291. L' FM a casa dal mitico. 


Ecco lo spettro della banda FM: 87.500 - 108.000 MHz, questi sono i limiti assegnati alle broadcasting che trasmettono in Italia.

Oramai viaggiamo verso i 40 anni, lasso di tempo in cui l'FM è usata oltre che dalla RAI ( molto prima ), anche da moltissime emittenti radiofoniche locali / private, divenute in buona parte "NETWORK" nazionali.

La foto l'ho scattata lì dall'armadietto, e quei 96,3 dBuV dell'emittente più forte danno da pensare, visto che io NON HO un'antenna specifica per l'FM, ma tutto l'insieme mi viene fornito dalla 21 / 32 dell'Offel, che essendo bella in alto, è investita da tutti i trasmettitori dei nostri colli.

Qualche anno fa, raggiunsi nel sottotetto quei famosi 104 dBuV di un'emittente, e mi chiesi quanti ne avrei potuto misurare, se avessi avuto una "5 FM" della Fracarro . . . purtroppo sono ancora qui che me lo sto chiedendo !

Nei primi anni '80, si potevano ancora aquistare le famose antenne UHF tedesche Fuba "XC" versione "D" ch 21 - 60, perchè in Germania le trasmissioni in banda V^ finivano proprio col ch 60. Ve ne sono ancora di installate in giro per Bologna, e vi posso assicurare che la loro resa sui canali dal 61 al 69, andava progressivamente in calando ( che scoperta ).

Dato che arrivarono ben presto emittenti qua da noi, sui canali 62, 64, 66, solo per citare i più famosi, ci accorgemmo appunto del loro inferiore guadagno a quelle frequenze più alte non contemplate nel progetto.

Però si trattava di un' ammanco in antenna dai 2 a gli 8 dB circa del ch 69, quindi "la storia 21 - 60", è per molti di noi un "film già visto" . . . figuriamoci se ci capiterà una BTS vicinissima, cosa servirà avere solo 2 dB in meno sul 61, quando ce ne saranno veramente misurabili 100 ed oltre ( dicono ).

Comunque, tornando in banda II^, la "bolgia" dell'FM è quella che mi serve per mettere in crisi qualche "amplificatorozzo" di passaggio che mi capita qui sul "banco diagnostico", difatti il "Pikocom" di Televés, in VHF ha "traballato" parecchio, ma si era ritrovato poveretto, in una situazione veramente fuori dal comune.

Avere una 5 elementi per l'FM in verticale, e non disporre di un motore sotto per orientarla alla bisogna sul massimo del segnale, per me non avrebbe molto senso, difatti tanti anni fa, la rivista "SUONO" fece vedere un sistema rotante con 2 "5 FM" della Fracarro, una orizzontale e una verticale su di un paletto con rotore, 2 discese di cavo e forse un "deviatore" d'antenna, per servire al top un sintonizzatore FM, il cosiddetto "TUNER" . . . ( Veramente mitico e inarrivabile, il "Sequerra model one" ! ).

Praticamente, il miglior sistema possibile a costi contenuti, adottato anche in seguito dal mitico, per il suo apparato ricevente di "controllo segnali TV, DAB, LTE".


[ commenta ] ( 36 visite )   |  permalink  |   ( 3 / 1467 )

<< <Indietro | 48 | 49 | 50 | 51 | 52 | 53 | 54 | 55 | 56 | 57 | Altre notizie> >>