343. Tutto in quel sottotetto . . .  
11 - 03 Altra cella accesa di WIND, direzione Via Titta Ruffo ( dove mi trovavo ), Benedetto Marcello ( che vedevo ), cella WIND ( pure / oltre ), e Barbiano ( dietro a tutti ), saturazione su larga banda UHF, messo filtro Offel 35 dB, che faceva passare sempre però, un bel po' del mux WIND.

Consiglierei all'Offel, per la prossima produzione, un "low pass filter" 0,1 - 783 MHz, così "l'asfaltatura" sarà più completa.



Amplificatori monocanale a valvole ELCIV Milano ( manca il modulo alimentatore e il diplexer VHF - UHF ), ch D e 25, anni '60, guadagno 12 dB, i morsetti del D hanno il "centrale" schermato, erano 8 appartamenti a calate indipendenti, serviti dal sottotetto con un div 2 e due div 4 resistivi di allora ( - 16/18/ o 20 dB in totale ), quindi, con div induttivi, 12 dB di oggi.



Valvole EC 8100 per il D, e EC 8010 per il 25.


Veduta da sotto.



Interno modulo ch D.



Interno modulo ch 25.



Preamplificatore a due transistor Elektra per i ch 52 e 54, e miscelatore VHF UHF
in versione precedente all' MVU 2 Fracarro dal coperchio arrotondato.


Interno del preamplificatore 52 - 54 ( KC e TSI ).


Vecchio codice colore morsetti.


"STECCA" MP 20 Teko autoalimentata da 32 dB non regolabile,
per i ch 52 - 54 ( Capodistria e Svizzera ).


L'interno.


Fine dei ritrovamenti nel sottotetto di via Ferrarese 187.


----------------------------------------------


Tre attenuatori "AVV", blu, giallo, azzurro, due "IP 2" bianchi, di cui uno è quello "ATT", un "DEV 1" rosa ( deviatore per due cavi d'antenna ), e un MVU 8 giallo ( demix VHF - UHF a 75 ohm ).

Mancano l'MVU 9 verde ( demix a 300 ohm "isolato" ), che ce l'ha Elio, ma è già presente nel blog, un MVU 7 di colore uguale ( demix a 300 ohm non "isolato", dal coperchio azzurro identico a quello dell'AVV in centro ), a sua volta uguale al mix TV - FM, e un rarissimo MVU 8 marrone con vite di fissaggio coperchio, prima che li modificassero tutti con l'attuale incastro a pressione.



Risultato con il decoder KAON in T2 di Europa 7.


Decoder Technisat.

Ce la farò ad arrivare a 400 ? Qui non sono compresi i canali del MUX di Europa 7, e tutti gli HD tranne RAI HD e STUDIO 1 HD ( che poi non me li fa vedere lo stesso, ovviamente ).


Samsung, la verità sul totale dei canali ricevibili in Bologna centro ( 8 / 3 / 14 ).

Rimesso in opera la preselezione totale a moduli ... con il S.C. non si andava più sù nel sottotetto ...

( Ma non perchè non si ricevessero alcuni mux, avendo "virato" per quasi un anno sul "semicanalizzato".)


Che poi per dirla tutta, nel frattempo ero già tornato al discorso "tutto a moduli", solo che mi ero sbizzarrito a ponteggiare tutti quelli di Barbiano dal 21 al 60, e invece di servirli su due gruppi con le due antenne top Offel Kolor, li avevo serviti con l'unica antenna più "scarsa" che si potesse utilizzare per quello scopo.

La loga - combi III^-IV^-V^ fissa, orizz, su Barbiano ( il muletto per intenderci ), che anche se è un' Offel, è l'accostamento che è "comico", non l'antenna in se stessa.

Vi era andato un'irrinunciabile "pre" UHF da 13 dB a cubo HE, se no non ce la facevo a raggiungere i livelli ( con conseguente "escursione di regolazione moduli" ) che avevo prima con le antenne ad alto guadagno.

Tutto stava filando liscio per il meglio, tanto che da in casa, non si poteva pensare che su, l'insieme dei mux di Barbiano fosse ricevuto da una così antiprestazionale "loga - combi" . . .

Senonchè, e qui fate attenzione, un bella sera, dopo giorni e giorni di pioggia e acqua e pioggia e acqua di continuo, ho notato che lo spettro era diventato meno "pseudo splendido" di come di solito me lo ritrovo utilizzando una preselezione a moduli, che già a vedersi, è comunque inferiore a tutti i mux pari che vi sono in antenna, e che vengono mantenuti tali utilizzando un ingresso UHF di un largabanda.

Sembrava come quando si appoggia la neve sull'antenna, le condizioni di ricezione / spettro, osservando uno strumento, variano di molto.

Quindi ho pensato che tutta quell'acqua venuta giù per tantissimo tempo, avesse avuto il coraggio di raggiungere il punto di collegamento del cavo in punta, anche perchè il coperchietto delle loga sta in orizzontale e non in verticale come un bicchiere capovolto, di conseguenza, a forza di goccie sulla culla in prossimità del tappo a scatto, non è detto che la somma degli schizzi, non abbia portato a bagnare una zona che assolutamente deve rimanere all'asciutto !

Difatti, dopo 24 ore che aveva smesso, piano piano lo spettro era ritornato a sembianze "umane", ma siccome negli anni passati, le abbondanti nevicate avevano pregiudicato sì la resa delle antenne ( anche - 15/20 dBuV ), ma non fino al punto da causare squadrettamenti, ho pensato bene di tornare ai massimi livelli con le antenne, così da stare più tranquillo sia dal lato "acqua a non finire" che "neve inzuppa KOLOR".

Approfittando della riconfigurazione di tutto il sistema, ho ritoccato nelle tarature alcuni moduli: 36, 37, 38, 53, i tre dell'LTE, quindi si è tornati ai vecchi tempi delle ripetute sortite nel sottotetto ( che è sempre un bel vedere ) . . . e come ho detto sopra, causa Barbiano preso a L.B., oramai non ci andavo quasi più . . .


Logo di nettuno TV lcn 99.



TELEREGGIO inserita nel mux di E' TV, ch 42 di Bologna.

Foto scattate da Elio il 4 / 3 alle h 22:46, e l'8 / 3 alle h 10:15 . . . di male in "Reggio".



[ 3 commenti ] ( 219 visite )   |  permalink  |   ( 3 / 1504 )

<< <Indietro | 38 | 39 | 40 | 41 | 42 | 43 | 44 | 45 | 46 | 47 | Altre notizie> >>