446. Quando 18 metri di cavo d'antenna tv, si "mangiano" 68 dB di segnale . . .  

Una nuova entrata in un alloggio ACER, effettua una chiamata perchè dalla presa d'antenna, non si vede alcun segnale, e dal morsetto della sua derivazione partivano oltre 80 dBuV.

Questo pezzo di cavo FMC 00399, infilato 35 - 40 anni fa, era andato completamente in perdita, partiva da un derivatore, incontrava una scatola rompi-tratta al piano terra, poi attraversava un cortiletto sempre sotto terra, e infine sbucava in presa appena entrati in casa.

Si vede in alto nella foto, la curva del cavo a U rovesciato che stava nella scatola, e in basso a sinistra, il cavo curvo che si collegava alla presa.

I primi 9 metri erano all'asciutto, dal quadro contatori alla scatola, sempre al piano terra, i secondi 9, appena ho cominciato a tirare da in casa, se ne sono usciti bagnati fradici, ma l'acqua non era penetrata all'interno dopo la guaina gialla.


Segnale di riferimento, il ch 43 UHF del mio impianto modulare ( che per la cronaca non ha più i ch 28 29 e 39, un 41 più basso, un 45 assente, un 51 momentaneamente in avaria, il 53 kaput per legge, il 54 più basso, il 58 dal Veneto più basso, il 59 debole, e il 60 da Castelmaggiore alto come i tre gestori LTE ).



Con in mezzo i 18 metri di cavo, "IL NULLA", la banda III^ si vede perchè ho abbassato la portata dello strumento, se no non si vedeva manco quella.

Mi chiedo, ma quello che ci abitava prima forse era senza TV ?

Ho pure provato ad interporre il famoso cubetto da 13 dB di guadagno, alimentato dallo strumento che segnava i 40 mA. di assorbimento, ma lo spettro UHF non è affiorato lo stesso ! ! !


Allora ho tagliato il cavo nella curva che stava in scatola, poi ho misurato quanto rendeva il primo pezzo che stava all'asciutto, e perdeva comunque 8 dB in 9 metri, che sono già tantissimi.



Poi ho misurato l'altro pezzo di 9 metri che stava invece a mollo, e perdeva all'inverosimile ( dalle somme 60 dB ).



Allora ho tagliato a metà i 9 metri del "bagnato", e siamo a 4,5 metri e 39 dBuV di segnale, nel pezzo dalla scatola a metà cortile.
In 4 metri e mezzo perde 32 dB.



Questa è l'altra metà rimanente, da metà cortile alla presa in casa, 44 dBuV, e va un po' meglio, perde "SOLO" 28 dB ( in 4 metri e mezzo ).


La calza nel tratto all'asciutto.



La calza nel tratto a bagno con fortissima umidità ultra trentennale.



Qui ho tagliato ancora a metà il cavo, 2,25 metri, e perde 12 dB ( 72 meno 60 ).



Qui negli altri 2,25 metri, ne perde 18 ( 72 meno 54, record mondiale ).



Il pezzo è questo ( se qualcuno ha troppo segnale in presa . . . ).



Con il flash, l'anima del cavo sembra anche belloccia dove ho raschiato con le forbici, ma vi assicuro che è scura come le grondaie in rame dopo anni che sono montate, mentre invece appena messe sono bellissime, però si ossidano inevitabilmente in poche settimane.

A questo punto, un cavo normale "a bagno" sempre per decenni, va in perdita colossale rispetto a uno che se ne sta tranquillo intubato lontanissimo dall'umidità su per le scale in verticale e orizzontale.

Lo stesso cavo sui tetti, come perdite dura molto di più.

Qui sarà stata l'impedenza caratteristica a 75 ohm, a ritrovarsi completamente a pallino, causa orrendo habitat impropriamente riservato a un cavo inadatto per quelle condizioni di posa.

---------------------------------------------------


Vedi Cris, praticamente quando si ha un cavo intubato sottoterra, si è sempre al piano terra, al massimo ancora più giù, quindi se ti chiamano e vedi che sei a "BASSO", ipotizzi già come andrà a finire, sostituirai il cavo che tornerà a mollo e durerà finchè non vedranno a quadretti molti anni dopo, per il segnale oramai divenuto marginale.

Ma che con oltre 80 dBuV in partenza, si fosse arrivati a meno di 13 in casa, E' GROSSA.

Col cavo nuovo, vi erano ancora segnali oltre gli 80 dBuV in presa . . . un giorno abbasseremo un po', va là.

-------------------------------------------------


Difatti Andrea, ci vuole quello da interramento nero con guaina grossa tipo il "petrol jelly" della CAVEL, ma in quel contesto condominiale, uno non si aspetta che col tempo il tubo si debba riempire d'acqua.

-------------------------------------------------


Everardo, l'anima era puntellata in piccolo tipo morbillo, e se è vero che gli elettroni in questo caso, scorrono sulla superficie, io penso che inciampassero quasi tutti, poi il dielettrico non era neanche ridotto come quando si sbriciola solo a guardarlo, era bello e bianco, la calza deve solo schermare, quindi penso non avesse grosse colpe, l'anima era centrata dal dielettrico ancora tonico meccanicamente, e forse non era stata una partita di cavo nata bene, visto la perdita del pezzo all'asciutto.

[ 4 commenti ] ( 80 visite )   |  permalink  |   ( 3 / 27 )
445. Impianto x SKY che "fa acqua" da tutte le parti . . . 
Una famiglia del primo piano comincia a non vedere SKY nel mese di luglio.

La famiglia in cima ( che ha l'accesso al suo terrazzo / altana, e da lì si accede a tutto quello che concerne l'antenna TV e i derivatori SAT ) dice: mi dispiace, dobbiamo andare in vacanza, ne riparliamo quando torniamo dalle ferie.

Nel frattempo dovevamo montare / aggiungere un'altro derivatore SCR per un nuovo arrivato al piano rialzato, nonchè l'ennesima discesa esterna seminascosta . . .

Arriva il giorno ( settembre ) che saliamo sul terrazzo, buttiamo giù il cavo nuovo, collegato al nuovo deriv. SCR, montiamo seconda scatola stagna per il contenimento di altri deriv. ( in totale 5, 3 SCR e 2 normali ), sostituiamo l'SCR di quella che non vedeva da luglio, con io giù davanti al TV e l'altro su che fa i collegamenti.

Il segnale ritorna, si vedono tutti i canali, salutiamo, diamo il deriv. in riparazione dove l'avevamo preso, e sembrava felicemente finita lì . . .

Pochi giorni dopo, telefona che non si vede più un'altra volta ( sgrunt ).

Arriviamo là e sono tutti "NO LOCK", proviamo con lo strumento ma "notte fonda", colleghiamo anche il nostro decoder SKY HD bianco e anche lui tutti no lock.

La cliente condivide l'SCR con quella di sopra, e vi è un partitore sottotegola che fa scendere due cavi, quella sopra che non c'è mai, usava le porte 1 e 2, la nostra le rimanenti 3 e 4.

Il partitore l'aveva messo un giorno l'antennista mandato da SKY, allora proviamo a mettere un bel Mitan a 2 nuovo, controllando tutti i contatti, dopo aver provato in casa tutte le porte 1 2 3 4 senza successo alcuno.

Magicamente riparte . . . vabbè speriamo duri . . .

Alcuni giorni dopo, telefona che siamo d'accapo ( glip ), e adesso ?

Riusciamo a contattare quella di sopra per chiedere se per caso avesse collegato un decoder normale SKY HD in modalità "1 LNB", che non c'azzecca in un contesto SCR in comune, ma ci assicura che non ha neppure più il decoder, quindi, se non ha malauguratamente il cavo lì per terra, che ogni tanto ha l'anima piegata verso la massa del connettore "F", che creerebbe forse dei casini a quella di sotto . . .
Ma giù il decoder non aveva mai dato cenni lampeggianti di un "corto" lungo la linea, e forse i diodi interni al partitore sottotegola, lo escludono effettivamente a priori.

Ho perso il filo . . . . . Ah sì.

Torniamo là, e presi dalla disperazione, proviamo a cambiare anche l'LNB HV-hv, e ancora una volta, "presaperilculatamente", il decoder resuscita, ma oramai si era capito che ci sfuggiva qualcosa, anche perchè tutti gli altri delle altre discese singole VEDEVANO, e difatti . . .

5 Minuti fa . . . ( Gianfranco D'Angelo in "Drive In" ), arriva puntuale una telefonata ( ma baaaastaaaa ) . . .

Non ci rimane che il cavo, ma perchè va e non va ?

Oh, se non ce la facciamo neanche stavolta, ci arrendiamo e diciamo che chiamino quelli di SKY, tanto rimessa x rimessa x 3,14 . . .

Allora, visto che lì dalla finestra era stato leggermente spiegazzato, ma proprio leggermente, decidiamo con una prolunghina di cavo, di fare una giunta di un pezzo nuovo da fuori a dentro fino al decoder, hai visto mai . . .

Mentre lui prepara i due "F" da 5 mm. sulla matassina di prova, IIIIOO mi accingo a tagliare il cavo in un punto intonso prima delle pieghe, fuori dalla finestra ad altezza occhi . . . quindi . . . zàc . . . e subito dopo il cavo comincia a gocciolare come un rubinetto che perde . . .

Allora lassù in pendenza quasi orizzontale è tutto crepato e imbarca acqua, io ero lontano sul terrazzo e non potevo accorgermene, perchè non avevo cambiato io il partitore sul tetto più a basso.

Ma non stava neanche piovendo, allora come faccio a fare una giunta su di un cavo che porta acqua ?

Semplice, gli faccio fare "il giro della morte" ( 'tacci sua ), gli tolgo un po' di guaina scarica acqua nella curva in basso, poi in alto ci metto il barilotto con i due "F" e lo proteggo, poi unisco col nastro nel punto verticale dove sono a contatto, così si vede un cerchietto di cavo adiacente al cavo stesso, ma l'acqua esce in basso prima di incontrare il giunto "F" che sta in alto.

Colleghiamo e VA !!!

Naturalmente cavo nuovo semi-volante dalla giunta fuori al decoder dentro, perchè quello vecchio pieno d'acqua entrava dalla presa d'aria, poi si infilava in un battiscopa passa-fili scomodo da periziare, e poi mi ero accorto che il vecchio era made in CHINA, e quello che poi usciva dal battiscopa era un CAVEL italiano perfettamente asciutto.

Perciò vi era una giunta nascosta, zeppa d'acqua come una spugna, facente da TAPPO, che ogni tanto andava e non andava . . . ho mozzato il cavo vecchio prima e dopo il battiscopa, posizionato per il meglio quello nuovo in esterno, e ora finalmente dovrebbe reggere per molto più tempo, salvo il riservarsi un giorno, di calare un cavo nuovo, ovviamente NON CINESE !!!

Da Luglio a Novembre senza SKY . . . della serie: RIPARAZIONI IN GIORNATA !!!

Per quello che dico da anni: in pensione dopo 35 anni di lavoro, senza limiti di età, PALLONARIIIIII e LADRI DI VITA !!!!!

------------------------------------------


Andrea, il cavo di bassa lega cinese, l'aveva posato quello di SKY, modificando l'impianto e mettendo il partitore a 2 sul cavo di quella del primo piano, che era la nostra cliente iniziale, quella sotto al rialzato ce la siamo ritrovata sulla "coppa" purtroppo noi, con tutte le rimesse del caso.

------------------------------------------


Problemi loro sul mux 42 da Barbiano, da Castelmaggiore va bene.

[ 7 commenti ] ( 109 visite )   |  permalink  |   ( 2.8 / 38 )
444. Questo 28 . . . "Teriiiibbile" . . . e pure il 29 e 53. 

P.S. Stasera martedì 22 - 11 - 2016, ore 22:15, si sono raggiunti i 53 dBuV e rotti, e il TV è arrivato a potenza 94, una cosa mai vista, e oggi c'erano 15° alle 13, sembra acceso qui in città !

Girando il rotore su Monte Venda, si vede ancoraaaa, e la potenza indicata scende a 60 . . . e siamo in novembre.

Se per assurdo partiamo con l'abbinare 1 EURO a 20 dBuV di segnale in arrivo ( e che di solito non ci sono neppure quelli ), stasera che si è raggiunto il RECORD di ben 53, e sapendo che ogni 3 dB in più, il segnale RADDOPPIA, il nostro EURO iniziale, sono diventati 2048, come una vincita alla slot machine . . . metti un nichelino e ti viene fuori una fortuna in monete.

Oh, qui sono le 23 e il segnale non cala, propagazione pesantissima, sembra molto più che in estate, e senza appunto quell'altro 28 del menga, lo verificherò a tempo debito.

La propagazione sulle grandi distanze è sorprendente, perchè nonostante i decenni trascorsi, si rimane sempre affascinati, poi è vero che vedi sempre quel mux con sole 4 emittenti a livello broadcast RAI, e ti chiedi di nuovo: ma perchè in Italia siamo messi così male, invece che avere POCHE emittenti MA BUONE !

Ore 23:25: semi-veloce discesa a - di 29 dBuV, mosaico, un'attimo di buio, e rapida ripresa in salita, siamo già a 43, immagine subito, e si continua . . .

Buonanotte.


Finalmente, dopo anni e anni, hanno spento pochi giorni fa il segnale dal Veneto sul ch 28, cosa che andava fatta nel momento del nostro switch-off del 2010, perchè il 28 era acceso in Croazia da un pezzo e assegnato a loro secondo un piano frequenziale noto.

Adesso la strada è spianata, e quando c'è propagazione come ieri sera che era la solita domenica sera dopo le 22, e non eravamo in estate, si può godere di queste sbadilate di segnale.

Poi ho letto che si sono avuti problemi di ricezione in diversi posti con questi "tourbillon" di propagazione incrociate ( e ci sono da sempre in certi momenti, appunto queste situazioni apparentemente inspiegabili, e bisogna cogliere l'attimo per gustarsele appieno ).

Qui in casa c'erano 48 dBuV, e stasera il nulla, quindi oggi sono salito sul tetto per vedere dove puntava esattamente "l'albero di Natale" rotante, e la direzione era appena appena a destra del grattacielo Unipol, cosa che prima non era possibile stabilire con precisione, perchè a nord "insisteva" l'altro 28 del mux "La nove", con il panettone "in comune" che non calava mai.

Confrontando la barra del Samsung fra la potenza raggiunta dal 28 e la potenza di 35 dBuV del 58 in ottobre ( adesso 40 ), si capisce che il segnale croato è arrivato ben più forte di quello basso e costante che mi arriva dal Monte Madonna.

Adesso aspetto altri spegnimenti e avvicendamenti di emittenti e frequenze, come ho letto sul forum.

Chissà se da noi spegneranno il 29, 39, 41, 53, 57, e accenderanno 32, 54, 58 . . .

Starò come sempre alla finestra, per tener dietro la lista delle emittenti di Bologna.

---------------------------------------------------------------


Domenica mattina 27 - 11 - 2016



Finalmente immortalato il MUX D CROATO sullo STORICO 29 UHF, che era quello che in analogico trasmetteva ZAGABRIA 2 col monoscopio ZGRB 2 o prima JRT 2, della Telefunken.


Il 28 e il 29 arrivano pari, e calano e crescono pari, ma il 28 si riesce a vedere prima che il 29, sembra avvantaggiato da non si sa cosa.


Qui c'era sempre pubblicità, boh.



Zagabria 1, 2, 3 analogici di una volta, che fine avranno fatto in digitale ?


Mi rispondo da solo, due sono nel MUX B, ch 53, dove ci sono RTL 2, HRT 3 , HRT 4 e Doma TV.

Sempre oggi ho ricevuto appunto il 53, poi vi è un 39 che non riesco ad "aprire", non vorrei che fosse quello in DVB T2, una volta era proprio il ch 39 analogico che trasmetteva HRT 3, e lo vidi qua a casa.

Comunque arrivano tutti dalla stessa direzione: Monte Maggiore UCKA, in Croazia, e sono il 28, 29, 39, 53, 3 ch liberati da poco qua a Bologna, il 28 dal Veneto.



DATI del SAMSUNG











Emittenti nell'X-FAIT



Qui avevo messo il pre, perchè senza, la qualità ballava stranamente da 0 a 97, mentre il TV andava benissimo col solo segnale d'antenna, un mistero.


[ 1 commento ] ( 63 visite )   |  permalink  |   ( 2.9 / 29 )
443. Questo 25 . . .  


In questo caso, per non andare a compromettere la perfetta ricezione del 24 e 26 della RAI, ho voluto preselezionare selettivamente solo il canale 25, poi nel disegno l'ho messo nell'ingresso VHF UHF della centrale programmabile, però potevo anche programmarlo da solo nell'ingresso UHF 1 che cambiava poco.

Poi là, mi ricordo di aver fatto 21 / 27 da Barbiano, poi anche 29 / 31, per riuscire a dare più mux possibili, e le possibilità migliori si vedono sempre sul posto, osservando attentamente i segnali in ricezione dalle antenne.

La trovata è stata il "T", perchè si sa che la c.c. alimenta il pre, ma va anche dentro al modulo da sopra, però in molti moduli si ferma lì nel polo centrale, quindi, resistenza isolata d'obbligo.

Se c'era un modulo HELMAN, azionando il jumper interno, lo si faceva andare telealimentandolo da sopra ( cioè al contrario e senza il suo filettino blu ), e non ci sarebbe stato bisogno di un'alimentatore dedicato da 12 V. come ho messo.

E anche col modulo TEKO che ho messo dal vero, si poteva con un "prelevatore / estrapolatore" di tensione, prima di entravi da sotto, ricavare i 12 V. dalla telealimentazione, e unire i 2 filettini per alimentarlo senza l'alimentatore esterno che ho messo.

Se un'inseritore di tensione ( lo scatolino che ha un condensatore di blocco c.c. in una direzione, ma non nell'altra ), lo montiamo a rovescio, cioè capovolto, noi estrapoliamo tensione anzichè immetterla.

Quindi azionando il comandino della c.c. sull'ingresso desiderato della SIG 8008, si poteva alimentare anche il modulo, ma non avevo l'inseritore su due piedi, allora ho messo l'alimentatore come nel disegno.

Dato che a Crevalcore non arrivava di certo il 25 da Barbiano, ho dovuto arrangiarmi con l'unico 25 che avevo e isolarlo, perchè non mi facesse "danni" ai RAI 24 e 26.

E' lo stesso principio con 3 moduli usato da Egis . . . ma chi gliel'ha detto a Egis ? . . . notizie 416 e 418.


----------------------------------------------------------------


Oggi ho aggiornato 3 modulari tre, dovevo aggiungere il 25, ero ad Anzola Emilia su tre case parallele gemelle.

In tutti e tre gli impianti l'ho preso da Vele Veronese ( perchè avevo già i moduli per 33, 36, 44, 49, 50, 52, 56 presi da là ), che aveva oltre 65 dBuV con il 26 da Venda a 68, vi era già il pre della TEKO a innesto, ho messo moduli a 5 celle e se non stò attento, quel pelino di 26 da Venda che passa sempre mi degrada il 26 preso da Barbiano con modulo dedicato.

Questo per dire che con le programmabili, infilare un 25 da Velo con il 26 adiacente da Venda, addio che poi ti va il 26 di Barbiano, e a questo punto varrebbe forse la pena scegliere come programmazione il 26 di Venda al posto di quello di Barbiano.

Sarà sempre sul posto, che i casi complessi si dovranno risolvere, perchè a voce, per telefono o tramite un forum, "l'é dimondi piò difèzzil" . . .

----------------------------------------------------------------


Ermanno, la prog era già sul posto, se prendo tutto Serra spesso mi peggiora il buon 24 di Barbiano, mentre invece partendo dal 32, mi rimangono i RAI 24, 25, 26 belli, il 40 me lo "lavoro", e il 25 lo infilo con l'imbuto tra 24 e 26, tanto da Barbiano non arriva e il 26 di Venda passa pochissimo dal modulo 25 che poi è su Serra.

E' vero che quelle programmabili sono larghissime, però conoscendo i propri polli, si riescono ad utilizzare, specialmente da quando non abbiamo più i ch dal 61 al 69.

[ 3 commenti ] ( 67 visite )   |  permalink  |   ( 3 / 49 )
442. E' arrivato un "58" dal nord ( Veneto Colli Euganei ). 
NOTIZIA 429: EMITTENTI IN DTT A BOLOGNA


Su segnalazione di "yellowbluesupporters" nel "digital forum", è stato attivato un mux sul Ch 58, che "OTG" afferma provenire da Monte Madonna ( Teolo PD ).

Il segnale lontano mi arriva qui in casa con 36 dBuV, e ce la fanno i TV Samsung e il decoder Technisat.

Adesso alle 23:15, potenza segnale indicata dal Samsung 60 ( che forza queste logaritmiche full band ... quando arriva + segnale ).

C'è solo questa test card muta con le barre tipo "Cairo 2", e fanno capo a CRNE ( Consorzio Reti Nord Est ).

TVA Vicenza, Telenuovo Padova, Telechiara, Telenuovo 117, Telenuovo Verona, le TV storiche.


Si prega di non accendere subito dei 58 a Bologna, grazie . . .



Nella foto si vede l'LCN 996, ma l'ha messa lì il Samsung trovando un "buco" libero.

Invece, svuotando la memoria del Samsung, e sintonizzando manualmente solo il 58, mi mette questo unico canale sull' 850.

L'X-FAIT non ce la faceva a sintonizzarlo, ma con l'aumento del segnale in arrivo ce l'ha fatta, e ha sentenziato un bel "1000", segno che allora non c'è l'LCN.

In realtà è bastato attenuare di pochi dB, tutto il segnale UHF proveniente da nord, perchè si vede che il "nostro" 59 orizz. adiacente da Castelmaggiore fortino o la bolgia LTE qua fuori, o la dubbia qualità del "trespolo", fa"imbananare" il tunerino dell'X-FAIT.


Lo strumento dice "no buono", però . . .



Dopo averlo trattato con preamplificatore a cubo da 13 dB, modulo a 4 celle del canale 58 nel modulare totale, con in uscita 10 dB di meno degli altri segnali cittadini . . . la qualità intrinseca, nascosta dallo strumento, emerge tutta.



Indicazione di un 58 BASSO, da parte dell'X-FAIT, dato dall'antenna del rotore orizzontale ( 36 dBuV ), che punta verso il lontano Monte Madonna, che è più a nord di Venda.


Valori quasi perfetti, offerti dall'antenna fissa, opportunamente "trattata" nell'impianto modulare.

Adesso, la stessa antenna fissa verso il Veneto, mi da sempre il 28, il 32, e questo nuovo 58, poi già che c'ero ho incluso anche il 60 verticale di CANALE ITALIA 2 da Castelmaggiore, isolando / scavalcando momentaneamente il modulo dalla sfilza di Barbiano, con un cavallotto / ponte flessibile nero TEKO.













Radio Freccia nel mux TIMB 1, Ch 47.



ZETA ITALIANA è ora un segnale TV, prima era sulla lista delle radio sempre col cartello.

Anche l'X-FAIT me la considera "TV".


[ 1 commento ] ( 42 visite )   |  permalink  |   ( 3 / 54 )

| 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | Altre notizie> >>