457. "Alla faccia della Croazia". 

E dopo il ch 53, anche il 29 mi è arrivato qui a casa, non c'è più ritegno.

Segnali trasmessi dalla Lombardia, che arrivano fin qui a rompere.

Al momento ci sono solo 3 emittenti all'interno del mux, se mi torna ad arrivare, fornirò più dati.

Ero già sotto le lenzuola, che ho "LANCIATO" l'ultima ricerca con il TECHNISAT, e si è fermato sul 29, dandomi le tre novità, allora mi sono alzato, riacceso tutto, e fatto le foto.

Era tardi, non mi è venuto in mente di accendere anche un Samsung per vedere meglio ai fini della foto . . . ma non dispero, tornerà.

-----------------------------------------------


L'ho rivisto due giorni dopo, il 14, ma c'era un segnale bassiiiiissimo, altro che il 53, quello al confronto sembra "fuori porta".

-----------------------------------------------





Oggi 24 - 03, ho visto che hanno aggiunto un'emittente che si chiama "RETE 7", nel mux "SUPERTV" ch 29.

Adesso sono le 13, qui giù dietro il PC mi arrivano 32 dBuV ( oggi 25, 39 dBuV ) con già 17 di preamplificazione nel sottotetto, dati da un pre MITAN con figura di rumore di 1 dB, poi il segnale da qui torna su, viene splittato in due, altro pre a cubo da 13 dB inserito nel modulo del ch 29 a 4 celle dell'HELMAN del modulare, che è lo stesso che fa andare pure il 29 croato quando muovo il rotore.

Si vede un po' disturbato a mosaico, però è proprio dal modulare super pareggiato che si vede qualcosa, dal cavo del rotore qui, senza che ritorni su, non ce la fa, neanche se attenuo qualcosa per paura che si imballi il decoder X - FAIT, non è lì il problema.

Dal modulare arrivano qui giù sul ch 29, direzione Lombardia - Lago di Garda, soltanto 47 dBuV ( oggi 25, 54 ), contro tutti gli altri che si attestano da sempre sui 72 regolati ad hoc.

Sul ch 53 di "Canale Italia" lombardo, sempre dal modulare ne ho ben 69 ( oggi 25, 78 ), quindi in antenna arriva ben di più che quel ch 29, ed è per quel motivo che il ch 53 croato deve arrivarmi più forte del solito per farsi vedere, cosa che prima non era necessaria, c'era solo lui.

In conclusione, tramite un modulare al TOP, 'sto 29 si vedicchia; dal semicanalizzato, trattato alla stessa maniera con pre a cubo e modulo dedicato, non ce la fa, arriva qui giù troppo ma troppo basso, rispetto alla "mucchia" di Barbiano ( oggi 25 con un po' di più, ce l'ha fatta ).

Non c'è storia, il modulare a filtri attivi vince sempre.

Oggi 28 - 3: RETE 7 lcn 110, RETE 7 lcn 252, SUPERTV Ch 29 lcn 286, VIDEOBRESCIA Ch 29 lcn 555, BRESCIA INFO24 Ch 29.

---------------------------------------------------



Spettro del modulare con i croati staccati da qui ( rotore ), e i rimanenti attorno ai 72 dBuV.

Mancano il 28, 29, 39, 53, il solito poker.


Qui invece li vediamo qualche sera fa, in un momento di massima propagazione, tanto che il ch 53 era arrivato a segnare ben 82 dBuV.

Quindi uno è portato a pensare che in inverno, quando non arriva da là praticamente un tubo, ci sia adesso un'aumento di 82 dB, ma non è così, risultano tanti per via delle preamplificazioni un po' spinte che ho adottato nel sottotetto.

In questo momento sul ch 53 ho 76 dBuV, scollego il rotore qui e me ne rimangono misurandoli qua 57, meno i 17 del pre MITAN lassù, fanno 40 dBuV in antenna ( sottotetto ), quindi quella sera degli 82, saranno stati 46 dBuV.

Portare poi il segnale del rotore qui, e rispedirlo su collegandolo tramite spinotti IEC maschio-femmina 9,5 mm., ho misurato nel sottotetto, si perdono quasi 6 dB, e saranno circa 27 metri di cavo in più fra pezzo in discesa e pezzo in risalita.

Questo per dire che, quando la propagazione "dice sul serio", vi è un incremento di segnale di quasi 50 dB, rispetto al quasi nulla del periodo invernale ( salvo rarissime occasioni proprio d'inverno ) . . . . . sono le 20, e qui si sono toccati gli 81 dBuV di nuovo anche adesso.

Il segnale è sempre incostante visto la distanza, e tutto questo discorso serve per capire che con un certo tipo di clima, si scombussolano certe ricezioni normalmente prive di "non visione", proprio per colpa di segnali spesso "nostri", che si pestano i piedi l'un l'altro.

Poi succede che mentre aumenta "Tizio", da noi sulla stessa frequenza, cala pure "Caio", e allora la frittata è al completo, e non vediamo per un tempo interminabile.

Utenti che in zone lontane ( 50 Km. e oltre ) dai ripetitori, tremano quando vedono alzarsi di molto le temperature, perchè si erano già accorti negli anni passati, che col caldo avevano avuto interruzioni nella visione.



[ 1 commento ] ( 103 visite )   |  permalink  |   ( 3 / 855 )

<< <Indietro | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | Altre notizie> >>