481. Conversioni di ch. 49 in 28 ----- 47 in 29 ----- 44 in 31. 
Montato oggi una johansson 6700 a Casteldebole, scelto i mux migliori dalle antenne di Barbiano e Castelmaggiore verticale, uscita a 103 dBuV, tilt a - 9 dB, una sicurezza.

Andiamo a misurare da uno lì vicino, e vediamo subito che c'è un'avvallamento a centro banda UHF, praticamente uno "smile", un cucchiaio pesissimo che parte circa dal ch. 30, scende sempre più, poi si riprende però oramai dopo il ch. 52.

Purtroppo ci viene in mente, oramai tardi, che quella distribuzione lì ha i cavi montanti prima orizzontali intubati sotto il pavimento del terrazzo poi van giù in verticale, che hanno l'età della casa, e ne avevamo già sostituito uno che andava nella scala più lontana, diviso in due per fare le due colonne, perchè prima, la colonna più lontana faceva capo a un' altro impianto adiacente, e che non ci interessava ( ho chiuso con res. a 75 ohm ), ma volevamo togliere la questione dei due montanti sotto due centrali diverse, che scendevano nella stessa scala.

Dal "nodo" centrale partono 6 montanti, un CD 12 seguito da un div 4 dell'Helman, e si vede il nostro cavo nuovo messo due anni fa.

Le misure da chi ci aveva chiamato erano ancora più agghiaccianti, perchè oltre all'avvallamento, il cavo perdeva molto proprio di suo, e gli incolpevoli CAD 1 incolonnati reclamano segnale a gran voce.

A questo punto siam tornati su, con l'idea di fare alcune momentanee e strategiche conversioni "anti sommossa", atte almeno a far rivedere i Mediaset, che era una vita che non li vedevano più.

E qui si sono per forza visti i risicati 32 multiplex, che questa centrale per il momento riesce a darci in uscita.

Perciò, io che avevo fatto lo "spanizzo" con le frequenze impostate verso l'utenza, ho dovuto ridimensionare l'offerta togliendo il 43 e il 59, se no non ce la facevo.

Quindi adesso la sequenza UHF prescelta è la seguente:

21, 22, 23, 24, 25, 26, 27, c, c, 30, c, -, 33, 34, 35, 36, 37, 38, -, 40, 41, 42, -, 44, -, 46, 47, 48, 49, 50, 51, 52, -, -, 55, 56, 57, -, -, 60.

Con l'aggiunta di un 49 in 28 / un 47 in 29 / e un 44 in 31, che ci sembravano i più importanti da far vedere.

Solo che 29 mux in banda, più tre conversioni, fanno 32, e siamo arrivati al capolinea.

Siamo tornati nella scala adiacente dove non si vedeva una mazza, e con soddisfazione abbiamo sintonizzato 28, 29, e 31, che andavano con anche un po' di incredulità, ma sapendo che fin sul 32 il cavo rendeva ancora a sufficienza, ci siamo salvati in corner.

L'altra volta la signora non c'era, e da un'altra campione non avevamo misurato la potenza in casa, ma solo spento la centrale per essere sicuri che era sotto il nostro impianto, se no lasciavamo il semi-canalizzato ( 4 RAI con moduli Helman in UHF 1 + tutto CM vert. in UHF 2 di un Teleco 34 dB ), e ci preparavamo per la sostituzione di altre linee montanti.

Va beh, bisognerà che la memoria non se ne vada del tutto come è successo stavolta, ma purtroppo . . . se si fa lavorare oltre i 35 anni di contributi, quelli che i 35 anni li hanno lavorati tutti davvero, non ci siamo assolutamente !

Ditta "Acazzariiiii" ( Sei Uno Zero / 610 / Lillo, Greg ed Alex Braga, in onda dal lunedì al venerdì alle 13.45 su RAI Radio Due ).

Poi se Johansson verrà fuori con la possibilità di programmare oltre 50 mux in uscita, contro i 32 di adesso, sarà ancora meglio.

--------------------------------------------------


Ciao Andrea, io poi non ce l'ho neanche con la Fornero, bastava solo la regola della "quota 100", 41 + i 59 che compio il 22 Febbraio 2018, e sono già TANTI.

Adesso chi è che riuscirà a raggiungere anche solo 40 anni di contributi, praticamente nessuno, se facciamo una fatica bestia io e te ad andare in pensione.

Spero solo che non incrementino voti "i soliti idioti".

Ciao, sono influenzato e più "rinco" del solito.

[ 1 commento ] ( 64 visite )   |  permalink  |   ( 2.9 / 813 )

<< <Indietro | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | Altre notizie> >>