358. Forse scatenerò un vespaio . . .  

Ottimo multiswitch "SCR", montato ieri in un sottotetto, splitter a 2 vie per due decoder SKY HD, tutti voti 7 e 8, tutto perfetto al primo colpo, cliente soddisfatto.


Immagine cliccabile.

Interno dello splitter / partitore a 4 vie M Vision, - 7 / 8 dB, con i 4 diodi per far transitare la tensione verso l'ingresso ( la parabola SAT con LNB "SCR", o multiswitch moderno "SCR / LEGACY" sul pianerottolo ).

L'entrata è in basso al centro, e si vede benissimo che si tratta di uno splitter a 2, a sua volta splittato in 2 a sinistra e a destra, per fornirci le 4 uscite.


PROVE


Attenuazione in banda TV = 7 dB.
Attenuazione mutua / separazione fra due porte vicine dello stesso splitter = 22 dB.
Attenuazione mutua / separazione fra due porte lontane, cioè non dello stesso splitter a 2 interno = 30 dB.

Ho fatto la prova delle 4 matassine di cavo, simulando le 4 prese a contatto diretto di una casa "tipo" con lunghezze differenti dei 4 cavi, così da vedere se faceva qualche "buco" strano, macchè, tutto invariato tranne la potenza del segnale, ma lo spettro rimaneva fedele a quello in ingresso, anche toccando con le dita, calza e centrale della fine di due matassine, con strumento collegato su una terza porta.


Splitter a 4 vie per frequenze TV e SAT.



Il CAD 14 Fracarro SI', che è ancora formato da QUATTRO derivazioni singole distinte, a prelievo direzionale per induzione su di una linea passante, che al suo interno, viaggia per oltre 15 cm.



Derivatore a 4 prelievi da - 22 dB ( TV e SAT ) dell'Auriga.


Immagine cliccabile.

L'interno del derivatore a 4 prelievi da - 22 dB, è fatto praticamente con lo stesso principio di quello da - 10 dB, solo che nel - 10 vi è un prelievo incredibilmente basso di circa 4 dB, e dopo incontra uno splitter da circa - 7, che sommati fanno 11 dB.

Nel - 22, c'è un prelievo più impegnativo da circa 15 db, sempre seguito dallo stesso splitter da - 7, allora arriviamo ai - 22 dB che attenua in totale il dispositivo.

PROVE


Attenuazione di prelievo = 22 dB.
Attenuazione di passaggio, poco più di 1 dB ( ch 40 UHF ).
Attenuazione mutua / separazione fra due prelievi vicini ( stesso split a 2 ) = 27 dB.
Attenuazione mutua / separazione fra due prelievi lontani ( split a 2 opposti ) = 31 dB.
Attenuazione inversa ( da prelievo a ingresso ) = 22 dB.

-------------------------------------------


Parlando con un collega che ogni tanto fa qualche cantiere, lui mette rigorosamente nelle scale i derivatori a scalare, cioè ad attenuazione differenziata per piano chiudendo ovviamente a 75 ohm l'ultimo in fondo, poi negli appartamenti "va via di splitter a tutto spiano".

Alchè io ho avuto uno sbandamento . . . però a pensarci bene, sembra non essere sbagliato, perchè viste le prestazioni di un - 22 e di un - 10, che sono gli estremi di una colonna montante, e visto che alla fine della fiera, dentro questi derivatori c'è un prelievo solo seguito da uno splitter a tutti gli effetti, buono finchè si vuole, ma sempre splitter, che va a servire i 4 appartamenti del piano, in definitiva, NON sembra la fine del mondo se in casa mi metto uno splitter a 4 vie al posto di un derivatore da - 10 dB, che al suo interno ha sempre uno splitter a 4 vie, e le mie 4 prese avrebbero più o meno, la stessa attenuazione mutua / separazione fra di loro.

Allora cos'è che cambia fra mettere un derivatore in casa al posto del partitore / splitter di qualità ???

Cambia che col derivatore avrò 3 dB in meno su tutte le mie 4 prese TV ( l'ultimo dei problemi ), ma sopratutto avrò un disaccoppiamento maggiore fra le mie 4 prese e le prese degli altri 3 appartamenti di piano, perchè con 12 dB di attenuazione inversa, sono 5 in più di uno splitter che si ferma per forza a 7 dB.
Quindi se tutti e 4 al piano, abbiamo i derivatori da - 10 dB in casa, abbiamo fra di noi 10 dB di disaccoppiamento in più, rispetto a se avessimo tutti e 4 degli splitter a 4 vie.

Ma siccome oggi, un alto disaccoppiamento fra prese dello stesso appartamento, o prese di appartamenti diversi allo stesso piano, da tempo non è più richiesto, vedo molto più valida la soluzione: derivatori a scalare BUONI fuori nel vano scala ( intoccabili, grazie ), e splitter moderni BUONI negli appartamenti.

Che poi sono 20 anni che ci sono questi componenti in pressofusione . . . solo che io vado sempre avanti a CAD Fracarro, e allora . . . non mi evolvo.

Tempo fa, ho rivisto una distribuzione fatta da elettricisti, perchè lo so, ed era tutta a partitori . . . TUTTA !
Partitori nel sottotetto, giù un montante per ogni piano, al piano, partitore a 3 per i tre appartamenti, in casa partitori PP 12 e PP 13, a seconda di quante prese avessero.

Io ho cambiato politica, montante unico, 5 derivatori per banda TV della NEL a scalare, - 18, 18, 14, 14, 10, e in casa ho lasciato i PP Fracarro, e andava benissimo.

Se uno avesse avuto 4 prese, mi sarei procurato un derivatore a 4 prelievi da - 10 dB, perchè come sappiamo, il vecchio PP 14 non va bene per niente per alimentare 4 prese dirette TV.

Ma oggi ci metterei sicuramente questi onesti splitter a 4 vie, perchè ho finalmente provato che non hanno tremende controindicazioni, anche se non metto una resistenza in un'uscita quando mi servono solo 3 prese ( tanto lo splitter non fa più "l'effetto stub" del PP 14 con linee aperte monopresa collegate ).

E d'altronde, la SPI 05 della Fracarro, cos'è in definitiva ?

Uno splitter di qualità, perchè se fosse un derivatore dolcissimo, dove la faremmo la chiusura a 75 ohm ? Nella SPI 00 ? Non mi risulta, a meno che non sia come la OPT dell' Offel.

E lo stesso splitter, usato per fare 4 punti presa SAT, quando a monte abbiamo una parabola con LNB "SCR" ? Va pur bene.

Ripetendomi, un posto dove non ci va assolutamente uno splitter a 4 vie, anche di qualità, E' al posto dell'ultima presa passante, che era stata "trasformata" in "terminale di linea" con apposita resistenza, perchè la colonna montante di prese passanti FINIVA LI', e allora, bisogna che finisca sempre lì su di un "carico" resistivo da 75 OHM, tramite un derivatore a 4 prelievi da - 10 dB "terminato" sull'OUT.

Non va neanche messo nel vano scala, in sostituzione del derivatore di colonna montante terminale da - 14, - 12, o - 10 dB, che dovrà rimanere sempre lì, ( fino a che non intervengano nuove norme sull' impiantistica TV, o si decida per assemblea . . . la DEMOLIZIONE del fabbricato ).

-------------------------------------


Oggi, venerdì 4, sono andato da una signora, che dopo il "passaggio" dell'elettricista, improvvisatosi antennista, aveva riscontrato il seguente problema: quando aziona con i due pulsanti la tapparella elettrica della cucina, il TV LG 19" messo lì vicino in angolo squadretta di brutto.
E prima che l'elettricista gli accorciasse il cavo TV, facendoglielo entrare da un brutto foro praticato in un tappo di fianco alla presa, perchè il tavolo di cucina sbatteva proprio contro lo spinotto ... non l'aveva mai fatto.

Proviamo ad azionare i comandi della tapparella, e il TV fa il mosaico su tutti i mux UHF, allora io apro la presa, vedo che vi è la solita giunta con i cavi in parallelo calza calza e centrali arrotolati insieme, il tutto fasciato col nastro nero.

I centrali nudi non schermati, fanno da antenna e creano anche un po' di dispersione, l'impedenza "inciampa", e i disturbi impulsivi trovano terreno fertile.

Ho fatto una bella giunta con "F" - barilotto - "F" tutta in metallo, poi non contento ho sostituito anche lo spinotto rosso TEKO anni '80 che andava al TV con uno schermato dei giorni nostri, richiuso il tutto, e il disturbo sulla radio frequenza era stato annientato come prima dell'intervento maldestro.

Aaah, la categoria degli antennisti esiste . . . ditelo ai vostri amici, quando devono ristrutturare casa . . .

--------------------------------------------


Si si Alex, hai ragione, ho proprio 2 OPT dell'offel sul furgone, devo verificare cosa c'è dentro e se mi segnano 75 ohm, nelle vecchie TEKO, le TT 4 terminali avevano un contatto diretto e una resistenza fra centrale e massa, la T 4 che la precedeva era uno split a 2, definita da alcune case "derivata per 2 TV", ed era un partitore fatto a presa, come mettere un buon "T" inserito in una presa TV qualsiasi.

--------------------------------------------


No Vincenzo, i CAD trentennali che uso io hanno il centrale schermato, sono le giunte al vento che non si devono fare.

Sì, la vitina del centrale è visibile ( ancora per qualche anno, poi non vedrò manco quella ), però risulta molto protetta rispetto a un segnale che potrebbe investirla tanto da creare qualche problema, altro che potenze LTE a 800 Mega ci vogliono per entrare in quel foro e causare noie ( o motorini di tapparelle "scintillanti" nelle vicinanze ).




[ 5 commenti ] ( 186 visite )   |  permalink  |   ( 3 / 1539 )

<< <Indietro | 40 | 41 | 42 | 43 | 44 | 45 | 46 | 47 | 48 | 49 | Altre notizie> >>