239. Filtro soppressore ( "passabasso" ) di segnali "LTE" Offel. 


Questo filtro ( "passabasso" 02 - 60 ) elimina ( tagliando fuori ) i segnali in UHF dal canale 61 in su ( che fra un po' di tempo diremo "erano televisivi" ) , servirà per attenuare per quanto possibile, i futuri segnali "LTE", che in prima battuta, verranno proprio accesi su questi ultimi canali della banda V^ ( verso fine UHF 61 ... 64 ).

Il filtro servirà, per rientrare dalla saturazione deleteria dei centralini d'antenna a larga banda ( 21 - 69 = UHF ), causata dalla forte presenza dei nuovi segnali "LTE", SOLO se questi si troveranno troppo potenti e vicini alle antenne centralizzate TV.

Nei canalizzati come il mio, verranno tolti "di gran carriera", tutti i moduli dal 61 al 69, primo perchè non serviranno più, secondo, la loro presenza potrebbe come in un "larga banda", portare in saturazione il finale di potenza ( nel mio caso, il multibanda Offel VHF - UHF - UHF da 30 dB. ).

Una saturazione "importante", comporta la mancata visione di quasi tutti i canali TV della sezione UHF ( la maggioranza assoluta ).

Non si esclude il loro utilizzo anche su antenne singole, qualora ovviamente ci si venga a trovare in zone con livelli di questi nuovi segnali "alle stelle", il che porterebbe appunto a "saturare" il TV o il decoder giù in casa.

E potrebbe altresì succedere, che il "bimbo - minchia" di turno, col suo terminale "spastic - boy", mentre si aggira per casa più "rinco - rimba" che mai, vada a creare interferenze fastidiosissime a tutti i televisori nei paraggi dotati di cordoni TV cinesi a schermatura ZERO, procurando nuovo lavoro per "la categoria" ( anche lui trasmetterà in zona 61 / 69, per essere più precisi 66 / 69, ih, ih, ih ).




Veduta interna con componenti assemblati in aria semi - fissi, con ottimizzazione allo scopo di eliminare le frequenze riguardanti i canali dal 61 al 69.




E qui viene "il bello".

Ecco la parte terminale del mio spettro di casa, con i canali 59, 60, *, 62, 63, 64, 65, 66, *, *, 69, e sono quasi tutti pari, ideale per vedere quanto attenuerà e fin dove interverrà "il filtrino".




Senza toccare lo strumento, ecco cosa è rimasto della porzione 61 / 69.

Si può notare che i canali interessati dal filtro, sono diminuiti di quasi 20 dB ( in tensione = 10 volte ) , e il 59 e 60 non ci hanno rimesso neanche tanto.

Se non avrete già da prima un "60" molto basso, continuerete a vederlo lo stesso, però ogni caso andrà valutato attentamente e possibilmente risolto.




Il ch 60 senza filtro aveva 64,7 dB.




A filtro interposto fra presa e strumento, si è scesi a 58 dB., 6,7 dB. in meno, ma c'era da aspettarselo, a questi livelli di progettazione di un filtro "entry level", era difficile fare di meglio.

Poi, nell'attesa che si portino via anche la porzione di UHF che va dal 51 al 60, si può vedere se si può aumentare di 3 dB, la potenza dei trasmettitori del ch 60 di TIMB, o se verra prima un' ennesima riassegnazione delle frequenze.

C'erano una volta, il "Programma Nazionale" e il "Secondo Canale", poi . . .



[ 3 commenti ] ( 175 visite )   |  permalink  |   ( 3 / 2145 )

<< <Indietro | 60 | 61 | 62 | 63 | 64 | 65 | 66 | 67 | 68 | 69 | Altre notizie> >>