391. Inizio di Primavera ... preso d'assalto. 
C'eravamo praticamente lasciati con la prova in rapida sequenza, di tre antenne diverse, usando lo stesso pezzo di cavo: una triplex 21 - 60, una loga UHF, e una 43 El 21 - 60, dopo di che, tante altre prove, non è che . . .

Qualche giorno fa, guardando la mia Offel Yagi 13 elementi a gruppi di canali "ch 62 - 69", lì appoggiata alla polvere in camera mia, mi son detto: e se la porto su e la fisso verso monte Grande x il "54", posso liberarmi della convivenza con il rotore.

Tanto "sappiamo" che "andare verso il basso", anche le antenne a gruppi di canale, qualcosa di discreto "tirano", e difatti la sistemo sotto alla K 47 B ( ch 21 - 39 ) che punta a Barbiano, e verso M. Grande c'è un buon panettone . . .

Poi anche i vari 50, 52, 56 si presentavano con panettoni "pari" e valori buoni, cosa che avevo notato anche con la loga LP 45 NF FR sul palo "periscopio".

Quindi, avevo pianificato tutto il da farsi:

1°, smontare l'antennona di "Venda Show", prima di trovarmi un domani a non avere più le forze per farcela, e di conseguenza pagare poi qualcuno che venisse a farlo al posto mio ! ( Chefffigura di mm.... ).

Tanto, la K 47 A ch 21 - 32 in cima, mi serviva oramai solo per il "32" di 7 GOLD da Velo, la Stratos 6 D calava sempre "sulla destra" e mi andava meglio la loga orizz. fissa full, in ultimo, la R 47 D in verticale su C M, mi serviva proprio per il 50, 52, 56, solo che quasi ogni volta che pioveva, mi calavano drasticamente !

L'avevo fatta a 48 anni, il 7 luglio 2007, era lì da quasi 8 anni, ed era già abbastanza, vista da giù in via Castiglione, metteva sempre un po' di paura, meglio così.

Dopo questo smontaggio, intrapreso sabato mattina 21 - 3, le tre antenne ho dovuto distruggerle, c'era poco da fare, maaaaaa mi sono ritrovato con 4, e dico 4 pali tosti semi-nuovi, per il mio sistema a sviluppo telescopico "from lucernar", e qui, a pali siamo a cavallo.

2°: Togliere la "62 - 69" appena messa e tornare "alle origini", antennona K 95 D, da Barbiano, di nuovo reindirizzata verso Monte Grande, col giochino dell'abbassamento del palo "28", allentamento della K 47 B, ulteriore abbassamento fino a raggiungere le farfalle della K 95 E ch 36 - 82, girare il palo "28" con in cima l'antennona per il massimo del guadagno sul ch 56 proveniente da Monte Grande, rimettere la "36 - 82" in pieno su BAR, salire col palo e rimettere dov'era prima la "21 - 39", sempre su BAR in linea perfetta con quella sopra, nastrare il tutto e . . . FINE !

Per misurare mentre giravo lentamente il palo, avevo tagliato il cavo che usciva dal dipolo della "62 - 69" e collegato allo strumento, questo cavo che scendeva in centrale, era stato preventivamente collegato all'altro che scendeva dalla K 95 D, e giuntato con un femmina - femmina IEC provvisorio, pertanto il segnale scendeva di sotto e risaliva dal cavo nuovo messo pochi giorni prima.

Adesso da Monte Grande di Calderaro non si scherza, 60 dBuV sul ch 49, 50, 52, 54, e 58 dBuV sul 56, una favola, il 49 l'ho lasciato "su Barbiano", ma il poker preamplificato a "cubetto" HELMAN dal 50 al 56 me lo godo tutto, e va bene, adesso lascia pure che piova e "ciao" C. M. verticale ( nella mia zona, da sempre ostacolato ) !

Valori di BER pre Viterbi alla -4 -5, che peggiorano un pelino per colpa degli adiacenti, presi sempre con i moduli da altra direzione, però vanno tutti.

Ora ce n'è un TOT intercalati, 49, 51, 53, 55, da Barbiano, 50, 52, 54, 56, da M. Grande, 57 da C. M. loga vert. fissa full ( quella sotto al rotore ) . . . vallo a fare con una programmabile ! Si fa fatica con i "SUPERSELECT" a 6 celle dell'HELMAN . . .

3° Tolto questa mattina il palo "50" di base, che era rimasto abbassato e ancora fissato con le staffe a 8 EXTRA, al palone dell'anti-infortunistica del condominio adiacente, così ho potuto ottimizzare di raspa la sede dove verrà fissato, ogni volta che vorrò "volare" in alto con gli altri 3 pali in aggiunta.

E difatti come altezza, sono quasi arrivato al mio rotore, poi ho provato il "32" su Velo e con 42 dBuV, ho visto le emittenti nello strumento poggiato sui coppi, poi verso i Colli Euganei per il "28" di "La 9" che era anche più forte, ma dava qualche goccia e ho dovuto battere in ritirata.

Adesso, per fantasticare un po', ho pensato che a 60 - 70 cm. a sinistra del lucernaio, si potrebbe piazzare il "50" di base, forando il tetto con 2 converse in plastica, fare una "4 PALI" con in cima 2 loga UHF dell'Offel vecchio modello, una su Velo e l'altra su Venda, per il "32" e "28", senza controventi, tanto oscilla ma non si piega, oppure trovare un "rotorino" e piazzarci una R 95 Z con 3 controventi là in cima che "tengono l'onda".

Solo che così facendo, non avrei più modo di muovermi con il palo a periscopio . . . e mettiamo che arrivi sul mercato, un'antenna talmente rivoluzionaria che risolva tutti i problemi del DTT ( a parole ), tanto che coloro i quali avevano fatto TivùSat dalla disperazione, potrebbero, tornando sui loro passi, servirsene . . . poi io come farei a provarla, che verso Barbiano cozzerei contro un palo fisso messo da me ? ( Grrrrr / Sgrunt ).

Meglio che mi fermi a meditare e riposare.



"Precisione innanzitutto".


Filo a piombo "professional".


Quando uno è un'esperto in "seghe", anche con la "raspa" si fa dare del "VOI".


--------------------------------------


Ah, lo so Nicola, ma aveva gli elementi che "ballavano" sul posto, era enorme, al limite voleva fissa sulla ex Jugoslavia, ma qui il tetto è basso, antenne ( mie ) ovunque, in 8 anni si è pagata, poi l'Offel fa comunque la 21 - 40, a Bologna e non solo, proprio il 25 e 32 latitano nel ricomparire . . . dovevo scegliere e sgomberare . . .

"Vendo antenna di 8 anni Offel K 47 A ch 21 - 32" . . . non potevo fare un'annuncio del genere.

Cosa faccio, come quelli che hanno ancora il "FUBONE" 90 Elem. XC 91 A ( ch 21 - 28 ) in soffitta, perchè gli è rimasto dai tempi di Capodistria canale 27 dal Monte Nanos ?

Mi avevi detto dello spostamento a sinistra verso Velo, però non sapevo dei 25 anni, in un certo senso ... complimenti.

-----------------------------------


Ciao Antonio, finito l'inverno son partito in quarta, terminato lo smontaggio della 4 pali "a bandiera" altissima, son qui che mi chiedo ancora non come ho fatto, ma come avevo fatto a farla, in punta di piedi per arrivare a fissare le antenne sul palo di "28".

Adesso, dopo che avevo fatto scendere il 42 e 35, ho dovuto abbassare il palo base di mezzo metro, per smontare le antenne dal primo palo più comodamente, e mi sono imbragato dall'inizio alla linea vita che era lì ai miei piedi.

-----------------------------------------


Ciao Angelo, difatti sugli impianti un po' grandi, mi affido alle TELECO, che però hanno un fissaggio del dipolo alla culla a slitta, inforcando una vite a testa arrotondata e sotto quadrata, passante con farfalla, che quando sono in verticale . . . te le raccomando lo stesso !

Forse è più duratura quella che "fa acqua", almeno facendo corrente con la fessura sotto, si asciuga in fretta.

E' inutile, fare le cose buone che durino 30 anni, come si faceva una volta ( vedi FUBA, SIEMENS e HELMAN ) non conviene più, non ci si riesce con la concorrenza al ribasso !

Facciamo così, per le antenne, dopo 15 anni STOP, cambiarle, e per i pali buoni, dopo 15 anni, "secondo giro", a 30 CAMBIO PALI ( insieme alle antenne ) !

Io avevo messo 2 pezzettini di nastro per ridurre la fessura alla chiusura del dipolo, ma ho visto che si era solo ridotta e l'acqua entrava lo stesso e ci rimaneva pure di più, perchè faceva meno corrente per l'asciugatura.

Il dipolo non l'ho buttato via del tutto, lo recupero e . . . "ci faccio la FOTO".

Ciao.

----------------------------------


Grande Andrea, sono riuscito a farla scendere senza bruschi movimenti verso il basso, modulando attentamente con una sola vite, incredibile, merito dei pali seri.

Comunque è la vecchiaia che avanza, sbrigati che è primavera . . . un caffèlatte doppio, frullatone di fragole con spremuta di arance e zucchero il giorno prima, e affronti il mondo.

Io ho cominciato alle 10 e 30, prima ero già stato a far metano e a sbaffarmi le mazzancolle fritte ( col limone preso da casa ) al mercato di San Lazzaro, quindi ero super tonico ( si fa per dire ), ero preoccupato, invece macchè, zero imprevisti, ho allentato i tenditori che non si erano bloccati con la ruggine ( 2 su 6 ), poi è scesa piano piano, sfasciatura dopo sfasciatura, sfrattando pure un mucchio di ragnetti . . .

Lassù qualcuno mi proteggeva si vede . . . strano per un'ateo come me.

Adesso tocca a te, ciaoooooo.




[ 5 commenti ] ( 163 visite )   |  permalink  |   ( 3 / 1225 )

<< <Indietro | 29 | 30 | 31 | 32 | 33 | 34 | 35 | 36 | 37 | 38 | Altre notizie> >>