368. Quando WIND accende l' LTE a 800 MHz al civico 4, e tu sei di fronte al 9 . . .  
E' successo proprio così, all'inizio di via Toscana non si vedeva più un TUBO, saturazione RECORD !

La centrale era una programmabile SIG 8008 FR, che ha tutti e tre gli ingressi UHF con preamplificatori all'interno di serie attivati, e non sapevo che erano escludibili con impostazione preventiva, quindi intanto, saturazione assicurata per quel motivo lì, poi c'era pure l'ultimo cluster programmato per i ch dal 60 al 66, "auguri vivissimi".

Ho sprogrammato i suddetti canali e provato a interporre il filtro LTE a innesto dell'Offel, fra l'antenna UHF verticale ( che cozzava contro il palazzo due piani più alto con sopra WIND, proprio in direzione di Castelmaggiore, quindi segnali TV bassissimi e WIND a 1000 ) e l'ingresso 1 della programmabile, ma l'attenuazione dell' "intruso" non era sufficiente e si "ubriacava" lo stesso.

Per contro, l'altra UHF su Barbiano mi dava i 4 mux RAI "a palla" e gli altri canali inservibili, e tempo fa ero stato costretto a programmare quel poco di utile che c'era verso Castelmaggiore, perchè il 49 andava per un pelo solo da là.

E il pensiero fu: speriamo che un domani non ci accendano un segnale LTE proprio in direzione di Castelmaggiore . . . se no, con la programmazione canali "a manetta" che abbiamo fatto da C. M., chissà cosa succede . . . DIFATTI, NOTTE FONDA !

Ho ragionato un po', poi ho detto: vai a prendere il TELECO 34 dB VHF - UHF - UHF "LTE" che vediamo di farcela, abbassiamo Barbiano quasi del tutto, poi vediamo come si comporta l'altro ingresso col jumper su "LTE" ( che agisce dopo la miscelazione dei 2 ingressi UHF ), e alziamo al massimo il segnale proveniente dall'antenna verticale di C. M.

Col jumper inserito, che sappiamo "fare qualcosa", anche lì la sua azione non era sufficiente e saturava lo stesso, ah si, vuoi la guerra . . .

Lo tolgo per vedere se agiva, e l'LTE effettivamente si alzava rispetto a prima, bene, qualcosa fa, ma da solo non basta, è un caso "PESO".

Me ne accorgevo perchè tenevo d'occhio il MER del ch 49, che in antenna era discreto, ma in uscita dal centralino ciaooooooo.

Allora, ulteriore filtro a innesto ( quello di prima ), messo prima di entrare nell'UHF della verticale, e finalmente ho avuto ragione del problema, MER salvato, i MEDIASET visibili, i RAI pure ( ovviamente ), e nessuno del condominio si è visto all'orizzonte, abbiamo "operato" indisturbatiiiii fino alla fine.

Che poi l'antenna l'avevano fatta degli altri, mica noi, il mmittico, se c'è una cosa che odia, è montare antenne basse contro un palazzo 2 piani più alto . . . un giorno o l'altro la rifaremo alta "da cristiani".

In VHF c'era un "G" verticale su Barbiano, che abbiamo ricollegato . . .

---------------------------------------


I filtrini LTE sono dei "passa basso", e passa tutto dal ch 02 al ch 60 UHF, poi scendono sulle frequenze di down - link dei tre gestori LTE, e tutto quello che c'è oltre su frequenze in salita.

Ma un LTE WIND FORTISSIMO di là dalla strada, che come frequenza è all'incirca dov'era il ch 61 UHF di una volta, come lo annienti se vuoi anche conservare un discreto ch 60 ???

Senza filtri costosi a forte pendenza, è impossibile !

Ma fra non tantissimo, toglieranno pure le frequenze 57, 58, 59, 60 circa, per darle ai telefonici, quindi tanta selettività non servirà più, e allora ?
Ce ne vorrà dell'altra 4 ch più sotto, con filtro nuovo ad altro taglio . . . e il filtro costoso messo la prima volta, diverrà inutile se non sarà facilmente "abbassabile".

I filtrini semplici, sono facilmente "aggiust - tarabili" per farli diventare dei "02 - 59, o 02 - 58, è roba da ridere, di conseguenza, ciao WIND.

Sono già pronto per i prossimi eventi LTE WIND, non ce la faranno a mettermi in buca . . . dopo questo "caso estremo" poi . . .


Lo spettro ci mostra i ch UHF 59, 60 larghi 8 MHz, e i tre gestori di telefonia larghi 10 ( impegnati a occhio 9 ), regolati a pari livello, tramite l'impianto modulare.

Adesso ripetiamo cosa fa un filtro per segnali "LTE a 800 MHz".

Esso toglie tutti i segnali al di sopra dei 791 MHz, perchè è un filtro "passa basso", e cioè lascia passare tutte le frequenze da 40 a 790 MHz.

Siccome prima la banda TV in UHF terminava a 862 MHz, i centralini d'antenna TV amplificavano fino a lì e anche un po' oltre.

Adesso che abbiamo dei trasmettitori in città e non solo, che operano su questa porzione di frequenze ( 791 ... 821 MHz ), per il sistema 4 G, atto a servire smartfhone e tablet che ritrasmettono a loro volta da 832 a 862 MHz, se ce li troviamo accesi vicino a casa, vi sono serie probabilità di ritrovarci con i centralini TV a larga banda ( o canalizzati con ancora dei moduli attivi sui vecchi ch 61, 62, 63, 64 ) saturati, e di conseguenza non vedere più bene come prima della loro ravvicinata accensione.




Ho interposto questo filtrino LTE a innesto rapido, fra l'arrivo del cavo d'antenna e lo strumento, per vedere il suo intervento.




Filtrino che ho leggermente corretto internamente a favore di una risposta 02 -
59, piuttosto che 02 - 60 com'era prima, così ho fatto abbassare ulteriormente il segnale di WIND rispetto a come usciva in origine, cioè somigliante al 60 che ho ottenuto adesso . . .
Tanto quest'ultimo lo spegneranno e c'è già il ch 55 acceso al suo posto con le stesse emittenti.


--------------------------------


Davide, non posso andare oltre, si fa come ho fatto x creare il buco in pieno sul 39 qualche notizia fa, poi ci vuole lo strumento con lo spettro sott'occhio, senza non si può fare.

Fino adesso non gli andavo a variare nemmeno, ma con WIND fortissimo, un colpetto glielo dò anch'io all'occorrenza.

Che poi si fa in casi estremi, e là non l'ho manco fatto ... lo farò se mi ricapiterà in un'altra zona un WIND altissimo.


[ 1 commento ] ( 128 visite )   |  permalink  |   ( 3 / 1427 )

<< <Indietro | 34 | 35 | 36 | 37 | 38 | 39 | 40 | 41 | 42 | 43 | Altre notizie> >>