344. Bologna, la città delle tesate aeree per la distribuzione del segnale TV. 

Attraversamento del segnale da sx a dx di Via della Barca.



Dettaglio del tipo di fascette, alluminio e plastica.



Entrata in diagonale sotto la capriata.



Da grattacielo a grattacielo.



Da sotto la capriata a dx, a sotto la capriata a sx.



La diagonale vista prima con segnale dal manufatto sopra al tetto, da dx a sx.



L'altra tesata alta fra i primi due grattacieli ( che in totale sono tre ).

Le andai a restaurare tutte e due, sopra un cestello di un'autoscala di "Tagliavini" grande sempre, a un'altezza da decimo piano, da lassù l'autoscala sembrava quasi un modellino, ed eravamo in tre sopra, il manovratore e io con il collega di tutti i giorni.



Nodo di distribuzione con parabola abusiva.

Probabilmente, il segnale che arriva da sinistra ( montante ), scende giù, incontra un derivatore a due prelievi, uno rimane lì che alimenta l'amplificatore VHF - UHF Siemens da 45 dB del fabbricato, l'altro fuoriesce insieme al montante di uscita, il prelievo va a servire una casa vicina, il montante va oltre a incontrare altri derivatori BOSCH . . .


13 Canne da tre metri, per tre, due da 25 e una da 20, a spinta col grasso e manicotti saldati col mastice bianco, fascette "Legrand", anno 1985.



Purtroppo molte sono già saltateeeeeeee, bisogna arrivarci addosso con l'autoscala prima che si stacchino le ultime tutte in un colpo !!!





Via Gnudi ( BO ), fabbricato originale, con distribuzione TV orizzontale ! ! !


Ci sono 4 scale da 6 appartamenti ciascuna, ogni appartamento ha due prese TV in serie che lo attraversano, la partenza principale è nella scala 3 dove c'è la sottocentrale di fabbricato, l'uscita incontra prima un derivatore a due prelievi da - 10 dB ( CD 12 FR ) alloggiato sul pianerottolo del terzo piano, da lì le due linee vanno in orizzontale e servono i terzi piani, una a sx che fa 10 prese in serie ( 5 app. ), e una a dx che ne fa 6 ( 3 app. ).

Tutte le prese sono uguali: Siemens passanti da - 10 dB in UHF, la prima avrà senz'altro un segnale "robusto", e l'ultima, sicuramente sufficente.

L'uscita montante del CD 12 ( che perde 1,6 dB di passaggio ), scende al secondo piano dove c'è un PP 14 FR da - 7 dB con due linee che ripetono lo stesso schema per quel piano lì, le altre due scendono al primo piano e fanno uguale come sopra, di verticale c'è solo quel po' di cavo del montante e le 2 linee dal secondo e primo piano.

Se uno scollega una presa nel mezzo di una linea, quelli che seguono in orizzontale rimangono a piedi, le prese servono cucina e sala sempre in serie, poi il montante va da quello dopo, o di pianerottolo o del civico che segue, ma se l'antennista non sa che l'impianto viaggia in orizzontale, trovare quale sia l'appartamento con l'interruzione, sono "uccelli per diabetici" ! ! !

((( Specialmente se la chiamata la fa quello delle ultime due prese, la 10^ e la 9^ in scala 1, e chi ha interrotto il collegamento in casa sua, è quello all'inizio della catena delle prese 1 e 2 in scala 3, e ci sei arrivato dopo aver visitato quelli delle prese 8 - 7, 6 - 5, 4 - 3, e che non vede pure lui . . . così oramai sei sicuro che "lo stacco" è dal primo della scala 3, vai di là, suoni, e non c'è nessunooooo ...... ma porc ... d'una putt ... oh, non c'è quasi mai quello che crea il danno !!!!! Allora prendi il nome, chiedi all'ACER, cerchi il telefono, e ritornerai una seconda volta su appuntamento, se ti andrà fatta bene ! )))



Altra avventura.



Poco tempo fa, siamo andati a Bazzano in un palazzo ACER di 3 piani su 3 porte, con l'antenna e la centrale nel mezzo.

Chi aveva chiamato stava al terzo piano di una scala laterale, e non aveva più segnale . . . misuriamo e niente, zero, smontiamo la presa e i due tubi arrivano entrambi dal pavimento ( ??? ), ha due prese HELMAN da - 14, infilo la sonda in un tubo dei due della presa della cucina, e si sente battere nell'altra presa della sala, molto scomoda se fosse stata da smontare.

Mi infilo nell'altro tubo per quasi 15 metri, e non si riesce a capire dove la sonda va a finire.

Andiamo dall'inquilina di sotto e il segnale è presente bello tonico, apro la presa, e anche lì due tubi che vanno a pavimento, gasp, mi sto perdendo . . . ma vuoi vedere che i cavi viaggiano in orizzontale come in Via Gnudi là alla "Barca" ?

Anche la dirimpettaia di pianerottolo di quello che ci aveva chiamato, non vedeva una mazza, allora siamo andati al terzo piano della scala di mezzo, e cercando di non "imbananarci", anche con l'aiuto del cliente, abbiamo suonato il campanello di quello che era confinante con loro due, e che oramai doveva essere il colpevole, la centrale era pure sulla sua porta.

Difatti, appena entriamo, nella sala c'era un frutto presa penzolante col cavo in arrivo staccato dalla presa, l'uscita scossando il cavo, andava in cucina ( altra presa penzolante ma con i cavi attaccati bene ), l'uscita di quest'ultima presa andava finalmente di là dagli ultimi due inquilini con le 4 prese.

Troviamo una presa passante da - 10 dB della Vimar "plana" in macchina, e con telaio e mascherina, gli facciamo la presa nuova . . . lui, bene o male, per induzione vedeva quasi bene lo stesso, stava in alto, e non si era nemmeno accorto del cavo staccato.

Finito il tutto, ho detto: adesso torniamo di là e vedrà che funzionerà alla grande, poi ho aggiunto scendendo le scale: ha visto cosa succede ? Lei e l'altra, dipendete da lui, se lui "stacca" siete a piedi un'altra volta, adesso lo sa come è fatto l'impianto.

Arrivati in casa andava tutto bene, abbiamo suonato da quella di fronte, che anche lei ce l'aveva col digitale terrestre . . .

Ah par f0rza, s'iv stàchen i "fil" da cl'ètra pèrt dal mur, xà vut ch'às vàdda ?

Ah per forza, se vi staccano i "fili" dall'altra parte dal muro, cosa vuoi che si veda ?

E' sempre più un mondo difficile . . .

[ 2 commenti ] ( 201 visite )   |  permalink  |   ( 3 / 1642 )

<< <Indietro | 37 | 38 | 39 | 40 | 41 | 42 | 43 | 44 | 45 | 46 | Altre notizie> >>