439. Le "programmabili", queste bistrattate ( anche da me ). 
NOTIZIA 429: Emittenti DTT a Bologna.

Oggi sono stato chiamato in un condominio ad Anzola Emilia, costruito 15 anni fa, con nel sottotetto una programmabile Fracarro SIG 8008, settata ancora prima dello "switch-off", quindi completamente fuori dal top ottenibile oggi.

Però non credo proprio fosse quella montata all'inizio . . .

Dallo spettro in uscita ricordo un cluster su Barbiano dal 24 al 30, uno su Velo Veronese solo per il 41 di un tempo, che così senza volere, dal 2011 si tirava dietro anche il 40 da Venda.

Un' altro solo per il 49 da Castelmaggiore in verticale con antenna SIGMA 6 HD.

Un' altro dal 64 al 67 .... aiuto LTE !!! E così via . . .

Una 5 - 12 verticale su Barbiano che entrava in banda III^.

Una 5 - 12 orizzontale in cima su Castelmaggiore staccata da subito ( ??? ).

Mancava Serramazzoni, ma forse vi erano ostacoli, non sono salito sul tetto, ho visto solo dal lucernaio.

I condòmini lamentavano da tempo visioni disturbate persino sui RAI del ch 24, allora si sono finalmente decisi a chiamare ( per fortuna loro ) "un povero cristo" che se ne intendesse . . .

Che problema c'è ? Son qua io, il cavaliere, aciribicerci, ghe pensi mì ( Tino Scotti ).

Dato che lo spettro in casa, rispecchiava quello in uscita dalla centrale, ho detto: bene, concentriamoci e partiamo col vedere cosa offrono le Sigma 6 HD su Castelmaggiore vert. e Barbiano orizz.

Su Velo campeggiava una bellissima Offel K 47 D, ma non l'ho neanche "periziata" perchè da Castelmaggiore andavano praticamente tutti con in più le nostre "locali", un po' bassini, ma quasi tutti.

Da Barbiano bene i 4 RAI e del 25 di Cairo 2 = NON PERVENUTO !

Quindi son partito lasciando la combinazione cluster 2 - 5 - 3.

L'1 e il 2 liberi, senza antenne, nei 5 Castelmaggiore, con programmazione: 33 ... 38, 41 ... 44, 46 ... 52, 55 ... 58 (59), e l'ultimo cluster per il momento libero.

Nei 3 di Barbiano, ancora 24 ... 30, 40 da solo, e udite udite, il 53 di "Canile Italia" per l'83 e l'84 a grande richiesta dei condòmini ( perchè da Castelmaggiore aveva dei dati più tristi e mi "diceva male" ).

A questo punto, c'era quasi tutto meno il 25, che da Castelmaggiore era una favola, e l'antenna non tirava quasi un tubo dei RAI 24 e 26 !

E mi son detto, non posso non dare il 25 che la scritta "provvisorio" su LA 7 e LA 7 D imperversa.

Allora, con un 25 NULLO da Barbiano e il 24 e 26 STRABASSI dall'antenna di Castelmaggiore, chi mi vieta con l'ultimo cluster per la verticale, di incuneare un 25 da per solo ?

Difatti, ciliegina sulla torta, con il cluster 7 ho programmato pure e solo lui, e azionando la manopola per il livello in uscita del 25 ( 0 - 30 dB ), ho visto emergere il panettone del 25 bello pari, e farsi strada fra il 24 e il 26 senza minimamente interessarli . . . sembrava il risultato di tre moduli a 6 celle dell'Helman, incredibile.

Ho verificato che MER e BER di tutti e tre, non si fossero degradati in maniera preoccupante, e per nulla lo si erano, perciò l'ho terminata lì a cavallo dei 100 dBuV e sono andato giù, ottenendo 376 canali, di tutto di più.

[ Se splittavo l'antenna di Barbiano in due, potevo fare 21 ... 24 e 26 ... 31, sfruttando uno dei due cluster iniziali lasciati inutilizzati ( 1 o 2 ), ma andava tutto bene così lo stesso, allora non l'ho fatto. ]

Questo lo si può fare solo in casi dove, grazie anche alle buone antenne e alle condizioni ricettive di zona, ti trovi appunto che da una parte vedi solo un gran 25 e pochissimo i 2 adiacenti, e dall'altra hai dei buoni 24 e 26 CON QUASI UN TUBO NEL MEZZO !

Ah, dimenticavo, vi è andato anche un filtro LTE a innesto, perchè dall'antenna di Barbiano, arrivava un segnale forte che un po' saturava d'ufficio l'ingresso UHF 3 che aveva il pre interno da 20 dB inserito, e non potevo disinserirlo, pena calo del 53 di "Canile Italia".

Ecco spiegato perchè andavano maluccio di sera anche i RAI . . . uscivano con MER alla -3 che in antenna invece erano al top alla -5, bisognava scalzare l'LTE a monte, prima di entrare nell'ingresso della centrale prog.

Dopo anni, sono passati dalle stalle alle STELLE.


---------------------------------


6 Prese passanti da - 10 dB della TELEWIRE collegate in serie, e resistenza sull'uscita dell'ultima presa.



Entrando con 74 dBuV nella prima presa della catena, ne rimangono sul prelievo per lo spinotto ( presa ):
1^ = 63,6
2^ = 62,6
3^ = 60,7
4^ = 59
5^ = 57
6^ = 56

Calcolando una colonna di 6 prese passanti, e 3,35 metri di cavo tra una presa e l'altra, 3,35 x 5 pezzi di cavo, fanno 16,75 metri.

Con cavo da 16 dB di perdita in 100 metri, in 16,75 metri si perdono solo 2,68 dB.

Entrando nella prima con 74, all'uscita dell'ultima ve ne sono 64.

10 dB diviso le 6 prese, fanno 1,6 dB di attenuazione di transito ( passaggio ), perciò "bonazzo".

Ribaltando la catena delle prese, entrando dall'uscita dell'ultima, che diventa la prima, l'attenuazione di transito non cambia di nulla, ma le misure in presa CIAOOOOO ( mi son dimenticato di provare l'effetto però, avevo già smontato tutto ).

Essendo prese 5 - 2400 MHz da - 10 dB, 1,6 dB di passaggio sulla banda terrestre, non è male.

Il CD 11 Fracarro dichiara 0,8, ma è un mezzo "giochino" solo terrestre "per creazione di linea secondaria" . . . per fare una presa "derivata" poco distante, non è mai stato il massimo, meglio un - 14 dB.



--------------------------------------



Zona letto: interruttore "digitale" per spegnere il TV, il decoder Technisat, e il DVD SONY.

Due attenuatori in serie da 0 - 20 dB ( - 40 dB ), per capire "a occhio" dal TV, mux accesi, potenze, squadrettamenti, mux alti e bassi, soglie di aggancio - sgancio . . .

[ 1 commento ] ( 110 visite )   |  permalink  |   ( 3 / 994 )

<< <Indietro | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | 29 | Altre notizie> >>