432. Finalmente presento "roba nuova" ( by LEM ELETTRONICA ). 
NOTIZIA 429:Emittenti in DTT a Bologna.


Sostituzione dei vecchi centralini sat radiali a 12 uscite l'uno, più ingresso "terrestre" per avere tutto sullo stesso cavo.
24 Appartamenti serviti su 3 numeri civici adiacenti di 8 appartamenti l'uno, su tre piani più il rialzato.
4 Splitter che dividevano i 4 cavi della parabola, perdendo 4 dB per l'aria che tira . . . e un PP 12 per dividere pure il segnale terrestre proveniente dal finale UHF.
Una volta si faceva così.


Immagine cliccabile.

Visione d'insieme all'interno dell'armadietto, con forse anteprima nazionale del modello in questione SCX52/... LEM ELETTRONICA ( intendo con installazione funzionante ).



Ultimo derivatore con resistenze isolate e alimentatore obbligatoriamente dedicato.



NUOVISSIMO multiswitch della LEM ELETTRONICA "ibrido", con solo due frequenze per l'SCR, quelle più basse, e funzionamento "legacy" AUTOMATICI, a seconda di quale tipo di decoder ha in casa l'utente.
Prezzo interessante rispetto a quello a tre o a quattro frequenze.
Prima vi erano già 4 condomini che avevano 4 multiswitch SCR singoli, messi in serie prima dei 4 partitori SAT, con anche i rispettivi diplexer al seguito.
Abbiamo sperato che non avessero in casa un MY SKY e un'altro decoder, e ci è andata bene . . . 4 MY SKY e BONA !!
Se no mi toccava rimetterci il loro Switch SCR + diplexer TV - SAT per prendere il segnale terrestre dal nuovo LEM, e ridargli sempre la loro vecchia situazione precedente.
ADESSO, chiunque in condominio può procurarsi il decoder MY SKY o due decoder normali, senza che alcuno vada su nell'armadietto ad aggiungere i multiswitch SCR singoli in cascata.
Impianto SAT "IBRIDO - smart - trasparente", "SCR o LEGACY" alla bisogna, un prodotto veramente AZZECCATO !
Collaudato lì, con decoder SKY HD, cavo scart e strumento Promax = tutto OK al primo colpo, sia configurato "impianto SCR" che "un lnb universale" ( legacy ).


Preselezione TEKO 5 celle e finale UHF da 40 dB "tosto".



Primo multiswitch con segnale all'ingresso terrestre di oltre 100 dBuV, e attenuazione di 20 sui prelievi.



Antenna rivista con "Serramazzoni", "Castelmaggiore verticale" un po' dietro all' Ospedale Maggiore, e "Barbiano" dietro la collina non a vista.

In centrale, preso niente da Castelmaggiore, troppo brutti rispetto a quelli provenienti dal modenese.

Antenne R 43 Z ( 21 - 60 ) Offel.

---------------------------------


Ciao Stefano.

I connettori a crimpare, richiedono una pinza apposta che non va d'accordo con il mio marsupio, poi non li puoi riutilizzare, recuperare, perciò, non facendo cantieri di una certa importanza, e con una certa frequenza ( in pratica MAI ), non è il caso di elevare la mia modesta professionalità.

Protezioni sulle sovratensioni ? . . . Ma chi le sta a mettere ? Gli antennisti no di sicuro, semmai, un'elettrico se ne ha voglia.

I connettori rapidi neri brevettati, chiamati CAP, li misi la prima volta, ma adesso prendo molti attacchi "F" per il cavo da 5 e per il 6,8.

Un capo scala, vedendo "l'albero di Natale" che era diventato l'impianto TV, ci aveva chiesto se si poteva fare un po' di pulizia, razionalizzando meglio la sezione satellitare, evitando che a turno, arrivassero sempre antennisti nuovi ad aggiungere dispositivi SCR ( dato che ce n'erano già 4 di 4 marche diverse ), quindi, con i "passaggi" e i partitori, il segnale SAT calava sempre di più.

Ma potevano anche farne a meno, tutti vedevano, ci sono molti anziani che hanno solo bisogno del segnale TV, importava ben a loro se nell'armadietto vi era un po' di casino . . .

La parabola è una vecchia 85, l'Inverto BLACK PREMIUM, l'abbiamo messo che è poco,
Facemmo uscire 24 cavi in una tubazione esterna di 40, con 6 cassette stagne, in coincidenza dei 6 granai che avevano il tubino del vecchio montante, infilato a fatica 4 cavi da 5 col liquido al silicone, uno x ogni appartamento in colonna a scalare, con giunzioni nella scatola fuori con i cavi orizzontali, 16 più grossi per le scale lontane e 8 da 5 mm. per quella di centro dove ci trovavamo.

Eliminato tutte le prese TV, perchè erano passanti, prese TV-SAT a quelli che al momento volevano il segnale SAT . . . si andava a casa con le mani rotte, causa infilaggi verticali al limite del passaggio, oggi metteremmo magari due cavi da 4 mm. per i due più in alto.

Tubazione esterna sul terrazzo lungo come il palazzo, riparata dalla capriata dell'unico pezzo di tetto a un'acqua sola.

Fu un grande impianto, che si è potuto "upgradare" dopo anni, mettendo derivatori ibridi nuovissimi, che neanche la LEM li ha a catalogo su internet.

Ciao.





[ 3 commenti ] ( 204 visite )   |  permalink  |   ( 2.9 / 1084 )

<< <Indietro | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | 29 | 30 | 31 | 32 | Altre notizie> >>