370. Il cavo del rotore . . . nel modulare. 
Oggi 25 - 9, al rientro a casa, mi son trovato aumentato di parecchio il mux LTE di WIND, quindi non hanno aumentato la potenza di quello di Piazza Trento e Trieste, ma hanno attivato quello vicino a casa mia, sul primo palazzo che sta fra viale 12 giugno e viale Panzacchi, che da me si trova circa come orientamento fra Barbiano e Osservanza a 300 metri, e lo prenderò con la stessa verticale che prende l'LTE di TIM.

Adesso vado su a cambiare antenna in ingresso e ponteggiatura sui moduli LTE "dedicated".

----------------- - ------------------

........ Maaaiàl, c'è più segnale su WIND che è più lontano, che su TIM che è qua fuori, con la stessa antenna FR loga con gli elementi a <<<<< in verticale ( che non si può guardare . . . però dal rotore lassù in alto, le potenze si equivalgono ).

Ci saranno quasi 8 dB di più, tanto che sono passato da una loga Offel con preamplificatore puntata altrove, a questa, mettendo come ponticello superiore di collegamento fra TIM e WIND, uno di quelli dell'Helman ad attenuazione fissa da - 6 dB ( ma anche quello da - 12 non era esagerato ), altrimenti mi toccava tenere il modulo al minimo.

E ho dovuto pure sostituire quello a 4 celle per TIM con un 6 celle, se no mi alzava / tirava dentro, la parte destra del panettone di WIND ( che si trova alla sua sinistra ).

Prima il problema era inverso, preamplificando per portare a livello un WIND debole e lontanuccio, mi si alzava la parte sinistra del mux di TIM ( pur avendo già un 6 celle ).

Adesso ho i 6 celle su tutti e tre i gestori, e mi manca solo un VODAFONE vicino a casa come gli altri due, così non avrò più bisogno di preamplificarlo.



In casa i dati sono di tutto rispetto.



Mai dire mai.

Tanti mesi fa feci a meno dell'antenna K 95 D orientata su Monte Grande, a favore di un "super" Barbiano, tanto oramai cosa mi sarebbe potuto arrivare di utile ?

Difatti, da un po', da lassù arriva l'unico ch 54 ( mux rete A 2 sul trasmettitore di TIMB ) nel raggio di Km e Km, quindi, come fare per far si che nel modulare vi sia questo 54 per riempire il "buco" e incrementare il totale dei canali del Technisat senza aggiungere l'antenna mancante ?

Semplice, si adotta una soluzione "ibrida", l'aiuto di un sistema ( rotore ) a favore dell'altro ( il canalizzato ).

Ho aggiunto in centrale un modulo Helman ch 54, vi sono entrato col cavo proveniente dalla loga orizz. del rotore, poi sono fuoriuscito dall'altro bocchettone superiore, collegandogli la discesa del rotore di prima, allungando il cavo e perdendo 1 dB e mezzo, fra transito del modulo e 5 mt. di cavo in più.

Qui da basso, tolgo e metto la resistenza di chiusura, a seconda di cosa faccio.

In condominio, a rotore fermo su M. Grande, vi è sempre il mux 54 presente, peccato che abbia lo stesso contenuto del mux 33, quindi nessuna emittente nuova, però fa numero.

E' ovvio che quando muovo il rotore, il mux 54 scende "sottoterra".

Non dovevo però mettere un pre UHF a cubo telealimentato dal modulo stesso, se no mi perdevo la ricezione della banda III^ orizz. da rotore, e in più mi arrivavano anche i 12 volt giù dal cavo di discesa, ma se fosse servito, la soluzione c'era . . .



Adesso, col mux 54 e il mux uno RAI da Col Visentin ( agganciato qui per i capelli ), ho raggiunto un nuovo "record stagionale".

In Italia, anche se dovessero dar via le frequenze dal ch 51 al 60, sta tranquillo che riuscirebbero a superare questo "422 canali" lo stesso ( con la prima tranche 61 - 69, invece di calare, sono sensibilmente aumentati ), basta in alcuni mux infilarci 25 emittenti, alla faccia delle 5 e non una di più, e alla miglior visione che davano d'intendere all'inizio ! ! !

[ 2 commenti ] ( 193 visite )   |  permalink  |   ( 3 / 1422 )

<< <Indietro | 33 | 34 | 35 | 36 | 37 | 38 | 39 | 40 | 41 | 42 | Altre notizie> >>