gli asterischi di conflitto su tutti, perchè se sopra ho impostato VHF, dovunque mi fermi sotto, sono sempre in conflitto . . .

Si vede che all'inizio la J 6700 era un'attimo "in banana". . . però ho visto che a volte si ripete, ma non è un problema grave, tanto sarebbe sempre una programmazione errata.


Qui vediamo lo spettro esteso della banda III^ con antenna staccata, perciò solo rumore, ma qui sì che l'aggiornamento ha portato la possibilità interessante di poter avere una banda III^ full, che in futuro, in certi contesti potrebbe rivelarsi utile.

Difatti le specifiche dicevano sempre, banda III^ da 174 a 240 MHz; però dopo la frequenza 48 come ultima programmata, non mi sembra che intervenga il filtro LTE 5G smussando il panettone a destra, come fa il filtro LTE 4G sull'ultimo ch. 60.

Aspetteremo un ulteriore aggiornamento, tanto c'è tempo . . .

--------------------------------------------------------------


Beh Cris, il manuale è ancora il primo, senza neanche la storia dei due ch.

Ho voluto informare . . . l'utenza tutta, ne devo montare tre in tre impianti adiacenti modulari vecchi patozzi, no uno è già un semi-canalizzato RAI + CM vert.

Gli metterò il D e tutti gli UHF che vedono adesso, hanno pure il 57 di Retecapri . . . mi toccherà ridarglielo, seguivo già gli impianti io da decenni.

Senza una SD con l'ultimo aggiornamento, a mano non fai niente, io l'ho presa e c'era la sorpresa, oramai possono fare di tutto, persino un cluster da 63 MHz per fare tutta la banda III^, staremo a vedere.

La data per Herb Alpert è prossima, quando arriva ordinerò, non faccio fare pre-ordini su Amazon, aspetto con calma.

-------------------------------------------------------------


Ma Sergio, non ha senso il "poter escludere il CAG", se fai un impianto di quartiere con le dorsali in fibra ottica, devi uscire con tutti i multiplex a livello identico, perchè i convertitori ottico - analogico / digitale esigono segnali in arrivo / ingresso tutti livellati.

E se fai il solito condominio, cosa c'è di più bello che qualcuno abbia pensato di aiutarti nella noiosa prassi di livellare tutti i moduli uno ad uno per un'uscita decente, ma comunque mai perfetta come riesce a fare questo prodotto, capace di fornirti un CAG dalla dinamica di ben 69 dB e pure un tilt di 9.

Se uno non vuole il CAG, può tornare indietro di 40 anni continuando a montare dei multi banda magari in modo errato o dei modulari manuali, se trova ancora chi li fabbrica per gli anni a seguire però.

------------------------------------------------------------


Il CAG non l'hanno fatto escludibile e la sua ampissima dinamica non l'hanno ridimensionata.

Semmai la tua domanda doveva essere: _Hanno ridotto a zero quel problema che se un mux / trasmettitore si spegne e riaccende di continuo, i mux adiacenti ci rimettono pesantemente ?

Io ti dico che se invece di fornirmi 3 livelli di selettività, dei quali 1 è molto meno prestazionale di quello ottimo che già c'era, potevano inventarsi la possibilità, tramite sempre manopolina, di ridurre la dinamica del CAG verso l'alto.

Anzi che 40 - 109, fare 40 - 99, e magari il problema si ridimensionava quasi del tutto.

Oppure regolabile a piacere . . . io tenevo d'occhio lo spettro tutto pari, poi cominciavo piano piano ad abbassare, appena vedevo uno dei mux più deboli in antenna e solo lui, abbassarsi perchè sotto soglia d'intervento del CAG, mi fermavo, rialzavo un po', e senz'altro non mi trovavo più in zona "pericolosa" per spegnimenti e riaccensioni continue.

Perciò ahimè, al problema non ci hanno posto rimedio, perchè impostando la modalità "selettiva", si tagliano fuori quasi del tutto le adiacenze, quando il mux si spegne, le "corna" degli adiacenti rovinati in precedenza, non ci saranno più, anche se il CAG alza quello che rimane, lo stesso mux da altra direzione o solo il rumore, ma quando il segnale ritorna, il CAG ci mette più di 20 secondi ad assestarsi, e non si ricevono gli adiacenti lo stesso, come succedeva prima.


Ch. 32 in antenna più basso di 15 dB rispetto al 33, e ricevuto nella stessa direzione degli adiacenti.



Selezionato in posizione "MER".

Qui il 32 rimane più basso, perchè il cluster somma la potenza del canale ( che è debole ), più la potenza degli adiacenti che si tira dietro, e come "area" totale ci siamo.


In posizione "OTTIMO", ancora leggerissimamente più basso.



In posizione "SELETTIVO" è alto come gli altri, e se viene a mancare non ci saranno degradi su gli adiacenti.

Il problema rimarrà quando il trasmettitore si riattiverà, = 20 e passa secondi di OFF sui mux adiacenti, fino al completo riassetto del CAG su quel mux ripartito.


Il ch. 32 molto basso, convertito in 67 per vedere la porzione degli adiacenti non voluti 31 e 33 ( MER ).


( OTTIMO )


( SELETTIVO )

Ho fatto la verifica sul TV, e gli errori vanno ancora a zero nonostante i filtri / cluster così impostati, quindi hanno scelto di sacrificare gli estremi dei panettoni, per favorire una più incisiva attenuazione degli adiacenti presenti nella stessa direzione, o da altre direzioni che vengono comunque trascinati, e che altrimenti gli utili mux adiacenti verrebbero fortemente compromessi nella visione, al momento dell'OFF del mux adiacente o in conversione o scelta critica del caso.

Però ripetendomi è quando si riaccende il trasmettitore che gli adiacenti risultano invisibili per più di 20 secondi.

Il trasmettitore NON DEVE spegnersi e riaccendersi di continuo, se no è una tragedia con un CAG non fulmineo nel ripristinare il livello alla pari degli altri mux.

Esempio: 36 in 45, si spegne il 36 e non succede niente, però è quando si riaccende che succede il patatrac, c'è un forte rumore circoscritto a quella zona lì, fin che il CAG non ha completato il suo iter.

Loro non considerano questa evenienza come un grosso problema, perchè si può sempre convertire il mux "ignorante" dove non crea danni, o non lasciarglielo proprio.

--------------------------------------------------------


PS. Hai scritto 2 volte "implimentata" al posto di implementata, come Elio che diceva "mensione" invece di menzione.

[ 6 commenti ] ( 97 visite )   |  permalink  |   ( 2.9 / 96 )

<< <Indietro | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | Altre notizie> >>