446. Quando 18 metri di cavo d'antenna tv, si "mangiano" 68 dB di segnale . . .  

Una nuova inquilina entrata in un alloggio ACER, effettua una chiamata perchè dalla presa d'antenna, non si vede alcun segnale, e dal morsetto della sua derivazione partivano oltre 80 dBuV.

Questo pezzo di cavo FMC 00399, infilato 35 - 40 anni fa, era andato completamente in perdita, partiva da un derivatore, incontrava una scatola rompi-tratta al piano terra, poi attraversava un cortiletto sempre sotto terra, e infine sbucava in presa appena entrati in casa.

Si vede in alto nella foto, la curva del cavo a U rovesciato che stava nella scatola, e in basso a sinistra, il cavo curvo che si collegava alla presa.

I primi 9 metri erano all'asciutto, dal quadro contatori alla scatola, sempre al piano terra, i secondi 9, appena ho cominciato a tirare da in casa, se ne sono usciti bagnati fradici, ma l'acqua non era penetrata all'interno dopo la guaina gialla.


Segnale di riferimento, il ch 43 UHF del mio impianto modulare ( che per la cronaca non ha più i ch 28 29 e 39, un 41 più basso, un 45 assente, un 51 momentaneamente in avaria, il 53 kaput per legge, il 54 più basso, il 58 dal Veneto più basso, il 59 debole, e il 60 da Castelmaggiore alto come i tre gestori LTE ).



Con in mezzo i 18 metri di cavo, "IL NULLA", la banda III^ si vede perchè ho abbassato la portata dello strumento, se no non si vedeva manco quella.

Mi chiedo, ma quello che ci abitava prima forse era senza TV ?

Ho pure provato ad interporre il famoso cubetto da 13 dB di guadagno, alimentato dallo strumento che segnava i 40 mA. di assorbimento, ma lo spettro UHF non è affiorato lo stesso ! ! !


Allora ho tagliato il cavo nella curva che stava in scatola, poi ho misurato quanto rendeva il primo pezzo che stava all'asciutto, e perdeva comunque 8 dB in 9 metri, che sono già tantissimi.



Poi ho misurato l'altro pezzo di 9 metri che stava invece a mollo, e perdeva all'inverosimile ( dalle somme 60 dB ).



Allora ho tagliato a metà i 9 metri del "bagnato", e siamo a 4,5 metri e 39 dBuV di segnale, nel pezzo dalla scatola a metà cortile.
In 4 metri e mezzo perde 32 dB.



Questa è l'altra metà rimanente, da metà cortile alla presa in casa, 44 dBuV, e va un po' meglio, perde "SOLO" 28 dB ( in 4 metri e mezzo ).


La calza nel tratto all'asciutto.



Grondaia e bandinella in RAME nuove, appena montate di fianco a me.



La calza nel tratto a bagno con fortissima umidità ultra trentennale.



Qui ho tagliato ancora a metà il cavo, 2,25 metri, e perde 12 dB ( 72 meno 60 ).



Qui negli altri 2,25 metri, ne perde 18 ( 72 meno 54, record mondiale ).



Il pezzo è questo ( se qualcuno ha troppo segnale in presa . . . ).



Con il flash, l'anima del cavo sembra anche belloccia dove ho raschiato con le forbici, ma vi assicuro che è scura come le grondaie in rame dopo anni che sono montate, mentre invece appena messe sono bellissime, però si ossidano inevitabilmente in poche settimane.

A questo punto, un cavo normale "a bagno" sempre per decenni, va in perdita colossale rispetto a uno che se ne sta tranquillo intubato lontanissimo dall'umidità su per le scale in verticale e orizzontale.

Lo stesso cavo sui tetti, come perdite dura molto di più.

Qui sarà stata l'impedenza caratteristica a 75 ohm, a ritrovarsi completamente a pallino, causa orrendo habitat impropriamente riservato a un cavo inadatto per quelle condizioni di posa.

---------------------------------------------------


Vedi Cris, praticamente quando si ha un cavo intubato sottoterra, si è sempre al piano terra, al massimo ancora più giù, quindi se ti chiamano e vedi che sei a "BASSO", ipotizzi già come andrà a finire, sostituirai il cavo che tornerà a mollo e durerà finchè non vedranno a quadretti molti anni dopo, per il segnale oramai divenuto marginale.

Ma che con oltre 80 dBuV in partenza, si fosse arrivati a meno di 13 in casa, E' GROSSA.

Col cavo nuovo, vi erano ancora segnali oltre gli 80 dBuV in presa . . . un giorno abbasseremo un po', va là.

-------------------------------------------------


Difatti Andrea, ci vuole quello da interramento nero con guaina grossa tipo il "petrol jelly" della CAVEL, ma in quel contesto condominiale, uno non si aspetta che col tempo il tubo si debba riempire d'acqua.

-------------------------------------------------


Everardo, l'anima era puntellata in piccolo tipo morbillo, e se è vero che gli elettroni in questo caso, scorrono sulla superficie, io penso che inciampassero quasi tutti, poi il dielettrico non era neanche ridotto come quando diventa giallo e si sbriciola solo a guardarlo, era bello e bianco, la calza deve solo schermare, quindi penso non avesse grosse colpe, l'anima era centrata dal dielettrico ancora tonico meccanicamente, e forse non era stata una partita di cavo nata bene, visto anche la perdita del pezzo all'asciutto.

[ 4 commenti ] ( 177 visite )   |  permalink  |   ( 3 / 766 )

<< <Indietro | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | Altre notizie> >>