290. Un "gioiello" di rara fattura, by Televés. 


La confezione è grande come quella di 10 fette quadrate di formaggio fuso, con dentro ampli, cordone, e istruzioni.

Il suo costo è di 39 euro al pubblico.

E' un ampli da appartamento, o proprio al limite, da sottotetto per DUE appartamenti con derivatori al seguito, inseriti sui rispettivi montanti ( 2 uscite ) di cui si avvale questo prodotto.




Eccoci al "diamante" di casa Televés, un microscopico amplificatore ad ingresso unico da 10 dB in VHF e 20 dB in UHF, con la rivoluzionaria peculiarità di non andare mai oltre gli 84 / 85 dBuV in uscita ( solo con tutti i mux pari in arrivo ) , e questo è reso possibile grazie a un "controllo automatico" sull'ingresso, atto ad evitare saturazioni indesiderate ! ! !

Ha 2 uscite, di cui una l'ho chiusa con la resistenza da 75 ohm, che non si vede.

In pratica, se entriamo con tutti segnali UHF, di intensità uguale fino a 64 dBuV, lui amplifica sempre 20 dB, se entriamo con 74, amplifica 10, se entriamo con 94, esce con un massimo di 84 dBuV.

E 84 dBuV di potenza, sono un segnale ottimo per servire una distribuzione interna di un appartamento, fatta di derivatori da - 14 dB = poco meno di 70 dBuV alle prese ( scarsa attenuazione del cavo esclusa ) . . . semplicemente PERFETTO !

Sono entrato con Barbiano rotor e FM filtrata: il ch 21 che aveva 78 dBuV, è andato a 94, il ch 60 è passato da 67 a 84.

Togliendo il filtro FM, una radio che entrava con 93 dBuV, è uscita a 91, e di conseguenza si è abbassata l'uscita dell'UHF di 11 - 12 dB sia sul ch 21 che sul 60, e di 11 dB anche ( ch E 6 ) la banda III^, uscendone malconcia ( saturazione VHF 47 - 400 MHz, causa esagerato segnale FM analogico 87,5 - 108 MHz presente ).

Ne esiste un'altra versione, con una terza uscita chiamata "TV" adiacente all'ingresso, che fornisce 2 dB in più in VHF e 8 in UHF, per far sì che venga a non mancare un'attacco TV in loco, se abbiamo appunto occupato la presa TV che c'era lì vicino per fornire il segnale al centralino.

E un'altra ancora, che non poteva mancare, che amplifica 15 dB la banda terrestre VHF - UHF, e 23 dB la banda IF SAT 900 - 2150 MHz, sempre con lo stesso chassis !




Qui mi sono sbizzarrito con attenuatore variabile 0 - 20 e pre UHF da 13 dB, era bello vedere fin dove il controllo "teneva duro", prima di arrendersi a un segnale troppo "basso" in ingresso ( - di 64 dBuV ), facendomi vedere i livelli scendere sotto da gli 84 dBuV.

Sul retro, vi è un micro-interruttore alloggiato internamente per evitare telealimentazioni accidentali, ma accessibile dall'esterno tramite un cacciavitino, peccato che l'articolo ( brevettato ), venga venduto con l'interruttore su "ON" !!!

Prima ho provato con i 64 dBuV dell'ultimo CAD FR, poi con gli 81 del montante diretto che mi entra in casa, selezionato dall'armadietto.

Così mi sono spinto fino con un segnale in UHF, dai proibitivi 94 dBuV, all'ingresso del povero NV20PICO Televés, e lui, su di un mux che aveva in partenza 34 dB di MER, me li ha conservati TUTTI senza un minimo di sbavatura ! ! !

Quindi c'erano i "rumori", dell'attenuatore regolabile a innesto, del pre Helman a cubo, del Televés stesso ( 4,5 in UHF ), e il risultato in uhf, è stato praticamente ottimo.

Una prestazione di altissimo livello ( sarà lo stesso principio che c'è nelle loro antenne dotate di circuito BOSS-tech, con in aggiunta spero, un filtro "passa UHF 21 - 60" ).




Qui la cosa si fa curiosa, ma è ragionevolmente giusta.

Io poco tempo fa, ho miscelato nel sottotetto tramite quel mix TV - FM Fracarro, la discesa della loga orizzontale del rotore, con la K 47 A Offel ( ch UHF 21 - 32 ), perchè questa mi forniva uno "SBANDERNO" di segnale in banda FM ( 87,5 - 108 MHz ), e quaggiù mi arrivano alcune emittenti radio con oltre 90 dBuV.

Ho inserito questa discesa, e il Televés si è basato giustamente sul segnale di livello più alto, che in questo caso era proprio dato dall' "ammucchiata" di emittenti FM, è bastato inserire un filtro di blocco FM Fracarro da - 50 dB, che l'amplificatorino mi ha aumentato automaticamente l'uscita UHF del momento ( rotore orizz. su Barbiano ), di 12 dB buoni, segno che non bisogna avere segnali troppo forti di FM e VHF in genere, all'ingresso del "cipollino".

Ma io ero in possesso di un segnale FM quasi volutamente esagerato . . .

Nella realtà, è molto difficile che accada.

Poi, la scelta di amplificare il VHF solo 10 dB, in linea di massima va bene, perchè capita spesso che con distribuzioni vecchie, i mux in VHF arrivino in casa più alti di quelli UHF.

Io nominerei questo amplificatore, "AMPLIFICATORE dell'ANNO 2012 - 2013", tante sono le sue "features" rispetto alla concorrenza: AUTO ADJUST LEVEL, miniaturizzazione spinta, telealimentazione selezionabile manualmente, prestazioni RF, doppia uscita per 2 montanti, led verde di funzionamento, surriscaldamento minimo, cordone rete staccabile, estetica accattivante, 2 sedi vite per fissaggio a parete . . . le ha proprio tutte dalla sua parte !

Poi che io, non ho mai comprato quasi una "vite" da Televés ( solo tre coppie di ripetitori di telecomando ) !



Spettro UHF che giustamente, non sale più di così.



La banda III^ con 10 dB di meno, e il bianco cordoncino d'alimentazione in dotazione.



Parte posteriore, con chiusura a incastro senza viti.



Frontale senza coperchio superiore.



Retro.



Veduta anteriore del circuito dell'ampli.



Posteriore.


Immagine cliccabile. (Caratteristiche in tedesco).



Spettro UHF di Barbiano ( senza FM tra i piedi ) , che con l'ampli, aumenterà di 16 dB sul ch 21, arrivando a 94, e 17 dB sul ch 60, arrivando a 84.



Ma è un amplificatore MATV ( Master Antenna TV ), non un preamplificatore, come qualche "distratto" del forum crede di poterlo impiegare . . .

E dire che fra la neve e la fuliggine, ce ne passa !

In un appartamento condominiale, non mi deve arrivare del segnale FM in presa TV, deve essere neutralizzato a monte dall'antennista !

Av salùt, "avveniEristici" . . .

----------------------------------------------------------------------------------


Mezzi RAI in Piazza del Nettuno ( Bologna ).


RAI HD ( e si è visto ! )


LOGA "sgangherat" ma "efficens". Immagini di Noemi di Leonardo

----------------------------------------------------------------------------------

Radiotelescopio di Medicina (Bo)


Un'antenna U-SHF utilizzata anche dai Radioamatori
per collegamenti radio via (EME - Earth Moon Earth) riflessione lunare.


Una parte della Croce del Nord, la quale è costituita da due rami perpendicolari lunghi 564 metri (Est-Ovest) e 640 metri (Nord-Sud) e possiede un’area di raccolta complessiva di 30.000 mq. Una tale superficie rende l’antenna sensibile a sorgenti radio molto deboli.


Clicca per vedere l'Antenna parabolica da 32 metri di diametro, tramite la WEBCam


Apparato SETI, acronimo di Search for Extra-Terrestrial Intelligence
Immagini di Noemi di Leonardo


[ 2 commenti ] ( 172 visite )   |  permalink  |   ( 3.1 / 1544 )

<< <Indietro | 50 | 51 | 52 | 53 | 54 | 55 | 56 | 57 | 58 | 59 | Altre notizie> >>