357. Derivatore a 4 prelievi da - 10 dB, e . . .  

Il derivatore marcato MVision, distribuito da AURIGA, perciò VALIDO.


L'ho provato in lungo e in largo:
di passaggio attenua 3,5 dB circa,
la C.C. passa solo sul montante ( come è evidenziato ),
con resistenza messa in uscita, all'ingresso si misurano i 75 ohm come deve essere,
dai prelievi si passa dai - 9 dB sul ch 21 ai - 12 sul ch 60, e ci sta,
l'attenuazione fra due prelievi presi a caso ( attenuazione mutua ), si attesta sui 26 dB ( + o - 1 dB ),
L'attenuazione inversa, cioè da prelievo a ingresso, è di 12 dB ( ch 40 ).


E' assolutamente "direzionale", perchè mi sono azzardato ad entrare nell'OUT, mettere la resistenza sull'IN, e dai prelievi uscivano circa 40 dB di meno !

Immagine cliccabile.


L'ingresso è in basso a sinistra, l'uscita è in alto a sinistra, il prelievo è induttivo direzionale e si dirige verso destra, dove segue un partitore a 4, cioè uno splitter, però appunto discretamente disaccoppiato dalla linea montante.

Il prelievo sarà "dolcissimo", come l'attenuazione di passaggio ( 3,5 dB ), e il presunto partitore che segue attenuerà circa 7 dB come un PP 14, così 3,5 + 7 fa 10,5, che è circa l'attenuazione media che si ha su ognuno dei 4 prelievi.

Un derivatore a 4 prelievi da - 8 dB NON può esistere ! Già questa soluzione è al limite.

Difatti il loro impiego è FORTEMENTE CONSIGLIATO come "terminale di linea".

Come ultimo derivatore di piano BASSO ( 1° piano / ammezzato / rialzato / piano terra / interrato - 1, etc. etc. ).

Oppure negli appartamenti che hanno 4 prese ( ma anche 5: 4 + una - 10 passante terminata a 75 OHM, risultante la presa più VICINA al derivatore ), serviti dal vano scala, ove vi sono, piano per piano, derivatori lineari "A SCALARE" con l'ultimo in fondo SEMPRE "chiuso"!

In questo caso, tutti gli appartamenti, possono tranquillamente avere al loro interno questi - 10 dB, ovviamente terminati a 75 ohm ( perchè sono derivatori ).

------------------------------------------------


Mi sono trovato in un appartamento ristrutturato al 1° piano, che mi avevano tolto l'ultima presa Siemens passante con resistenza di chiusura, fatto scatola grande contenente il "solito" PP 14 Fracarro ( che poi vi erano 5 prese ), quindi, o ulteriore div 2 "imboscato", o molto più probabilmente una passante - 10 dB e quattro prese "dirette".

Io non avendo ( stranamente ) questo derivatore basilare in macchina, ho dovuto ripiegare con 2 "CD 12" Fracarro in serie, con resistenza sull' uscita del secondo.

Soluzione direi, ugualmente professionale.

Però, non mi voglio trovare un "pellegrino", che mi va a mettere un "- 10" a 4 prelievi, a ridosso dell'uscita del centralino condominiale . . . perchè così mi va a togliere quasi 4 dB a tutto il condominio !!! ( PER DIO ! )

Ma mettici un - 26 dB, che per lì sotto è anche poco . . . ci saranno sui 100 dB in uscita . . . almeno mi togli sì e no 1 dB di passaggio, e così ti fai anche perdonare.


Anche guardando negli anfratti di Bologna, si possono scorgere le inconfondibili antenne centrali "extra" fatte dal mitico.

Sarebbe bello indire un premio, a chi riesce a dirmi da che punto esatto è stata scattata la foto, se lo meriterebbe.


Dettaglio che un po' aiuterebbe l'occhio di un vero antennista bolognese.




Quando "dettavo legge" in quartiere.

In quella di sinistra direi che montai tutte Fuba, escluso il "G" messo anni dopo.



Oh, non mi son mosso, ce ne sono altre 2, fine di via Pasubio ( Bologna ), e ne ho tante altre in giro.



Queste erano antenne ! . . . Il "G" l'abbiamo "impattaccato" dopo.


----------------------------------------


frapenas, c'è un po' di tutto, un tempo andavo molto di K 47 D, Fuba, Cober, poi F M Elettronica, poi R 47 D, e dalle foto non le distinguo fra loro, escluso quelle con i riflettori più piccoli che saranno R 47 D.

Adesso vado solo di R 43 Z.

----------------------------------------


Antonio, dalle sigle si direbbero, un derivatore 5 - 2400 a 2 prelievi da - 11 dB e l'altro a 4 prelievi.

Bah, cosa vuoi che ti dica, se li provi poi li apri, saranno uguali, l'importante è impiegarli nei punti giusti.

----------------------------------------


Vincenzo, ero stato chiamato perchè di punto in bianco, si era staccata l'anima dalla vite di uscita della presa passante Ticino ( quella vecchia magic a 4 viti ) al piano di sopra, che aveva rimontato il mio collega alcuni mesi fa, dopo che avevamo sostituito il vecchio montante che partiva dal partitore a 4 nel vano scala, allora mancando circa 30 dB all'appello, quello di sotto non vedeva quasi più nulla.
E' un fabbricato lunghissimo chiamato "treno", e non ci sono più di 2 piani, quindi ci sono solo 2 prese in serie, con la metà tutte chiuse con la resistenza, allora quando vedo una "non chiusura", devo ripristinare l'impianto.
Si parte dal N° 2, 4, 6, fino al N° 34, e tutta la distribuzione con 5 finali è nel lunghissimo sottotetto.
Lui abitava nella staccata "locomotiva" al N° 42 ( 36, 38, 40, 42, 44 ) = un finale Siemens da 45 dB x 40 prese, sempre 8 alloggi x numero civico.

----------------------------------------


Davide, i - 26 dB li facevano in diversi, Helman, FR, 3B.
La Fracarro aveva i CD 262 e 264, a 2 e 4 prelievi, poi anche i - 20 dB, CD 202 e 204, i - 14 dB, CD 142 e 144, e i - 10 dB, CD 12 e CAD 104 che questi ultimi non li fanno più.

----------------------------------------


Antonio, quell'elemento piccolo ha una posizione di buco obbligata, a cosa serva di preciso non lo so, lo avevano anche le storiche FUBA e SIVA, sembra faccia "da collegamento" / "guida" tra la sequenza di elementi davanti sopra la culla e il dipolo che sta sotto la culla . . . qualcuno lo sa di preciso di sicuro, forse me l'avevano detto, ma chi si ricorda.



[ 6 commenti ] ( 212 visite )   |  permalink  |   ( 3 / 1494 )

<< <Indietro | 35 | 36 | 37 | 38 | 39 | 40 | 41 | 42 | 43 | 44 | Altre notizie> >>