359. OP - OPT - OP 4 / 2 . . . e altro. 
Ieri 10 - 07, sono andato a San Giovanni in Persiceto, per un chiamata causa cessata visione dei canali RAI.
Arrivo là e misuro dalla presa monitor - 30 dB della programmabile Fracarro SIG 8008, e vedo che mancano proprio i MUX della RAI, provo dall'antenna su Barbiano e porca zozza non dà niente.
Serramazzoni invece andava.
Probabile interruzione del cavo in cima, che dal dipolo entra nel buco del palo con gommino passacavo, facendo un ansa grandina non più fascettata.
Erano due pali a bandiera, tiro giù e sbaracco tutto, Barbiano UHF, Venda 5 - 12 già scollegata la volta prima, Serramazzoni UHF, Barbiano 5 - 12 vert già scollegata la volta prima.
Proprio in cima non vi era più la guaina bianca del cavo Siemens ( Cavel CS 75 ), la calza argentata stava ancora resistendo, ma il politene COMPATTO color silicone, si era crepato a dischetti, e col vento si era interrotta l'anima interna sottile in rame . . .

( Non mi rompa l'anima !!! )

Dopo oltre trent'anni che 'sta struttura è su, vorrai farmi mettere delle antenne nuove, o NO !

Palo con viti in acciaio INOX pulito per "altro giro", un' Offel R 43 Z in cima per Barbiano, perchè c'erano gli alberi e anche più segnale, tutti i 4 mux a 74 dBuV.
Su Serramazzoni, altra Offel 3 metri più in basso perchè a salire il segnale calava, e il ch 36 già non uno splendore, peggiorava.
Programmazione della "SIG" ancora un pelo ottimizzata.

Configurazione scelta: 5 + 3 cluster.

Barbiano 3 cluster:
1) dal 21 al 24
2) dal 26 al 31
3) dal 40 al 42

Serramazzoni 5 cluster:
1) dal 33 al 38
2) dal 44 al 48
3) solo il 49
4) dal 50 al 53
5) dal 55 al 60
FINE.

Uscita MAX 107 dB sul ch 35 di Serramazzoni . . .

Suzzi, "abàsa càl tràntazéncq cl'é trop èlt" !!!

Così non si perderanno le 2 finali dei mondiali.



Adesso ho visto che esiste anche una "OP - C" . . . dovrò informarmi.

Fatto, è la stessa OPT, OP - C era la sigla vecchia, l'ho aperta.



Immagine cliccabile.


La OP, semplice, diretta, derivata, a perdita 0,4 in TV e 1,1 in SAT ( per impianti IF - IF ), con condensatore blocca tensioni indesiderate nei due sensi.



Immagine cliccabile.

La OPT, "terminale secondo Offel" a bassissima attenuazione ( 1,8 dB ), non dà i 75 ohm di una "chiusura" standard resistiva, e penso vada messa solo dopo la OP 4 / 2.


Immagine cliccabile.

La OP 4 / 2, la presa passante "quasi partitore", difatti si vede lo splitter, che attenua dalla presa frontale 4,5 su tutto, e 3,8 / 4,8 di passaggio.



Il centralino, che l'elettricista del padrone di casa, mise nel sottotetto a mia insaputa, togliendo il mix M 54 V, prendendo i cavi delle tre antenne ( 6 G - 20 BL 4 - 20 BL 5 ) e inserendoli nel centralino, poi l'uscita di nuovo nel div 3 Teko SP 375, per i tre appartamenti.
Io non mi accorsi di nulla per anni.



Forte propagazione domenica sera 6 / 7 da via Palmanova ( UD ), si vedeva benissimo, neanche un quadretto.



Immagine cliccabile.

Oooooh, adesso che ho visto questo monoscopio, sto proprio meglio.



Qui ho ricostruito un mini impianto con centralino e derivatore chiuso in fondo.
L'uscita del Fracarro fa la matassina e termina nel CAD 14 chiuso a 75 ohm.
Allora sono entrato con l'antenna tosta di Barbiano in un prelievo, e sono uscito dall'altro prelievo vicino, per andare allo strumento, controllare i panettoni, e misurare quale calo sulle potenze si era andato a creare.

Ebbene, a impianto diciamo chiuso a monte e a valle, i panettoni che in antenna erano tutti pari ( anche se di livello diverso ), all'uscita dell'altro prelievo avevano tutti degli avvallamenti più o meno pronunciati, con riduzione della potenza di oltre 22 dB ( attenuazione mutua ), ed è così che si devono presentare.
Il fatto di collegare o non collegare la spina dell'alimentazione del centralino, portava a uno "spostamento" degli avvallamenti dei vari mux, tutti da una parte, ma sempre brutti uguale.
Ciò si spiega perchè, accendendo l'elettronica del centralino, si va a variare un po' l'impedenza della linea che va dal Fracarro alla resistenza di chiusura.
L'attenuazione mutua fra due morsetti lontani, cioè opposti e incrociati, aumentava di altri 10 dB.
Un buon derivatore con queste prove, deve proprio restituirci dei panettoni orrendi e molto meno potenti di come lo erano in origine, così ci rendiamo meglio conto di come un segnale disturbante proveniente da un TV ( tramite il cavo d'antenna ), faccia una bella fatica a disturbarne un' altro collegato allo stesso dispositivo.

Però, è da mò che gli splitter pressofusi raggiungono i 22 dB di "separazione / attenuazione mutua" fra due uscite, e non fanno "scherzi" se si lasciano uscite "aperte", o impegnate da linee di cavo NON "terminate" a 75 ohm, o linee su prese "libere" / "dirette" / "semplici", o con TV collegati accesi o spenti . . . lo strumento non fa una piega.



Sono passati diversi anni, da quando mi arrivò una bolletta invernale di EnelGas di ben 1001 euro ( milleeuno solo di gas ), quando di solito erano di 7 - 800 euro.
Ho voluto fotografare questa di GAS + LUCE estiva, perchè non mi par vero, in piena crisi, esser riuscito ad arrivare a questo minimo storico.

Autolettura del gas per evitare il più possibile casini, si cucina poco, lampade a basso consumo a partire da 5 e 11 watt, 4 luci notturne blu a led da 0,2 watt per non accendere quelle 3 del lungo corridoio, spegnere la luce prima di accenderne un'altra, girare anche in penombra senza appicciare alcunchè, frigo su "min" tutto l'anno, spegnimento router quando non vado su internet sia di giorno che di notte, peretta sul mio letto per spegnere TV a tubo e decoder DTT in un sol colpo, ciabatte con interruttore generale, in estate, caldaia totalmente spenta che viene accesa solo per il tempo che ci occorre avere l'acqua calda.

Poi che la lavatrice va, viene una a stirare, la donna si addormenta subito alle 21, e il Samsung 32" va per l'anima del caxxo fino all'una inoltrata se io non lo vado a spegnere ( 50 watt, portati a 20 abbassando luminosità contrasto retroilluminazione . . . ), e se si ricorda di impostare il timer, lo mette per 3 ore, che dopo poco ronfa di brutto.

Ma perchè non fanno un TV con una funzione impostabile da menù, che se uno non cambia canale o pigia un tasto qualsiasi entro un tempo determinato da noi, si SPEEEEGNEEEE !!!!!!!!!!! Ci vuole tanto ? Ci saranno 50 funzioni che nessuno va a variare o non sa che esistono, PORCA ZOZZA !!!!!!

Viva questa bolletta, mia unica consolazione d'esistenza.

P. S.:"Mani bucate" è stata via un mese e mezzo in quel periodo.

----------------


Attento Davide, che la resistenza da 75 ohm esistente all'interno del CAD FR su ogni prelievo, fa parte del progetto del CAD stesso, e non centra con i 75 ohm che vado a misurare col tester in ohm sul cavo montante, per vedere se vi è la resistenza da 75 ohm di chiusura messa da qualcuno, sull'uscita del montante dell'ultimo CAD ( o dell'ultima presa passante, che diventa così terminale di colonna ).

La presa OPT dell'Offel, non ho ancora ben capito, cosa mi vuol rappresentare, non lo so.

Fanno bene sul forum a dire che ci vogliono sempre dei derivatori per servire le prese TV ... era sempre quello che sostenevo categoricamente anch'io, prima però di verificare veramente il contenuto ! ! !

Può darsi che dopo la comparsa di questi componenti pressofusi, abbiamo continuato a ragionare in un modo inutilmente troppo prudenziale ( derivatori ovunque ), che era più obbligatorio un tempo, piuttosto che da 20 anni a questa parte ( derivatori SERI fuori e splitter altrettanto SERI in casa ).

--------------


Proprio ieri, ho fatto un'impiantino per aggiungere 3 prese TV esterne con cavo inchiodato a parete, all'unica che c'era.

Era una terminale resistiva di colonna al piano terra, un nostro vecchio condominio con colonne esterne e prese passanti a scalare a montaggio con zoccolo in superficie.

Allora, comprato 4 scatole da esterno, telai, tappi, mascherine Vimar PLANA, un derivatore Offel a due "tap" da - 9 dB, una presa derivata, una - 14, una -10, e una - 7 da chiudere con resistenza.

Cavo che arriva, chiuso dal derivatore con resistenza, un prelievo fa la presa derivata lì, l'altro prelievo va dentro un centralino da 20 dB regolabile, l'uscita va alla prima - 14, poi alla - 10. poi alla - 7.

Ho chiuso oltre 10 dB il centralino, per avere dei 65 dB alle tre prese nuove Telewire con frontalino plana.

Ce n'era d'avanzo, e la colonna condominiale è sempre chiusa nel derivatore da - 9 dB dell'Offel, che era un bel po' che mi girava in macchina . . . fra l'altro.

Semplice no ?

Col segnale che arrivava da sopra, sarebbe andato anche senza centralino: - 14, - 14, - 10, - 7.

Tanto, 9 li ho persi col derivatore e 10 gli ho chiusi dal centralino, fanno 19, il centralino è da 20 dB, sarebbe stato un valido prolungamento di colonna . . . è solo che quando uno usa del cavo buono da 6,8, sembra che non perda mai segnale . . . e te ne accorgi sempre al collaudo finale.

------------


Stefano, hai ragione, ma dalle prove che ho fatto, siamo sempre sopra i 20 dB di separazione anche con gli splitter.
Ma i dBi gli antennisti non li usano, si parla sempre di dBuV.
Di derivatori di piano attivi per equalizzare lungo la montante, conosco solo i multiswitch per il SAT, per segnali TV da 177.5 a 791 MHz, non ne ho mai sentito parlare.

Io ho avuto la fortuna di fare impianti nei cantieri, anche con materiale di una sola marca, tutto Siemens dalle antenne alle resistenze di chiusura, il massimo per l'epoca, quindi so cosa vuol dire un impianto d'antenna TV fatto come si deve, con "lunghe passeggiate" a collaudare tutte le prese . . .

[ 4 commenti ] ( 237 visite )   |  permalink  |   ( 3 / 1343 )

<< <Indietro | 36 | 37 | 38 | 39 | 40 | 41 | 42 | 43 | 44 | 45 | Altre notizie> >>